Back to Black

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima canzone di Amy Winehouse, vedi Back to Black (singolo).
Back to Black
Artista Amy Winehouse
Tipo album Studio
Pubblicazione 27 ottobre 2006
Durata 34:55
Dischi 1
Tracce 11
Genere Contemporary R&B[1]
Soul[1]
Jazz[1]
Rhythm and blues[2]
Etichetta Island
Produttore Mark Ronson, Salaam Remi
Registrazione 2005–2006
Certificazioni
Dischi di platino Australia Australia (3)[3]
(Vendite: 210.000+)
Austria Austria (7)[4]
(Vendite: 140.000+)
Belgio Belgio (3)[5]
(Vendite: 60.000+)
Canada Canada[6]
(Vendite: 100.000+)
Danimarca Danimarca (3)[7]
(Vendite: 90.000+)
Europa Europa (8)[8]
(Vendite: 8.000.000+)
Finlandia Finlandia[9]
(Vendite: 33.884+)
Francia Francia (2)[10]
(Vendite: 400.000+)
Germania Germania (6)[11]
(Vendite: 1.200.000+)
Grecia Grecia[12]
(Vendite: 15.000+)
Italia Italia (9)[13]
(Vendite: 450.000+)
Paesi Bassi Paesi Bassi[14]
(Vendite: 70.000+)
Regno Unito Regno Unito (12)[15]
(Vendite: 3.600.000+)
Norvegia Norvegia[16]
(Vendite: 40.000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda (2)[17]
(Vendite: 30.000+)
Polonia Polonia (2)[18]
(Vendite: 20.000+)
Portogallo Portogallo (2)[19]
(Vendite: 40.000+)
Spagna Spagna (2)[20]
(Vendite: 160.000+)
Stati Uniti Stati Uniti (3)[21]
(Vendite: 3.000.000+)
Svezia Svezia[22]
(Vendite: 60.000+)
Svizzera Svizzera (7)[23]
(Vendite: 210.000+)
Ungheria Ungheria[24]
(Vendite: 6.000+)
Dischi di diamante Brasile Brasile[25]
(Vendite: 250.000+)
Amy Winehouse - cronologia
Album precedente
(2003)
Album successivo
(2011)
Logo
Logo del disco Back to Black
Singoli
  1. Rehab
    Pubblicato: 23 ottobre 2006
  2. You Know I'm No Good
    Pubblicato: 7 gennaio 2007
  3. Back to Black
    Pubblicato: 30 aprile 2007
  4. Tears Dry on Their Own
    Pubblicato: 13 agosto 2007
  5. Love Is a Losing Game
    Pubblicato: 10 dicembre 2007
  6. Just Friends (DEU)
    Pubblicato: 21 luglio 2008

Back to Black è il secondo album studio della cantautrice britannica Amy Winehouse, pubblicato nel 2006 dalla Island Records.Trainato prepotentemente dalle hit di successo Rehab, You Know I'm No Good, Back to Black, Tears Dry on Their Own e Love Is a Losing Game, è stato acclamato dalla critica musicale, che, oltre ad elogiare la produzione di Mark Ronson e Salaam Remi, si è soffermata nell'apprezzare la scrittura e lo stile di canto emotivo della Winehouse.

Al 50ª edizione dei Grammy Awards, Back to Black trionfato nella categoria miglior album pop vocale ma è stato anche nominato nell'ambita categoria album dell'anno. Durante la stessa cerimonia, la cantante ha vinto quattro premi aggiuntivi il che l'ha portata a divenire la seconda artista più premiata in una singola edizione, record condiviso con altre cinque colleghe. Inoltre, il disco è stato anche candidato ai BRIT Awards 2007 come album britannico dell'anno ed è anche stato selezionato in lizza per il prestigioso Mercury Prize nello stesso anno. Con una vendita di 3.58 milioni di copie solo nel Regno Unito,[26] può vantarsi del titolo di secondo album più venduto nel Paese nel XXI secolo e il tredicesimo in assoluto sempre in territorio britannico.[27] Fino al 2013, l'album ha distribuito oltre 12 milioni di copie in tutto il mondo,[28] risultando il maggiore successo commerciale riscosso dalla cantante.

