Cielo (rete televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cielo
Logo dell'emittente
Stato Italia Italia
Lingua italiano
Tipo generalista
Target giovani, adulti[1]
Versioni Cielo 576i (SDTV)
(data di lancio: 16 dicembre 2009)
Cielo HD 1080i (HDTV)
(data di lancio: 3 aprile 2013)
Share 1,07% (luglio 2022[2])
Editore Sky Italia[3]
Direttore Remo Tebaldi
Sito cielotv.it
Diffusione
Terrestre
Sky Italia
Persidera 2
Cielo (Italia)
DVB-T - FTA
Canale 26 SD
Satellite
Sky Italia
Hot Bird 13E
13° Est
Cielo HD (DVB-S2 - FTV)
12207 H - 29900 - 5/6
Canale 156 HD
Tivùsat
Hot Bird 13E
13° Est
Cielo HD (DVB-S2 - FTV)
12207 H - 29900 - 5/6
Canale 19 HD
Streaming
Sky Italia Cielo Streaming dal sito

Cielo è un canale televisivo italiano privato edito da Sky Italia[3]. È il primo canale di Sky (Cielo è la traduzione in italiano del termine) a trasmettere in chiaro sul digitale terrestre al canale 26 della numerazione LCN e la sua programmazione è composta essenzialmente di repliche di format già andati in onda sui canali a pagamento della piattaforma.

Dall'autunno 2018 il direttore di Cielo è Remo Tebaldi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Cielo parte il 16 dicembre 2009 alle ore 19:00 con un'edizione di Sky TG24[4]. La voce ufficiale dei promo del canale è quella di Massimiliano "Massi" Rossi[5].

Il canale è considerato generalista: propone programmi factual, reality, talent, film, docu-reality e notizie a cura di Sky TG24. Quasi tutti i programmi che compongono il palinsesto di Cielo sono repliche di programmi già in onda sui canali satellitari a pagamento di Sky (in misura maggiore su Sky Uno) e sono rare prime visioni assolute.

La programmazione dei film è suddivisa per "cicli", in base al loro tema predominante: horror destination, le furie d'oriente, brivido, action destination, back to the fantastic ecc. Nasce inoltre il ciclo #Fenomenivirali, dedicato a film di genere fantascientifico, catastrofici o horror, assimilabili al concetto di B-Movie e che solitamente vengono stroncati da critica e botteghino[6]. Alcuni dei film più trasmessi durante questo ciclo sono, ad esempio, Piranha 3D e la saga di Sharknado.

Il 14 febbraio 2011 la rete passa al formato panoramico 16:9. A settembre, trasmette la prima e unica edizione in chiaro di MasterChef Italia.

Il 19 ottobre 2013[7] il canale inaugura il ciclo "XXX visioni erotiche", iniziando a trasmettere con regolarità, durante le sue prime serate, film erotici del passato. Nello stesso periodo, la seconda serata dell'emittente inizia ad essere destinata, quasi integralmente, a programmi appartenenti al ciclo The body of sex, trasmettendo programmi di educazione sessuale o documentari riguardanti il mondo della sessualità o pornografia.

Nel febbraio 2014, visto che alcuni importanti eventi sportivi sono trasmessi anche in chiaro, Cielo è il canale dei giochi olimpici invernali di Sochi, trasmettendo le cerimonia di apertura e chiusura oltre a 100 ore di gare in diretta[8][9]. Nel 2014 e nel 2015 propone inoltre in chiaro il Motomondiale, con diretta non esclusiva (in simulcast con Sky Sport MotoGP) di qualifiche e gare di 8 Gran Premi delle classi MotoGP, Moto2 e Moto3 e le sintesi di qualifiche e gare dei restanti Gran Premi delle classi MotoGP, Moto2 e Moto3.

Nel 2016 i canali in chiaro di Sky, pur restando essenzialmente delle vetrine per il pay, hanno modificato di poco i loro palinsesti: d'ora in poi molte delle ripetute e continue repliche dei programmi di Sky già trasmessi (incluse le dirette sportive) vanno in onda su TV8, mentre su Cielo restano alcuni programmi stranieri, i vari Masterchef (tanto che Sky ha definito una fascia ad hoc per la vendita pubblicitaria in piena ora di pranzo) e i cicli di film.

Dal 6 aprile 2019 arrivano le gare della Porsche Carrera Cup.

Il 10 ottobre 2019 in prima visione assoluta ha trasmesso il film Monolith.

Il 28 giugno 2020, il canale trasmette una maratona di quattro ore del wrestling WWE, che dopo nove anni passa su DMAX.

Diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Cielo è disponibile sul digitale terrestre sul multiplex TIMB 3 (appartenente a Persidera) al canale 26, su Sky Italia al canale 156 (visibile via satellite solo con abbonamento a partire dal 22 agosto 2011[10]) e Tivùsat al canale 19. In Svizzera è disponibile la ricezione per via cavo UPC Cablecom.

Il 15 ottobre 2012, Cielo approda sulla piattaforma Tivùsat al canale 19[11].

Il 3 aprile 2013, il canale ha iniziato a trasmettere in alta definizione in esclusiva sulla piattaforma Sky Italia[12].

Il 2 gennaio 2019 si sposta dal canale 126 al canale 156 di Sky Italia.

Dal 13 maggio 2020 il canale, inisieme a TV8, è visibile anche in HD su Tivùsat.

Il 28 luglio 2020 la versione SD sparisce da Sky, mentre su Tivùsat viene marchiata come "provvisoria" e si avvisa che verrà spenta il 1º dicembre.

Il 1º ottobre 2020 il canale, insieme a TV8 e Sky TG24, diventa disponibile nel mux Mediaset 1 mentre la versione nel mux Rete A 1 diventa "provvisoria", rimanendovi fino al 1º gennaio 2021.[13]

Il 10 novembre 2020 la versione provvisoria termina le trasmissioni sul mux Rete A 1.

Il 1º gennaio 2022 Cielo, TV8 e Sky TG24 passano nel mux TIMB 3 mentre diventano provvisorie le versioni del mux Mediaset 1. Inoltre la nuova versione di Cielo è trasmessa in MPEG-4.

Loghi[modifica | modifica wikitesto]

Direttori[modifica | modifica wikitesto]

Nome Periodo
Su Wakefield 2009-2013
Antonella D'Errico 2013-2018
Remo Tebaldi dal 2018

Ascolti[modifica | modifica wikitesto]

Share 24h - Dati Auditel relativi al giorno medio mensile sul target individui 4+[14]

Anno Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Media
anno
2011 - 0,28% 0,28% 0,32% 0,38% 0,45% 0,49% 0,45% 0,46% 0,44% 0,49% 0,55% 0,38%
2012 0,50% 0,46% 0,48% 0,48% 0,49% 0,60% 0,83% 0,78% 0,68% 0,79% 0,74% 0,68% 0,62%
2013 0,52% 0,50% 0,57% 0,71% 0,69% 0,72% 0,91% 1,14% 0,95% 1,05% 1,10% 1,23% 0,82%
2014 1,09% 1,76% 1,05% 1,22% 1,27% 1,34% 1,33% 1,41% 1,33% 1,29% 1,23% 1,25% 1,29%
2015 1,18% 1,14% 1,21% 1,48% 1,35% 1,36% 1,25% 1,49% 1,39% 1,23% 1,19% 1,05% 1,27%
2016 1,15% 1,08% 1,02% 0,96% 0,97% 1,09% 1,23% 1,24% 1,04% 0,98% 0,97% 1,03% 1,06%
2017 1,03% 0,91% 0,91% 1,04% 1,13% 1,30% 1,32% 1,35% 1,12% 1,04% 0,98% 1,01% 1,08%
2018 1,04% 0,93% 0,97% 0,98% 0,92% 1,07% 1,15% 1,19% 1,07% 1,00% 1,03% 1,00% 1,03%
2019 1,04% 0,93% 0,98% 1,05% 1,01% 1,16% 1,22% 1,35% 1,18% 1,12% 1,09% 1,04% 1,09%
2020 1,06% 0,93% 0,92% 1,08% 1,07% 1,17% 1,23% 1,17% 1,06% 1,10% 0,79% 0,75% 1,02%
2021 0,82% 0,84% 0,80% 0,84% 0,88% 0,93% 0,95% 0,97% 0,95% 0,95% 0,90% 0,88% 0,89%
2022 0,84% 0,85% 0,87% 0,94% 1,04% 1,07% 1,07% - - - - - -

Programmi[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Programmi televisivi di Cielo

Show[modifica | modifica wikitesto]

Serie TV[modifica | modifica wikitesto]

Informazione e approfondimento[modifica | modifica wikitesto]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Arriva cielo, il nuovo canale per il digitale terrestre, in iltempo.it, 15 dicembre 2009. URL consultato il 16 dicembre 2009 (archiviato dall'url originale il 7 giugno 2011).
  2. ^ Dati pubblicati, su auditel.it, Auditel.
  3. ^ a b Gabriele Capasso, Cielo: Sky Italia sul Digitale Terrestre dal 1 dicembre, in tvblog.it, 26 novembre 2009. URL consultato il 13 ottobre 2011.
  4. ^ Cielo, una ventata d'aria fresca in tv, in Sky TG24, 16 dicembre 2009. URL consultato il 16 dicembre 2009.
  5. ^ MassiRossi, su massirossi.com.
  6. ^ Mostri e robottoni invadono «Cielo», 24 novembre 2013. URL consultato il 12 novembre 2016.
  7. ^ Visioni Erotiche, su Cielo ogni sabato un cult del cinema erotico in prima serata, 19 ottobre 2013. URL consultato il 12 novembre 2016.
  8. ^ La Rai acquista le Olimpiadi 2016 da Sky. Oggi in cda la ratifica dell'accordo - Digital-News, in Digital News, 11 luglio 2013. URL consultato il 1º novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 14 luglio 2013).
  9. ^ Rai, Cda ratifica accordo con Sky per Olimpiadi 2016 - Digital-News, in Digital News, 11 luglio 2013. URL consultato il 1º novembre 2018.
  10. ^ Giorgio Scorsone, Cielo oscurato sul satellite: da ieri è lì visibile solo agli abbonati Sky, in digital-sat.it, 23 agosto 2011. URL consultato il 23 agosto 2011.
  11. ^ Cielo arriva su TivùSat, su tivusat.tv, 11 ottobre 2012. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  12. ^ Simone Rossi, Dal 3 aprile Cielo Tv diventa in HD per tutti gli abbonati Sky, su digital-sat.it, Digital-Sat, 3 aprile 2013. URL consultato il 3 aprile 2013.
  13. ^ 201001 - RETE A MUX 1: CIELO E SKY TG24 DIVENTANO PROVVISORI - L'ITALIA IN DIGITALE - LA TV DIGITALE TERRESTRE IN ITALIA, su litaliaindigitale.it, 1º ottobre 2020. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  14. ^ Dati Auditel, su auditel.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione