Alex Britti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alex Britti
Alex Britti 4.jpg
Alex Britti in concerto nel 2008
Nazionalità Italia Italia
Genere Pop
Blues
Pop rock
Musica d'autore
Periodo di attività musicale 1985 – in attività
Album pubblicati 12
Studio 1
Live 1
Raccolte 2
Sito ufficiale
Premio Festival di Sanremo 1999 Categoria Giovani

Alessandro Britti, meglio conosciuto come Alex Britti (Roma, 23 agosto 1968), è un chitarrista e cantautore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi (1985-1997)[modifica | modifica wikitesto]

Figlio unico di Umberto e Annita, nasce a Roma il 23 agosto 1968, nel quartiere Monteverde. Inizia a suonare la chitarra a 8 anni e a diciassette anni fonda il suo primo gruppo di genere blues, con cui si esibisce nei locali romani. Successivamente partecipa a festival blues italiani e si esibisce con Louisiana Red, per poi diventare il supporter dei bluesman americani di passaggio in Italia: da Paul Jones a Buddy Miles, fino a Billy Preston e alla tournée europea con Rosa King (1990)[1].

Nel 1992 ha la prima esperienza discografica come cantautore: per la Fonit Cetra incide infatti l'album Alex Britti. Il disco passa inosservato e Britti prosegue la sua carriera strumentale, scrivendo anche con Amii Stewart il brano A better day, contenuto nell'album Magic della cantante statunitense.[2] Nel 1994 e nel 1995 prende parte con il suo trio al Concerto del Primo Maggio a Roma. In quello stesso anno è ospite della trasmissione Generazione X (Italia 1) e partecipa allo spettacolo teatrale Radio estetica di Franco Bertini. Intanto compone, con Sergio Cammariere[3], la colonna sonora dei film Uomini senza donne[4] (1996) e quella di Stressati (1997), in cui fa parte anche del cast[5].

Nel 1996 inaugura il nuovo contratto discografico con la Universal pubblicando, l'anno successivo, il singolo Quello che voglio, senza abbandonare l'attività strettamente strumentale: il 4 maggio 1998 apre infatti il concerto milanese della leggenda del blues B. B. King.

I primi grandi successi con It.Pop e La vasca (1998-2002)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1998 raggiunge la notorietà con il singolo Solo una volta (o tutta la vita), che si colloca al primo posto delle classifiche italiane. Nell'ottobre dello stesso anno pubblica l'album It.Pop (contenente anche Solo una volta (o tutta la vita)), che vende oltre trecentomila copie, conquistando il triplo disco di platino, e viene proclamato dalla storica rivista musicale Musica e dischi "miglior debutto discografico dell’anno". Nello stesso anno il PIM (Premio Italiano della Musica) lo proclama "miglior artista esordiente".

Nel 1999 approda al Festival di Sanremo vincendo nella categoria Nuove Proposte con la canzone Oggi sono io, incisa due anni dopo anche da Mina, la cui versione consacra il già enorme successo del brano. Dopo il Festival esce una release di It.Pop, con l'aggiunta del brano sanremese e del tormentone dell'estate 1999 Mi piaci. Il 25 maggio duetta con Pino Daniele allo Stadio Olimpico di Roma durante l'intervallo della partita di calcio benefica tra Europa e Resto del Mondo, trasmessa in diretta televisiva da Rai 2, cantando e suonando il successo dell'artista napoletano Io per lei.[6] Il 1º giugno partecipa all'evento benefico Pavarotti & Friends accompagnando con la sua chitarra Luciano Pavarotti e Joe Cocker in You are so beautiful.

Nel 2000 pubblica il suo secondo album, La vasca: i suoi due singoli, Una su 1.000.000 e La vasca, lo portano di nuovo ai primi posti delle classifiche. Per la prima volta in Italia, un artista scalza se stesso al primo posto dell’air play radiofonico: Una su 1.000.000 cede infatti il 1º posto al brano che dà il titolo al lavoro che regala ad Alex Britti un altro triplo disco di platino.

Nel 2001 partecipa per la seconda volta al Festival di Sanremo nella categoria Big con Sono contento, classificandosi al settimo posto. Sul palco dell'Ariston ha l'onore di suonare con Ray Charles in un'emozionante interpretazione della celeberrima Nel blu dipinto di blu di Domenico Modugno. Com'era successo per l'album precedente, dopo l'esperienza sanremese l'album La vasca viene ripubblicato con due bonus track: il pezzo presentato al Festival e Io con la ragazza mia tu con la ragazza tua, singolo che accompagna l'estate 2001 e il Palavasca tour. Il 6 dicembre duetta con Tommy Emmanuel sul palco del Ritual di Roma in occasione del secondo dei due concerti tenuti su quel palco dal celebre chitarrista australiano.[7]

Il 5 gennaio 2002 è tra i super ospiti del programma Un ponte fra le stelle su Rai Uno, condotto da Mara Venier, prodotto da Ruggero Pegna e Far Film e trasmesso dal Teatro Rendano di Cosenza con il Patrocinio dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati.[8]

3, Festa e .23 (2003-2009)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2003 torna al Festival di Sanremo con il brano 7000 caffè, classificandosi secondo, alle spalle di Alexia. Il brano fa da apripista al suo terzo album, 3, che contiene anche i singoli La vita sognata e Lo zingaro felice e viene seguito dalla prima, lunghissima tournée acustica Kitarra, voce e piede.

Anticipato dal singolo estivo Prendere o lasciare, nel settembre 2005 esce il quarto album, Festa, in cui incomincia ad emergere maggiormente la matrice blues e jazz della formazione musicale di Alex. Dall'album, contenente anche tre canzoni composte con Maurizio Costanzo[9], vengono estratti altri due singoli: Festa e Quanto ti amo.

Nel 2006 partecipa al Festival di Sanremo con ...Solo con te, classificandosi terzo nella categoria uomini. Anche questa volta il brano sanremese viene inserito in una ripubblicazione dell'album uscito l'anno precedente.

Nello stesso anno nasce anche il duetto con Edoardo Bennato Notte di mezza estate, collaborazione che porta i due artisti a girare tutta Italia con un tour congiunto.

Britti durante una pausa dalle registrazioni del video di Quanto ti amo

Allo stesso tempo prosegue anche il sodalizio artistico con Maurizio Costanzo che porta, dall'inizio del 2006 alla primavera del 2007[10], alla messa in scena del musical Lungomare[11], interpretato dai ragazzi del talent show Amici di Maria De Filippi[12] e dal cantautore Aldo Donati. La colonna sonora del musical, composta da Alex, viene pubblicata anche su CD.[13]

Il 29 settembre 2007 registra negli studi di MTV Italia il secondo MTV Unplugged italiano. Il concerto, che rivisita i successi dell'artista in chiave completamente acustica, esce il 1º febbraio 2008 in un cofanetto speciale CD+DVD dopo essere stato trasmesso su MTV il 28 gennaio 2008. Nel concerto è presente anche un brano già apparso dell'album La vasca, Milano, primo singolo estratto dall'album nel gennaio 2008. L'MTV Unplugged contiene l'inedito Favole, estratto come secondo singolo.

Il 1º febbraio esce nelle sale cinematografiche Piacere Michele Imperatore, commedia con Biagio Izzo diretta da Bruno Memoli, che vede anche la partecipazione di Alex Britti.[14] Alex aveva già collaborato con il comico napoletano componendo le musiche dello spettacolo teatrale C'è un uomo nudo in casa[15] del 2006, e realizzerà, con Edoardo Bennato e Paolo Belli, anche quelle per lo spettacolo Tutti con me[16] del 2012.

Il 15 febbraio i Neri per Caso pubblicano il loro undicesimo album Angoli diversi, una raccolta di cover di artisti italiani maschili, interpretati insieme con i propri interpreti originali. L'album si apre con il brano 7000 caffè, interpretato dal gruppo a cappella e Alex Britti.

Nel 2009 Britti suona la chitarra nella canzone Piazza del Popolo (tema) per il disco Q.P.G.A. di Claudio Baglioni, celebrazione del successo discografico di 37 anni prima Questo piccolo grande amore. e compone la colonna sonora di un film olandese[17].

Il 25 settembre 2009 esce il singolo Piove, che anticipa il quinto album di inediti: .23, uscito il 6 novembre. Britti condivide la nuova avventura discografica con artisti come il bassista Darryl Jones (che nel corso della propria carriera ha collaborato con musicisti del calibro di Miles Davis, Sting, Eric Clapton, Rolling Stones), il batterista Paco Sery (già nel Joe Zawinul Syndacate, celebrato da Jaco Pastorius e Wayne Shorter), il sassofonista Bob Franceschini (tra gli altri, con Mike Stern) e l'arpista Cecilia Chailly (affermata solista e già al fianco, tra gli altri, di Fabrizio De André, Mina, Ludovico Einaudi). All'album partecipa inoltre il violinista e arrangiatore Davide Rossi, già al fianco di Brian Eno, Robert Fripp, The Verve, Golfrapp, Royksopp e poco prima al lavoro per gli archi del successo mondiale Viva la vida dei Coldplay.

Il 6 novembre dello stesso anno viene resa pubblica una nuova versione del sito ufficiale di Alex Britti (www.alexbritti.com), nel quale sono presenti due tracce strumentali inedite composte appositamente da Britti. Il 2 dicembre duetta con un ancora esordiente Marco Mengoni durante la tredicesima puntata della terza edizione italiana di X Factor, talent show di cui Mengoni era allora concorrente, sulle note di Oggi sono io.[18] Il duetto verrà riproposto sul palco del Palatlantico di Roma il 26 maggio successivo durante un concerto di Mengoni.[19] Il 17 dicembre 2009 viene pubblicato Buona fortuna, secondo singolo estratto da .23.

Nel 2010 Britti compare sulle scene solo in qualità di collaboratore: sua è infatti la chitarra nel brano Pummarola Blues contenuto all'interno dell'album Questa è la storia di Tullio De Piscopo, pubblicato a giugno.[20] Il 5 ottobre viene invece pubblicato l'album Non si vive in silenzio di Luisa Corna, nel quale è presente il singolo 2 sillabe, in cui la chitarra è suonata da Alex.[21]

La pausa e Bene così (2010-2014)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo questa pausa, il 7 gennaio 2011 pubblica Immaturi, brano contenuto all'interno della colonna sonora dell'omonimo film di Paolo Genovese. La canzone apre il primo Best Of dell'artista, pubblicato il 1º febbraio e seguito da Best Of - Video Collection, un DVD che raccoglie i video ufficiali di Alex Britti.

Nello stesso anno la casa editrice Rizzoli dà alle stampe Nelle mie corde, un libro+DVD nel quale Alex, con l'ausilio del chitarrista e didatta Marco Manusso, racconta le sue passioni e influenze musicali e svela alcuni "trucchi" ai chitarristi.[22]

Nell'agosto 2012 parte il progetto denominato Mo' better blues, in compagnia di Stefano Di Battista (suo amico di vecchia data) al sax alto, Julian O. Mazariello al pianoforte, Roberto Pistolesi alla batteria, Daniele Sorrentino al contrabbasso e basso elettrico, Marco Guidolotti al sax baritono e clarinetto.[23] Il gruppo, sotto il nome di Alex Britti e Stefano Di Battista Sextet[24], gira l'estate in tour proponendo brani del repertorio dei due artisti e standard jazz e blues.[25]

Il 26 gennaio 2013 all'Orion di Roma va in scena Jimi Hendrix Experience, evento unico con cui Alex Britti, Mel Gaynor e Ged Grimes (batterista e bassista dei Simple Minds) celebrano il leggendario chitarrista Jimi Hendrix.

Il 10 maggio 2013 viene pubblicato il singolo Baciami (e portami a ballare), che anticipa l'album Bene così, uscito l'11 giugno dello stesso anno. L'album è il primo pubblicato tramite l'etichetta indipendente di Britti It.Pop (dal nome del suo primo album di successo) e distribuito da Artist First, e come secondo singolo viene estratta la canzone che dà il titolo al lavoro. Entrambi i singoli restano nella top ten delle classifiche radiofoniche per mesi. L'album vede alcune collaborazioni, tra cui quelle dello stesso Mel Gaynor alla batteria, di Federico Zampaglione, coautore di Senza chiederci di più, terzo singolo estratto, e del cantautore romano Pierdavide Carone, ai cori nei brani Baciami (e portami a ballare) e Romantici distratti. L'album, nel quale sono presenti due brani strumentali, Velox e Naomi, è impreziosito anche dalla presenza di Gli occhi dei bambini, brano inedito di Stefano Rosso registrato per la prima volta proprio da Alex Britti.

