Atomium

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 50°53′42″N 4°20′29″E / 50.895°N 4.341389°E50.895; 4.341389

Modellino in scala dell'Atomium al Minimundus di Klagenfurt am Wörthersee

L'Atomium è un monumento che si trova nel parco Heysel di Bruxelles. È una costruzione in acciaio che rappresenta i 9 atomi di un cristallo di ferro: un riferimento alle scienze e agli usi dell'atomo, temi importanti e in pieno sviluppo all'epoca.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

L'interno dell'Atomium
André Waterkeyn

Venne costruito in occasione dell'Expo 1958, l'Esposizione Universale di Bruxelles del 1958. Progettato dall'architetto André Waterkeyn, in origine doveva durare 6 mesi.

Il monumento ha un'altezza totale di 102 metri. Le sfere, che hanno un diametro di 18 metri, sono collegate da scale mobili e da scale dalle quali, tramite finestrature ed oblò, è possibile guardare le altre sfere o il panorama sottostante.

Tre delle sfere superiori non hanno supporto verticale e quindi, per motivi di sicurezza, non sono aperte al pubblico. Dalle finestre della sfera superiore si può godere di una vista panoramica di Bruxelles, mentre le altre sfere ospitano diverse mostre.

Qualora le condizioni climatiche impediscano la vista del panorama dalla sfera più alta della struttura, l'Atomium è attrezzato di computer in grado di digitalizzare l'ambiente esterno.

A causa di necessari lavori di restauro l'Atomium rimase chiuso al pubblico tra marzo del 2004 e il 18 febbraio 2006.

L'Atomium nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

  • Il 10 aprile 2006, il Belgio ha emesso una moneta da 2 euro commemorativa che la ritrae.
  • Il musicista tedesco Karl Bartos, ex membro dei Kraftwerk, ha intitolato all'Atomium la prima traccia del suo ultimo album Off the Record.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

architettura Portale Architettura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di architettura