Rihanna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rihanna
Rihanna in concerto a Washington nel 2014
Rihanna in concerto a Washington nel 2014
Nazionalità Barbados Barbados
Genere Dance pop[1]
Contemporary R&B[1]
Periodo di attività 2005 – in attività
Etichetta Roc Nation
Album pubblicati 9
Studio 8
Raccolte 1
Gruppi e artisti correlati Chris Brown, Drake, Eminem, Jay-Z, Kanye West, Ne-Yo
Sito web
LogoRihanna.png

Robyn Rihanna Fenty, meglio nota come Rihanna (pronuncia [riˈɑːnə]; Saint Michael, 20 febbraio 1988), è una cantante, attrice e modella barbadiana, prima artista della sua nazione a vincere un Grammy Award. Si è trasferita negli Stati Uniti d'America all'età di 16 anni grazie a un contratto discografico, sotto la guida di Evan Rogers.[2]

Ha debuttato nel 2005 con l'album Music of the Sun, entrato alla decima posizione della Billboard 200, e il singolo di successo Pon de Replay, che ha raggiunto la seconda posizione della Billboard Hot 100. Meno di un anno dopo ha pubblicato il secondo album A Girl Like Me, il cui singolo SOS è divenuto la sua prima numero uno nella Billboard Hot 100, mentre nel 2007 ha consolidato la sua fama grazie al terzo album Good Girl Gone Bad e alle sue riedizioni, da cui sono stati estratti i singoli Umbrella, Don't Stop the Music, Disturbia e Take a Bow. Dopo Rated R, uscito nel 2009, portato al successo grazie ai singoli Russian Roulette e Rude Boy, è tornata nel 2010 con il quinto album Loud, da cui vengono estratti i singoli di successo Only Girl (In the World), What's My Name? e S&M. Nel 2011 ha pubblicato il sesto album Talk That Talk[3], contenente il singolo We Found Love con Calvin Harris, diventato il più venduto della cantante. Nel 2012 è stata la volta del settimo album Unapologetic, contenente le hit mondiali Diamonds e Stay. Dopo una pausa di quattro anni, nel 2016 è tornata sulle scene musicali con l'ottavo album Anti.

In tutta la sua carriera ha venduto oltre 60 milioni di album, 215 milioni di tracce digitali di cui 100 milioni solo entro i confini statunitensi, che la pongono tra gli artisti di maggior successo nel panorama discografico internazionale.[4][5] Il primo singolo dell'ottavo album, Work, diviene il 14° singolo della cantante ad arrivare al primo posto della Billboard Hot 100, facendo di Rihanna la terza artista in assoluto ad avere più hit al numero uno della classifica statunitense, superando Michael Jackson (13 singoli) e ponendosi dietro solo a Mariah Carey (18 singoli) e ai Beatles (20 singoli).

Nel corso della sua carriera Rihanna ha accumulato nove Grammy Awards, otto American Music Awards, 24 Billboard Music Awards e due BRIT Awards, oltre ad aver ricevuto un riconoscimento speciale, l'Icon Award, agli American Music Awards del 2013 per aver influenzato profondamente la cultura pop a livello globale e il Fashion Icon Award del 2014 dal Council of Fashion Designers of America.[6][7]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Infanzia ed esordi[modifica | modifica wikitesto]

Bridgetown è la città natale di Rihanna, stato caraibico di Barbados.

Rihanna è nata a Bridgetown, nell'isola di Barbados, il 20 febbraio 1988 da Ronald Fenty, un capo magazziniere metà afro-barbadiano e metà irlandese, e Monica Braithwaite Fenty, una contabile nativa della Guyana, ma per metà afro-americana.[8] Rihanna ha due fratelli minori di nome Rorrey e Rajad ed ha, inoltre, due sorelle ed un fratello dal lato paterno (Kandy, Samantha e Jamie) nati da tre madri diverse prima del matrimonio dei genitori della cantante.[9][10][11]

La sua infanzia è stata profondamente segnata dalle dipendenza da cocaina del padre e dal divorzio dei suoi genitori, avvenuto quando lei aveva quattordici anni.[8] Ha frequentato le scuole elementari nel suo paese natale, presso l'istituto Charles F. Broome Memorial School, dove molto spesso è stata vittima di atti di bullismo a causa del suo colorito di pelle troppo "chiaro" rispetto ai compagni.[12] È cresciuta ascoltando musica reggae[13] ed ha iniziato a cantare all'età di 7 anni.[9] Successivamente ha studiato alla Combermere School, dove ha formato un trio musicale con due sue compagne di classe all'età di quindici anni.[9] Ha prestato servizio nei "Barbados Cadet Corp" - il corpo d'addestramento basico delle forze di difesa barbadiane - dove aveva come sergente istruttore la cantante Shontelle.[14]

Nel 2003 Rihanna e il suo gruppo sono stati presentati al produttore Evan Rogers, che trascorreva le vacanze a Barbados con sua moglie. Il gruppo si esibì con il singolo delle Destiny's Child Emotions.[9] L'anno successivo, si è recata con la madre a Stamford in Connecticut per raggiungere l'abitazione di Rogers. Appena compiuti i sedici anni, la ragazza si è trasferita negli Stati Uniti d'America seguendo gli spostamenti di Evan e sua moglie.[9] In seguito Carl Sturken l'ha aiutata a incidere quattro canzoni demo, tra le quali la ballata Last Time, la reinterpretazione di Whitney Houston For the Love of You e ciò che sarebbe divenuto il suo primo successo, Pon de Replay.[15] I demo sono stati spediti a varie case discografiche. Alcune sue incisioni arrivarono alla Def Jam Recordings, che le ha offerto un contratto per sei album. [16]

2005-2006 Music of the Sun e A Girl Like Me[modifica | modifica wikitesto]

Rihanna si esibisce al Jingle Ball nel 2005

Dopo aver firmato un contratto discografico con la Def Jam, Rihanna ha passato i tre mesi successivi a completare il suo album di debutto. Il suo album di debutto, Music of the Sun, è stato pubblicato il 12 agosto 2005 negli Stati Uniti d'America.[17] Prodotto da Evan Rogers, Carl Sturken, Stargate e Poke & Tone,[18] l'album ha debuttato alla posizione numero 10 della Billboard 200, vendendo circa 69.000 copie nella prima settimana.[19] A distanza di cinque mesi dall'uscita, l'album è stato certificato disco d'oro dalla Recording Industry Association of America per le oltre 500.000 copie vendute;[20] Music of the Sun ha venduto due milioni di copie in tutto il mondo, di cui 623.000 negli Stati Uniti d'America.[21]

Il suo singolo di debutto nonché primo estratto dall'album, Pon de Replay, è stato pubblicato il 22 agosto 2005 ed ha raggiunto la seconda posizione sia della Billboard Hot 100 che della Official Singles Chart.[22] Il singolo è diventata una hit in poco tempo, raggiungendo la top 10 di quindici paesi, tra cui anche l'Italia.[23] Il secondo singolo estratto, If It's Lovin' that You Want è stato pubblicato il 2 dicembre 2005 ed ha avuto meno successo del precedente, arrivando alla posizione 36 della Billboard Hot 100 e all'undicesima della Official Singles Chart;[22] raggiungendo comunque la Top 10 in Australia, Irlanda e Nuova Zelanda.

Un mese dopo la pubblicazione di Music of the Sun, Rihanna ha iniziato a comporre materiale per il suo secondo album in studio, primo ad essere distribuito in tutto il mondo.[24] Rihanna ha composto l'album insieme a Evan Rogers, Carl Sturken, Stargate, J. R. Rotem e Ne-Yo.[25] A Girl Like Me è stato pubblicato il 21 aprile 2006 in Italia.[26] L'album ha raggiunto la posizione 5 della Billboard 200, vendendo circa 115.000 copie nella prima settimana.[19] L'album è stato certificato disco di platino dalla RIAA per aver venduto circa un milione di copie.[27]

Il singolo di lancio, SOS, è stato pubblicato il 7 marzo 2006 ed ha raggiunto la vetta della Billboard Hot 100, diventando la sua prima numero uno.[22] Il secondo singolo, Unfaithful, è stato pubblicato il 14 luglio 2006 in Italia.[28] Rivelatosi un successo come il precedente, Unfaithful ha raggiunto la top-ten in diciotto paesi, anche negli Stati Uniti dove ha raggiunto la sesta posizione,[29] e la vetta in Canada, Svizzera e Ungheria. Il 21 agosto 2006 esce nelle radio statunitensi We Ride, il terzo singolo ufficiale.[30] Il singolo non ebbe un buon successo, rimanendo sconosciuto negli Stati Uniti e fermandosi alla posizione 17 nel Regno Unito. Per ovviare a questo inconveniente esce negli Stati Uniti il 14 dicembre 2006 il brano Break It Off, cantato insieme a Sean Paul. Break It Off ha raggiunto la nona posizione della Billboard Hot 100.[31][32] Tra il 1º giugno 2006 e il 29 settembre 2006 Rihanna ha tenuto il suo primo tour, il Rihanna: Live in Concert Tour.[31]

Tra novembre 2006 e febbraio 2007 ha tenuto, nel Regno Unito, un concerto insieme alle Pussycat Dolls intitolato Roc Tha Block Tour. Sempre in questo periodo ha debuttato anche come attrice con un cameo nel film Ragazze nel pallone - Tutto o niente e in un episodio della soap opera La valle dei pini,[33][34][35] inoltre ha interpretato sé stessa in una puntata di My Sweet Sixteen, in onda su MTV, e si è esibita in un episodio del telefilm Numb3rs con il singolo Pon de Replay.[35]

2007-2008: il successo di Good Girl Gone Bad, la ristampa e i remix[modifica | modifica wikitesto]

Rihanna durante una tappa del suo The Good Girl Gone Bad Tour nel 2008

Il 30 maggio 2007 esce il terzo album di Rihanna, Good Girl Gone Bad, prodotto principalmente da Timbaland, will.i.am e Sean Garrett.[36] Good Girl Gone Bad è composto da brani dance e up-tempo,[37] si allontana molto dai suoi primi due album, dal ritmo carabico. L'album è arrivato in testa alle classifiche in Regno Unito, Canada, Irlanda, Giappone e in Russia e alla seconda negli Stati Uniti e in Australia. Il singolo di lancio, Umbrella, cantato insieme a Jay-Z, è stato pubblicato il 29 marzo 2007 negli Stati Uniti e il 25 maggio in Europa ed ha raggiunto la vetta di 13 paesi mondiali e la top-five in Italia, dove si è piazzato alla seconda posizione.[38] Il singolo è stato alla numero uno in Regno Unito per dieci settimane consecutive, divenendo il primo singolo a stare più tempo alla numero uno nel Paese da Love Is All Around dei Wet Wet Wet che era stato per quindici settimane in vetta nel 1994.[39][40]

Il 12 giugno esce negli Stati Uniti[41] il secondo singolo, il brano Shut Up and Drive. Questo brano ha raggiunto la quinta posizione della chart britannica e la quindicesima di quella statunitense.[42][43] Il video di Shut Up and Drive è stato pubblicato il 25 giugno 2007.[44] Come terzo singolo esce Hate That I Love You, scritto da Ne-Yo e cantato insieme a quest'ultimo. Il brano è stato pubblicato il 21 agosto 2007 negli Stati Uniti.[45] Tuttavia il singolo riesce ad avere un buon successo piazzandosi alla settima posizione della chart statunitense.[46] Il suo video è stato pubblicato il 28 settembre 2007.[47] Come quarto singolo esce Don't Stop the Music il 7 settembre 2007[48] ed ha tuttavia avuto un ottimo successo globale arrivando in vetta a 9 classifiche mondiali.

Il suo video è stato pubblicato il 26 luglio 2007.[49] L'8 maggio 2008 esce If I Never See Your Face Again cantato insieme ai Maroon 5, estratto come primo singolo dalla riedizione di Good Girl Gone Bad, Good Girl Gone Bad: Reloaded. Il singolo riesce tuttavia ad avere un discreto successo soprattutto in Australia, dove ha raggiunto l'undicesima posizione.[50] Il suo videoclip è stato pubblicato il 23 aprile 2008.[51] La promozione di Good Girl Gone Bad: Reloaded va avanti con il singolo Take a Bow, ballata di grande successo pubblicato il 6 maggio 2008. Take a Bow ha raggiunto la vetta della classifica statunitense,[52] diventando la sua terza numero uno. Il terzo e ultimo singolo estratto da Good Girl Gone Bad: Reloaded è Disturbia, pubblicato il 26 settembre 2008.[53] Questo singolo ha raggiunto nuovamente la vetta della Billboard Hot 100,[54] diventando la sua quarta numero uno. La promozione di Good Girl Gone Bad è terminata con Rehab, cantato insieme a Justin Timberlake, pubblicato il 12 dicembre 2008.[55]

Rihanna ha anche duettato con il rapper T.I. in un nuovo singolo, Live Your Life, che ha raggiunto la numero uno in Nuova Zelanda e Stati Uniti, dove vi è stato per sei settimane non consecutive.[56] Good Girl Gone Bad ha venduto oltre sette milioni di copie nel mondo.[57] Il 15 settembre 2007 è partito il The Good Girl Gone Bad Tour, secondo tour di Rihanna composto da 80 spettacoli; la tournée è terminata il 24 gennaio 2009 a Città del Messico. L'8 febbraio 2009, in seguito al successo del suo terzo album e dei relativi singoli, avrebbe dovuto partecipare alla cinquantunesima cerimonia per l'assegnazione dei Grammy Awards, ma ha dovuto rinunciare per alcuni problemi insorti con l'ex fidanzato Chris Brown, successivamente accusato di violenza domestica e d'aggressione nei confronti della cantante.[58][59]

Il 4 maggio 2009 ha partecipato al galà del Costume Institute tenutosi al Metropolitan Museum di New York dopo mesi d'assenza dalle scene. Il progetto legato al suo terzo album è terminato con la pubblicazione, nel gennaio 2009, di Good Girl Gone Bad: The Remixes, contenente versioni remix delle canzoni che componevano l'album originale.[60] Rihanna ritorna sulla scena musicale dopo la violenta lite con Chris Brown lanciando Run This Town, una collaborazione con Jay-Z e Kanye West che ha raggiunto la numero due nella Billboard Hot 100, la numero uno in Regno Unito e i primi posti in classifica di alcuni Paesi.[61]

2009-2011: il ritorno con Rated R e Loud[modifica | modifica wikitesto]

Rihanna agli American Music Awards 2009.

Rihanna ha iniziato il suo successo con il suo nuovo album in studio a marzo 2009.[62] L'album è stato registrato nell'arco di circa otto mesi, da marzo 2009 a novembre 2009.[62] Per comporre il nuovo album Rihanna ha collaborato con Chuck Harmony, The-Dream, Christopher Stewart, Chase & Status, Stargate e Justin Timberlake.[63] L'uscita del nuovo album, intitolato Rated R è avvenuta il 23 novembre 2009.[64] L'album ha debuttato alla posizione numero 4 della Billboard 200, ottenendo una certificatione platino dalla RIAA per aver venduto oltre un milione di copie.[65] Inoltre l'album è arrivato in vetta in Norvegia e Svizzera.

Il 26 ottobre 2009 è stato pubblicato il singolo promozionale dell'album, Wait Your Turn e il 16 ottobre il suo corrispettivo video.[66] Il primo singolo ufficiale estratto dall'album è stato Russian Roulette, scritto e prodotto da Ne-Yo, che ha raggiunto il successo planetario arrivando in top-ten in molti paesi. Russian Roulette arriva alla seconda posizione nel Regno Unito e alla nona negli Stati Uniti. Questo singolo è stato pubblicato ufficialmente il 2 novembre 2009.[67] Come secondo singolo esce Hard solo per il mercato statunitense. Il brano è stato pubblicato il 19 gennaio 2010.[68] Hard riesce ad avere un buon successo mondiale arrivando alla numero otto della chart statunitense. Il terzo singolo estratto (secondo in Europa) è Rude Boy. Il singolo è stato pubblicato a livello mondiale il 19 febbraio 2010.[69] Questo singolo è arrivato in vetta in Australia e negli Stati Uniti, e alla seconda nel Regno Unito. Sean Kingstone e Details ne hanno creato una cover dal titolo Rude Girl, sulla quale è stato girato anche un videoclip.[70][71] Il singolo ha avuto anche un discreto successo in Italia, dove ha raggiunto l'ottava posizione.

Il 18 maggio 2010 esce il brano Rockstar 101, quarto singolo ufficiale solo negli Stati Uniti.[72] Il brano non ha avuto il successo sperato negli Stati Uniti ma è stato leggermente più fortunato in Australia dove ha raggiunto la ventiquattresima posizione. Il 7 giugno 2010 esce un nuovo singolo, quinto in totale; Te amo,[73][74] non destinato al mercato statunitense. Il brano ha avuto un modesto successo mondiale soprattutto nel continente europeo. In Italia Te amo ha raggiunto la settima posizione, mentre nel Regno Unito la quattordicesima. Il 16 aprile 2010 parte il Last Girl on Earth Tour, tour di Rihanna a sostegno di Rated R.[75] La tournée si è conclusa il 12 marzo 2011 a Perth, in Australia. Inoltre dall'album Recovery di Eminem è stato estratto come secondo singolo internazionale il brano Love the Way You Lie, in collaborazione con Rihanna.

Il singolo stesso ha esordito nella classifica Billboard Hot 100 alla seconda posizione per poi raggiungerne la vetta per sette settimane consecutive, divenendo la settima numero uno di Rihanna della sua carriera. Inoltre ha raggiunto la vetta delle classifiche di diverse altre nazioni,[76] ed è divenuto il singolo più venduto del 2010 in Regno Unito, e il primo singolo di Rihanna ad aver venduto più di un milione di copie nel Paese. La versione remixata di Rated R intitolata Rated R: Remixed è uscita il 24 maggio 2010. Rihanna ha prestato la voce anche per All of the Lights, una collaborazione con Kanye West, estratto come quarto singolo dall'album del rapper statunitense, My Beautiful Dark Twisted Fantasy.[77]

Nell'autunno 2010 è stato pubblicato anche il singolo Who's That Chick?, collaborazione della cantante con David Guetta tratta dal singolo o dall'album di quest'ultimo, One More Love, che ha ottenuto un buon successo commerciale.[78] Il suo quinto album in studio, Loud, è stato pubblicato il 12 novembre 2010 e ha debuttato alla terza posizione della classifica statunitense, vendendo 207.000 copie nella sua prima settimana.[79] Inoltre Loud è arrivato primo in Canada, Irlanda, Norvegia, Regno Unito e in Svizzera. Il singolo di lancio, Only Girl (In the World), è stato pubblicato a livello mondiale il 13 settembre 2010.[80]

Il singolo si è piazzato alla numero uno in una decina di Paesi di tutto il globo, dall'Australia al Canada, dal Regno Unito all'Italia. In Italia diviene il primo singolo dell'artista alla numero uno. Negli Stati Uniti, il brano restituisce alla cantante la sua nona numero uno nella Hot 100.[81] Il secondo singolo estratto è What's My Name?, collaborazione con Drake,[82] pubblicato digitalmente il 26 ottobre 2010[83] in attesa della pubblicazione dell'album. Il singolo ha raggiunto la numero uno sia negli Stati Uniti sia in Regno Unito, dove Rihanna è divenuta la prima cantante solista a piazzare cinque singoli alla numero uno anno dopo anno. Negli Stati Uniti, il brano ha raggiunto il primo posto nella Hot 100 due settimane prima del precedente estratto, Only Girl (In the World). Il 7 dicembre 2010[84] esce Raining Men, singolo promozionale dell'album che vede la partecipazione di Nicki Minaj.