Il 2 giugno Britti riceve il Riccio d'Argento del celebre orafo Gerardo Sacco, premio della ventisettesima edizione di Fatti di Musica, la rassegna del Miglior Live d'Autore Italiano per i suoi "quindici anni di grandi successi".[26] A ottobre tiene il suo primo concerto da solista a Londra, registrando il tutto esaurito. In occasione della sua partecipazione al Concerto di Natale 2013, andato in onda il 24 dicembre su Rai 2, Britti duetta con la leggenda del rock Patti Smith sulle note del brano Because the Night della cantautrice statunitense.

Nel 2014 si candida al Festival di Sanremo insieme a Bianca Atzei con Non è vero mai. Nonostante il brano non venga selezionato[27], la canzone è comunque pubblicata come singolo il 14 marzo dello stesso anno[28], riscuotendo un grande successo radiofonico. Il 1º aprile viene invece pubblicato Incredibile, secondo album in studio di Moreno, che contiene, tra le altre tracce, anche Giro tutto il mondo, scritta e interpretata in duetto dal rapper genovese e Alex Britti.

Nei primi mesi del 2014 il tour acustico Chitarra, voce e piede registra il sold out nei teatri di tutta Italia, mentre durante l’estate Alex sorprende con un tour in trio molto potente e d'impatto, imbracciando la chitarra elettrica dopo essersi presentato al pubblico per anni quasi sempre con la chitarra acustica, e anticipando così la "svolta" verso sonorità caratterizzate proprio dalla chitarra elettrica che segneranno il periodo successivo.

Il 7 ottobre è ospite del leggendario chitarrista Toquinho durante un concerto dell'artista brasiliano al Teatro Manzoni di Milano.[29]

In occasione del Natale di quello stesso anno, Britti regala ai propri fan, attraverso il proprio sito web, Santo Natal (2014), un'interpretazione strumentale del classico natalizio Astro del Ciel.

In nome dell'amore (2015-presente)[modifica | modifica wikitesto]

Il 2015 si apre con la partecipazione al Festival di Sanremo con il brano Un attimo importante, che si classifica all'11º posto. In occasione della presenza di Alex al Festival, la Universal pubblica la raccolta The Platinum Collection, nella quale non è però contenuto il brano sanremese.

Allo stesso tempo continua la collaborazione con Bianca Atzei, per la quale produce e arrangia la cover della celebre canzone di Luigi Tenco Ciao amore, ciao, che la Atzei ha presentato nella terza serata – dedicata alle cover – del Festival di Sanremo di quello stesso anno. La canzone viene registrata in duetto ed è contenuta, così come il brano Non è vero mai dell'anno precedente, nel primo album di Bianca Atzei, Bianco e nero. La cover del brano di Tenco dei due artisti viene pubblicata come secondo singolo estratto dall'album della Atzei il 13 aprile.[30]

Britti produce anche l'album Musica per persone sensibili dei kuTso, con il cui cantante, Matteo Gabbianelli, Alex è amico da molto tempo. Anche la band romana aveva partecipato alla 65ª edizione del Festival di Sanremo, classificandosi al secondo posto tra le Nuove Proposte con il brano Elisa. L'album dei kuTso, prodotto dall'etichetta di Britti It.Pop e distribuito da Universal, contiene anche il brano Spray nasale, che vede la partecipazione, alle chitarre, proprio di Alex, e che verrà estratto come terzo singolo dall'album.[31]

Otto mesi dopo la partecipazione al Festival di Sanremo 2015, il 30 ottobre Alex Britti pubblica il singolo Perché?, un brano che anticipa il nuovo album[32] e che tratta il delicato tema della violenza sulle donne[33]. I proventi della vendita del singolo, in cui il canto diviene un grido collettivo di denuncia e la voce della chitarra elettrica sostituisce quella dell'acustica, vengono donati alla onlus WeWorld, che si occupa proprio di sostenere attività a difesa di donne e bambini che hanno subito violenze.[34]

Il 20 novembre esce in tutti i negozi di dischi e digital store su etichetta It.Pop, distribuito da Artist First, l'album In nome dell'amore - Volume 1, contenente anche il brano presentato all'ultimo Festival di Sanremo.

L'8 gennaio 2016 viene lanciato in rotazione radiofonica Cinque petali di rosa, terzo singolo estratto dall'album In nome dell'amore - Volume 1, che vede la collaborazione di Kaballà e di Francesco Bianconi dei Baustelle nella composizione del brano. La pubblicazione del singolo accompagna la promozione dell'album attraverso un instore tour che parte il 10 gennaio[35], a cui seguiranno un tour nei teatri, che ancora una volta registrerà il tutto esaurito in ogni città, e il trionfale In nome dell'amore Tour durante l'estate.

Il 10 giugno viene pubblicato il singolo Sole per sempre di Pierdavide Carone, prodotto dall'etichetta It.Pop, che segna il ritorno sulle scene musicali del giovane cantautore romano anticipandone il nuovo album, che vedrà la produzione proprio di Alex Britti.

Dal 16 marzo 2017 partecipa alla prima edizione di Celebrity MasterChef Italia, spin-off del celebre talent show culinario MasterChef, in cui i concorrenti sono personaggi noti del mondo delle arti e dello spettacolo. Pur venendo eliminato durante la penultima puntata, Alex si distingue all'interno del programma anche per le sue doti culinarie.

Il 24 marzo viene pubblicato il singolo Speciale, che anticipa l’uscita, avvenuta nel il mese di maggio, del nuovo album In Nome dell’Amore - Volume 2 al quale seguirà un tour estivo.

Il 5 maggio 2017 viene pubblicato In nome dell'Amore - Volume 2 il nuovo album di Alex Britti. Il disco segna un nuovo percorso umano e musicale di Alex Britti. Un disco importante, dove il cantautore romano si mette in gioco evidenziando la continua ricerca musicale, mentre l’amore è il sentimento protagonista. In questa occasione Alex Britti ha detto "L’amore ci migliora e ci fa sentire vivi"

Il 9 giugno 2017 esce in tutte le radio il nuovo singolo Stringimi forte amore, secondo estratto dal nuovo album In nome dell'Amore - Volume 2.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

  • 2011 – Best Of
  • 2015 – The Platinum Collection

Album dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Album di provenienza
1997 Quello che voglio It.Pop
1998 Gelido It.Pop
1998 Solo una volta (o tutta la vita) It.Pop
1999 Da piccolo It.Pop
1999 Se non ci sei It.Pop
1999 Oggi sono io It.Pop
1999 Mi piaci It.Pop
2000 Una su 1.000.000 La vasca
2000 La vasca La vasca
2001 Sono contento La vasca
2001 Io con la ragazza mia tu con la ragazza tua La vasca
2003 7000 caffè 3
2003 Lo zingaro felice 3
2003 La vita sognata 3
2005 Prendere o lasciare Festa
2005 Festa Festa
2006 Quanto ti amo Festa
2006 ...Solo con te Festa
2006 Notte di mezza estate (con Edoardo Bennato) Best Of
2008 Milano Alex Britti MTV Unplugged
2008 L'isola che non c'è Alex Britti MTV Unplugged
2009 Piove .23
2009 Buona fortuna .23
2010 L'attimo per sempre .23
2011 Immaturi Best Of
2013 Baciami (e portami a ballare) Bene così
2013 Bene così Bene così
2013 Senza chiederci di più Bene così
2015 Un attimo importante In nome dell'amore - Volume 1
2015 Perché? In nome dell'amore - Volume 1
2016 Cinque petali di rosa In nome dell'amore - Volume 1
2017 Speciale In nome dell'amore - Volume 2
2017 Stringimi forte amore In nome dell'amore - Volume 2

Cover[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 2000 il cantante spagnolo Sergio Dalma realizzò una cover del brano Solo una volta (o tutta la vita) di Alex Britti cantata in spagnolo e intitolata Solo una vez. Il brano fu interpretato in duetto con lo stesso Alex Britti e venne incluso nell'album Nueva vida di Sergio Dalma. Lo stesso brano venne cantato nel 2011 dal duetto messicano Ha*Ash, composto dalle sorelle Hanna e Ashley Pérez, ed incluso nel loro album A tiempo.
  • Nel 2001 la cantante Mina realizzò una cover di Oggi sono io, pubblicata in un CD singolo.
  • Anche Mietta nel 2005, nell'ambito della sua partecipazione a Music Farm, incise una versione di Oggi sono io.

Merchandising[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2010 l'entourage di Alex Britti mette in commercio una linea di prodotti personalizzati col nome del cantante[36].

Partecipazioni al Festival di Sanremo[modifica | modifica wikitesto]

Anno Categoria Brano Duettante e/o omaggio (brano) Piazzamento
1999 Sanremo Giovani Oggi sono io
2001 Sanremo Artisti Sono contento
2003 Sanremo Artisti 7000 caffè
2006 Sanremo Artisti ...Solo con te Britti Blues Band con Max Gazzè Non Finalista
2015 Sanremo Artisti Un attimo importante Io mi fermo qui (Dik Dik) 11°

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Biografia su Italica Rai Archiviato il 24 agosto 2009 in Internet Archive.
  2. ^ Alex Britti: “Quando spiavo i concerti dei Pink Floyd”, velvetmusic.it.
  3. ^ Ristampata la colonna sonora di "Uomini senza donne", rockol.it.
  4. ^ "Uomini senza donne" su iTunes, itunes.apple.com.
  5. ^ "Stressati" di Mauro Cappelloni, davinotti.com.
  6. ^ Pino Daniele e Alex Britti cantano durante Europa-Resto del Mondo, rockol.it.
  7. ^ Tommy Emmanuel with Alex Britti in Rome, youtube.com.
  8. ^ Un ponte fra le stelle, ruggeropegna.it.
  9. ^ Alex Britti, con Costanzo il nuovo cd e un musical, iltempo.it.
  10. ^ "Lungomare" il musical, amicidelmusical.it.
  11. ^ Lungomare, un musical, teatro.it.
  12. ^ Valeria Monetti e... "Amici" nel cast del musical "Lungomare", musical.it.
  13. ^ Lungomare. Il Musical (Colonna Sonora), ibs.it.
  14. ^ Biagio Izzo diventa «Michele Imperatore» e duetta con Alex Britti sul grande schermo, corrieredelmezzogiorno.corriere.it.
  15. ^ Biagio Izzo in "C'è un uomo nudo in casa" (JPG), copertinedvd.org.
  16. ^ Biagio Izzo in "Tutti con me" (JPG), culturaeculture.it.
  17. ^ Alex Britti ricomincia da 23, tgcom24.mediaset.it.
  18. ^ Britti & Mengoni (per un pezzo da uomini…), velvetmusic.it.
  19. ^ Marco Mengoni & Alex Britti - Oggi sono io (Concerto Roma 26/05/2010), youtube.com.
  20. ^ "Questa è la storia" di Tullio De Piscopo su Apple Music, itunes.apple.com.
  21. ^ Luisa Corna - 2 sillabe (feat. Alex Britti) (Official Video), youtube.com.
  22. ^ Alex Britti: Nelle mie corde. Lezioni di chitarra con un maestro d'eccezione, rizzoli.eu.
  23. ^ Britti & Di Battista, 'Mo' better blues': sax e chitarra per la nuova band dell'inedita coppia, ricerca.repubblica.it.
  24. ^ Auditorium Parco della Musica, Roma: Alex Britti e Stefano Di Battista Sextet, facebook.com.
  25. ^ Alex Britti e Stefano Di Battista in tour, rainews.it.
  26. ^ gerardosacco.com, 2 giugno 2013, http://www.gerardosacco.com/blog/alex-britti-premiato-con-il-riccio-di-gerardo-sacco/. URL consultato il 15 dicembre 2015.
  27. ^ Sanremo 2014, ecco i big esclusi dal Festival, Corriere della Sera. URL consultato il 15 dicembre 2015.
  28. ^ Bianca Atzei e Alex Britti - Non è vero mai (VideoClip Ufficiale), youtube.com.
  29. ^ Toquinho fa il bis stasera con la Vanoni e domani con Alex Britti, lastampa.it.
  30. ^ Bianca Atzei canta "Ciao amore ciao" con Alex Britti, Radio Italia, 8 aprile 2015. URL consultato il 15 dicembre 2015.
  31. ^ Kutso - Spray nasale (Videoclip), youtube.com.
  32. ^ erone, 30 ottobre 2015, http://www.earone.it/news/alex_britti_perche_radio_date_30_10_2015_16638315/. URL consultato il 15 dicembre 2015.
  33. ^ Alex Britti e la sua «Perché». La musica contro la violenza sulle donne, video.corriere.it.
  34. ^ Alex Britti: il singolo “Perché?” in difesa delle donne, sorrisi.com.
  35. ^ Parte il 10 gennaio da Milano l’instore tour di Alex Britti per 'In nome dell’amore - Volume 1', adnkronos.com.
  36. ^ Il sito del merchandising di Alex Britti

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN90368848 · LCCN: (ENno2001036444 · SBN: IT\ICCU\TO0V\327690 · GND: (DE135185866