Un'edizione deluxe è stata pubblicata nel novembre 2007, contenente tracce nuove e hit rieseguite live. Il video live di debutto della cantante, I Told You I Was Trouble: Live in London, è stato piazzato sul mercato nello stesso periodo e contiene una registrazione dal vivo della Winehouse presso lo Shepherd's Bush Empire di Londra oltre che un documentario di 50 minuti sulla sua carriera nei quattro anni precedenti alla pubblicazione di Back to Black.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Metacritic 81/100[29]
Allmusic 5/5 stelle[30]
L'AV Club A-[31]
Entertainment Weekly A-[32]
The Guardian 4/5 stelle[33]
Il New York Times Favorevole[33]
Mezzi del Pitchfork 6.4/10 stelle[34]
Rolling Stone 3/5 stelle[35]
Slant Magazine 3.5/5 stelle[36]
The Times 4/5 stelle[37]
Uncut 4/5 stelle[29]

Back to Black ha ricevuto una buona critica musicale.[29] Metacritic, che assegna un massimo di punteggio di 100 ha recensito l'album con 81, sulla base di 26 recensioni, che indica "il plauso universale".[29] John Bush, scrittore di Allmusic ha dato all'album cinque stelle su cinque ed ha lodato la transizione musicale della Winehouse dal suo album di debutto: è stato infatti detto che «Tutte le parti migliori del suo carattere musicale emergono intatte, e in realtà, sono efficaci per la trasformazione da vocalist jazz a sirena del soul».[30]

Canzoni[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • Il primo singolo ad essere estratto dall'album è Rehab, il 23 ottobre 2006. La canzone debutta alla posizione numero 9 negli USA e rimane in classifica per lungo periodo.
  • Il secondo singolo ad essere estratto durante il gennaio 2007 è You Know I'm No Good. La canzone debutta al 7 posto in Svizzera.
  • Il terzo singolo estratto dall'album è Back to Black, il 30 aprile 2007. BBC channel 4 ha assegnato al brano 10 stelle su 10, invece il quotidiano Manchester Evening News lo definisce "uno dei migliori singoli del 2007".
  • Il quarto singolo ad essere estratto è Tears Dry on Their Own, durante l'agosto del 2007. Nel Regno Unito, la canzone parte dalla posizione 67 e sei settimane dopo raggiunge il 16 ° posto. La canzone ha trascorso 19 settimane in classifica.
  • Il quinto singolo ad essere estratto dall'album è Love Is a Losing Game nel dicembre 2007. La canzone riscuote una ottima critica, e vince l'"Ivor Novello Awards" nella categoria Best Song Musically and Lyrically.
  • Il sesto singolo ad essere estratto dall'album, il 21 luglio 2008, è Just Friends. La canzone non riscuote un grande successo commerciale.

Altre Canzoni[modifica | modifica wikitesto]

  • Cupid, è una cover di Sam Cooke, contenuta nella versione deluxe dell'album. La canzone arriva al 49º posto nella classifica svizzera.
  • Valerie, cover dei The Zutons, contenuta nell'edizione deluxe dell'album vende più di 125.000 copie in Germania e più di 250.000 copie nel Regno Unito.
  • La canzone Me & Mr. Jones in origine si chiamava Fuckery, ma la cantante gli ha cambiato il nome in Me and Mr. Jones (in italiano "Me e il signor Jones") in segno di amicizia al rapper Nas, poiché Mr. Jones era il soprannome del rapper.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Edizione standard[modifica | modifica wikitesto]

