Belén Rodríguez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Belén Rodríguez
Belen Rodriguez 2.jpg
Belén Rodríguez nel 2009.
Altezza 170[1][2] cm
Misure 83-65-89[1]
Taglia 34[1] (UE) - 4[1] (US)
Peso 54[3] kg
Scarpe 36[2] (UE) - 8[2] (US)
Occhi nocciola
Capelli castano chiaro
Premio Premio Regia Televisiva 2011 Personaggio rivelazione dell'anno 2011

María Belén Rodríguez Cozzani (Buenos Aires, 20 settembre 1984) è una showgirl, conduttrice televisiva, modella, attrice, stilista, cantante, imprenditrice, doppiatrice e conduttrice radiofonica argentina che vive e lavora in Italia dal 2004.

Considerata un sex symbol degli anni duemila e duemiladieci, grazie al suo indubbio fascino, ha realizzato diversi calendari e ha fatto parlare di sé, sia in Italia che a livello internazionale,[4] anche sulle riviste di cronaca rosa, a causa delle vicende legate alla sua carriera artistica nel mondo dello spettacolo italiano[5] e ai suoi rapporti sentimentali. Cecilia è la sorella minore di Belén.[6][7]

La stampa internazionale[4] ha soprannominato Belén come «la Sofia Loren rioplatense»[8][9] e come «la nuova Sara Carbonero».[9]

Tra i principali[5] programmi televisivi da lei condotti nel corso della sua carriera ricordiamo[5] Scherzi a parte, Sarabanda, Colorado, Italia's Got Talent e Tú sí que vales per le reti Mediaset,[5] quindi La tintoria e Ciak... si canta! per le reti RAI.[5] Ha recitato in alcune serie televisive e in alcuni film per il cinema ottenendo consenso.[5] Inoltre ha riscosso notevole successo durante la conduzione del Festival di Sanremo 2011 insieme a Gianni Morandi.[5]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Origini familiari e vita privata[modifica | modifica wikitesto]

María Belén Rodríguez Cozzani,[3] conosciuta comunemente come Belén Rodríguez o anche solamente come Belén, nasce a Buenos Aires[3] da Gustavo Rodríguez, di origini spagnole e italiane, e da Veronica Cozzani de Rodríguez, a sua volta figlia di immigranti provenienti da La Spezia.[10] Belén è la maggiore[11] di tre figli, con Jeremias e Cecilia.

Nel dicembre 2001,[12] al termine del regolare percorso di studio, Belén conseguì, a 17 anni di età,[12] il diploma di liceo artistico a Buenos Aires e successivamente si iscrisse alla Facoltà di Scienze della comunicazione e dello spettacolo dell'Università di Buenos Aires,[12] ma non completò gli studi universitari a causa degli impegni sempre maggiori dovuti alla carriera, intrapresa all’inizio del 2001 a 16 anni di età (periodo in cui, come dichiarato in varie interviste dalla Rodríguez in persona, ancora studiava al liceo), come modella, prima in Argentina e poi a livello internazionale.[12] Belén ha una sorella minore, Cecilia (nata a Pilar il 18 marzo 1990),[13] anche lei attiva nel mondo dello spettacolo italiano dal 2008[14] come attrice, modella e showgirl;[13] dal 2014 anche Cecilia è imprenditrice insieme a Belén.[15][16]

Dopo essere stata legata, tra il 2004 e il 2008, a Marco Borriello,[17] e in seguito, tra il gennaio del 2009[18] e il marzo del 2012,[19] a Fabrizio Corona,[12] il 14 aprile del 2012 Belén si fidanzò con Stefano De Martino[20] (nato a Torre del Greco[21] il 3 ottobre 1989[22]), con il quale la Rodriguez si è sposata[23] il 20 settembre 2013 a Comignago: il 9 aprile 2013 è nato[24] a Milano il primogenito della coppia, Santiago De Martino.

Attività artistica[modifica | modifica wikitesto]

Attività come modella e stilista[modifica | modifica wikitesto]

Belén cominciò la sua carriera lavorativa nel 2001 a 17 anni[25] come modella in Argentina, a Miami e in Messico, divenendo testimonial di diverse case di intimo e conquistando copertine importanti, proseguendo poi in Italia dal 2004. Tra il 2004 e il 2008 partecipò a Milano alle sfilate per la moda primavera/estate della Pin-Up Star collection, lavorando anche per altre case di moda, quali Miss Sixty, Taglia 42, Cotonella e Yamamay.[12] Dal gennaio 2008 in poi partecipa, come modella e testimonial, alle sfilate di Pitti, Vanitas, Jadea, Trendy Too e altre a Firenze, Roma, Napoli e Milano, quindi collabora come modella, testimonial e imprenditrice con Cotril (catena di parrucchieri e saloni di bellezza), Jadea (brand di intimo) e Imperfect (brand di abbigliamento). Dal gennaio 2012 in poi è testimonial dei gioielli di 2Jewels e delle tecnologie di Linkdem. Nel febbraio 2012 posò senza veli per la copertina di Vanity Fair suscitando molto interesse.[26] Nel luglio 2012[27] posò senza veli per la copertina di GQ fotografata da Douglas Kirkland[28] suscitando molto interesse. Nel maggio 2013 divenne testimonial del "matrimonio"[29] tra la Barilla e McDonald's, quindi debuttò come stilista[30] per il brand di abbigliamento Imperfect con Fabio Castelli. Nell'ottobre 2013 Belén e sua sorella Cecilia presentarono la linea moda 2013-2014 di Imperfect.[31] Nel dicembre 2013 divenne testimonial[32] della Fondazione Pupi di Javier Zanetti e divenne testimonial dell'applicazione virtuale di WeChat.[33] Nel febbraio 2014 Belen e Cecilia presentarono la terza linea moda di Imperfect in qualità di modelle e di stiliste.[34] Nella primavera 2014 posò per la copertina[35] di SportWeek ottenendo successo: nello stesso periodo Belen disegnò e produsse, insieme a Cecilia,[36] i costumi della linea beachwear intitolata Me Fui in vista dell'estate 2014, periodo in cui Belen divenne testimonial dei telefonini di Samsung. Nella primavera-estate 2015 si ripetè l'esperienza[37] di Me Fui e fece scalpore la decisione di Paul Marciano in persona[38] di scegliere Belen Rodriguez come nuova modella e testimonial mondiale di Guess? (il ruolo che in passato era stato affidato a celebrità come Claudia Schiffer, Adriana Lima e Paris Hilton).

Nell’estate 2009 Belén Rodríguez ottenne consensi nel pubblico italiano posando senza veli per il numero 7 (luglio/agosto 2009) di Playboy Italia.[39][40] A proposito di Playboy, il 18 febbraio 2009[2] la Rodriguez dichiarò, in una intervista al Corriere della Sera,[2] che qualche anno prima aveva rifiutato[2] una proposta per posare senza veli per la copertina di Playboy Miami preferendo rimanere in Italia per posare per un servizio di moda per una azienda emiliana.[2] Nel luglio 2012[41] la stampa italiana riportò la notizia[42] secondo la quale l'edizione statunitense di Playboy avrebbe contattato Belen per posare senza veli[43] per la copertina e il centerfold di agosto: in seguito la notizia è stata smentita.[44] La stampa italiana,[45] oltre a quanto detto, in quel periodo riportò la notizia[46] secondo la quale la Rodríguez avrebbe ricevuto[47] delle offerte lavorative da Victoria's Secret.[48] Tra il 2004 e il 2012 Belen partecipò, come modella, alle serate-evento, condotte da Emanuela Folliero su Rete 4, di Sfilata d'amore e moda che si succedettero nel corso degli anni.

Nel corso degli anni Belén Rodríguez ha posato per diversi calendari, alcuni dei quali senza veli, ottenendo successo.[3] Nell’estate 2005 posò per la prima volta[49][50] senza veli per il Calendario Vuemme 2006 (pubblicato alla fine del 2005 in vista del 2006) di cui era l’unica protagonista. Nell’autunno 2005 posò senza veli per il Calendario De Nardi 2006 (pubblicato alla fine del 2005 in vista del 2006) insieme a tre modelle (Eva Collini, Nena Ristić e Ainett Stephens).[51] Nell’estate 2006 posò senza veli per il Calendario Fer 2007 (pubblicato alla fine del 2006 in vista del 2007) di cui era l’unica protagonista.[52][53] Nell’estate 2007 posò senza veli per il Calendario Maxim 2008 (pubblicato alla fine del 2007 in vista del 2008) di cui era l’unica protagonista.[54][55] Nell’estate 2008 posò senza veli per il Calendario Max 2009 (pubblicato alla fine del 2008 in vista del 2009)[56][57] di cui era l’unica protagonista. Nell’autunno 2009 posò senza veli insieme a sua sorella Cecilia per il Calendario Max 2010 (pubblicato alla fine del 2009 in vista del 2010) suscitando molto interesse (anche perché questo calendario sexy rappresentò il debutto di sua sorella Cecilia).[58] Tra la fine del 2009 e l’inizio del 2010 uscì un Calendario Vuemme 2010 con la Rodriguez come protagonista: questo calendario è semplicemente la ristampa[50] di quello precedente (2006) che Vuemme realizzò grazie alla maggiore notorietà nel frattempo raggiunta da Belen.[59] Nell’estate 2010 posò per il calendario glamour di Maxim per l’anno 2011. Nell’autunno 2010 posò per il calendario glamour di TIM per l’anno 2011.

Attività come showgirl e conduttrice[modifica | modifica wikitesto]

Il debutto televisivo di Belén Rodríguez come showgirl e conduttrice risale al novembre 2006 nei programmi di Tele Boario 1, rete televisiva locale della Valle Camonica.[60] Dopo aver aver assunto Paola Benegas come sua prima agente in Italia, nella primavera 2007[61] debuttò sulla televisione nazionale conducendo su Rai 3 lo show comico di seconda serata[61] La tintoria insieme a Taiyo Yamanouchi (durante questa occasione la Rodriguez ricevette una proposta, da lei respinta perché preferì rimanere nel settore televisivo, per avviare una carriera come cantante).[62] Nell’estate 2007 presentò su Rai 3 il varietà di prima serata[63] Circo Massimo Show insieme a Fabrizio Frizzi. Nell’autunno 2007 Belen, insieme a Lucia Ocone, affiancò Max Giusti nella conduzione del varietà di seconda serata, in onda su Rai 2, Stile libero Max. Alla fine del 2007 prese parte, per alcune puntate, al rotocalco televisivo del sabato pomeriggio di Canale 5 Verissimo in qualità di inviata di Videonews. Partecipò, come showgirl, alla puntata del 4 aprile 2008 (in cui presentò la sorella Cecilia, a quel tempo neo-maggiorenne al suo debutto[14] nella televisione italiana) del varietà di prima serata I raccomandati condotto da Carlo Conti e Alessia Ventura su Rai 1.[5] Nella primavera 2008 partecipò, in qualità di inviata e co-conduttrice, al rotocalco televisivo di Rai 2, in onda in seconda serata, Pirati insieme a Selvaggia Lucarelli e altri.[64] Nell’estate 2008 partecipò al rotocalco televisivo di Italia 1 Lucignolo in qualità di inviata di Videonews a turno con Aída Yéspica e Melita Toniolo.

Nell’autunno 2008 divenne una delle concorrenti della sesta edizione de L'isola dei famosi, reality show condotto da Simona Ventura su Rai 2 in cui si classificò al secondo posto suscitando notevole interesse nel pubblico televisivo italiano e ottenendo quindi molta notorietà: secondo alcuni critici televisivi tale esperienza costituisce il "punto di svolta" della sua carriera, divenendo a tutti gli effetti una celebrità.[65] Nel dicembre 2008 la Rodriguez entrò nel cast[5] degli artisti dell’agenzia di spettacolo Arcobaleno Tre di Lucio Presta: la notizia ebbe ampio risalto sulla stampa italiana. Nell’inverno 2009 presentò su Canale 5 l’undicesima edizione[5] del varietà di prima serata Scherzi a parte su Canale 5 insieme a Claudio Amendola e Teo Mammucari.[18] Nell’estate 2009 la Rodríguez affiancò Teo Mammucari nel condurre il quiz preserale[66] di Canale 5 Sarabanda di cui ha inciso la sigla.

Nell'autunno 2009 Mediaset propose a Belén un contratto, in vista dell'inverno 2010, per co-condurre il programma televisivo Fenomenal al fianco di Teo Mammucari su Italia 1, però la Rodriguez, su consiglio del suo agente Lucio Presta, rifiutò l'offerta. Alla fine del 2009, precisamente nella puntata del 23 novembre, Belen fu l’ospite d’onore del Grande Fratello 10, reality show di Canale 5 condotto da Alessia Marcuzzi;[67] in questo periodo la stampa italiana lanciò l’indiscrezione secondo la quale Teo Mammucari e la Rodriguez sarebbero stati contattati per entrare nel cast dei conduttori dell’edizione 2009-2010 di Striscia la Notizia, ma Antonio Ricci smentì.[68] Nell’inverno 2010 partecipò, insieme alla sorella Cecilia, al varietà di seconda serata Chiambretti Night in onda su Italia 1;[69] in questo periodo la Rodriguez respinse l’offerta di Mediaset relativa alla partecipazione alla ipotetica[70] quarta stagione (mai realizzata) della sitcom di Italia 1 Love Bugs insieme a Teo Mammucari preferendo passare, su consiglio del suo agente Lucio Presta, alla RAI (firmando un contratto di esclusiva fino al giugno 2011) e quindi nella primavera 2010 Belen presentò su Rai 2 il nuovo varietà di seconda serata Stiamo tutti bene[71] (in questo show partecipò anche sua sorella Cecilia in qualità di “prima ballerina”); oltre a quanto detto, la Rodriguez partecipò, come cantante, al Festival di Sanremo 2010, affiancando nella serata dei duetti Toto Cutugno nell'esecuzione del brano Aeroplani ottenendo consensi;[72] in questo periodo uscì la notizia di una presunta partecipazione di Belen ad un film di Tinto Brass, ma si trattò solo di un pesce d'aprile che aveva suscitato molto scalpore nei mass media italiani.[73] Nel febbraio 2011 la Rodriguez, dopo aver terminato il ruolo di testimonial (iniziato nel 2007) per gli spot televisivi e le campagne televisive della TIM,[74] condusse il Festival di Sanremo 2011 insieme a Gianni Morandi ed Elisabetta Canalis con Luca e Paolo;[75] in questa occasione Morandi e la Rodriguez ottennero elevati consensi presso il pubblico e la critica, mentre gli altri tre ottennero poco gradimento.

Nella primavera 2011 Belén presentò su Rai 1 la terza edizione del varietà di prima serata Ciak... si canta! insieme a Francesco Facchinetti. Nel giugno 2011 Rai Fiction propose un contratto a Belen per realizzare la fiction Sposami, ma la Rodriguez, su consiglio del suo agente Lucio Presta, rifiutò perché preferì passare a Mediaset firmando un contratto di esclusiva valido fino al giugno 2014.[76] Nell’estate 2011[77] prese parte, insieme a sua sorella Cecilia e altri vip (cioè Valeria Marini, Elisabetta Canalis, Iva Zanicchi, Emanuele Filiberto e Rino Gattuso), al cast fisso (precisamente come cuoca)[77] del varietà culinario di prima serata La notte degli chef condotto da Alfonso Signorini.[77] Nell’autunno 2011 presentò su Italia 1 l’undicesima edizione dello show comico Colorado insieme a Paolo Ruffini (in questa occasione i due conduttori erano affiancati da Chiara Francini e Digei Angelo).[78] Nel novembre 2011 terminò la collaborazione tra la Rodriguez e Lucio Presta a causa di Fabrizio Corona, a quel tempo fidanzato con Belen: la notizia ebbe ampio risalto sulla stampa italiana.[79] Nell’inverno 2012 presentò su Canale 5 la terza edizione del talent show Italia’s Got Talent insieme a Simone Annicchiarico. Nel febbraio 2012 partecipò, in sostituzione di Ivana Mrázová, alle prime due serate del Festival di Sanremo 2012, di nuovo insieme a Gianni Morandi con Elisabetta Canalis.[80] Nella primavera 2012 partecipò, insieme a Stefano De Martino, al cast dei ballerini professionisti dell’undicesima edizione della “fase serale” del talent show di Canale 5 Amici di Maria De Filippi.

Insieme a Enrico Ruggeri, il 14 maggio 2012 presentò la prima edizione di RadioItalia live - Il concerto, serata-evento registrata a Piazza Duomo in Milano e andata in onda su Italia 1 a luglio. Nell’autunno 2012 presentò su Italia 1 la dodicesima edizione[81] dello show comico Colorado insieme a Paolo Ruffini (in questa occasione i due conduttori erano affiancati da Digei Angelo con Elena Morali e Luna).[81] Nell’inverno 2013 presentò, insieme a Simone Annicchiarico, la quarta edizione[82] del talent show Italia’s Got Talent su Canale 5. Nell’estate 2013 la stampa italiana riportò la notizia[83] secondo la quale Piero Chiambretti, Belen Rodriguez, Virginia Raffaele e Claudio Bisio sarebbero stati contattati per entrare nel cast dei conduttori dell’edizione 2013-2014 di Striscia la Notizia, ma Antonio Ricci confermò solo la notizia relativa a Virginia Raffaele e Piero Chiambretti.[83] Nel luglio 2013 Belen Rodriguez e Stefano De Martino parteciparono, in qualità di guest star,[84][85] al rotocalco televisivo Studio 5 condotto da Alfonso Signorini su Canale 5 in prima serata: in questa occasione la coppia annunciò il proprio matrimonio (avvenuto il successivo 20 settembre), evento che suscitò interesse nel pubblico italiano. Nell’autunno 2013 presentò su Canale 5 la quinta edizione del talent show Italia’s Got Talent insieme a Simone Annicchiarico: a causa di questo impegno la Rodriguez perdette[86] la conduzione di Colorado (infatti nell'edizione andata in onda nella primavera 2014 Belen ci tornò, insieme agli ex presentatori Rossella Brescia e Beppe Braida, solamente[87] come guest star).

Dopo aver cercato di avvicinarsi alla RAI nell'inverno 2014 in vista dell'imminente scadenza contrattuale (giugno 2014) con le reti Mediaset (che nel gennaio 2014 perdettero i diritti di Italia’s Got Talent. Questa clamorosa perdita, secondo la critica, è il simbolo della crisi del gruppo milanese), tornò in televisione nella primavera 2014 conducendo[87] il nuovo programma di Italia 1 Come mi vorrei, versione italiana di Plain Jane, in onda nel day-time pomeridiano di Italia 1, rete per la quale in seguito, verso la fine della stagione, prese parte al cast fisso, in qualità di “prima ballerina”,[88] del nuovo show di seconda serata Chiambretti Supermarket.[88] Nello stesso periodo partecipò, come guest star,[89] al nuovo varietà, prodotto da Antonio Ricci, Giass, in onda in prima serata su Canale 5 e condotto da Luca e Paolo; durante il Festival di Sanremo 2014 partecipò, come speaker e conduttrice radiofonica,[90] al talk radiofonico di RTL 102.5 Password per commentare la kermesse[90] e quindi fu l'ospite d'onore di Domenica In - Speciale Sanremo su Rai 1.

Nel giugno 2014, dopo alcune voci riportate dalla stampa italiana relative ad una presunta trattativa per tornare in RAI dopo tre anni di lontananza, Belén confermò l’esclusiva con Mediaset firmando un nuovo contratto valido fino al giugno 2016. Nell’estate 2014 la stampa italiana ha riportato la notizia secondo la quale Maurizio Battista, Belen Rodriguez, Leonardo Pieraccioni e Virginia Raffaele sarebbero stati contattati per entrare nel cast dei conduttori dell’edizione 2014-2015 di Striscia la Notizia, ma Antonio Ricci confermò solo la notizia relativa a Maurizio Battista e Leonardo Pieraccioni. Nell’autunno 2014 ha presentato la prima edizione del nuovo talent show (prodotto dalla Fascino PGT) Tú sí que vales in onda su Canale 5 (in questa occasione venne affiancata dal youTuber debuttante Francesco Sole).[91] Nel dicembre 2014[92] si riconciliò con l’agenzia di Lucio Presta.[93]

All’inizio del 2015 prima partecipò come showgirl alla puntata di domenica 8 febbraio del quiz preserale di Canale 5 Avanti un altro! Pure di domenica... condotto da Gerry Scotti,[94] poi partecipò come guest star insieme a suo marito Stefano De Martino alla puntata del 14 marzo (registrata[95] il 13 febbraio) al people show di Canale 5 C'è posta per te,[96] e ha condotto insieme a Ficarra e Picone la puntata del 30 aprile[97] di Striscia la Notizia nell’ambito dello scherzo di Ficarra (più il Gabibbo e dall’inviato Valerio Staffelli) nei confronti di Picone. In questo periodo si diffuse la notizia[95] secondo la quale la RAI avrebbe invitato Belén Rodríguez e suo marito Stefano De Martino come super-ospiti della puntata finale (sabato 14 febbraio)[95] del Festival di Sanremo 2014 per festeggiare il giorno di San Valentino,[95] ma il contratto di esclusiva della Rodriguez con le reti Mediaset ha impedito[95] l'ospitata all'Ariston: questa vicenda suscitò molto interesse nel pubblico.[95] Belen, con la partecipazione di Elena Santarelli, affiancò il direttore artistico[98] Paolo Bonolis nel condurre la sesta edizione della serata-evento Arena di Verona, lo spettacolo sta per iniziare prodotta da Lucio Presta e andata in onda su Canale 5 il 3 giugno 2015.

Fece scalpore la partecipazione di Belén alla puntata del 27 maggio 2015[99] del talk show politico di La7 (condotto da Giulia Innocenzi e prodotto da Michele Santoro) Announo per un duello con il giurista Stefano Rodotà nell'ambito del dibattito "Internet e i giovani". Nell'autunno 2015 la Rodriguez presenterà la seconda edizione del talent show Tú sí que vales.

Attività nel campo musicale[modifica | modifica wikitesto]

Nella primavera 2007 il cantante Taiyo Yamanouchi, durante la conduzione de La tintoria su Rai 3, propose a Belén un contratto di esclusiva per avviarla verso una potenziale carriera musicale, ma la Rodriguez (partner di Taiyo Yamanouchi nella conduzione di quel programma) respinse l’offerta preferendo proseguire nella carriera televisiva (e poi in quella cinematografica).[62] Nell’autunno 2007 divenne la protagonista femminile[100] del videoclip Boyfriend uscito nel 2008 all'interno di Steal Hear, album del rapper Coolio.[101]

Nell’estate 2009 la Rodriguez debuttò come cantante con il brano Dai muovi muovi scritto da Mario Gardini e composto da Giovanni Paolo Fontana e Roberto De Luca: questo brano era la sigla dell’edizione di Sarabanda da lei condotta su Canale 5 in quel periodo. Nel febbraio 2010[72] Belén debuttò, in qualità di concorrente,[72] al Teatro Ariston con Aeroplani, singolo di Toto Cutugno da lei cantato durante il Festival di Sanremo 2010 in un duetto con lo stesso Cutugno. Nel febbraio 2015, durante la settimana sanremese, la Rodriguez, con il nome d'arte di Maria Belén, pubblicò il singolo Amarti è folle, scritto e arrangiato da Fortunato Zampaglione per la colonna sonora del film Non c'è 2 senza te.[5]

Attività come attrice e doppiatrice[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate 2010 debuttò[102] come attrice partecipando, come protagonista femminile, alle riprese del cinepanettone[103] Natale in Sudafrica diretto da Neri Parenti: il film uscì nel dicembre 2010.[104] Nell'autunno 2010 partecipò, come protagonista femminile, alle riprese[105] del film cinematografico Se sei così, ti dico sì diretto da Eugenio Cappuccio: la pellicola uscì nell'aprile 2011. Nell'autunno 2010 partecipò, come protagonista femminile, alle riprese dell'episodio Il campo del vasaio (mandato in onda in prima visione nella primavera 2011) della serie televisiva di Rai 1 Il commissario Montalbano.[106] Nella stagione 2011-2012 partecipò, come attrice e guest star, ad alcuni episodi della seconda stagione della sitcom di Italia 1 Così fan tutte diretta da Gianluca Fumagalli. Nella primavera 2012 debuttò come doppiatrice nel film d'animazione Gladiatori di Roma diretto da Iginio Straffi: la pellicola uscì nell'ottobre 2012.[107] Nell'estate 2014 ha partecipato, come protagonista femminile, alle riprese del film cinematografico Non c'è 2 senza te diretto da Massimo Cappelli: la pellicola è uscita nel febbraio 2015.[108] Nella primavera 2015 venne resa nota la notizia[109] secondo la quale la Rodríguez parteciperà alle riprese della decima stagione della serie televisiva di Rai 1 Don Matteo che andrà in onda in prima visione nella primavera 2016.

Attività come imprenditrice[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso del 2011 Belén Rodríguez ha prodotto due linee di profumi: Belén Rodríguez (Gold)[110] e Belén Rodríguez (Eau de Parfum).[111] Nel gennaio 2014 il noto settimanale economico Il Mondo ha reso noto[15] che Belen, insieme a sua sorella Cecilia, ha aperto una società a responsabilità limitata di diritto italiano (The Family Factor)[16] per gestire le molteplici attività imprenditoriali della famiglia Rodriguez in Italia nei campi della moda, del settore immobiliare, degli store di abbigliamento, delle pubbliche relazioni, dei centri di bellezza, dello spettacolo e in altri settori, tra cui la ristorazione.[112] Nella primavera 2014 è uscito il libro fotografico[113] Bella Belén pubblicato da Arnoldo Mondadori Editore.[114] Nell'ottobre 2014 la Rodriguez e il marito Stefano De Martino fondarono la catena di negozi di abbigliamento 4store a Milano (e, visto il successo ottenuto, in seguito la catena si ampliò al di fuori dell'area milanese). Nel giugno 2015 Belén aprì a Milano un ristorante (precisamente lo storico locale Ricci di Piazza della Repubblica) insieme a Joe Bastianich (e con altri due soci, Luca Guelfi e Simona Miele, titolari del Petit Bistrot di Milano e di Miami)[115] e inaugurò i saloni di bellezza di Cotril di cui è socia.[116]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Televisione italiana[modifica | modifica wikitesto]

