Francesco Gabbani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francesco Gabbani
Francesco Gabbani RedCarpet Kyiv 2017.jpg
Francesco Gabbani all'Eurovision Song Contest 2017
Nazionalità Italia Italia
Genere Pop
Elettropop
Periodo di attività 2000 – in attività
Strumento Voce, chitarra, tastiera
Etichetta BMG Rights Management
Gruppi Trikobalto
Album pubblicati 3
Studio 3
Sito web

Francesco Gabbani (Carrara, 9 settembre 1982) è un cantautore e polistrumentista italiano.

Nel corso della sua carriera Gabbani ha vinto per due volte il Festival di Sanremo, rispettivamente nel 2016, anno in cui ha vinto come esordiente con il brano Amen (ottenendo anche il Premio Emanuele Luzzati, il Premio della Critica Mia Martini e il Premio al miglior testo Sergio Bardotti nella sezione "Nuove Proposte"), e nel 2017 nella categoria "Big" con il brano Occidentali's Karma (ottenendo il Premio TIMmusic), diventando il primo cantante nella storia del Festival di Sanremo ad aver vinto nelle due principali categorie della manifestazione canora in due edizioni consecutive e insieme a Eros Ramazzotti, Marco Masini, Aleandro Baldi, Annalisa Minetti e Arisa uno dei cantanti vincitori di entrambe. Nel 2017 è stato scelto come rappresentante dell'Italia all'Eurovision Song Contest 2017.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni e Trikobalto[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Carrara il 9 settembre 1982 in una famiglia proprietaria di un negozio di strumenti musicali, ha modo di avvicinarsi alla musica già in tenera età. Il suo primo approccio avviene attraverso la batteria, ma realizza presto la necessità di imparare a suonare uno strumento armonico - che gli permetta di scrivere canzoni - come la chitarra, che studia per qualche anno a cavallo tra l'infanzia e l'adolescenza. Suona anche il pianoforte e il basso e ha lavorato come fonico e tecnico di palco.

Prima di completare gli studi presso il Liceo Classico "E. Repetti" di Carrara, a diciotto anni firma il suo primo contratto discografico e registra con il progetto Trikobalto un album prodotto da Alex Neri e Marco Baroni dei Planet Funk. I videoclip dei due singoli estratti entrano in rotazione sulle principali emittenti televisive musicali e permettono ai Trikobalto di esibirsi nei principali festival italiani, tra i quali l’Heineken Jammin' Festival, di partecipare alle serate targate Rock TV e di aprire al BlueNote di Milano l’unica data italiana degli Oasis.

Nel 2010, sulla scia del successo del primo disco, arriva per i Trikobalto l'uscita del secondo album, Necessità primarie, prodotto da Marco Patrignani. Segue un tour in Francia e la realizzazione del video di Preghiera maledetta. I Trikobalto sono scelti come supporter dell’unica data italiana degli Stereophonics e sono tra gli ospiti al Palafiori di Sanremo durante l’edizione 2010 del Festival. In primavera Gabbani lascia la band e firma un nuovo contratto discografico per la realizzazione del suo primo progetto solista.

Carriera solista: Greitist Iz e Eternamente ora[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso del 2011 Gabbani pubblica quattro singoli: Italia 21, Un anno in più, Estate e Maledetto amore, quest'ultimo tratto dalla colonna sonora del film L'amore fa male di Mirca Viola. Nel 2014 esce il suo primo album in studio da solista, Greitist Iz, dal quale è stato estratto il singolo I dischi non si suonano. Nel 2015 inizia a collaborare con BMG Rights Management in qualità di autore e firma un contratto di esclusiva.

Nell'autunno 2015 si presenta a Sanremo Giovani con il brano Amen, composto dal cantautore stesso su testo del paroliere Fabio Ilacqua, superando il concorso canoro che gli consente l'ammissione di diritto al 66º Festival di Sanremo nella categoria "Nuove Proposte". Inizialmente eliminato dalla competizione, dopo aver perso una sfida contro la cantante Miele, è riammesso in gara poiché una verifica rileva che la votazione è stata falsata da un problema tecnico nella sala stampa. La ripetizione delle operazioni di voto capovolge il risultato precedente, permettendo così a Gabbani di superare l'eliminatoria. Ammesso alla finale del 12 febbraio, il cantautore si classifica al 1º posto, trionfando nella categoria "Nuove Proposte". In questa occasione gli vengono anche tributati i riconoscimenti del Premio della critica Mia Martini, il Premio Sergio Bardotti come miglior testo e il Premio Emanuele Luzzati.[1]

Nei mesi successivi alla vittoria il singolo sanremese riscosse un buon successo commerciale, raggiungendo la quattordicesima posizione della classifica, e in aprile venne certificato disco d'oro dalla FIMI per aver superato le 25.000 copie vendute. Otto mesi dopo il Festival la canzone ottenne il disco di platino per le oltre 50.000 copie vendute. Il singolo inoltre anticipò il secondo album in studio di Gabbani Eternamente ora, pubblicato il 12 febbraio 2016. L'album, contenente otto brani inediti, raggiunse la diciottesima posizione nella classifica. Il 6 maggio dello stesso anno venne estratto dall'album il secondo singolo omonimo Eternamente ora a cui seguì il singolo In equilibrio, lanciato sul mercato il 9 settembre.

Successivamente inizia il tour promozionale #gabbatour durante il quale, nell'estate del 2016, apre a Carpi il concerto di Anastacia al Summer Festival e duetta con lei in I Belong to You.[2][3]

In seguito Gabbani ha firmato la colonna sonora del film Poveri ma ricchi di Fausto Brizzi, con Christian De Sica ed Enrico Brignano, uscito nelle sale cinematografiche il 15 dicembre 2016. Tra le canzoni presenti nella pellicola vi è anche Foglie al gelo, brano che viene pubblicato come singolo il 9 dicembre 2016.

Nello stesso anno ha lavorato come autore per altri interpreti, collaborando insieme a Fabio Ilacqua al brano L'amore sa di Francesco Renga, contenuto nell'album del cantante udinese Scriverò il tuo nome, pubblicato il 15 aprile 2016. Successivamente ha scritto, musicato e co-arrangiato con Celso Valli il brano Il bambino col fucile, interpretato da Adriano Celentano e incluso nell'album dell'artista milanese Le migliori, pubblicato l'11 novembre 2016.

Magellano[modifica | modifica wikitesto]

Gabbani durante le prove dell'Eurovision Song Contest 2017

Il 12 dicembre 2016 il conduttore televisivo Carlo Conti ha annunciato la partecipazione di Gabbani al Festival di Sanremo 2017, nella sezione Big con il brano Occidentali's Karma, composto dal cantautore insieme a Filippo Gabbani, Fabio Ilacqua e Luca Chiaravalli.[4] Tale brano è stato eseguito con l'ausilio del ballerino Filippo Ranaldi che, indossando un costume da scimmia, ha partecipato alla coreografia del brano. L'11 febbraio 2017 Gabbani si aggiudica il 67º Festival di Sanremo, risultando vincitore della competizione canora per il secondo anno consecutivo, davanti a Fiorella Mannoia con Che sia benedetta ed Ermal Meta con Vietato morire.[5]

Il singolo Occidentali's Karma, pubblicato il 9 febbraio 2017, riscuote grande successo commerciale sia in Italia - dove raggiunge e mantiene la prima posizione della classifica per tre settimane consecutive - sia in Europa, entrando nelle classifiche di altre quattordici nazioni. A solo una settimana di distanza dalla sua pubblicazione, il brano sanremese è stato certificato disco d'oro dalla FIMI per le oltre 25.000 copie vendute mentre la settimana successiva ha ottenuto il disco di platino per il superamento delle 50.000 copie vendute. Inoltre il videoclip del brano ha ottenuto 4.353.802 visualizzazioni su Vevo in sole 24 ore, conquistando così il record di maggiori visualizzazioni in un giorno per un artista italiano.[6]

In qualità d'interprete della canzone vincitrice del Festival, Gabbani è stato automaticamente designato come rappresentante dell'Italia all'Eurovision Song Contest 2017 a Kiev.[7] Francesco Gabbani dichiara il 24 febbraio 2017, durante il programma Standing Ovation, che Occidentali's Karma sarà cantata per l'occasione interamente in italiano.[8] Nella manifestazione europea Gabbani si classifica al sesto posto, vincendo il premio della sala stampa (Press Award).

Il 4 aprile ha annunciato l'uscita del suo terzo album in studio Magellano,[9] uscito il 28 aprile. Il 5 maggio seguente viene invece pubblicato il secondo singolo Tra le granite E le granate.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

Video musicali[modifica | modifica wikitesto]

  • 2011 – Italia 21
  • 2011 – Maledetto amore
  • 2012 – Svalutation
  • 2014 – I dischi non si suonano
  • 2015 - Clandestino
  • 2016 – Amen
  • 2016 – Eternamente ora
  • 2016 – In equilibrio
  • 2016 – Foglie al gelo
  • 2017 – Occidentali's Karma
  • 2017 – Tra le granite E le granate

Autore per altri artisti[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Artista Album di provenienza
2016 L'amore sa Francesco Renga Scriverò il tuo nome
Il bambino col fucile Adriano Celentano Le migliori

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Francesco Gabbani ha vinto tra le "nuove proposte" al Festival di Sanremo, Il Post, 13 febbraio 2016.
  2. ^ Gabbani apre il concerto di Anastacia al Carpi Summer Festival, su Adnkronos, 22 giugno 2016. URL consultato il 27 febbraio 2017.
  3. ^ Francesco Gabbani in concerto a Carpi, su Gazzetta di Modena, 13 luglio 2016. URL consultato il 27 febbraio 2017.
  4. ^ Elena Masuelli, Festival di Sanremo 2017, big e giovani: ecco tutti i cantanti in gara, La Stampa, 12 dicembre 2016. URL consultato il 13 dicembre 2016.
  5. ^ Francesco Prisco, È il Sanremo di «Occidentali's Karma»: Gabbani vince a sorpresa davanti a Mannoia e Meta, Il Sole 24 ORE, 12 febbraio 2017.
  6. ^ eurofestival, Gabbani recordman: "Occidentali's Karma" è il video italiano più visto in un solo giorno, su Eurofestival News, 14 febbraio 2017. URL consultato il 14 febbraio 2017.
  7. ^ Sanremo 2017: vince Francesco Gabbani e vola all’Eurovision!, su eurofestivalnews.com. URL consultato il 12 febbraio 2017.
  8. ^ Gigi D'Aquino, Francesco Gabbani a Standing Ovation: 'Eurovision? Occidentali's Karma in italiano', in Visto Magazine, 25 febbraio 2017. URL consultato il 25 febbraio 2017.
  9. ^ FRANCESCO GABBANI: il nuovo album si chiamerà "Magellano" (COPERTINA), aLLMusicItalia, 4 aprile 2017. URL consultato il 4 aprile 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN2491148705701637080008 · GND: (DE1125280646