Damiano Damiani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Damiano Damiani

Damiano Damiani (Pasiano di Pordenone, 23 luglio 1922Roma, 7 marzo 2013) è stato un regista, scrittore, attore e sceneggiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Franco Nero e Claudia Cardinale ne Il giorno della civetta (1968)

Segnalatosi nel 1960-62 con la trilogia psicologica Il rossetto, Il sicario e L'isola di Arturo (tratto dall'omonimo romanzo di Elsa Morante), girò spaghetti western come Quien sabe? e Un genio, due compari, un pollo, ma fu poi soprattutto esponente del filone politico-civile con Il giorno della civetta (1968), tratto dall'omonimo romanzo di Leonardo Sciascia, Confessione di un commissario di polizia al procuratore della repubblica (1971), forse il suo esito migliore, L'istruttoria è chiusa: dimentichi (1972), Perché si uccide un magistrato (1974), Io ho paura (1977). Alcuni anche con grosso successo di pubblico come Girolimoni, il mostro di Roma con Nino Manfredi.

Meno felici i successivi L'avvertimento (1980), Pizza Connection (1985), L'inchiesta (1987), Il sole buio (1989), L'angelo con la pistola (1992).

Il punto più basso della sua carriera lo raggiunse comunque con il film poliziesco Alex l'ariete (2000), con Alberto Tomba e Michelle Hunziker: a causa della scarsa recitazione di Tomba e di alcune scene ritenute senza senso, la pellicola conquistò infatti il titolo di cult del cinema trash.

Per la televisione diresse, tra l'altro, gli sceneggiati La piovra (1984) e Il treno di Lenin (1990).

È scomparso nel 2013 all'età di 90 anni per un'insufficienza respiratoria[1].

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Regista[modifica | modifica sorgente]

Sceneggiatore[modifica | modifica sorgente]

Attore[modifica | modifica sorgente]

Scenografo[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Addio a Damiano Damiani, regista della Piovra Repubblica.it

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 84973605 LCCN: no2004067671 SBN: IT\ICCU\PALV\001400