  1. Rehab – 3:35 (Amy Winehouse)
  2. You Know I'm No Good – 4:17 (Amy Winehouse)
  3. Me & Mr Jones – 2:33 (Amy Winehouse)
  4. Just Friends – 3:13 (Amy Winehouse)
  5. Back to Black – 4:01 (Amy Winehouse, Mark Ronson)
  6. Love Is a Losing Game – 2:35 (Amy Winehouse)
  7. Tears Dry on Their Own – 3:06 (Amy Winehouse, Nickolas Ashford, Valerie Simpson)
  8. Wake Up Alone – 3:42 (Amy Winehouse, Paul O'Duffy)
  9. Some Unholy War – 2:22 (Amy Winehouse)
  10. He Can Only Hold Her – 2:46 (Amy Winehouse, Richard Poindexter, Robert Poindexter)
Tracce bonus per Regno Unito e Irlanda
  1. Addicted – 2:45 (Amy Winehouse)
Tracce bonus per gli Stati Uniti
  1. You Know I'm No Good (Remix feat. Ghostface Killah) – 3:22 (Amy Winehouse)
  2. Rehab (Hot Chip Remix) – 6:58 (Amy Winehouse)
Tracce bonus per il Giappone
  1. Addicted – 2:45 (Amy Winehouse)
  2. Close to the Front – 4:35 (Amy Winehouse)
  3. Hey Little Rich Girl (feat. Zalon and Ade) – 3:35 (Roddy Byers)cover del brano degli Specials
  4. Monkey Man – 2:56 (Toots Hibbert)cover del brano dei Toots & The Maytals
  5. Back to Black (The Rumble Strips Remix) – 3:48 (Amy Winehouse, Mark Ronson)
  6. You Know I'm No Good (Remix feat. Ghostface Killah) – 3:22 (Amy Winehouse)
Tracce bonus per la Germania
  1. Rehab (Live at Kalkscheune / Berlin) – 3:37 (Amy Winehouse)
  2. Love Is a Losing Game (Live at Kalkscheune / Berlin) – 2:45 (Amy Winehouse)
  3. Tears Dry on Their Own (Live at Kalkscheune / Berlin) – 3:15 (Amy Winehouse, Nickolas Ashford, Valerie Simpson)
  4. Take the Box (Live at Kalkscheune / Berlin) – 3:39 (Amy Winehouse, Luke Smith)
  5. Valerie (Live at Kalkscheune / Berlin) – 4:14 (Dave McCabe, The Zutons)cover del brano dei The Zutons

Edizione limitata per i Paesi Bassi - Live From Amsterdam (disco bonus)[modifica | modifica wikitesto]

  1. Just Friends (Live at Paradiso / Amsterdam) – 3:20 (Amy Winehouse)
  2. Back to Black (Live at Paradiso / Amsterdam) – 3:55 (Amy Winehouse, Mark Ronson)
  3. I Heard Love Is Blind (Live at Paradiso / Amsterdam) – 3:13 (Amy Winehouse)
  4. Rehab (Live at Paradiso / Amsterdam) – 3:33 (Amy Winehouse)
  5. You Know I'm No Good (Live at Paradiso / Amsterdam) – 4:17 (Amy Winehouse)
  6. Love Is a Losing Game (Live at Paradiso / Amsterdam) – 2:47 (Amy Winehouse)

Edizione deluxe (disco bonus)[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 novembre 2007 è stata pubblicata una "Deluxe Edition" di Back to Black, comprendente un secondo CD ("bonus disc") con altri 8 brani, prevalentemente cover. Le versioni per i mercati esteri possono avere un diverso ordine delle tracce, o solo 7 titoli (non è presente You're Wondering Now). To Know Him Is to Love Him e Monkey Man facevano parte del singolo You Know I'm No Good (rispettivamente la versione britannica e la versione Maxi). Valerie e Hey Little Rich Girl facevano parte del singolo Back to Black; Valerie è stata inoltre pubblicata come singolo tratto dall'album Version di Mark Ronson. You're Wondering Now faceva parte del singolo Tears Dry on Their Own. La versione di Some Unholy War presente sul bonus disc è in tempo più lento rispetto a quella del primo disco.

  1. Valerie – 3:53 (Dave McCabe, The Zutons)cover del brano dei The Zutons
  2. Cupid – 3:49 (Sam Cooke)cover del brano di Sam Cooke
  3. Monkey Man – 2:56 (Toots Hibbert)cover del brano dei Toots & The Maytals
  4. Some Unholy War (Down Tempo) – 3:16 (Amy Winehouse)
  5. Hey Little Rich Girl (feat. Zalon and Ade) – 3:35 (Roddy Byers)cover del brano degli Specials
  6. You're Wondering Now – 2:33 (Clement Dodd)cover del brano degli Specials
  7. To Know Him Is to Love Him – 2:25 (Phil Spector)cover del brano dei Teddy Bears
  8. Love Is a Losing Game (Original Demo) – 3:43 (Amy Winehouse)

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica di fine anno Italia[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2011) Posizione
Italia[59] 30

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) John Bush, Back to Black, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 26 agosto 2017.
  2. ^ (EN) Ann Powers, Remembering Retro-Soul Singer Amy Winehouse, NPR Music, 23 luglio 2011. URL consultato il 26 agosto 2017.
  3. ^ (EN) ARIA Charts - Accreditations - 2008 Albums, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 23 aprile 2012.
  4. ^ (DE) Gold & Platin, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 23 aprile 2012.
  5. ^ (FR) LES DISQUES D'OR/DE PLATINE - 2008, Ultratop. URL consultato il 23 aprile 2012.
  6. ^ (EN) Gold & Platinum certification - May 2007, Canadian Recording Industry Association. URL consultato il 23 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 14 ottobre 2013).
  7. ^ (DA) Album Top-40 - Uge 20 - 2008, Hitlisten.NU. URL consultato il 24 luglio 2011.
  8. ^ (EN) IFPI Platinum Europe Awards - 2010, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 23 aprile 2012.
  9. ^ (FI) Tilastot - Amy Winehouse, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 24 luglio 2011.
  10. ^ (FR) Certifications Albums Double Platine - année 2007, SNEP. URL consultato il 24 luglio 2011 (archiviato dall'url originale il 16 aprile 2014).
  11. ^ (DE) Gold-/Platin-Datenbank, Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 24 luglio 2011.
  12. ^ (EL) Official cyta - IFPI Charts - Top-75 Albums Sales Chart - Εβδομάδα 28/2011, ifpi.gr. URL consultato il 24 luglio 2011 (archiviato dall'url originale il 24 luglio 2011).
  13. ^ "ARTISTI – Dalla settimana 1 del 2009 alla settimana 2 del 2012". Federation of the Italian Music Industry. Copia archiviata (PDF), fimi.it. URL consultato il 26 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 31 gennaio 2012).. Retrieved 26 January 2012.
  14. ^ (NL) Album Amy Winehouse platina in Nederland, Telegraaf, 18 dicembre 2008.
  15. ^ (EN) Certified Awards Search, British Phonographic Industry. URL consultato il 24 luglio 2011. L'album ha ricevuto 10 dischi di platino per l'edizione standard e 2 per la Deluxe Edition.
  16. ^ (NO) Trofeer, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 24 luglio 2011 (archiviato dall'url originale il 26 giugno 2006).
  17. ^ (EN) Top 40 Albums - Monday 24 March 2008, RIANZ. URL consultato il 24 luglio 2011.
  18. ^ (PL) Platynowe CD, Związek Producentów Audio-Video. URL consultato il 24 luglio 2011 (archiviato dall'url originale il 10 aprile 2013).
  19. ^ (PT) Discos de Ouro e Platina - GALARDÕES 2008[collegamento interrotto], Associação Fonográfica Portuguesa. URL consultato il 24 luglio 2011.
  20. ^ (ES) Top 100 Albumes - SEMANA 25: del 15.06.2009 al 21.06.2009 (PDF), PROMUSICAE. URL consultato il 24 luglio 2011.
  21. ^ (EN) Searchable Database, RIAA. URL consultato il 24 luglio 2011.
  22. ^ (SE) Guld & Platina - År 2008 (PDF), International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 24 luglio 2011 (archiviato dall'url originale il 13 febbraio 2012).
  23. ^ (EN) Awards 2011, www.swisscharts.com. URL consultato il 27 luglio 2011.
  24. ^ (HU) Adatbázis - Arany- és platinalemezek - 2008, MAHASZ. URL consultato il 24 luglio 2011.
  25. ^ (PT) Certificados - Amy Winehouse, ABPD. URL consultato il 24 luglio 2011.
  26. ^ (EN) Looking back at Amy Winehouse's Back To Black ten 10 years on, su Official Charts Company, 21 luglio 2016.
  27. ^ (EN) The UK's 60 official biggest selling albums of all time revealed, su Official Charts Company, 4 luglio 2016.
  28. ^ (EN) Pamela McClintock, Amy Winehouse Documentary In the Works, su Billboard, Prometheus Global Media, 25 aprile 2013. URL consultato il 31 gennaio 2016.
  29. ^ a b c d Back To Black Reviews - Metacritic
  30. ^ a b Back to Black - Amy Winehouse | Songs, Reviews, Credits, Awards | AllMusic
  31. ^ Amy Winehouse: Amy Winehouse | Music | MusicalWork Review | The A.V. Club
  32. ^ Back To Black Review | Music Reviews and News | EW.com
  33. ^ a b http://www.nytimes.com/2007/03/12/arts/music/12choi.html
  34. ^ Amy Winehouse: Back to Black | Album Reviews | Pitchfork
  35. ^ Back to Black | Album Reviews | Rolling Stone
  36. ^ Amy Winehouse: Back To Black | Music Review | Slant Magazine
  37. ^ WebCite query result
  38. ^ (EN) Amy Winehouse - Back to Black (album), australian-charts.com. URL consultato il 27 luglio 2011.
  39. ^ (DE) Amy Winehouse - Back to Black (album), austriancharts.at. URL consultato il 27 luglio 2011.
  40. ^ (NL) Amy Winehouse - Back to Black (album), www.ultratop.be. URL consultato il 27 luglio 2011.
  41. ^ (FR) Amy Winehouse - Back to Black (album), www.ultratop.be. URL consultato il 27 luglio 2011.
  42. ^ (EN) Amy Winehouse - Back to Black (album), danishcharts.com. URL consultato il 27 luglio 2011.
  43. ^ (EN) Amy Winehouse - Back to Black (album), finnishcharts.com. URL consultato il 27 luglio 2011.
  44. ^ (FR) Amy Winehouse - Back to Black (album), lescharts.com. URL consultato il 27 luglio 2011.
  45. ^ (DE) Chartverfolgung / Winehouse, Amy / Longplay, musicline.de. URL consultato il 27 luglio 2011.
  46. ^ (EN) TOP 75 ARTIST ALBUM, WEEK ENDING 17 January 2008, www.chart-track.co.uk.
  47. ^ (EN) Amy Winehouse - Back to Black (album), italiancharts.com. URL consultato il 27 luglio 2011.
  48. ^ mexicancharts.com - Amy Winehouse - Back To Black Archiviato il 8 novembre 2011 in Internet Archive.
  49. ^ norwegiancharts.com - Amy Winehouse - Back To Black
  50. ^ charts.org.nz - Amy Winehouse - Back To Black
  51. ^ dutchcharts.nl - Amy Winehouse - Back To Black
  52. ^ Oficjalna lista sprzedaży :: OLIS - Official Retail Sales Chart
  53. ^ portuguesecharts.com - Amy Winehouse - Back To Black
  54. ^ Chart Stats - Amy Winehouse - Back To Black
  55. ^ spanishcharts.com - Amy Winehouse - Back To Black
  56. ^ http://www.billboard.com/#/artist/amy-winehouse/chart-history/567383?f=305&g=Albums
  57. ^ swedishcharts.com - Amy Winehouse - Back To Black
  58. ^ Amy Winehouse - Back To Black - hitparade.ch
  59. ^ Classifiche annuali Fimi-GfK: Vasco Rossi con "Vivere o Niente" è stato l'album più venduto nel 2011, fimi.it. URL consultato il 16 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 23 giugno 2012).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica