Leo Gassmann

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Leo Gassmann
NazionalitàItalia Italia
GenerePop
Periodo di attività musicale2018 – in attività
StrumentoVoce, chitarra
EtichettaUniversal Music Group
Album pubblicati1
Studio1

Leonardo Gassmann, conosciuto come Leo (Roma, 22 novembre 1998), è un cantautore italiano, vincitore del Festival di Sanremo 2020 nella categoria "Nuove Proposte" con il brano Vai bene così.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio degli attori Alessandro Gassmann e Sabrina Knaflitz, nonché nipote di Vittorio Gassman e di Juliette Mayniel.[1] Inizia ad approcciarsi alla musica all'età di 7 anni con la chitarra classica, in seguito, a 9 anni entra nel conservatorio di Santa Cecilia. A distanza di cinque anni abbandona la musica classica per dedicarsi al canto[2]. Nel 2018 ha partecipato alla dodicesima edizione di X Factor, giungendo fino alla semifinale con l'inedito Piume, classificandosi quinto.[3] Il 23 novembre pubblica il brano come singolo per l'etichetta Sony Music.[4]

Il 22 marzo 2019 ha pubblicato il singolo Cosa sarà di noi?, mentre il 28 giugno dello stesso anno è uscito Dimmi dove sei, entrambi per l'etichetta Universal Music.

Nel dicembre 2019 ha superato le selezioni di Sanremo Giovani 2019, grazie alle quali nel febbraio 2020 ha partecipato al Festival di Sanremo nella categoria Nuove Proposte, vincendo il 7 febbraio con il brano Vai bene così.[5] Nello stesso giorno è uscito il suo primo album in studio dal titolo Strike.[6]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Antonella Amendola, Alessandro Gassman: "A mio figlio dico: segui le regole", su Oggi - Gossip, 12 febbraio 2011. URL consultato il 17 novembre 2015.
  2. ^ Rockol com s.r.l, √ Biografia di Leo Gassmann | Le ultime news, concerti e testi, su Rockol. URL consultato il 15 febbraio 2020.
  3. ^ X Factor 2018, Leo Gassmann eliminato: il messaggio dolce del padre Alessandro, su Il Fatto Quotidiano, 7 dicembre 2018. URL consultato il 10 febbraio 2020.
  4. ^ Leo Gassmann - Piume (Radio Date: 23-11-2018), su EarOne. URL consultato il 9 febbraio 2020.
  5. ^ Sanremo 2020, Leo Gassmann: "Papà mi chiama Pippo per Topolino, ma amo anche Vasco, Jovanotti e la Roma", su Repubblica.it, 8 febbraio 2020. URL consultato il 9 febbraio 2020.
  6. ^ Billboard IT, Leo Gassmann è il vincitore delle Nuove Proposte di Sanremo 2020, su Billboard Italia, 7 febbraio 2020. URL consultato il 9 febbraio 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]