Dari (gruppo musicale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
dARI
Dari roma2009.PNG
I dARI mentre si esibiscono sul palco di TRL On Tour a Roma nel 2009
Paese d'origine Italia Italia
Genere Emo-pop[1][2]
Pop rock[1][3]
Pop[4]
Elettropop[5][6]
Periodo di attività 2004 – in attività
Etichetta EMI Italiana, BlissCo.
Album pubblicati 2
Studio 2
Sito web

I Dari (stilizzato in dARI) sono un gruppo musicale italiano formatosi nel 2004 ad Aosta.

Hanno raggiunto la notorietà nel 2008 grazie al singolo Wale (tanto wale) dapprima su YouTube e in seguito su All Music e MTV.

Storia del gruppo[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni (2004-2006)[modifica | modifica wikitesto]

I dARI si formano ad Aosta nel 2004 inizialmente come progetto solista di Dario Pirovano. Sempre nello stesso anno si aggiungono alla band Alberto Oscarelli (tastiera) e François Domaine (basso), il quale poi diventerà batterista del gruppo, dando spazio all'inserimento di Fabio Cuffari al basso. Nel 2006 Oscarelli e Domaine lasciano la band, prenderanno il loro posto William Novelli e Andrea Cadioli. Dopo aver partecipato a importanti festival musicali della penisola come il Rock Targato Italia, Tavagnasco Rock Festival e Arezzo Wave, vengono notati dal discografico torinese Massimo Gabutti (già produttore degli Eiffel 65 e fondatore della casa di produzione musicale Bliss Corporation), proprio in quel momento alla ricerca di artisti innovativi per "Fondazione Sonora", la nuova etichetta di casa BlissCo dedicata alla musica emergente italiana.

Sottovuoto generazionale (2007-2009)[modifica | modifica wikitesto]

Entrano in studio nel novembre 2007 assieme ai produttori artistici BlissCo. Domenico Capuano e Federico Malandrino per le registrazioni dell'album Sottovuoto generazionale, da cui viene estratto il singolo Wale (tanto wale), il cui video, diretto da Massimo Gabutti e Fabio Salituro, viene immesso su YouTube nel marzo 2008 e programmato dall'emittente All Music, seguita a breve da MTV. Nel marzo 2008 il batterista Willi lascia il gruppo per motivi personali e viene sostituito con Daniel Fasano, che da quel momento diventa il batterista ufficiale del gruppo. Nel maggio 2008 Gabutti firma il gruppo con EMI Italia[7]. Con l'aiuto dei produttori il gruppo dà vita ad un reality sulla band, "Dari4Real", della durata di 4 minuti che, nel luglio del 2008, viene trasmesso durante lo show pomeridiano Community su All Music.

Nell'estate 2008 partecipano a TRL, All Music Community, Scalo 76 (in una delle puntate si esibiscono con Alberto Camerini, in Rock'n'Roll Robot, una delle canzoni più note del cantautore milanese[8]) ed MTV Day; il primo ottobre 2009 vengono chiamati dai Cinema Bizarre per aprire la loro prima data italiana[9]. Il 12 settembre 2008 viene pubblicato dalla EMI Italiana il loro primo album, Sottovuoto generazionale che, nonostante le recensioni tutt'altro che entusiastiche, nella prima settimana di uscita, si colloca direttamente al 12# delle classifiche italiane[10].

Ad ottobre 2008 parte il loro primo tour, SottoVuoto Tour 2008,[11] che li porta a suonare in diversi locali e teatri italiani, come il Colosseo di Torino[12]. Sempre ad ottobre 2008 pubblicano Tutto regolare, il secondo singolo tratto dall'album d'esordio il cui videoclip viene girato da Massimo Gabutti e Fabio Salituro Si dedicano ad una serie di show live unplugged nei mediastore italiani quali La Feltrinelli, FNAC, Messaggerie Musicali, MediaWorld[13].

Nel novembre del 2008, all'interno della manifestazione Premio Videoclip Italiano, ricevono il Premio Speciale Video-rivelazione dell'Anno da MSN e FIMI.[14] e al MEI (Meeting Etichette Indipendenti) il premio "Band Rivelazione dell'Anno"[15] Intanto Tutto regolare viene scelta come colonna sonora della pubblicità della serie televisiva Greek - La confraternita, in onda su Fox[16] e la band incide "Hey!Giò", la sigla della fictionChiamatemi Giò”, prodotta da Disney Channel.[17]

A marzo 2009 viene pubblicato il terzo singolo da Sottovuoto generazionale, Non pensavo, in un'inedita versione in collaborazione con Max Pezzali, coprotagonista del videoclip omonimo per la regia di Massimo Gabutti e Fabio Salituro. Al video seguirà l'uscita del libro "TuTTOdARIfare", bio ufficiale dei dARI, edito da Sperling & Kupfer. La versione di Non pensavo con Max Pezzali è stata inclusa nel loro EP Sottovuoto: d-VERSION, pubblicato l'8 maggio 2009. Tra maggio e giugno 2009 i dARI che vengono premiati sia dai TRL Awards di MTV, che da Wind Music Award come "Miglior Gruppo Emergente".

Il 15 giugno esce il video di Cercasi AAAmore per la regia di Stefano Bertelli, video con cui partecipano alle selezioni del Coca Cola Live @ MTV Summer Song e che li vede classificarsi al 2º posto nella fase finale del concorso svoltasi a Roma in Piazza del Popolo il 26 settembre. Per tutta l'estate 2009, con il D-Version Tour, attraversano da Nord a Sud le più belle piazze d'Italia partecipando, tra le altre, a diverse tappe delle famose kermesse estive "Battiti Live" in Puglia e "Company Contatto" in Veneto. Tra settembre e ottobre viene pubblicata sul darichannel di YouTube la serie dARI:Live4real, 8 brani live ripresi durante il concerto di Torino al Teatro Colosseo, in alta definizione, con sottotitoli e commenti dei dARI in inglese.

In ottobre iniziano anche le riprese del video di Casa casa mia, che viene pubblicato all'inizio del mese di novembre per la regia di Massimo Gabutti e Fabio Salituro, totalizzando migliaia di visite in poche ore dalla messa online del video e entrando nei palinsesti di tutte le TV musicali italiane in chiaro e sul satellite. Per Natale i dARI confezionano per MTV Pulse Natale non esiste una miniserie di 11 puntate in cui affrontano i temi caldi del Natale. La serie verrà messa online qualche giorno dopo il primo passaggio televisivo.

In testa e la pausa (2010-2011)[modifica | modifica wikitesto]

L'8 maggio 2010 i dARI sono ospiti aI TRL Awards 2010 dove presentano in anteprima assoluta il singolo Più di te, in rotazione sulle radio dal 14 maggio 2010.

Il singolo anticipa l'album In testa, a cui ha fatto seguito un tour teatrale denominato "Spazzatour", che ha toccato le principali città italiane, ottenendo un buon successo. L'album verrà presentato nei circuiti Mondadori e FNAc e nelle tappe estive del tour. Del singolo Più di te è stato realizzato dalla Bliss Corporation, per la regia di Massimo Gabutti e Fabio Salituro, il videoclip, in programmazioni su tutte le TV Musicali e disponibile sul canale YouTube dei dARi, il dARIchannel.

Nel 2009 e nel 2010 i dARI vincono, rispettivamente, il premio "Best New Artist" e il premio "Best Look" ai TRL Awards.

Nuovi singoli (2012-presente)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo due anni di silenzio nel 2012 tornano con alcune nuove demo presentate in anteprima sul canale streaming della Bliss, tra le quali vi sono Solo punk rock, Hero un Eroe, Allucinazione, Libero liberi, 9 Volt e Ho da fare.

Nel 2014, dopo quattro anni dalla pubblicazione del singolo Bonjour, la band torna in scena pubblicando attraverso il canale ufficiale di YouTube tre singoli: il 14 maggio Solo Punk Rock[18], il 6 giugno Universo[19] e il 24 luglio Amore Folle. Questi ultimi singoli sono stati prodotti dalla Bliss Corporation e pubblicati solamente in formato digitale.

I dARI partecipano alle selezioni per le "Nuove Proposte" dei Festival di Sanremo 2015 e 2016, presentando rispettivamente le canzoni Baciami ancora (almeno un'ora) e L'unica cosa, nessuna delle quali ammesse alla gara.

Nel 2016 vengono pubblicati attraverso il canale YouTube due singoli, il 7 giugno Sedia elettrica e il 26 ottobre Disordini il cuore. Nello settembre dello stesso anno parte la tournée "Top Tour 2016-2017".

