Gruppo musicale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Quartetto d'archi Kneisel di Franz Kneisel diede la prima esecuzione pubblica del Quartetto Americano di Dvořák, opus 96.
Gli Iron Maiden sono una band con sei membri con un cantante, tre chitarristi, un bassista e un batterista (nell'immagine mancano Bruce Dickinson e Nicko McBrain).
La King & Carter Jazzing Orchestra fotografata a Houston, in Texas, nel gennaio 1921.

Un gruppo o complesso musicale è un sodalizio artistico composto da persone che suonano stabilmente musica insieme.[1] Indica sia l'insieme dei ruoli dei musicisti che il loro concreto raggruppamento, siano questi professionisti o amatori. Nei diversi ambiti e generi musicali in cui si considera un gruppo musicale, esso è vario per organico, repertorio e funzione e può essere vocale e strumentale. Sono largamente utilizzati nella letteratura i termini gruppo musicale, insieme musicale, complesso musicale, formazione musicale e formazione musicale d'insieme. Tali termini possono però anche riferirsi per antonomasia solamente ai gruppi jazz, rock e pop. Stessa ambivalenza hanno le parole gruppo, insieme e complesso nel linguaggio comune. Un corpo musicale è invece una banda. È impiegato anche il termine ensemble,[2] per indicare un insieme di musicisti senza parti predominanti, oppure un insieme musicale folcloristico caratteristico di un paese,[3] con una genericità o specificità nell'accezione del termine differente in diverse lingue.

Sono esempi di complessi musicali, molto differenti fra loro:

  • duo, trii, quartetti, quintetti, piccole sezioni di musicisti che suonano musica colta
  • orchestre, bande, cori, grandi raggruppamenti di cantanti o strumentisti dal repertorio operistico, bandistico o sinfonico
  • gruppi, band, formazioni di musica rock e pop in genere di non più di dieci musicisti
  • jazz band, jazz combo, complessi jazz composti da più o meno artisti

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La formazione di un complesso dipende dal genere di musica che deve eseguire, in quanto ogni genere ha propri organici caratteristici.

Quando un insieme di persone lavora all'incisione di un brano, d'abitudine nella musica classica, la registrazione avviene direttamente con l'organico completo, mentre in altri generi è possibile registrare separatamente le varie tracce (piste) e quindi un solo musicista può eseguire parti diverse; durante i concerti questo non è possibile per cui, se necessario, si ricorre all'aiuto di turnisti che suonano le parti che non vengono eseguite dai componenti principali del complesso.

Formazioni tipo[modifica | modifica wikitesto]

Rock[modifica | modifica wikitesto]

La formazione più semplice nel rock è il Power trio: batterista, bassista e chitarrista, dove almeno uno dei tre è anche cantante, solitamente il chitarrista.

Generalmente, la formazione può essere composta da:

A volte ci sono più di due chitarristi, ed uno degli strumentisti può anche essere una voce aggiuntiva. Spesso ci sono strumenti aggiuntivi, come l'organo, il sintetizzatore e il campionatore, o strumenti a fiato come il sax e la tromba. In ogni caso basso e batteria sono essenziali in ogni tipo di gruppo, perché costituiscono la sezione ritmica del complesso.

Rap[modifica | modifica wikitesto]

In un gruppo hip-hop o rap (dove la band è chiamata crew) generalmente non ci sono strumentisti, in quanto la musica viene suonata con sintetizzatori e campionatori, in grado di riprodurre tutte le sonorità. Nei concerti a volte si ha l'utilizzo di sintetizzatori o di una batteria.

Jazz e blues[modifica | modifica wikitesto]

Nella black music l'organico spesso aumenta, aggiungendo al gruppo come sopra descritto la sezione fiati (da 3 a 5 elementi) e la sezione coristi, oltre che vedere facilmente la compresenza di organo e pianoforte. Nel jazz in particolare, la formazione varia a seconda delle epoche: dalle origini al periodo dello swing (1930-1940) è l'era delle big band di fiati, Orchestra jazz con sezione fiati composta da più di dieci elementi a cui vanno ad aggiungersi chitarrista, contrabbassista, batterista e pianista. Dalla fine della Seconda guerra mondiale, col Be-bop e successivamente negli anni '60 col free jazz invece si affermano ensemble più ridotti, dai tre ai cinque elementi, contrabbassista, batterista, pianista e uno o due fiati.

Pop[modifica | modifica wikitesto]

Nel pop spesso i gruppi sono boyband o girlband, cioè band formate da ragazzi e ragazze (con un numero che varia generalmente da un minimo di 3 a un massimo di 6) che cantano tutti e solitamente non suonano strumenti. Per questo nei concerti e nella registrazione dei brani sono accompagnati da musicisti che, pur non facendo parte del gruppo, sono di solito fissi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ complesso (2) su Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.
  2. ^ Il gallicismo è da pronunciarsi /ɑ̃.sɑ̃bl/.
  3. ^ ensemble su Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]