Rihanna durante il tour promozionale per l'album Loud

Il 14 febbraio 2011, Rihanna porta a casa un Grammy per Only Girl (In the World) come miglior brano dance ai cinquantatreesimi Grammy Awards.[85] La promozione dell'album prosegue con la pubblicazione del terzo singolo internazionale (quarto negli Stati Uniti d'America) del brano S&M, pubblicato il 21 gennaio 2011 negli Stati Uniti[86] e l'11 aprile 2011 in Italia.[87] Tuttavia ha subito alcune censure nel testo, a causa di alcune parole ritenute volgari, e nel titolo, in Regno Unito modificato in Come On.[88] Il video musicale della canzone venne censurato in quasi l'intera Asia per i contenuti poco consoni, e, in altri Paesi, per essere visto su YouTube bisogna tuttora dichiarare di essere maggiorenni.

Questo singolo ha avuto un grande successo entrando nella Top 10 di tantissimi paesi di tutto il mondo. Ne fu creato anche un remix con l'aggiunta della voce della cantante statunitense Britney Spears, pubblicato in rete l'11 aprile 2011.[87] Il remix arrivò in testa alla Billboard Hot 100. Il 3 maggio 2011 viene pubblicato negli Stati Uniti[89] il brano Man Down, che giunge in Italia il 5 agosto 2011[90] Man Down non ha avuto il successo sperato nell'America del Nord, ma avuto più successo in Francia, dove ha raggiunto la vetta, e in Italia dove ha raggiunto l'ottava posizione[91] Pochi giorni dopo esce il brano California King Bed. Il singolo è stato distribuito in Italia il 13 maggio 2011.[92] Il brano ha avuto un buon successo, arrivando in vetta in Polonia e in Slovacchia. Il brano ha avuto un buon successo anche in Italia, dove ha raggiunto la decima posizione, ed è divenuto colonna sonora per i nuovi spot Nivea, di cui Rihanna era testimonial.[93]

Il 2 agosto 2011[94] viene pubblicato un altro singolo, Cheers (Drink to That), il settimo in totale e il 26 agosto 2011 il suo corrispettivo video. Il 4 giugno 2011 la cantante inizia la promozione del suo album con il The Loud Tour, che fa tappa in tutto il Mondo, tranne in Asia ed Oceania. Le ultime tre date del tour, nelle quali la cantante si è esibita alla O2 Arena di Londra, sono state filmate per una futura pubblicazione di un DVD.[95] Il 30 agosto 2011 esce sul mercato il singolo Fly, un secondo duetto della rapper Nicki Minaj con Rihanna, tratto dall'album d'esordio della prima artista, Pink Friday dove ha un buon successo in Nuova Zelanda.

2011-2013: Talk That Talk, il debutto da attrice e Unapologetic[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 giugno 2011 il produttore e cantante Kevin Rudolf ha dichiarato ai microfoni di Rap-Up.com di essere al lavoro su nuovo materiale per la cantante.[96] La stessa Rihanna, inizialmente, ha confermato su Twitter di essere al lavoro su una riedizione dell'album Loud.[97] Successivamente, sempre tramite Twitter, ha dichiarato: «Ho pensato di ripubblicarlo inizialmente, ma Loud ha un corpo tutto suo, è unico! Inoltre voi ragazzi vi impegnate così tanto per me, vi meritate qualcosa di totalmente nuovo.»

Il 2 ottobre 2011 è stato annunciato il nome dell'album: Talk That Talk,[3][98] la cui uscita è avvenuta il 21 novembre 2011.[99] Il singolo apripista dell'album, We Found Love,[100] prodotto dal DJ e cantante Calvin Harris,[101] viene pubblicato il 22 settembre 2011.[102] Questo brano è arrivato in vetta in moltissimi paesi, anche negli Stati Uniti dove ha dominato la classifica per dieci settimane, divenendo il singolo di Rihanna che è stato più tempo alla numero uno e il singolo con più settimane alla numero uno nel 2011, e undici in Canada. Rihanna ha trionfato agli MTV Video Music Awards 2012, ricevendo l'ambito titolo di Video dell'anno per il video di We Found Love, divenendo la prima donna a portarsi a casa questo titolo per la seconda volta.[103] Il secondo singolo estratto dall'album è stato You Da One pubblicato il 14 novembre 2011.[104]

Il video del singolo, girato nell'Irlanda del Nord, è stato presentato il 23 dicembre 2011.[105] You Da One ha avuto un discreto successo, arrivando alla decima posizione in Nuova Zelanda e alla quattordicesima negli Stati Uniti. Il terzo singolo estratto, Talk That Talk, è stato annunciato l'11 gennaio 2012 da Rihanna sul suo account twitter.[106] Lo stesso giorno è stata pubblicata la copertina del singolo.[107] Talk That Talk è stato pubblicato negli Stati Uniti il 17 gennaio 2012.[108] Questo brano era riuscito ad entrare in svariate classifiche nel dicembre 2011 grazie al grande download digitale di Talk That Talk. Questo brano è entrato nella classifica italiana a dicembre 2011 alla posizione numero ottanta. La canzone non ha avuto un video ufficiale e nessuna promozione. Inoltre la cantante nel febbraio 2012 diffonde un documentario diviso in quattro parti chiamato The Road To Talk That Talk,[109] dove si può vedere il processo di creazione dell'album con spezzoni di tour, monologhi dell'artista, e scene di Rihanna insieme al suo entourage.

Nel novembre 2011 la cantante debutta come stilista per Giorgio Armani,[110] e inizia la carriera di attrice con la partecipazione al film Battleship (uscito l'anno successivo). Il 6 marzo 2012 esce il quarto singolo, Birthday Cake,[111] che vede la collaborazione del cantante Chris Brown.[112] Il brano è arrivato alla ventiquattresima posizione della Billboard Hot 100 senza video e promozione. L'8 maggio 2012 viene pubblicato Where Have You Been come terzo singolo per il resto del mondo e come quinto singolo in totale. Per la canzone è stato girato un video.[113] Questo brano, rispetto ai suoi precedenti tre ha avuto più successo soprattutto in Francia dove ha raggiunto la seconda posizione, oltre ad aver raggiunto la top ten di molti paesi, tra cui Stati Uniti (posizione 5) e Inghilterra (posizione 6).Il 7 settembre 2012 entra in rotazione radiofonica il sesto ed ultimo singolo, Cockiness (Love It). Il 12 febbraio 2012 Rihanna viene decretata vincitrice di un terzo Grammy per la miglior collaborazione con un artista rap ai cinquantaquattresimi Grammy Awards, ed è protagonista dei BRIT Awards 2012 venendo incoronata "miglior artista femminile internazionale" per il secondo anno di fila.[114][115]

Nel 2012, Rihanna lancia sul mercato altri due singoli, Princess of China, una collaborazione con i Coldplay estratta dal fortunato album Mylo Xyloto, e Take Care, duetto con il rapper Drake tratto dal disco omonimo.[116][117] Nell'aprile 2012 Rihanna annuncia un nuovo album per il quale ha scelto un sound ruvido. Nel 2012 ha inoltre preso parte al film Battleship, diretto da Peter Berg. Rihanna, che in questo film veste nel film i panni di una tosta sottufficiale della marina statunitense ed esperta di armi di nome Raikes.[118] Rihanna dopo questo debutto ha voluto continuare la carriera da attrice non eliminando la sua carriera da cantante. Nel 2012 Forbes nomina Rihanna la quarta celebrità più rilevante dell'anno, con un utile di 53 milioni dollari tra maggio 2011 e maggio 2012;[119] nello stesso anno la rivista TIME l'ha nominata come una delle 100 persone più influenti del mondo.[120]

Rihanna assieme ad alcuni membri del cast di Battleship.

La popstar sarà presente anche nel film documentario di Katy Perry Katy Perry: Part of Me,[121] che uscirà nelle sale di tutto il mondo nel giugno 2012. Il 19 agosto 2012, Rihanna è scoppiata a piangere durante un'intervista con la celebre conduttrice Oprah Winfrey nella nuova puntata della seconda serie del programma tv Oprah's Next Chapter.[122] La confessione ha fatto risalire gli ascolti e la puntata è divenuta la seconda più seguita nella storia della rete televisiva Oprah Winfrey Network.[123]

Inoltre viene annunciato nel 2012 che la cantante reciterà nel film The Fast and the Furious 6, la quale uscita è prevista per il 2013,[124] ma l'artista ha deciso di rinunciare al ruolo per via del suo fitto calendario determinato dalla promozione del suo nuovo disco ed è stata per questo rimpiazzata da Rita Ora.[125] Il 20 giugno 2012 Rihanna ha cominciato a registrare il suo settimo album in studio a Londra, collaborando con Nicky Romero, Burns e David Guetta. Il 27 settembre 2012 viene pubblicato e diffuso nelle radio il brano inedito Diamonds, singolo di lancio del nuovo album.

