Milan TV

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Milan TV
Stato Italia Italia
Lingua italiana
Tipo tematico
Target giovani, adulti
Versioni Milan TV 576i (SDTV)
(data di lancio: 16 dicembre 1999)
Milan TV HD 1080i (HDTV)
(data di lancio: 1º agosto 2016)
Data chiusura 1 agosto 2016 Milan TV 576i (SDTV)
Nomi precedenti Milan Channel (1999-2016)
Editore MP & Silva
Sito www.milantv.it
Diffusione
Satellite
Sky Italia
Hot Bird 13B
13° Est
Milan TV HD (DVB-S2 - PAY)
11785.00 H - 29900 - 3/4
Canale 230 HD

Milan TV è un canale televisivo tematico ufficiale dedicato alla squadra di calcio italiana Milan in onda sulla piattaforma televisiva Sky Italia al canale 230.

Il logo di Milan Channel usato fino al 2016

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nato il 16 dicembre 1999 in concomitanza con il centesimo anniversario della fondazione della squadra rossonera con il nome di Milan Channel e come opzione sulla piattaforma TELE+ DIGITALE, è il primo canale tematico italiano interamente dedicato a una squadra di calcio.

Milan Channel rappresenta la memoria storica del Milan con una library di migliaia di ore di partite e immagini esclusive dell'universo rossonero. In 24 ore di programmazione 7 giorni su 7 offre interviste esclusive degli allenatori e dei giocatori del Milan, tutte le partite incluse quelle della Serie A, Coppa Italia e delle competizioni europee, tutti gli allenamenti dal centro sportivo di Milanello, le news, e dal 2008 anche la Superleague Formula, dove la squadra partecipa.

Il 31 luglio 2003 Milan Channel, sotto la presidenza di Riccardo Silva, diventa uno dei canali "Option" della piattaforma televisiva Sky disponibile al canale 230. Dal 1º agosto 2004 Milan Channel è disponibile anche su Fastweb, dal 18 ottobre 2007 su IPTV di Telecom Italia e dal 26 novembre 2007 attraverso la rete Infostrada TV (Wind). In tutti e tre i casi bisogna comunque essere abbonati a Sky. Il 30 marzo 2007 Milan Channel ha annunciato la creazione di un proprio canale dedicato su YouTube.

L'operazione ha come obiettivo prioritario quello di garantire una presenza a livello d'immagine del canale, in vista di una miglior distribuzione dei suoi contenuti su scala globale. La presenza su YouTube, la cui community vanta cento milioni di video guardati ogni giorno, consente di ampliare ulteriormente l'audience mondiale di Milan Channel, anche attraverso Internet. Attraverso il branded channel su YouTube gli utenti di tutto il mondo possono interagire votando, commentando o segnalando ai propri amici i video che preferiscono, anche inserendo le proprie risposte video per comunicare con Milan Channel e gli altri spettatori.

All'indirizzo http://www.youtube.com/milanchannel è disponibile una speciale versione di Milan Channel dove vengono diffusi filmati di aggiornamento quotidiano, clip speciali e video esclusivi. Le News Flash sono brevi aggiornamenti sulle informazioni quotidiane relative alla squadra. Le Clip sono contenuti a carattere emozionale che fanno rivivere agli utenti i momenti più significativi della squadra rossonera in Campionato e in Champions. Non mancano video esclusivi che riprendono momenti esilaranti che vedono coinvolti la redazione e i tecnici del canale.

Fino al 26 marzo 2013 ha fatto parte della redazione Claudio Lippi, volto storico del canale, morto a seguito di un incidente stradale a Buccinasco.[1] Il 27 marzo l'emittente ha trasmesso in chiaro le proprie trasmissioni dalle 13 fino a mezzanotte per rendere omaggio al giornalista scomparso.[2]

Il 1º luglio 2016, il canale assume la nuova denominazione di Milan TV, rinnovando logo e grafiche.

Il 1º agosto 2016 inizia a trasmettere in alta definizione mentre la versione a definizione standard cessa definitivamente.

Redazione[modifica | modifica wikitesto]

  • Fabio Guadagnini - Direttore[3]
  • Benedetta Radaelli - Redattore
  • Alessandro Bianchi - Redattore
  • Giuseppe Pastore - Redattore
  • Tommaso Turci - Redattore
  • Federica Zille - Redattore
  • Mauro Suma - Telecronista

Ospiti fissi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]