Il 31 marzo 2017 Dario Pirovano con lo pseudonimo di Dariø Attack pubblica il suo primo EP da solista (in formato digitale): Smashitz.[20]

A maggio esce il singolo promozionale "We love 2000" per i profili social e per il sito di "We love 2000"[21][22], un gruppo di organizzatori di eventi musicali per i nostalgici dei primi anni del nuovo millennio; non a caso il singolo ripercorre le sonorità del primo album dei dARI ovvero di Sottovuoto Generazionale.

Stile musicale e critiche[modifica | modifica wikitesto]

I dARI definiscono la loro musica Emotronica, in questo termine "Emo" sta per emozioni e "tronica" indica essenzialmente la musica elettronica.[23]. Secondo la formazione valdostana, il loro look è ispirato al visual kei[24].

Così la critica musicale Marinella Venegoni parla di loro: «Tentano di raccontare lo smarrimento della crescita in un universo carente di punti di riferimento, le delusioni della vita quotidiana e stigmatizzano persino la televisione... quasi dei pensatori. Con l'aria che tira, non è poco»[25]. Tuttavia l'album Sottovuoto generazionale ha ricevuto anche diverse critiche negative.[1][26]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Dario Pirovano e Andrea Cadioli a Artisti valdostani per l'Emilia (luglio 2012)
Fabio Fab Cuffari con una fan

Attuale[modifica | modifica wikitesto]

  • Dario "DaRi" Pirovano – chitarra, voce (2004-presente)
  • Fabio "Fab" Cuffari – basso (2005-presente)
  • Daniel "Fasa" Fasano – batteria (2007-presente)

Ex componenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Francois "Cianci" Domaine – basso (2004-2005), batteria (2005-2006)
  • Alberto "Albazz" Oscarelli – tastiera, sintetizzatore (2003-2005)
  • Luca "P8A" Benedet – batteria (2004-2005)
  • William Novelli – batteria, voce secondaria (2006-2008)
  • Andrea "Cadio" Cadioli – tastiera (2005-2013)

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Demo[modifica | modifica wikitesto]

  • 2004 – CoSaVoGlIoDiRe
  • 2005 – misonfattocasa
  • 2006 – DaRi
  • 2007 – LoveGain

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Progetti solisti[modifica | modifica wikitesto]

Dariø Attack (Dario "DaRi" Pirovano)[modifica | modifica wikitesto]

  • 2017: Smashitz [29][30][31] : un EP con 5 cover di grandi hit italiane (Che ne sanno i 2000, Il più grande spettacolo dopo il Big Bang, Vorrei ma non posto, Tutto molto interessante e Assenzio) rivisitate in chiave pop-punk e punk-rock.

The secrets (Fabio "Fab" Cuffari)[modifica | modifica wikitesto]

  • 2016: Lone Souls[34][35] [36](ep con 5 inediti, in lingua inglese, di genere alternative-rock). Dall'EP è stato estratto un singolo, Lone Souls[37][38], che è stato accompagnato da un videoclip ufficiale[39].
# Titolo traccia Durata
1 Lone Souls 4:16
2 Dim Image 4:13
3 Andromeda 4:10
4 If 3:08
5 Late 3:19

Prodotto da Pan Music Production

  • 2016: Prelude to the Lone Nebula[40] (3:14)

Les Bruits (Andrea "Cadio" Cadioli)[modifica | modifica wikitesto]

  • 2013: L'amour me changera - EP[41][42][43]: 4 inediti alternative pop in lingua francese. Dall'ep sono stati estratti due singoli, accompagnati ciascuno da un videoclip: Le faux[44] e L'amour me changera[45].
# Titolo traccia Durata
1 L'amour me changera 4:07
2 Le faux 2:58
3 Toi 3:57
4 Pas de peur 3:41

Prodotto da TdEproductionZ.

  • 2017: Tout Le Monde[46] (singolo) (4:10)

Daniel "Fasa" Fasano[modifica | modifica wikitesto]

Il batterista Daniel Fasano ha militato anche in varie band underground che spaziano tra Thrash, Metalcore ed il Death Metal: Eden Beast, Griffin Band, Reas-on e Living Corpse.[47]

  • 2006: Torturing the Odd Human Mind (EP) (come membro degli "Eden Beast")
  • 2006: Passivity Causes Genocide (album) (come membro degli "Eden Beast")
  • 2012: Together, We Are Alone[48] (4:36)
  • 2012: Princess Ghibli II (traccia 5 e 9) (come membro dei "Living corpse")

Libri[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Dari, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 7 giugno 2014.
  2. ^ L'emo-pop dei dARI
  3. ^ Dari - Wale (tanto Wale) Bliss,Co 2008
  4. ^ Recensione su outune.net
  5. ^ DARI su MTV.it
  6. ^ emimusic.it - This website is for sale! - emimusic Resources and Information
  7. ^ rockitalia.it
  8. ^ scalo76.blog.rai.it
  9. ^ NEWS METROPOLINO.com - News e notizie dal mondo della notte
  10. ^ acharts.us
  11. ^ rockon.it
  12. ^ lastampa.ot
  13. ^ milano.blogosfere.it
  14. ^ premiovideoclip.it.msn.com
  15. ^ audiocoop.it
  16. ^ magazine.foxtv.it
  17. ^ popcorner.blogosfere.it
  18. ^ Solo Punk Rock - Single, iTunes. URL consultato il 7 giugno 2014.
  19. ^ Universo - Single, iTunes. URL consultato il 7 giugno 2014.
  20. ^ Smashitz su Spotify
  21. ^ (IT) Home, su www.welove2000.eu. URL consultato il 25 giugno 2017.
  22. ^ We Love 2000, su it-it.facebook.com. URL consultato il 25 giugno 2017.
  23. ^ Intervista ai dARI
  24. ^ Sito ufficiale
  25. ^ Marinella Venegoni, Candide irriverenti boyband, da La Stampa di venerdì 31 ottobre.
  26. ^ Recensione di Sottovuoto generazionale su Rockol
  27. ^ We Love 2000, WE LOVE 2000® - dARI feat. RÖDJA (OFFICIAL VIDEO), 29 maggio 2017. URL consultato il 1° giugno 2017.
  28. ^ We Love 2000 (feat. Dari & Rödja) - Single di We Love 2000 su Apple Music, su iTunes. URL consultato il 1° giugno 2017.
  29. ^ Smashitz - EP di DARIØ ATTACK su Apple Music, su iTunes. URL consultato il 1° giugno 2017.
  30. ^ DARIØ ATTACK: Smashitz - Musica su Google Play, su play.google.com. URL consultato il 1° giugno 2017.
  31. ^ Smashitz, 31 marzo 2017. URL consultato il 1° giugno 2017.
  32. ^ The Secrets Channel, The Secrets - Take Me High (Official Audio), 21 aprile 2015. URL consultato il 1° giugno 2017.
  33. ^ The Secrets - Take Me High. URL consultato il 1° giugno 2017.
  34. ^ Lone Souls (part I), su SoundCloud. URL consultato il 1° giugno 2017.
  35. ^ The Secrets: Lone Souls - Musica su Google Play, su play.google.com. URL consultato il 1° giugno 2017.
  36. ^ Lone Souls - EP di The Secrets su Apple Music, su iTunes. URL consultato il 1° giugno 2017.
  37. ^ Lone Souls - Single di The Secrets su Apple Music, su iTunes. URL consultato il 1° giugno 2017.
  38. ^ The Secrets: Lone Souls - Musica su Google Play, su play.google.com. URL consultato il 1° giugno 2017.
  39. ^ The Secrets Channel, The Secrets - Lone Souls (Official Video), 11 maggio 2016. URL consultato il 1° giugno 2017.
  40. ^ Prelude to the Lone Nebula. URL consultato il 1° giugno 2017.
  41. ^ L'amour me changera - EP di Les Bruits su Apple Music, su iTunes. URL consultato il 1° giugno 2017.
  42. ^ Les Bruits, su SoundCloud. URL consultato il 1° giugno 2017.
  43. ^ Les Bruits: L'amour me changera - Music on Google Play, play.google.com. URL consultato il 1° giugno 2017.
  44. ^ Les Bruits, LES BRUITS - LE FAUX [Official Video], 04 novembre 2013. URL consultato il 1° giugno 2017.
  45. ^ Les Bruits, LES BRUITS - L'AMOUR ME CHANGERA [Official Video], 20 marzo 2015. URL consultato il 1° giugno 2017.
  46. ^ Tout Le Monde. URL consultato il 1° giugno 2017.
  47. ^ FASA. URL consultato il 05 giugno 2017.
  48. ^ Daniel Fasano, FASA - Together, We Are Alone, 03 agosto 2012. URL consultato il 04 giugno 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]