Diamonds decolla rapidamente nelle classifiche mondiali e si stanzia alla numero uno in Paesi di più continenti, anche in Canada e negli Stati Uniti, divenenendo la dodicesima numero uno di Rihanna nella Billboard Hot 100.[126] L'11 ottobre 2012 vengono presentati la cover e il nome del settimo album, cioè Unapologetic, che sarà disponibile il 19 novembre 2012.[127] Negli Stati Uniti, Unapologetic si piazza alla numero uno nella Billboard 200 nella prima settimana di vendita con oltre 238.000 copie vendute, divenendo il primo album di Rihanna alla numero uno nel Paese. Rihanna mette a segno anche un nuovo record per numero di vendite nella prima settimana, superando quelle del suo quinto album, Loud.[128] Il 30 novembre 2012, la cantante ha anche annunciato che il nuovo singolo estratto dal suo nuovo disco sarà Stay, in uscita nei negozi di dischi il 7 dicembre.[129] A maggio viene comunicata l'uscita di un documentario che riguarda il tour della cantante, trasmesso il 6 maggio in anteprima dalla Fox.[130] Il giorno dopo la pubblicazione di Stay, è stato lanciato per le radio urban americane il terzo singolo americano, Pour It Up. Quest'ultimo ha avuto un ottimo successo negli Stati Uniti d'America, dove ha raggiunto il disco di platino senza promozione e video. Right Now è il terzo singolo mondiale e il quarto americano estratto da Unapologetic ed è stato ufficialmente inviato alle radio statunitensi il 28 maggio 2013. Per promuovere l'album, Rihanna annuncia il Diamonds World Tour, una serie di concerti distribuiti in tutto il mondo, tranne nell'America Meridionale. Ha preso inizio negli Stati Uniti d'America, precisamente a Buffalo, l'8 marzo 2013 concludendosi, sempre nel territorio statunitense, esattamente sei mesi dopo, a novembre dello stesso anno.

Rihanna in concerto nel 2013

Rihanna ha poi collaborato col rapper Wale, registrando il remix della canzone del suo nuovo album The Gifted, (Bad remix), presentato il 3 giugno. Era stata registrata anche Put It Up, un duetto che vedeva Rihanna affiancata a Chris Brown. La canzone avrebbe dovuto essere nella lista tracce dell'album di Brown X, ma in seguito alla rottura dei due, si è deciso di escludere il pezzo dalla lista tracce finale.[131] Sempre a inizio giugno vengono certificate sia Diamonds che Stay triplo disco di platino negli Stati Uniti d'America, entrando a far parte della classifica dei 350 più grandi successi di tutti i tempi secondo Mediatraffic, rispettivamente al #130 e #306. Il 29 luglio viene estratto (per le radio francesi in tale data, mentre nel resto del mondo il 1º ottobre) What Now come quinto singolo, dato il grande successo che ha avuto in Oceania. Esattamente un mese dopo, il 29 agosto, vengono presentati 10 remix di del brano, frutto soprattutto del DJ R3hab. In questo periodo What Now viene certificato disco di platino, come sperato, in Australia. Il 2 ottobre Rihanna pubblica il video di Pour It Up dopo ben 10 mesi dall'uscita ufficiale del singolo.

In questo periodo Rihanna si prepara per presentare una sua collezione autunnale di capi d'abbigliamento, la versione americana del suo reality show Styled To Rock, di grande successo in Regno Unito, e un documentario sulla sua vita dal titolo Half of Me Documentary. Rihanna nel mese di settembre posta su Twitter: "Sono appena uscita dallo studio di registrazione con uno dei miei artisti preferiti #monster". Inizialmente si è pensato ad una collaborazione con Lady Gaga ma la notizia venne poi smentita. In seguito il noto rapper Eminem ha pubblicato la tracklist del suo album The Marshall Mathers LP 2, e la traccia 12, intitolata The Monster, in collaborazione con Rihanna. The Monster è stata scelta come quarto singolo estratto dall'album del rapper, in uscita il 28 ottobre 2013. Il 15 novembre 2013 è stato pubblicato su Vevo il video di What Now, come preannunciato dalla cantante già alcuni giorni prima su Instagram e Twitter. Nello stesso mese riceve l'Icon Award, un premio alla carriera unicamente dedicato a lei, e consegnato dalla madre durante gli American Music Awards.[132]

Il 16 dicembre 2013 viene pubblicato il video del duetto The Monster sul canale Vevo di Eminem e poco dopo la cantante colombiana Shakira annuncia tramite Twitter la data di uscita del suo nuovo singolo intitolato Can't Remember to Forget You, brano d'apertura del suo nuovo album, in collaborazione con Rihanna, che viene pubblicato il 13 gennaio 2014.[133]

2014: il debutto da stilista e Home[modifica | modifica wikitesto]

Rihanna in concerto a Washington D.C. nel novembre 2014.

Dopo le varie collaborazioni con artisti come Eminem e Shakira[134][135], è stato annunciato che Rihanna sta lavorando al suo ottavo album in studio. La cantante infatti dall'inizio del 2014 collaborò con produttori come David Guetta, Dj Mustard, Darkchild, Nicky Romero e Kiesza, e con artisti come Future, Kanye West e i Coldplay.[136][137][138][139] Il 25 febbraio 2014, la DreamWorks Animation annunciò che Rihanna avrebbe pubblicato un concept album per il nuovo film d'animazione 3D Home - A casa, nel quale la stessa cantante sarebbe stata tra i protagonisti del doppiaggio, insieme ad altre star tra cui Jennifer Lopez e Steve Martin.[140] L'album fu pubblicato il 23 marzo 2015.

Nel maggio 2014 Rihanna è passata dalla casa discografica Def Jam Recordings alla Roc Nation, già produttrice dei suoi album dal 2010,[141] e nello stesso periodo la cantante è divenuta la prima artista musicale ad aver raggiunto i cinque miliardi di visualizzazioni su YouTube.[142]

Il 2 giugno 2014 ha partecipato, insieme alle icone fashion del momento, al Council of Fashion Designers of America.[143] Il 5 giugno la cantante si è recata a Parigi dove ha firmato una partnership di reciproca collaborazione con il marchio Hard Rock Cafe, che prevede il contributo della popstar al programma Artist Spotlight di Hard Rock, che presenta il lavoro di artisti internazionali e sostiene cause umanitarie in tutto il mondo. Infatti il brand offrì una donazione di 200 mila dollari alla fondazione «Clara Lionel», creata da Rihanna nel 2012 in onore dei suoi nonni, Clara e Lionel Braithwaite, impegnata a migliorare l'assistenza sanitaria nelle isole Barbados. Risultato di questa collaborazione è stata una t-shirt in edizione limitata che è in vendita in tutti i negozi Hard Rock del mondo.[144]

Il 7 agosto 2014 Rihanna ed Eminem inaugurarono a Pasadena in California il loro The Monster Tour, il quale toccò diverse città dell'America del Nord e risultando sold out. Il 12 novembre 2014 Rihanna si è esibita al "Concert for Valor", un evento celebrativo del "Veterans Day" tenutosi a Washington per celebrare il sacrificio dei militari americani. Durante questo evento Rihanna si esibì sulle note di Diamonds, Stay e per finire The Monster, insieme al rapper Eminem.[145]

Il 16 dicembre 2014 Rihanna firmò un contratto pluriennale con il marchio di abbigliamento PUMA, che ha avuto inizio a partire da gennaio 2015, facendola diventare così la global ambassador di PUMA per la linea Training donna e la direttrice creativa della collezione donna. Bjørn Gulden, CEO di PUMA, commentò: «La firma con Rihanna è uno step fantastico per PUMA. Il suo profilo globale, il suo carisma, la sua personalità e la sua ambiziosità fanno di lei l'ambassador perfetta per il nostro brand».[146]

2015-presente: Anti[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 gennaio 2015 Rihanna ha pubblicato per il download digitale un singolo inedito intitolato FourFiveSeconds, inciso con Paul McCartney e Kanye West; ad esso ha fatto seguito il relativo videoclip, uscito su Vevo il 3 febbraio.[147] Il singolo è arrivato alla quarta posizione dei singoli più scaricati negli Stati Uniti d'America e nel Regno Unito. Il 25 marzo pubblicò una foto su Instagram con gli hashtag "#26March #BBHMM #R8", facendo intendere implicitamente che il giorno successivo sarebbe uscito un nuovo singolo, intitolato Bitch Better Have My Money. Durante le ore antecedenti all'uscita ufficiale, la Roc Nation ha reso disponibili alcune anteprime del brano attraverso l'applicazione Dubsmash. Il 4 aprile la cantante ha presentato dal vivo il brano inedito American Oxygen in occasione del March Madness 2015; tale brano uscì come singolo il giorno seguente attraverso la piattaforma musicale Tidal. Il 14 maggio il brano Goodnight Gotham venne utilizzato per sponsorizzare la campagna di Dior, Secret Garden IV. Il 1º luglio 2015 pubblicò il video di Bitch Better Have My Money. La pubblicazione su Vevo è avvenuta in concomitanza all'annuncio pubblicato dalla RIAA che vede il trionfo di Rihanna poiché prima artista della storia ad essere riuscita a vendere 100 milioni di canzoni certificate negli Stati Uniti d'America.[5]

Il 7 ottobre Rihanna ha annunciato il titolo e la copertina del suo ottavo album in studio, Anti,[148] e per la sua promozione è stato lanciato il sito ANTIdiaRy.com in collaborazione con Samsung. Il 25 gennaio 2016 la cantante ha comunicato di aver completato definitivamente l'album, mentre due giorni più tardi ha pubblicato il singolo apripista Work, inciso in collaborazione con il rapper canadese Drake; il brano si rivela essere un buon successo, divenendo una hit immediata in tutto il mondo: negli Stati Uniti d'America ha raggiunto la prima posizione della Billboard Hot 100,[149] divenendo il 14º singolo della cantante a raggiungere tale posizione, superando il precedente primato detenuto da Michael Jackson. Il 28 gennaio Rihanna ha pubblicato esclusivamente su Tidal l'edizione standard di Anti, scaricabile gratuitamente nelle prime 24 ore.[150] A distanza di appena un giorno dalla sua pubblicazione, Anti è stato certificato disco di platino dalla RIAA per aver venduto oltre un milione di copie negli Stati Uniti d'America.[151] Nonostante un tiepido avvio, a partire dalla seconda settimana di disponibilità, il disco ha raggiunto la vetta sia negli Stati Uniti d'America che in Canada, venendo eletto, insieme a Views di Drake, il miglior album di metà anno secondo la RIAA, grazie a una vendita superiore ai 2 milioni di copie nei soli Stati Uniti.[152]

Nel mese di marzo 2016 la cantante ha intrapreso l'Anti World Tour, tournée che visiterà America del Nord, Europa e si concluderà in Asia nell'inverno dello stesso anno,[153] mentre il 30 dello stesso mese sono stati pubblicati contemporaneamente negli Stati Uniti d'America i singoli Kiss It Better e Needed Me, il primo dei quali è stato accompagnato dal relativo videoclip il giorno successivo;[154] il videoclip per Needed Me è stato invece reso disponibile il 20 aprile ed è stato diretto da Harmony Korine.[155]

Il 29 aprile 2016 il DJ britannico Calvin Harris ha pubblicato il singolo This Is What You Came For,[156] inciso con Rihanna. Il brano ha sancito la loro terza collaborazione dopo We Found Love e Where Have You Been (singoli tratti dall'album della cantante Talk That Talk del 2012) ed è stato accompagnato da un videoclip, pubblicato il 17 giugno e che vede come unica protagonista la cantante barbadiana e un cameo di pochi secondi di Harris.[157] Il 27 giugno Rihanna ha pubblicato per il download digitale il singolo inedito Sledgehammer, composto insieme a Sia ed impiegato come colonna sonora del film Star Trek Beyond;[158] il relativo videoclip è stato pubblicato tre giorni più tardi attraverso il canale Vevo della cantante.

Stile musicale[modifica | modifica wikitesto]

Artista contemporary R&B e dance pop, Rihanna ha fuso tendenze urban e reggae a ritmi ripresi dalla dancehall.[159][160] Dopo tre album di pop leggero,[161][162][163] l'artista è passata al suono più R&B e rap del cupo Rated R (2009)[159][164] e alle sonorità ballabili di Loud (2010), che ritorna al dance pop degli esordi.[164] Dopo la pubblicazione di Unapologetic (2012), più vicino alla musica urban, la cantante barbadiana ha preso le distanze dalle sue influenze R&B e dance che l'hanno sempre distinta come conferma il più atipico Anti (2016),[165] che segna una virata verso la psichedelia, il soul e il funk.[166]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver brevemente frequentato l'attore Josh Hartnett[167], ha avuto una relazione con Chris Brown. Nel 2009 Chris Brown, viene denunciato dalla cantante per maltrattamento e violenza, a seguito della divulgazione di foto ritraenti la propria persona con lesioni gravi al viso e sul corpo più in generale. Qualche mese dopo, tuttavia, Rihanna ritirò le accuse e lasciò perdere la causa legale, successivamente Brown ammise che era sotto effetto di sostanze stupefacenti quella sera.[168]

Nel 2009 ha avuto un flirt con il giocatore di baseball Matt Kemp[169] e successivamente nel 2010 con Drake[170].

Durante gli ultimi mesi del 2012, diversi eventi, avvistamenti e foto pubblicate da Rihanna su Instagram e Twitter fecero pensare che la cantante barbadiana avesse recuperato il suo rapporto con Brown.[171][172][173][174] Dopo essere stata avvistata con il cantante statunitense in un famoso di locale di New York e durante un concerto del rapper statunitense Jay-Z[175][176], Rihanna si recò a Berlino per assistere alla data del Carpe Diem Tour di Brown[177] e per festeggiare il giorno del ringraziamento con lui.[178] I due si sono poi lasciati nuovamente nel gennaio 2013: è stato il cantante stesso a renderlo ufficiale in un'intervista. Nel marzo 2014 Rihanna ha avuto nuovamente una relazione con il rapper Drake.[179]

Nel giugno del 2015 ha intrapreso una relazione con il calciatore francese Karim Benzema terminata poi ad ottobre 2015.[180][181] Nel marzo 2016 ha rincominciato una relazione con Drake.[182]

Attività benefiche[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2006 Rihanna ha istituito la fondazione Believe, con lo scopo di aiutare i bambini ammalati in stato terminale.[183][184] Ha organizzato diversi concerti per raccogliere fondi per la fondazione. A fine agosto 2008 è stato pubblicato il singolo Just Stand Up!, una canzone per raccogliere fondi per la ricerca contro il cancro. Alla canzone partecipano altre quattordici cantanti R&B, pop e country: Nicole Scherzinger, Beyoncé, Carrie Underwood, Miley Cyrus, Sheryl Crow, Fergie, Leona Lewis, Keyshia Cole, LeAnn Rimes, Natasha Bedingfield, Mary J. Blige, Ciara, Mariah Carey e Ashanti.

Il 2 settembre la canzone è stata pubblicata come download digitale e il 5 eseguita live da tutte le cantanti alla campagna promozionale Stand Up to Cancer. Rihanna, insieme ad altre popstar come Timbaland e i Good Charlotte, ha partecipato alla realizzazione, organizzata dall'azienda H&M di "Fashion against AIDS", una collezione di abiti, i cui introiti sono stati devoluti alla ricerca per l'AIDS.[185]

Il 27 ottobre 2008, a Londra, ha preso parte all'evento Divas II insieme ad Anastacia, Dionne Warwick, Leona Lewis, Pink, Gabriella Cilmi e le Sugababes.[186]

Nel 2010 Rihanna ha inciso Redemption Song, cover di una canzone di Bob Marley, che ha interpretato all'Oprah Winfrey Show. Il brano, reso disponibile sulla piattaforma iTunes degli Stati Uniti per qualche tempo, ha visto i propri profitti devolversi a favore delle diverse associazioni che aiutano i disagiati sopravvissuti al Terremoto di Haiti del 2010.[187][188]

Sempre per la stessa causa la cantante ha inciso il brano Stranded (Haiti Mon Amour) insieme a Bono, The Edge (che sono rispettivamente il cantante e il chitarrista degli U2) e a Jay-Z. La canzone ha raccolto oltre cinquantasette milioni di dollari di introiti, poi devoluti.[189] Il brano ha raggiunto la posizione numero tre nelle classifiche di paesi quali Irlanda e Svezia, anche se negli Stati Uniti, dopo il debutto alla sedicesima posizione, il pezzo è sceso in classifica alla posizione numero ottantaquattro per poi sparire.[190]

Alla fine del 2012 la cantante ha donato quasi 2 milioni di dollari all'ospedale Queen Elizabeth di Bridgetown, che come ringraziamento ha rinominato "Centro Clara Braithwaite per l'Oncologia e la Medicina Nuclearecon" il proprio reparto di radiologia, commemorando il nome della nonna di Rihanna, Clara Dolly Braithwaite, defunta a giugno dello stesso anno.[191]

Agli inizi del 2014 Rihanna ha deciso di intraprendere il ruolo di portavoce del progetto di sostegno alla lotta contro l'AIDS, che da anni l'azienda di cosmetici MAC porta avanti. Il risultato è il lancio di due cosmetici della linea MAC Viva Glam, dei quali il 100% del ricavato di vendita sarà donato al MAC AIDS Fund, per supportare concretamente le persone affette da HIV/AIDS in tutto il mondo.[192]

Il primo dicembre 2014 la cantante ha organizzato l'evento chiamato Diamond Ball a Beverly Hills, condotto da Jimmy Kimmel, con lo scopo di raccogliere fondi per la Clara Lionel Foundation. L'attore Brad Pitt l'ha introdotta sul palco; Rihanna ha poi cantato alcuni dei suoi più famosi brani davanti 600 invitati, accompagnata da un'orchestra sinfonica. Tra gli ospiti presenti, oltre i già precedentemente citati, vi erano Kim Kardashian, il rapper Big Sean, Ellen Pompeo, Nikki Reed e Justin Timberlake.[193]

Riconoscimenti e premi[modifica | modifica wikitesto]

Durante la sua carriera, l'artista è stata più volte premiata con diversi riconoscimenti. Nel 2007 vinse due premi agli MTV Video Music Awards nelle categorie "Video of the Year" e "Monster Single of the Year" per Umbrella.[194] Ha vinto agli American Music Awards il premio "Favourite Female artist" nel 2007 e nel 2008, ha vinto lo stesso premio nel 2010 nella categoria R&B e nel 2011 ha ricevuto il premio "Favourite Soul Album" per Loud. Nel 2011 vince il suo primo BRIT Award come "International Female Solo Artist". Ha inoltre ricevuto un Grammy Award nella categoria "Best Rap\Sung Collaboration" sia nel 2007 che nel 2009 rispettivamente per le canzoni Umbrella e Run This Town; nel 2011 le è stato consegnato un Grammy per Only Girl (In the World) nella categoria "Best Dance Recording".[195]

Rihanna nel 2013

Ha avuto quattordici singoli alla prima posizione della classifica Billboard Hot 100 (SOS, Umbrella con Jay-Z, Take a Bow, Disturbia, Live Your Life di T.I., Rude Boy, Love the Way You Lie di Eminem, What's My Name? con Drake, Only Girl (In the World), S&M, We Found Love con Calvin Harris, Diamonds, The Monster di Eminem e Work con Drake, superando il record di Michael Jackson, cioè di 13 brani in vetta alla classifica.[196] Si tratta dell'artista con più singoli al numero uno negli Stati Uniti d'America a partire dal 2000, e la terza artista donna in assoluto per numero di singoli al primo posto.[197] Inoltre è la prima ed unica cantante donna ad aver raggiunto il traguardo di oltre 9 miliardi di visualizzazioni totali con oltre 21 milioni di iscritti sul suo canale VEVO di YouTube. La cantante detiene inoltre il primato di artista con più video certificati Vevo, in totale 25.

Ha anche stabilito dei Guinness World Record nel 2010 nella categoria "Musica" come "Artista che ha venduto più singoli e album nel Regno Unito".[198][199] Nel 2012 vince il premio "Video of the year" agli MTV Video Music Awards per We Found Love facendola divenire l'unica artista femminile ad aver vinto più di una volta in questa categoria, e nel 2013 vince un Grammy sempre per We Found Love nella categoria "Best Short Form Music Video". Inoltre agli American Music Awards 2013 Rihanna è stata la prima cantante in assoluto a vincere l'Icon Award, un premio fatto appositamente per lei e consegnatole dalla madre la sera della cerimonia di premiazione. La stessa sera la cantante ha trionfato anche nella categoria "Favorite Female Artist — Soul/R&B".

Durante la cerimonia dei Grammy Awards 2014 Rihanna vince il suo ottavo Grammy per l'album Unapologetic nella categoria "Best Urban Contemporary Album". La canzone The Monster, contenuta nell'album The Marshall Mathers LP 2 di Eminem, alla quale Rihanna ha collaborato, vince un Grammy Award alla miglior collaborazione con un artista rap ai Grammy Awards 2015.

Il 2 giugno 2014 Rihanna riceve il premio di Icona della Moda durante la cerimonia organizzata dai CFDA (Council of Fashion Designers of America), consegnatole direttamente dalla direttrice di Vogue, Anna Wintour. Il premio era stato in precedenza consegnato alla cantante Lady Gaga nel 2011. Il 1º luglio 2015 la RIAA ha annunciato che Rihanna ha superato la soglia delle oltre 100 milioni di copie con i suoi singoli, divenendo la prima artista in assoluto a raggiungere tale obiettivo.[5] L'ottavo album della cantante, Anti, è stato l'album più veloce della storia a raggiungere il disco di platino, precisamente dopo 15 ore dal suo rilascio mondiale.[200] Il 28 agosto 2016, in occasione degli XXXIIIª edizione degli MTV Video Music Awards, Rihanna è stata premiata con il "Michael Jackson Vanguard Award", ambito riconoscimento che premia i musicisti che hanno lasciato un'impronta profonda nel panorama musicale globale; il moonman rappresentativo di tale onorificenza le è stato consegnato dal collega e amico Drake, giunto a sorpresa alla cerimonia.[201]

In tutto la cantante ha vinto 8 Grammy Awards, 8 American Music Awards, 12 Billboard Music Awards, 2 Brit Awards, 4 MTV Video Music Awards, 4 MTV European Music Awards, 7 People's Choice Awards e 4 iHeartRadio Music Awards.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Discografia di Rihanna.

Tournée[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Documentari[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrice[modifica | modifica wikitesto]

Colonne sonore[modifica | modifica wikitesto]

Profumi[modifica | modifica wikitesto]

  • Reb'l Fleur (2011)
  • Rebelle (2012)
  • Nude (2012)
  • Rogue (2013)
  • Rogue for Men (2014)
  • Rogue Love (2014)
  • RiRi (2015)
  • Crush (2016)[203]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Rihanna, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 1º luglio 2015.
  2. ^ (EN) Biografia di Rihanna su zimbio.com, zimbio.com. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  3. ^ a b Rihanna: Talk That Talk è il titolo del nuovo album
  4. ^ (EN) Rihanna, Roc Nation. URL consultato il 4 marzo 2016.
  5. ^ a b c (EN) Rihanna Is First Artist to Cross RIAA's 100 Million Song Certification, Recording Industry Association of America. URL consultato il 17 ottobre 2015.
  6. ^ (EN) Rihanna Wins the 'AMA Icon Award,' Performs 'Diamonds', Billboard. URL consultato il 4 marzo 2016.
  7. ^ (EN) CFDA Fashion Awards, CFDA. URL consultato il 5 marzo 2016.
  8. ^ a b (EN) Biografia di Rihanna su people.com, people.com. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  9. ^ a b c d e (EN) Carribean Queen: Rihanna, ew.com. URL consultato il 26 dicembre 2011.
  10. ^ (EN) Rihanna's secret family, thesun.co.uk. URL consultato il 26 dicembre 2011.
  11. ^ (EN) Rihanna's secret family: two half-sisters, a half-brother — and two nieces, latimesblogs.latimes.com. URL consultato il 26 dicembre 2011.
  12. ^ (EN) Rihanna: "I Was Bullied, But Now I'm In A Much Bigger World", Capital FM. URL consultato il 5 marzo 2016.
  13. ^ (EN) Rihanna Says Loud's 'Man Down' Is 'Gangsta', MTV. URL consultato il 26 dicembre 2011.
  14. ^ (EN) Talking Shop: Shontelle, in BBC News, 24 febbraio 2009. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  15. ^ (EN) Steve Jones, Rihanna has her day in the Sun, in USA Today. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  16. ^ (EN) Shaheem Reid, Jay-Z picks, in MTV.com. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  17. ^ (EN) Music of the Sun, iTunes. URL consultato il 18 maggio 2012.
  18. ^ (EN) Rihanna Interview, KidzWorld. URL consultato il 18 maggio 2012.
  19. ^ a b (EN) Billboard.com - Artis Chart History - Rihanna, Billboard. URL consultato il 18 maggio 2012.
  20. ^ (EN) Gold & Platinum, RIAA. URL consultato il 6 marzo 2016.
  21. ^ (EN) Ask Billboard: Rihanna's Best-Selling Songs & Albums, Billboard. URL consultato il 6 marzo 2016.
  22. ^ a b c (EN) Rihanna: Music of the Sun, SlantMagazine. URL consultato il 18 maggio 2012.
  23. ^ (EN) Rihanna - Pon de replay, italiancharts.com. URL consultato il 18 maggio 2012.
  24. ^ (EN) Rihanna Insists She's Got What You Need In 'Pon De Replay' Follow-Up, MTV. URL consultato il 18 maggio 2012.
  25. ^ (EN) Rihanna Getting In Touch With Her Rock Side For Next LP, MTV. URL consultato il 18 maggio 2012.
  26. ^ Rihanna - A Girl Like Me - CD di Rihanna, ibs.it. URL consultato il 18 maggio 2012.
  27. ^ (EN) Gold & Platinum, RIAA. URL consultato il 5 marzo 2016.
  28. ^ iTunes - Musica - Unfaithful - Singolo di Rihanna, iTunes. URL consultato il 18 maggio 2012.
  29. ^ (EN) Unfaithful - Rihanna, Billboard. URL consultato il 18 maggio 2012.
  30. ^ (EN) Rihanna: A Girl Like Me, SlantMagazine. URL consultato il 18 maggio 2012.
  31. ^ a b (EN) Rihanna Lets Fans Be Her Guide, Selects Summer Jam 'We Ride' As Next Single, MTV. URL consultato il 18 maggio 2012.
  32. ^ (EN) Mims Puts The 'Hot' In The Hot 100 At No. 1, Billboard. URL consultato il 18 maggio 2012.
  33. ^ (EN) Rihanna, in Internet Movie Database, IMDb.com.
  34. ^ Biografia di Rihanna su musictory.it, musictory.it. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  35. ^ a b Rihana e il suo look "sadomaso", in spaziogossip.com], 6 ottobre 2009. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  36. ^ (EN) Rihanna Brings On Acting Career With New 'Bring It On' Flick, MTV. URL consultato il 19 maggio 2012.
  37. ^ (EN) Rihanna Loses Good Girl Image, Thanks To Jay-Z, Justin, Timbaland, Ne-Yo, MTV. URL consultato il 19 maggio 2012.
  38. ^ Classifica italiana del 13 luglio 2007, FIMI. URL consultato il 19 maggio 2012.
  39. ^ (EN) Good Girl Gone Bad - Rihanna, EW. URL consultato il 19 maggio 2012.
  40. ^ Paul Sexton, Rihanna Makes It 10 Weeks Atop UK Singles Chart, in Billboard, 23 luglio 2007. URL consultato l'8 febbraio 2009.
  41. ^ (EN) Nuove uscite del 2007, FMQB. URL consultato il 19 maggio 2012.
  42. ^ (EN) Chart Starts - Rihanna - Shut Up and Drive, Chart Starts. URL consultato il 19 maggio 2012.
  43. ^ (EN) Shut Up and Drive - Rihanna, Billboard. URL consultato il 19 maggio 2012.
  44. ^ (EN) iTunes - Music Videos - Shut Up and Drive, iTunes. URL consultato il 19 maggio 2012.
  45. ^ (EN) R&B Going for Adds, gfa.radioandrecords.com. URL consultato il 19 maggio 2012.
  46. ^ (EN) Hate That I Love You - Ne-Yo, Billboard. URL consultato il 19 maggio 2012.
  47. ^ (EN) iTunes - Music Videos - Hate That I Love You by Rihanna, iTunes. URL consultato il 19 maggio 2012.
  48. ^ iTunes - Musica - Don't Stop the Music - EP di Rihanna, itunes.apple.com. URL consultato il 19 maggio 2012.
  49. ^ (EN) iTunes - Music Videos - Don't Stop the Music by Rihanna, iTunes. URL consultato il 19 maggio 2012.
  50. ^ (EN) australiancharts.com - Maroon 5 feat Rihanna - If I Never See Your Face Again, australian-charts.com. URL consultato il 19 maggio 2012.
  51. ^ (EN) Sweetness and steel - Rihanna vs Maroon 5, TheGuardian. URL consultato il 19 maggio 2012.
  52. ^ (EN) Take a Bow - Rihanna, Billboard. URL consultato il 19 maggio 2012.
  53. ^ iTunes - Musica - Disturbia - singolo di Rihanna, iTunes. URL consultato il 19 maggio 2012.
  54. ^ (EN) Disturbia - Rihanna, Billboard. URL consultato il 19 maggio 2012.
  55. ^ (EN) WebCite query results, WebCite. URL consultato il 19 maggio 2012.
  56. ^ T.I. and Rihanna – Live Your Life – Music Charts, Acharts.us. URL consultato il 23 ottobre 2008.
  57. ^ Beyoncé, Lady Gaga, Rihanna albums to hit shelves November 23, 17 novembre 2009.
  58. ^ (EN) Caroline Hedley, Grammy Awards 2009: Rihanna pull out after Chris Brown arrest, in The Telegraph, 9 febbraio 2009. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  59. ^ (EN) Chris Brown accusato d'aggressione, in rockol.it, 5 marzo 2009. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  60. ^ (EN) Scheda di Good Girl Gone Bad su play.com, play.com. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  61. ^ Jay-Z featuring Rihanna and Kanye West — Run This Town, in Music Charts. URL consultato il 24 agosto 2009.
  62. ^ a b (EN) Rihanna Recording 'Inspiring' New Tracks With Producers Stargate, MTV. URL consultato il 20 maggio 2012.
  63. ^ (EN) Rihanna recording new music with Stargate, news-briefs.ew.com. URL consultato il 20 maggio 2012.
  64. ^ (EN) Rihanna - Rated R, iTunes. URL consultato il 20 maggio 2012.
  65. ^ (EN) Gold & Platinum, RIAA. URL consultato il 5 marzo 2016.
  66. ^ (EN) RIHANNA SHOOTS TOP-SECRET MUSIC VIDEO, Rap-Up.com. URL consultato il 20 maggio 2012.
  67. ^ Russian Roulette - Rihanna, iTunes. URL consultato il 21 maggio 2012.
  68. ^ (EN) Hard - Rihanna, iTunes. URL consultato il 21 maggio 2012.
  69. ^ (EN) Rude Boy - Rihanna, iTunes. URL consultato il 21 maggio 2012.
  70. ^ Sean Kingston & Detail - Rude Girl [Official Video] - YouTube
  71. ^ Wikio Shopping
  72. ^ (EN) Nuove uscite - 2010, FMQB. URL consultato il 21 maggio 2012.
  73. ^ Rihanna - Te Amo (quarto singolo)
  74. ^ Rihanna: via "Photographs"; il quarto singolo ufficiale è "Te Amo"
  75. ^ (EN) Rihanna Announces Last Girl On Earth Tour With Ke$ha, Nicki Minaj, MTV. URL consultato il 21 maggio 2012.
  76. ^ Love the Way You Lie su acharts.us, acharts.us. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  77. ^ James Montgomery, Rihanna 'Loved' Working With Kanye West On 'All Of The Lights', su MTV News. URL consultato il 7 dicembre 2010.
  78. ^ Who's That Chick? su italiancharts.com, italiancharts.com. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  79. ^ Le vendite della settimana: Loud debutta con 207 mila copie, in RnB Junk, 25 novembre 2010. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  80. ^ Only Girl (In the World) (2010) - Rihanna, 7digital. URL consultato il 21 maggio 2012.
  81. ^ Only Girl (In the World) su acharts.us, acharts.us. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  82. ^ (EN) Molly Sullivan, Rihanna knew Drake was the one for "What's My Name" remix, in Hollywoodnews.com, 9 ottobre 2010. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  83. ^ (EN) Top 40/M Future Singles, Allaccess. URL consultato il 21 maggio 2012.
  84. ^ (EN) luglio 2010&Format=5 R&R Going for Adds , R&B. URL consultato il 21 maggio 2012.
  85. ^ 53rd Annual Grammy Awards nominees list, in Los Angeles Times, Tribune Company. URL consultato il 2 dicembre 2010.
  86. ^ (EN) R&R Going for Adds, R&R. URL consultato il 21 maggio 2012.
  87. ^ a b iTunes - Musica - S&M [Remix] (con Britney Spears, iTunes. URL consultato il 21 maggio 2012.
  88. ^ (EN) Ashleigh Rainbird, Rihanna rages ad BBC censor S&M and rename it Come On for the charts, in Daily Mirror, 8 febbraio 2011. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  89. ^ (EN) WebCite query results, WebCite. URL consultato il 21 maggio 2012.
  90. ^ Rihanna - Man Down, earone. URL consultato il 21 maggio 2012.
  91. ^ FIMI - Federazione Industria Musicale Italiana - Classifiche
  92. ^ iTunes - Musica -California King Bed, iTunes. URL consultato il 21 maggio 2012.
  93. ^ Rihanna: il nuovo singolo "California King Bed" colonna sonora dello spot che festeggia i 100 anni della crema Nivea!
  94. ^ (EN) WebCite query results - 2 agosto, WebCite. URL consultato il 21 maggio 2012.
  95. ^ (EN) Rihanna - Facebook Official Fan Page, facebook.com. URL consultato il 26 dicembre 2011.
  96. ^ Kevin Rudolf scrive nuova musica per Rihanna
  97. ^ Il nuovo album di Rihanna esce a Dicembre!
  98. ^ Rihanna: 'Talk That Talk' - Notizie online MTV
  99. ^ Talk That Talk - Deluxe Edition:Rihanna:Musica, Amazon.com. URL consultato il 21 maggio 2012.
  100. ^ Rihanna: We Found Love, il titolo del nuovo singolo!
  101. ^ Rihanna: il nuovo singolo sarà una club banger prodotta da Calvin Harris
  102. ^ iTunes - Musica - We Found Love (feat. Calvin Harris), iTunes. URL consultato il 21 maggio 2012.
  103. ^ Rihanna, One Direction Top VMAs, Yahoo, 6 settembre 2012. URL consultato il 7 settembre 2012.
  104. ^ iTunes - Musica - Rihanna - You Da One, iTunes. URL consultato il 21 maggio 2012.
  105. ^ You Da One il video ufficiale di Rihanna, guardalo su Soundsblog
  106. ^ Twitter.com - Rihanna
  107. ^ Rihanna's Photo | Lockerz
  108. ^ (EN) R&R Going for Adds, R&R. URL consultato il 21 maggio 2012.
  109. ^ The Road To Talk That Talk Part 4/4 | The Making Of Rihanna's Album Talk That Talk - YouTube
  110. ^ Rihanna stilista per Armani
  111. ^ (EN) WebCite query results, WebCite. URL consultato il 21 maggio 2012.
  112. ^ Twitter.com - Birthday Cake (single)
  113. ^ BTS: "Where Have You Been": Wardrobe Fitting - YouTube
  114. ^ Kanye West And Rihanna Win Best Rap Song And Collaboration At Grammy Awards 2012, Capital FM, 12 febbraio 2012. URL consultato il 1º settembre 2012.
  115. ^ Rihanna wins BRITs 2012 International Female Artist, brits.co.uk, 21 febbraio 2012. URL consultato il 1º settembre 2012.
  116. ^ Coldplay's 'Paradise' Video Stars Globe-Trotting Elephant, in Billboard, Prometheus Global Media, 19 ottobre 2011. URL consultato il 25 ottobre 2011.
  117. ^ Take Care U.S. urban radio release, in Web citation, Web citation, 15 febbraio 2012.
  118. ^ ‘Battleship' Sets A Course For July 2011 With Peter Berg At The Helm
  119. ^ Forbes, le 100 star più potenti
  120. ^ Complete List - The World's 100 Most Influential People: 2012 - TIME
  121. ^ Katy Perry: Part of Me (3D): ecco il trailer | BadTaste.it - Il nuovo gusto del cinema!
  122. ^ Rihanna Says She's Forgiven Chris Brown And Still Loves Him On 'Oprah's Next Chapter' (VIDEO), Huffington Post, 20 agosto 2012. URL consultato il 1º settembre 2012.
  123. ^ 'Ratings- Oprah's Next Chapter ' The Futon Critic 21 agosto 2012
  124. ^ Rihanna cast as villain in 'The Fast And The Furious' sequel | News | NME.COM
  125. ^ Rihanna perde la parte in 'Fast & furious 6', assegnata a Rita Ora
  126. ^ Gary Trust, Rihanna's 'Diamonds' Shines Atop Hot 100, in Billboard, Nielsen Business Media, Inc, 21 novembre 2012. URL consultato il 21 novembre 2012.
  127. ^ Notizie, gossip, foto e news su MTV
  128. ^ Keith Caulfield, Rihanna Earns First No. 1 Album on Billboard 200 Chart, su Billboard, Prometheus Global Media, 27 novembre 2012. URL consultato il 27 novembre 2012.
  129. ^ Rihanna: Il nuovo singolo di 'Unapologetic' sarà 'Stay'
  130. ^ Rihanna: guarda il documentario sul tour
  131. ^ Rihanna e Chris Brown: spunta "Put It Up", un (vecchio) duetto inedito!, su MTV. URL consultato il 6 marzo 2016.
  132. ^ Rihanna, premiata dalla mamma agli American Music Awards - VanityFair.it
  133. ^ «Hot» music, Shakira e Rihanna insieme per un singolo - VanityFair.it
  134. ^ billboard.com, http://www.billboard.com/articles/columns/latin-notas/5869585/shakira-rihanna-team-up-on-cant-remember-to-forget-you-listen .
  135. ^ billboard.com, http://www.billboard.com/articles/news/5820081/eminem-rihanna-rule-hot-100-with-the-monster .
  136. ^ hiphollywood.com, http://hiphollywood.com/2013/12/rihanna-teaming-up-with-dj-mustard-for-next-club-hit/ .
  137. ^ mtv.com, http://www.mtv.com/news/articles/1719931/most-anticipated-pop-albums-2014.jhtml .
  138. ^ sacbee.com, http://www.sacbee.com/2014/05/01/6371941/posthumous-michael-jackson-album.html .
  139. ^ Kiesza writes "favourite song ever" for Rihanna's new album
  140. ^ variety.com, http://variety.com/2014/film/news/rihanna-to-make-concept-album-for-dreamworks-animations-home-1201120819/ .
  141. ^ (EN) Rihanna Has Left Def Jam and Signed to Jay Z's Roc Nation Label, Complex. URL consultato il 30 gennaio 2016.
  142. ^ Rihanna Vevo Is First YouTube Channel to Top 5 Billion Views
  143. ^ (EN) Introducing the 2014 CFDA Fashion Icon of the Year..., Council of Fashion Designers of America, 24 marzo 214. URL consultato il 2 aprile 2016.
  144. ^ rainews.it, http://www.rainews.it//dl/rainews/media/Rihanna-lancia-una-T-shirt-Hard-Rock-Cafe-parigino-d35b5c89-671a-4174-a81a-835c2a2db3df.html .
  145. ^ Rihanna e Eminem al Concert for Valor, rihannaitalia.it. URL consultato il 7 febbraio 2015.
  146. ^ Rihanna firma contratto con PUMA, vanityfair.it. URL consultato il 7 febbraio 2015.
  147. ^ Rihanna: nuovo singolo con Paul McCartney e Kanye West, Mentelocale, 25 gennaio 2015. URL consultato il 30 gennaio 2016.
  148. ^ Rihanna Unveils Artwork for New Album Anti, Invites Guests to Touch the Work, usmagazine.com. URL consultato l'8 ottobre 2015.
  149. ^ (EN) Rihanna & Drake Rise to No. 1 on Hot 100 With 'Work', Billboard, 22 febbraio 2016. URL consultato il 10 luglio 2016.
  150. ^ (EN) Rihanna Releases Anti Album, Billboard, 28 gennaio 2016. URL consultato il 29 gennaio 2016.
  151. ^ (EN) Gold & Platinum, RIAA. URL consultato il 30 gennaio 2016.
  152. ^ (EN) Recording Industry Association of America, #RIAAMIDYEARBEST, Twitter. URL consultato il 10 luglio 2016.
  153. ^ (EN) Rihanna Announces 2016 Tour with Travis Scott, Big Sean & The Weeknd, Billboard, 23 novembre 2015. URL consultato il 26 maggio 2016.
  154. ^ (EN) Sam Blum, Rihanna Releases Artwork for Two New Singles, Fuse TV, 30 marzo 2016. URL consultato il 30 marzo 2016.
  155. ^ (EN) Owen Myers, Rihanna Is Celebrating 4/20 By Premiering The "Needed Me" Video, The Fader, 20 aprile 2016. URL consultato il 10 luglio 2016.
  156. ^ (EN) Gil Kaufman, Listen To Rihanna and Calvin Harris' 'This Is What You Came For', Billboard, 29 aprile 2016. URL consultato il 10 luglio 2016.
  157. ^ (EN) Guarda il video di "This Is What You Came For", il video di Calvin Harris e Rihanna, Rolling Stone Italia, 17 giugno 2016. URL consultato il 10 luglio 2016.
  158. ^ (EN) Rihanna teases Monday release for new Star Trek Beyond song, The Verge. URL consultato il 30 giugno 2016.
  159. ^ a b Enzo Gentile, Il dizionario del pop-rock, Zanichelli, 2014, p. 1369.
  160. ^ (EN) C. Duthel, Pitbull - Mr. Worldwide, Lulu.com, 2012, p. 111.
  161. ^ (EN) Michael Heatley, Graham Betts, Rihanna: Bad Girl, Flame Tree eBooks, 2012, p. 27.
  162. ^ (EN) Rihanna - A Girl Like Me, Rolling Stone. URL consultato il 2 luglio 2016.
  163. ^ (EN) Good Girl Gone Bad, Slant Magazine. URL consultato il 2 luglio 2016.
  164. ^ a b Rihanna, Scaruffi. URL consultato il 2 luglio 2016.
  165. ^ (EN) Rihanna Could Be The Queen of EDM, If She Wanted to Be, Complex UK. URL consultato il 2 luglio 2016.
  166. ^ Gianni Poglio, Rihanna, Anti: l'album che nessuno si aspettava - Il video di Work, Panorama, 5 febbraio 2016. URL consultato il 2 luglio 2016.
  167. ^ MSN Gossip - Tutto sulle celebrità, su msn.com. URL consultato il 24 dicembre 2015.
  168. ^ «Mi ha picchiata ma lo amo» L'intervista choc di Rihanna, su 27esimaora.corriere.it. URL consultato il 24 dicembre 2015.
  169. ^ Rihanna confirms L.A. Dodger star Matt Kemp is her 'boyfriend', su NY Daily News. URL consultato il 24 dicembre 2015.
  170. ^ Drake Slams Chris Brown & Finally Admits He Dated Rihanna, su The Huffington Post. URL consultato il 24 dicembre 2015.
  171. ^ Vanity Fair "Il bacio di Rihanna a Chris Brown", vanityfair.it, 30 novembre 2012. URL consultato il 9 gennaio 2013.
  172. ^ The Sun (EN) "Rihanna hand-in-hand with Brown", thesun.co.uk, 21 dicembre 2012. URL consultato il 9 gennaio 2013.
  173. ^ International Business Times "Rihanna e Chris Brown di nuovo insieme", it.ibtimes.com.
  174. ^ Rihanna e Chris Brown, Natale insieme, style.it, 28 dicembre 2012. URL consultato il 9 gennaio 2013.
  175. ^ MTV "Rihanna e Chris Brown insieme al concerto di Jay-Z", mtv.it. URL consultato il 9 gennaio 2013.
  176. ^ Panorama "Rihanna e Chris Brown insieme al concerto di Jay-Z", in Panorama, 5 ottobre 2012. URL consultato il 9 gennaio 2013.
  177. ^ (EN) Rihanna is staying with Chris Brown during "Carpe Diem Tour", hollywoodlife.com.
  178. ^ Rihanna, ringraziamento a Berlino pur di stare con Chris, style.it.
  179. ^ (EN) DRAKE & RIHANNA WE'RE EXCLUSIVE We Found Love In a Hopeless Place, tmz.com.
  180. ^ Bang Showbiz, Rihanna taking romance with Karim Benzema slowly, su Times LIVE. URL consultato il 22 luglio 2015.
  181. ^ Claire Rutter, Rihanna gets close to Real Madrid star Karim Benzema, mirror.co.uk. URL consultato il 22 luglio 2015.
  182. ^ Barbara Massaro, Rihanna e Drake, c'è il ritorno di fiamma, in Panorama, 30 agosto 2016. URL consultato il 31 agosto 2016.
  183. ^ Il sito ufficiale della fondazione, believerihanna.com. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  184. ^ (EN) Rihanna fights to save cancer-stricken mum, in ContactMusic.com, 24 febbraio 2008. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  185. ^ (EN) Good Charlotte, RIhanan H&M AIDS charity fashion line; celebrities team with H&M for "Fashion against AIDS" clothing line, in PopCrunch.com, 21 dicembre 2007. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  186. ^ (EN) Philanthropy, in anastacia-elegance.com, ottobre 2008.
  187. ^ Rihanna aiuta Haiti con una cover di "Redemption Song", in SoundsBlog.it, 20 gennaio 2010. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  188. ^ Rihanna - Redemption Song (canzone per Haiti), in RnB Junk, 20 gennaio 2010. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  189. ^ "Hope for Haiti": raccolti 57 milioni di dollari, "Stranded" prima in classifica, in rockol.it, 24 gennaio 2010. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  190. ^ Stranded su acharts.us, acharts.us. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  191. ^ Donazione all'ospedale di Bridgetown, style.it. URL consultato il 22 aprile 2014.
  192. ^ Rihanna contro l'AIDS, cosmopolitan.it. URL consultato il 22 aprile 2014.
  193. ^ Diamond Ball, gazzetta.it. URL consultato il 21 dicembre 2014.
  194. ^ (EN) MTV Video Music Awards 2007, MTV. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  195. ^ (EN) Grammy Awards vinti da Rihanna, su grammy.com, grammy.com. URL consultato il 30 gennaio 2012.
  196. ^ (EN) Sasha Brady, Rihanna surpasses Michael Jackson's chart record as she works her way to another number one, Irish Independent, 23 febbraio 2016. URL consultato il 26 febbraio 2016.
  197. ^ (EN) Rihanna toppless Katy Perry on Hot 100, Billboard. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  198. ^ (EN) James Dinh, Britney Spears, Katy Perry, Rihanna set Guinness World Record, in MTV News, 23 settembre 2009. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  199. ^ (EN) Rihanna sets a Guinness World Record, in hiohop-n-more, 25 dicembre 2009. URL consultato l'8 febbraio 2011.
  200. ^ Rihanna: "ANTI", record di vendite e primo posto in classifica, Melty, 30 gennaio 2016. URL consultato l'11 febbraio 2016.
  201. ^ MTV Awards, mattatrice Beyoncé, la regina è Rihanna e si rivede anche Britney Spears, repubblica.it, 29 agosto 2016.
  202. ^ Rihanna sbarca a The Voice USA: sarà consulente dei giudici, TGcom24, 14 agosto 2015. URL consultato il 13 giugno 2016.
  203. ^ (EN) Rihanna Is Dropping New Fragrance Called "Crush", Complex, 14 giugno 2016. URL consultato il 16 giugno 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN85585035 · LCCN: (ENno2005081843 · ISNI: (EN0000 0001 1476 6419 · GND: (DE133432157 · BNF: (FRcb150108217 (data)