Giovanni Caccamo (cantante)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giovanni Caccamo
Giovanni Caccamo.jpg
Giovanni Caccamo nel febbraio 2018
NazionalitàItalia Italia
GenerePop
Periodo di attività musicale2012 – in attività
EtichettaSugar Music
Album pubblicati3
Studio3

Giovanni Caccamo (Modica, 8 dicembre 1990) è un cantautore italiano.

Scoperto da Franco Battiato,[1] è divenuto noto per aver vinto tra le nuove proposte il Festival di Sanremo 2015 con il brano Ritornerò da te, scritto da lui stesso, e per essere giunto al terzo posto al Festival di Sanremo 2016 nella categoria Big con il brano Via da qui, cantato insieme a Deborah Iurato.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Nato da Salvatore Caccamo e Concetta Palazzolo, inizia a cantare fin da bambino. Dopo la maturità scientifica presso il liceo Enrico Fermi di Ragusa, si iscrive alla facoltà di architettura a Milano. Parallelamente, nel 2009 inizia la sua esperienza in Rai nel cast del programma Music Gate, condotto da Georgia Luzi e Michele Bertocchi e prodotto da Rai Ragazzi e Antoniano.[2]

Nel 2010 partecipa ai provini per la quarta edizione di X Factor, ma nella fase finale degli Home Visit non viene scelto dalla giudice Mara Maionchi per partecipare al programma. È inviato Rai al Festival di Sanremo 2011. In quell'anno è veejay del programma Social King, condotto da Metis Di Meo e Livio Beshir, in onda su Rai 2.

Alla fine del 2011 con il brano Mezze verità, scritto per le "mezze verità" che i suoi genitori gli dicevano quando si recavano in Francia per la malattia di suo padre (il padre scomparve quando Giovanni aveva dieci anni), arriva tra i 60 finalisti di Sanremo Social, selezione per entrare nella categoria "Nuove Proposte" della 62ª edizione del Festival di Sanremo, ma viene scartato.[3]

Nell'estate del 2012 incontra Franco Battiato che lo sceglie per aprire i concerti del suo tour Apriti Sesamo e delle date speciali Franco Battiato feat. Antony and the Johnsons.

Il 15 agosto 2013 pubblica il suo primo singolo L'indifferenza, prodotto da Franco Battiato e Pino Pinaxa Pischetola.[4] Dal novembre dello stesso anno parte il tour Live at Home che lo vede esibirsi al pianoforte in diverse abitazioni private d'Italia ed Europa.[5] L'iniziativa è ripresa a marzo 2015 per anticipare il tour ufficiale Qui per te. Nel frattempo è spesso ospite all'Edicola Fiore e a Fuori Programma, programmi di Fiorello.

Qui per te[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottobre 2014 firma un contratto discografico con Sugar Music.[6]

Nel 2015 partecipa alla 65ª edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo e vince nella sezione "Nuove Proposte" con il brano Ritornerò da te; inoltre vince il Premio della critica "Mia Martini", il Premio "Emanuele Luzzati" e il Premio Sala Stampa "Lucio Dalla" (Sala Stampa Radio-TV). Per Malika Ayane firma la musica di Adesso e qui (nostalgico presente), brano che vince il Premio della critica "Mia Martini" e si piazza terzo a Sanremo. Intanto esce il suo primo lavoro discografico "Qui per te" che vanta l'importante collaborazione con Franco Battiato per il brano Satelliti nell'aria. Il 27 marzo viene estratto come secondo singolo Oltre l'estasi.[7]

Il 28 aprile è stato ospite al concerto di Biagio Antonacci al Forum di Assago (tappa Palco Antonacci 2014/ L'amore comporta Tour 2014-2015)

Nel giugno 2015 il cantante partecipa alla terza edizione del Coca-Cola Summer Festival con il brano Distante dal tempo, ottenendo una nomination per il Premio RTL 102.5 - Canzone dell'estate. A settembre dello stesso anno presta la voce nella versione italiana del cortometraggio Pixar Lava, che anticipa il film Inside Out, assieme alla cantante Malika Ayane.

È autore del singolo Da sola di Deborah Iurato, presentato all'arena di Verona in occasione dei Wind Music Awards 2015. Con Francesca Michielin e Federica Abbate firma Tutto questo vento nell'album di20. Per Emma Marrone scrive Finalmente insieme ad Alessandra Flora per l'album Adesso.

Non siamo soli[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 dicembre 2015 viene annunciata la sua partecipazione alla 66ª edizione del Festival di Sanremo nella sezione "Big", insieme alla cantante Deborah Iurato con il brano Via da qui,[8] con il quale si classificano terzi. Pubblica il suo secondo album Non siamo soli.[9]

Dal 10 aprile 2016 debutta come speaker radiofonico su Rai Radio 2 insieme a Caterina Caselli nel programma Nessuno mi può giudicare - Testa a testa, un viaggio negli ultimi cinquant'anni di musica italiana.[10] Il 15 aprile esce in radio il singolo Non siamo soli, tratto dall'album omonimo.[11]

Il 6 giugno 2016 è uno dei protagonisti dei Wind Music Awards all'Arena di Verona, programma condotto da Carlo Conti e Vanessa Incontrada in diretta su Rai 1, interpretando in chiave acustica piano e voce il brano Via da qui.[12]

Il 26 luglio 2016 è uno degli artisti di Music for Mercy, evento che ha celebrato il Giubileo della Misericordia al Foro Romano.[13] Il 10 novembre 2016 viene pubblicato per Rizzoli il suo primo romanzo epistolare Dialogo con mia madre, singolare carteggio tra Giovanni e la madre, alla scoperta di verità, vissuti ed emozioni.

Dal 19 novembre al 10 dicembre 2016, ha condotto insieme a Francesca Fialdini, la 59ª edizione dello Zecchino d'Oro, in diretta tutti i sabati su Rai 1.

Eterno[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2018 ha preso parte alla 68ª edizione del Festival di Sanremo con il brano Eterno, classificandosi decimo. Il brano ha anticipato la pubblicazione del suo terzo album in studio, intitolato anch'esso Eterno.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

Video musicali[modifica | modifica wikitesto]

  • 2010 – Oggi sono io, regia di Piergiorgio Seidita
  • 2012 – Mezze verità, regia di Giovanni Caccamo
  • 2013 – L'indifferenza, regia di Giulio Volpe
  • 2015 – Ritornerò da te, regia di Giulio Volpe
  • 2015 – Oltre l'estasi, regia di Giulio Volpe
  • 2015 – Distante dal tempo, regia di Giulio Volpe
  • 2016 – Via da qui, regia e montaggio Giulio Volpe con Daniel Ruocco e Alessandra Barbieri
  • 2016 – Non siamo soli, regia di Giulio Volpe
  • 2016 – Più tempo, regia di Giuseppe Ragazzini
  • 2017 – Silenzio (s'ignora), regia di Giulio Volpe
  • 2018 – Eterno, regia di Trilathera
  • 2018 – Bisogno di tutto, regia di Trilathera

Tournée[modifica | modifica wikitesto]

  • 2013 – Live at Home
  • 2015 – Qui per te tour
  • 2016 – Non siamo soli tour
  • 2018 – Eterno tour

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giovanni Caccamo, il pupillo di Battiato "E pensare che l'ho pedinato sulla spiaggia", la Repubblica, 7 agosto 2013. URL consultato il 13 marzo 2017.
  2. ^ RAI: MUSIC GATE, NUOVO FORMAT DAL 10 OTTOBRE SU RAI GULP | Prima Comunicazione
  3. ^ Sanremo social 2012 - I vincitori della prima fase. Passano anche talent e Miss Italia 2011, Tv Blog], 10 ottobre 2012. URL consultato il 1º dicembre 2015.
  4. ^ Radio Italia - News - Franco Battiato produce L'indifferenza di Giovanni Caccamo Archiviato il 5 novembre 2015 in Internet Archive.
  5. ^ Il pupillo di Battiato che suona direttamente nelle case dei fan
  6. ^ GIOVANNI CACCAMO: una nuova scommessa per CATERINA CASELLI » » aLLMusicItalia
  7. ^ Giovanni Caccamo - Oltre l'estasi (Radio Date: 27-03-2015)
  8. ^ Festival di Sanremo 2016, Carlo Conti da Massimo Giletti svela i venti Big in gara, su repubblica.it, La Repubblica, 13 dicembre 2015. URL consultato il 13 dicembre 2015.
  9. ^ Giovanni Caccamo, album Non siamo soli: cover e tracklist, su Soundsblog.it. URL consultato il 29 luglio 2016.
  10. ^ Caterina Caselli: "Per il mio compleanno vi regalo tanta buona musica", su Rainews. URL consultato il 29 luglio 2016.
  11. ^ giovanni-caccamo-in-radio-il-nuovo-singolo-non-siamo-soli, su radiocastelluccio.it.
  12. ^ Giovanni Caccamo / Il cantante di “Non siamo soli” sul palco dell’Arena di Verona. Estate in tour (Wind Music Awards 2016, seconda puntata 8 giugno), su ilsussidiario.net. URL consultato il 29 luglio 2016.
  13. ^ Giovanni Caccamo: il 26 luglio sul palco del Music for Mercy - Radio Web Italia, su radiowebitalia.it. URL consultato il 29 luglio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]