Programmi televisivi[modifica | modifica wikitesto]

Serie televisive[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Belén Rodríguez in Fashion Model Directory, Fashion One Group.
  2. ^ a b c d e f g [1]
  3. ^ a b c d [2]
  4. ^ a b [3]
  5. ^ a b c d e f g h i j k [4]
  6. ^ [5]
  7. ^ [6]
  8. ^ [7]
  9. ^ a b [8]
  10. ^ È stato svelato dalla stessa Belén e dalla sorella Cecilia durante un'intervista al Chiambretti Night.
  11. ^ [9]
  12. ^ a b c d e f [10]
  13. ^ a b [11]
  14. ^ a b [12]
  15. ^ a b [13]
  16. ^ a b [14]
  17. ^ [15]
  18. ^ a b [16]
  19. ^ [17]
  20. ^ [18]
  21. ^ [19]
  22. ^ [20]
  23. ^ [21]
  24. ^ [22]
  25. ^ [23]
  26. ^ [24]
  27. ^ [25]
  28. ^ [26]
  29. ^ [27]
  30. ^ [28]
  31. ^ [29]
  32. ^ [30]
  33. ^ [31]
  34. ^ [32]
  35. ^ [33]
  36. ^ [34]
  37. ^ [35]
  38. ^ [36]
  39. ^ [37]
  40. ^ [38]
  41. ^ [39]
  42. ^ [40]
  43. ^ [41]
  44. ^ [42]
  45. ^ [43]
  46. ^ [44]
  47. ^ [45]
  48. ^ [46]
  49. ^ [47]
  50. ^ a b [48]
  51. ^ [49]
  52. ^ [50]
  53. ^ [51]
  54. ^ [52]
  55. ^ [53]
  56. ^ [54]
  57. ^ [55]
  58. ^ [56]
  59. ^ [57]
  60. ^ [58]
  61. ^ a b [59]
  62. ^ a b [60]
  63. ^ [61]
  64. ^ [62]
  65. ^ [63]
  66. ^ [64]
  67. ^ [65]
  68. ^ [66]
  69. ^ [67]
  70. ^ [68]
  71. ^ [69]
  72. ^ a b c d [70]
  73. ^ [71]
  74. ^ [72]
  75. ^ [73]
  76. ^ [74]
  77. ^ a b c [75]
  78. ^ [76]
  79. ^ [77]
  80. ^ [78]
  81. ^ a b [79]
  82. ^ [80]
  83. ^ a b [81]
  84. ^ [82]
  85. ^ [83]
  86. ^ [84]
  87. ^ a b [85]
  88. ^ a b c [86]
  89. ^ [87]
  90. ^ a b [88]
  91. ^ [89]
  92. ^ [90]
  93. ^ [91]
  94. ^ [92]
  95. ^ a b c d e f [93]
  96. ^ [94]
  97. ^ [95]
  98. ^ [96]
  99. ^ [97]
  100. ^ a b [98]
  101. ^ a b [99]
  102. ^ [100]
  103. ^ [101]
  104. ^ [102]
  105. ^ [103]
  106. ^ [104]
  107. ^ [105]
  108. ^ [106]
  109. ^ [107]
  110. ^ Belén Rodríguez Gold 100ml EDP, ideaprofumi.it
  111. ^ Belén Rodríguez (Eau de Parfum)
  112. ^ [108]
  113. ^ [109]
  114. ^ [110]
  115. ^ Sara Recordati, Belen e Bastianich scaldano i fornelli in Gente, 12 maggio 2015, p. 10-11.
  116. ^ [111]
  117. ^ [112]
  118. ^ [113]
  119. ^ [114]
  120. ^ a b c per 1 puntata in qualità di "guest star"

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]