Radio X (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il gruppo di emittenti radio commerciali britanniche, vedi Radio X.
Radio X
RadioX Sardinia.png
PaeseItalia Italia
Linguaitaliana
sarda
Frequenze96.8 MHz (Cagliari e provincia)
Data di lancio1995
EditoreIndipendente
MottoCagliari Social Radio
Sito web
Diffusione
Terrestre
AnalogicoFM
Streaming web
Internetgratuito su www.radiox.it/live

Radio X è una emittente radiofonica in lingua italiana e sarda trasmittente in Sardegna.

È la prima stazione radio in Europa ad essere sbarcata su Internet, nel febbraio del 1995.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1995 Sergio Benoni, musicista, DJ e giornalista e altri amici esperti di comunicazione si trovavano a Santa Clara, in California, dove incontrarono Rob Glaser e altri due ragazzi di Seattle fondatori di RealNetworks (azienda titolare dei prodotti RealPlayer, RealAudio e RealVideo), di fatto gli inventori dello streaming audio. Da essi acquisirono una licenza per una Web radio in Europa e la prima diretta avviene nel mese di febbraio. A testimonianza dell'avanguardia dietro tale azienda, la piattaforma si appoggiava all'Internet service provider cagliaritano Video On Line di Nicola Grauso, allora uno dei fondatori della rete internet italiana e principale provider del Paese. Sin dalla nascita la radio è stata gestita indipendentemente senza essere controllata da alcun network o da concessionarie pubblicitarie.[1]

Col tempo lo stile della radio si è assestato sul genere cult, trasmettendo principalmente musica jazz, soul e lounge, a fare da contorno a trasmissioni improntate sulle attività e sulle manifestazioni culturali della città di Cagliari e della relativa provincia. Importante spazio viene dato anche alla lingua sarda attraverso diversi programmi culturali e d'informazione.

Dal novembre 1995 Radio X è infatti attiva in provincia di Cagliari sulla frequenza dei 96.8 MHz e si stima un bacino d'utenza pari a oltre 30 mila ascoltatori medi via etere e a diverse decine di migliaia connesse via Internet ogni giorno.[2]

Trasmette dal 2016 dagli studi di Cagliari nel centro culturale ExMà in via Sonnino, dopo essere stata fin dalla nascita nel centro storico in Piazza del Carmine.

Programmi[modifica | modifica wikitesto]

Il programma di punta della trasmissione è Buongiorno Cagliari, condotto dal giornalista Vito Biolchini e dall'attore teatrale Elio Turno Arthemalle, i quali annunciano e commentano ogni mattina alle ore 8 le notizie dai quotidiani L'Unione sarda e La Nuova Sardegna in chiave ironica. Questa trasmissione nacque nel 2008 in un'altra radio cittadina, Radio Press, poi successivamente fallita. Altro principale contenitore è Extralive, che dalle 19 alle 20 racconta le iniziative culturali della città, ma non solo. Il lunedì con Ilene Steingut il tema principale è l'urbanistica, l'architettura e la mobilità, mentre il mercoledì con Andrea Prost di cultura e conoscenza e il giovedì di creatività con Alessandro Congiu e Davide Cabras. Il venerdì invece il fondatore Sergio Benoni tratta temi relativi all'impresa e all'innovazione.

Per quanto riguarda la musica programmi storici sono CinematiCA: “suoni da e per il cinema”, condotto da Gianmarco Diana, il quale si occupa di ripercorrere la storia delle principali colonne sonore dei film e Stolen moments, condotto da Stefano Fratta riguardante dischi, racconti e chiacchiere con ospiti della scena jazz isolana. Freak out!, con Gianni Agnesa e Gino Scarpa, invece ripercorre la musica e la storia degli anni ’60 e ’70 tra ricordi e racconti della Cagliari di quel tempo.

La programmazione in sardo è coperta dal programma d'informazione Tempus de oi relativa alle news di spettacolo, musica e arte e al programma d'insegnamento della lingua sarda Prof. Babaiola (piga su libru e bai a iscola), entrambi condotti da Elio Turno Arthemalle.

Nel settembre del 2016 è nato il RADIO X Social CLUB, un laboratorio creativo per progettare e comunicare insieme alle associazioni, alle imprese innovative, ai creativi, ai musicisti e ai cittadini. Tale spazio ha permesso di creare una serie di trasmissioni parallele autoprodotte che trovano e hanno trovato più o meno saltuariamente spazio nel palinsesto generale.[3]

Iniziative culturali[modifica | modifica wikitesto]

Radio X è media partner di importanti festival, rassegne ed eventi speciali della città di Cagliari, come il Festival Jazz, Babel Festival, Slow Food, Tutte Storie, Leggendo Metropolitano e Monumenti Aperti. A questi appuntamenti si aggiungono i laboratori e gli incontri organizzati in vari spazi cittadini come l'Università di Cagliari e l'Istituto europeo di design e le dirette da locali e centri culturali come il Ghetto degli ebrei, ExMà e la Mediateca del Mediterraneo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Radio X: quando radio e città s'incontrano, sardex.net. URL consultato il 23 marzo 2018.
  2. ^ LA NOSTRA STORIA, radiox.it. URL consultato il 23 marzo 2018.
  3. ^ La nostra storia, Pagina Facebook di Radio X. URL consultato il 23 marzo 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sardegna Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Sardegna