Giorgio Fossa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giorgio Fossa (Gallarate, 1º settembre 1954) è un imprenditore italiano.

Presidente di Confindustria dal 1996 al 2000. Laureato in Giurisprudenza. Imprenditore industriale, settore meccanico. Amministratore unico della Silvio Fossa S.p.A, azienda operante nella progettazione, lavorazione e assemblaggio di cilindri idraulici, pneumatici e rotanti, standard e speciali. Diversifica la sua attività investendo in società operanti nel settore manifatturiero e in quello finanziario.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dal marzo 1982 socio accomandante di Marmont Sas. Dall'ottobre 1990, consigliere "Industria e Università Srl". Dal dicembre 1992, socio amministratore di Gieffe SS e di Nicto SS, operanti nel settore mobiliare ed immobiliare. Dal 1995 al 1996 presidente del consiglio di amministrazione de Il Sole 24 Ore. Dal dicembre 1996 è Consigliere dell'Università LUISS Guido Carli di Roma.

Da aprile 1998 membro del consiglio di amministrazione della Valentino S.p.A. e membro del consiglio di amministrazione del Libero Istituto Universitario Cattaneo (LIUC).

Cariche associative:

Dal 1985 al 1987 Presidente Gruppo Merceologico Meccanico dell'Associazione Industriali della Provincia di Varese.

Dal 1987 al 1993 Presidente del Comitato Piccola Industria dell'Associazione Industriali della Provincia di Varese.

Dal 1987 al 1996 Membro del Comitato Nazionale e del Consiglio Centrale della Piccola Industria di Confindustria.

Da maggio 1992 Membro del Consiglio Direttivo di Confindustria.

Dal 1993 al 1996 Presidente del Consiglio Centrale per la Piccola Industria e Vice Presidente di Confindustria.

Dal 1994 al 1996 Vice Presidente per la politica industriale di Confindustria e Presidente del Comitato Tecnico Economia e Impresa di Confindustria.

Da agosto 1997 Vice Presidente UNICE - Union des Confédérations et des Employeurs d'Europe.

Da luglio 1997 Membro Consiglio di Amministrazione AUME - Association pour l'Union Monétaire de l'Europe.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN21681574 · ISNI (EN0000 0000 4306 2114 · LCCN (ENno00009827
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie