Daria (serie animata)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Daria Morgendorffer)
Daria
serie TV cartone
Daria Morgendorffer
Daria Morgendorffer
Titolo originale Daria
Autori
Rete MTV
1ª TV 3 marzo 1997 – 21 gennaio 2002
Episodi 65 (completa) in 5 stagioni
Durata ep. 22 min
Rete italiana MTV

Daria è il titolo di una serie animata americana creata da Glenn Eichler e Susie Lewis Lynn nata come spin-off del popolare Beavis and Butt-head, dove Daria già appariva, anche se con sembianze e look diversi. La serie è stata prodotta negli studi d'animazione di MTV ed è stata mandata in onda negli Stati Uniti dal 1997 al 2001, concludendosi dopo 65 episodi e due lungometraggi.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Nel primo episodio, che andò in onda negli Stati Uniti il 3 marzo 1997, la famiglia Mongerdorffer si trasferisce dalla città di Beavis and Butt-Head (Highland) a Lawndale. Daria e sua sorella Quinn iniziano a frequentare il liceo locale, e mentre per Quinn è facile fare subito amicizia, Daria a causa del suo carattere cinico ed anticonformista si lega solo con quella che diventerà la sua migliore amica, Jane Lane, spirito artistico ed affine al suo. Nel corso della serie, molti dei personaggi cresceranno, liberandosi parzialmente dei lati peggiori dei loro caratteri. La serie si conclude dopo cinque anni con due film, mandati in onda nel 2000 e 2002: È già autunno? e È già ora di andare al college?.

I personaggi[modifica | modifica sorgente]

Famiglia Morgendorffer[modifica | modifica sorgente]

  • Daria, la protagonista della serie, sedicenne altamente intelligente, molto più matura della sua età e con un amore viscerale per l'onestà. Al contempo, però, è anche cinica, sarcastica verso tutto e verso tutti e decisamente misantropa. Nel corso della serie verremo a conoscenza dei motivi che l'hanno portata a maturare una visione così pessimistica della vita e Daria stessa inizierà a cambiare, mitigando certi suoi atteggiamenti e modi di pensare.
  • Quinn, la sorella minore di Daria, è vicepresidentessa del Club della moda e si interessa quasi esclusivamente al suo aspetto, ai vestiti da indossare ed ai ragazzi da cui farsi corteggiare. Inizialmente fatua e preda delle mode, maturerà nel corso della serie e migliorerà anche il suo rapporto, altamente conflittuale, con la sorella. Poiché si vergogna della sorella afferma sempre che Daria è sua "cugina o giù di lì", o "cugina di terzo grado", o la "ragazza straniera che vive in casa loro".
  • Helen Barksdale in Morgendorffer, la madre. È una donna in carriera costantemente a corto di tempo e attaccata al telefono. Ciò però non le impedisce di aiutare e consigliare le figlie. Spinge costantemente perché Daria esca dal suo isolamento.
  • Jake, il padre. Profondamente segnato da una giovinezza infelice e da un padre indifferente, teme di ripetere gli stessi errori con le sue figlie. È incline agli attacchi d'ira ma in fondo di cuore tenero e di animo allegro. Fa il lavoratore free-lance ed è spesso a casa, quindi si diletta in insoliti esperimenti culinari. L'uomo patisce la disparità professionale con sua moglie.

Gli studenti del liceo di Lawndale[modifica | modifica sorgente]

  • Jane Lane, la migliore amica di Daria, un'artista che odia le convenzioni e si getta a capofitto nelle nuove situazioni, anche sentimentali.
  • Brittany Taylor, la capitana delle cheerleader della squadra di footbal di Lawndale. Procace, frivola, superficiale, poco intelligente e dotata di una voce molto acuta, è la compagna dell'altrettanto stupido Kevin. In diverse occasioni, tuttavia, ha mostrato di avere molta più intelligenza del suo ragazzo.
  • Kevin Thompson, quarterback della squadra di football di Lawndale. È il fidanzato di Brittany Taylor (che chiama Ciliegina). I due formano una coppia di stupidi e sono spesso i bersagli preferiti del sarcasmo di Daria e Jane. Kevin è buon amico di Mack. A causa della sua stupidità, Kevin sarà l'unico che verrà bocciato all'esame di maturità.
  • Jodie Landon, ragazza di colore, è una studentessa modello e destinata ad una prestigiosa università, ma soffre la costrizione di essere il "modello" per i ragazzi afro-americani della scuola. Inoltre è costantemente sotto pressione a causa delle attività extra scolastiche che le impongono i genitori. Suo padre, affermato professionista, ha un atteggiamento razzista verso gli afro-americani meno abbienti.
  • Mack (diminutivo di Michael Jordan MacKenzie), è il fidanzato di Jodie. È un ottimo studente ed un ottimo giocatore di football e amico di Kevin. Si irrita ogni volta che quest'ultimo lo chiama "Mack Stallone" ed è in costante debito con i suoi genitori. Insieme a Jodie, è uno degli unici due studenti afroamericani della classe di Daria.
  • Upchuck, nomignolo di Charles Ruttheimer III. È il ragazzo meno popolare della scuola, che si lascia spesso andare a battute spinte e ad atteggiamenti platealmente esagerati per far colpo sulle ragazze. Ha due cugini, Brett e Brad, fratelli gemelli, che appaiono in una sola puntata e che, caratterialmente, sono simili a Daria e Jane.
  • Joey, Jeffy, e Jamie sono i tre compagni di classe di Quinn, innamorati di lei al punto da dimenticare il rispetto per loro stessi. Giocano nella squadra di football.
  • Sandi Griffin è la presidentessa del Club della moda di cui Quinn fa parte. Tra le due è sempre in corso una guerra fredda per chi è la più popolare e, di conseguenza, la più influente nel club.
  • Stacy Rowe è la segretaria del Club della moda. Debole, insicura, molto facile al pianto e impaurita al solo pensiero di contrariare le sue amiche, è spesso vessata da Sandi e nutre venerazione per Quinn.
  • Tiffany Blum-Deckler è la responsabile del Coordinamento del Club della moda. È decisamente sciocca, egocentrica e parla in modo lentissimo. Inoltre è dislessica e sembra preoccuparsi molto del suo aspetto fisico. Si schiera di volta in volta con Sandi o con Quinn, a seconda di quale delle due sia in vantaggio.
  • Andrea, la ragazza dark compagna di classe di Daria. Quando non è a scuola si occupa della bottega di ferramenta del padre.

Gli insegnanti[modifica | modifica sorgente]

  • Angela Li è la preside della scuola. Sempre alla ricerca di attenzioni, è fissata con la sicurezza della scuola, per la quale spende fortune. Questo provoca sovente buchi di bilancio che è costretta a ripianare con discutibilissime sponsorizzazioni o raccolte fondi.
  • Timothy O'Neill, insegnante di inglese. È timido e sentimentale, nonché accanito sostenitore delle teorie New Age. È uno dei pochi insegnanti che incoraggiano Daria e spesso la sprona ad utilizzare il suo talento letterario, anche se non sempre a buon fine.
  • Janet Barch, insegnante di scienze. In conseguenza di un brutto divorzio odia tutti i maschi, senza distinzione di età. Ciò nonostante, è riuscita ad intavolare una burrascosa relazione sentimentale col prof. O'Neill, in quanto lontano dagli stereotipi maschili da lei vessati.
  • Anthony DeMartino, insegnante di storia. Anche lui segnato da un'infanzia infelice, è costantemente stressato e portato agli attacchi d'ira. Nonostante il suo desiderio viscerale di insegnare, è arrivato a disprezzare i suoi studenti, che adesso reputa una massa di idioti. Unica eccezione a questo giudizio lapidario è Daria. In un certo senso, è l'incarnazione di ciò che Jake Morgendorffer sarebbe potuto diventare se non avesse incontrato Helen e messo su famiglia. I suoi occhi (specialmente quello destro) sono soliti sporgere in modo preoccupante fuori dall'orbita nei momenti di stress.
  • Claire Defoe, insegnante di arte. Una figlia dei fiori maturata, forse l'insegnante più equilibrata della scuola. Ha una particolare simpatia per Jane Lane, che reputa un'artista di grande talento.
  • Diana Bennet, insegnante di Economia. Al pari di Claire, è un insegnante brava e capace, anche se spesso si fa convincere a portare i ragazzi in gita in posti discutibili.
  • Margaret Manson, è la psicologa della scuola. Ha un ruolo solo nella prima puntata, quando sancisce la "scarsa autostima" di Daria, che aveva risposto in maniera sarcastica alle sue domande.

Altri personaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Rita e Amy Barksdale, le sorelle di Helen e zie materne di Daria e Quinn. Il rapporto tra le tre sorelle è altamente conflittuale. Mentre Rita e Helen hanno un carattere simile, Amy sembra proprio una versione cresciuta di Daria.
  • Trent Lane, fratello di Jane. Pigrissimo e anche lui artista, suona nella grunge band Spirale mistica (nome provvisorio: la decisione di cambiarlo viene perennemente procrastinata). Daria si innamora perdutamente di lui, ma non ha il coraggio di dichiararsi e alla fine capisce che sono troppo diversi per potere stare insieme. Rimangono, comunque, buoni amici.
  • Tom Sloane, giovane rampollo di una ricca e potente famiglia. Si veste e si comporta come un "alternativo" e condivide il cinismo e lo humor nero di Daria. Alla fine della terza stagione diventa il ragazzo di Jane, ma i due non vanno d'accordo e alla fine della stagione successiva i due si lasciano e Tom si rivela innamorato (ricambiato) di Daria. Questo provocherà una profonda frattura tra le due amiche, poi sanata almeno in parte, che vizierà sin dal principio il rapporto tra Daria e Tom.

I doppiatori[modifica | modifica sorgente]

Le voci dell'edizione originale[modifica | modifica sorgente]

  • Daria Morgendorffer: Tracy Grandstaff
  • Quinn Morgendorffer: Wendy Hoopes
  • Jane Lane: Wendy Hoopes
  • Jake Morgendorffer: Julian Robolledo
  • Helen Morgendorffer: Wendy Hoopes
  • Trent Lane: Alvaro J. Gonzales
  • Kevin Thompson: Marc Thompson
  • Chuck Ruttheimer III: Marc Thompson
  • Tiffany Blum-Deckler: Ashley Albert
  • Brittany Taylor: Janie Mertz
  • Timothy O'Neill: Marc Thompson
  • Tom Sloane: Russell Hankin

Le voci dell'edizione italiana[modifica | modifica sorgente]

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Episodi di Daria.

Sono in totale 65 episodi distribuiti in cinque stagioni più due film conclusivi "L'Autunno è già arrivato?" e "È già college?".

Questo triste mondo malato[modifica | modifica sorgente]

Una gag ricorrente all'interno della serie è rappresentata dal programma televisivo Questo triste mondo malato (in inglese Sick, Sad World), uno show fittizio spesso visto dai personaggi (come Grattachecca e Fichetto ne I Simpson). Il programma è un'esagerata parodia dei moderni show sensazionalisti che puntano spesso sul descrivere situazioni paradossali od oscene, una presa in giro della televisione generalista moderna, troppo spesso concentrata sulla cronaca nera e che ha rinunciato al suo scopo informativo originale. Caratteristica del programma è di non presentarsi mai come uno show completo: l'unica cosa che viene mostrata è la sua pubblicità, che si conclude sempre con la frase "...tra poco a Questo triste mondo malato" (in inglese "...coming up, on Sick, Sad World..." o "...next, on Sick, Sad World") salvo alcune rare eccezioni come nel primo episodio.

Il logo del programma è un occhio circondato da cerchi concentrici gialli e marroni, con in sovrimpressione il titolo scritto in lettere sanguinanti.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]