Ed Sheeran

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ed Sheeran
Ed Sheeran 2013.jpg
Ed Sheeran nel 2013
NazionalitàRegno Unito Regno Unito
GenerePop[1]
Folk[1]
Contemporary R&B[2]
Periodo di attività musicale2005 – in attività
StrumentoVoce, chitarra, mandolino, pianoforte, percussioni, violino, violoncello
EtichettaAsylum Records, Atlantic Records, Elektra Records
Album pubblicati7
Studio6
Raccolte1
Opere audiovisive1
Sito ufficiale

Edward Christopher Sheeran (Halifax, 17 febbraio 1991) è un cantautore e polistrumentista britannico[1].

Il suo stile musicale non ha mai subito particolari deviazioni artistiche, basato prevalentemente sulla musica pop con elementi folk, soul e contemporary R&B, oltre a forti influenze derivanti dalla musica tradizionale irlandese.[3][4] Ha ottenuto grande successo e popolarità in Nord America, Oceania ed Europa, soprattutto in Regno Unito, suo paese natale, dove ha infranto svariati record di vendite.[5]

Nel 2011 l'artista ha firmato un contratto discografico con la Asylum Records, sotto la quale ha raggiunto la fama internazionale con il suo terzo album +, certificato sette volte disco di platino in Regno Unito,[6] dove ha inoltre trascorso 200 settimane nella Official Albums Chart.[7] Dopo aver compiuto sporadiche apparizioni nell'album Red di Taylor Swift, nonché nel relativo tour mondiale, nel 2014 ha pubblicato X, che ha superato il successo dell'album precedente, vendendo oltre 10 milioni di copie a livello globale, risultando l'album più venduto dell'anno[8] e conquistando la vetta delle classifiche musicali di 15 Paesi, trainato dai singoli Sing, Don't, Thinking Out Loud, Bloodstream e Photograph, divenuti delle vere e proprie hit internazionali.[9][1] Nel 2017 esce ÷, anch'esso di grande successo commerciale, grazie soprattutto agli estratti Castle on the Hill, Shape of You, Galway Girl e Perfect, guidando l'album verso la prima posizione dei maggiori mercati musicali.[10]

Persona molto attiva nel supporto delle associazioni benefiche,[11][12] Sheeran è apprezzato anche per le sue qualità di scrittore e compositore, tanto da essere divenuto autore di brani per diversi artisti.[13] È stato inoltre nominato a sei Grammy Award e ad otto BRIT Award (dei quali quattro vinti).

Secondo la rivista americana Forbes, con un patrimonio personale stimato in 57 milioni di dollari (corrispondenti a 47,8 milioni di euro), nel 2015 Ed Sheeran è stata la 27ª celebrità più ricca del mondo.[14] Nell'aprile 2017 è stato invece inserito dal settimanale Time fra le 100 personalità più influenti del pianeta.[15]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ed Sheeran ha vissuto i primi anni della sua vita a Hebden Bridge, nel West Yorkshire, prima di trasferirsi a Framlingham, Suffolk. Suo padre, John Sheeran, è un curatore d'arte. Sua madre Imogen Lock è una designer di gioielli. Ha un fratello maggiore, Matthew, che compone musica classica. I suoi nonni paterni erano irlandesi ed è stato educato secondo la religione cattolica. Ha imparato a suonare la chitarra molto presto e ha cominciato a scrivere canzoni durante la sua permanenza presso la Scuola Thomas Mills High di Framlingham.[16]

I ricordi della sua prima infanzia, ai quali Ed Sheeran fa riferimento in un'intervista al Zane Lowe Show, includono l'ascolto di Van Morrison nei suoi numerosi viaggi a Londra con i suoi genitori e un concerto con Damien Rice in Irlanda, quando aveva 11 anni.[17]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Prime pubblicazioni (2005-2011)[modifica | modifica wikitesto]

Sheeran ha iniziato a registrare nel 2005, pubblicando nel marzo dello stesso anno l'EP di debutto The Orange Room EP,[18] a cui hanno fatto seguito i primi due album in studio del cantante, intitolati Ed Sheeran e Want Some? e usciti rispettivamente nel 2006 e nel 2007 attraverso la Sheeran Lock.[19][20]

Nel 2008 si trasferì a Londra per fare concerti, partendo in locali molto piccoli, suonando ogni giorno, per non più di cinque persone; nello stesso anno fece anche un'audizione per la serie televisiva Britannia High. Nel 2009 ha pubblicato You Need Me EP per poi andare in tour con Just Jack, mentre nel mese di febbraio dell'anno successivo Sheeran ha inviato un video attraverso SB.TV, che ha portato il rapper Example a chiedere a Sheeran di andare in tour con lui. Attorno a quest'ultimo periodo, il cantante ha inoltre pubblicato Loose Change EP.

Nel mese di aprile 2010, dopo aver lasciato la sua vecchia casa discografica, Sheeran ha acquistato un biglietto per Los Angeles, dove ha suonato in vari locali della città, facendosi notare da Jamie Foxx, che lo ha invitato a rimanere a casa sua e registrare per il resto del suo soggiorno in California. Per tutto il 2010, Sheeran ha cominciato a ottenere sempre più visualizzazioni su YouTube e il suo fan-base è cresciuto con lui, ottenendo credito anche dal quotidiano The Independent, nel Regno Unito.[21] Ha pubblicato altri tre EP nel 2010, tra cui Ed Sheeran: Live at the Bedford e Songs I Wrote with Amy, che è una raccolta di canzoni d'amore che ha scritto nel Galles con la collega cantautrice e attrice Amy Wadge.

L'8 gennaio 2011 Sheeran ha pubblicato il suo ultimo EP indipendente, No.5 Collaboration Projects con rappresentazioni di vari artisti tra cui Wiley, JME, Devlin, Sway e Ghetts. Con questo EP, Sheeran ha guadagnato l'attenzione per raggiungere la prima posizione su iTunes senza alcuna promozione o etichetta, vendendo oltre 7 000 copie nella prima settimana.[22] Tre mesi dopo, Sheeran mette su uno spettacolo gratuito per i fan presso il Barfly di Camden. Oltre mille spettatori andarono a vedere lo spettacolo, così Sheeran ha finito per suonare in quattro diversi concerti per assicurarsi che tutti potessero vedere un concerto, tra cui un concerto in strada dopo che il locale aveva chiuso. Più tardi, Sheeran ha firmato un contratto con Asylum Records e Atlantic Records.

+ (2011-2013)[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 aprile 2011 Sheeran ha preso parte al programma televisivo musicale Later... with Jools Holland, nel corso del quale ha eseguito il brano The A Team. Sei settimane dopo The A Team è stato pubblicato come download digitale nel Regno Unito. È stato il primo singolo estratto da +, terzo album in studio nonché il primo pubblicato attraverso la Atlantic Records. The A Team entrò nella classifica britannica alla posizione numero 3, vendendo oltre 58.000 copie nella prima settimana. È stato premiato come singolo di debutto più venduto del 2011. Durante un'intervista del programma inglese BBC Introducing al Glastonbury Festival Sheeran ha annunciato che You Need Me sarebbe stato pubblicato il 28 agosto 2011 come secondo singolo estratto dall'album.

Ed Sheeran durante un'esibizione dal vivo nel 2013

Nel 2011 ha collaborato con la boy band anglo-irlandese One Direction, scrivendo il brano Moments, inserito nell'album Up All Night.[23] Sheeran ha collaborato nuovamente con il gruppo alla stesura dei brani Little Things e Over Again, inseriti nell'album Take Me Home. Il 4 giugno 2012 ha suonato al concerto del giubileo di diamante di Elisabetta II del Regno Unito, davanti a Buckingham Palace.[24]

Il 12 agosto 2012, durante la cerimonia di chiusura della XXX Edizione dei Giochi Olimpici, ha cantato Wish You Were Here dei Pink Floyd.[25][26] Il 2 settembre 2012 ha partecipato all'iTunes Festival 2012.[27] L'11 settembre 2012 è stato nominato agli MTV Europe Music Awards per la categoria Best UK & Ireland Act.[28] Il 9 novembre 2012 è uscito su YouTube il video ufficiale del singolo Give Me Love, mentre nel dicembre successivo The A Team è stato candidato per il premio canzone dell'anno ai Grammy Awards 2013.[29]

Nel 2013 Ed Sheeran è l'autore di I See Fire, canzone originale per il film Lo Hobbit - La desolazione di Smaug; nello stesso anno è in tournée con Taylor Swift nel suo Red Tour, come cantante d'apertura negli Stati Uniti e Canada (76 tappe). Nel 2014 ha di nuovo partecipato al Red Tour sia nel Regno Unito che in Germania, assieme ai The Vamps, che hanno aperto i concerti di Swift nel Regno Unito. Sempre nel 2013 ha cantato la canzone scritta con Swift, Everything Has Changed, alla finale di Britain's Got Talent. Il 1º aprile dello stesso anno è stato pubblicato Head or Heart di Christina Perri, nel quale è presente il brano Be My Forever, realizzato in duetto con lo stesso Sheeran.

X (2014-2015)[modifica | modifica wikitesto]

Ed Sheeran nel 2014

Il 4 aprile 2014 Sheeran ha annunciato il titolo di un nuovo singolo, intitolato Sing[30] e che ha anticipato la pubblicazione del quarto album in studio del cantante, intitolato X e pubblicato il 23 giugno.[31] Il 21 maggio 2014 è ospite nel programma televisivo The Voice of Italy dove ha eseguito Lego House e Sing con il Team Noemi. Nel 2014 è l'autore di All of the Stars, canzone principale della colonna sonora del film Colpa delle stelle.

Il 2 dicembre 2014 è stato pubblicato per il download digitale il singolo inedito Make It Rain,[32] utilizzato come brano principale per la dodicesima puntata della settima stagione della serie televisiva Sons of Anarchy. Inoltre si esibisce al Victoria's Secret Fashion Show cantando Thinking Out Loud.[33] Verso la fine del 2014 è stato rivelato che X è risultato essere il terzo album più venduto nel mondo con oltre 8,5 milioni di copie.[34]

Nel 2015 l'album X ha ricevuto due candidature ai Grammy Awards 2015 nelle categorie Album of the Year e Best Pop Vocal Album e l'8 febbraio 2015, il cantante si è esibito alla cerimonia con Thinking Out Loud. Il 14 dello stesso mese è stato tra gli ospiti dell'ultima serata del Festival di Sanremo 2015, durante il quale si è esibito con Sing e Thinking Out Loud.[35] La promozione di X è proseguita con la pubblicazione di una nuova versione del brano Bloodstream, registrata insieme al gruppo drum and bass britannico Rudimental e pubblicata il 27 febbraio,[36][37] e dal quinto singolo Photograph.[38] Nello stesso periodo, Sheeran ha collaborato nuovamente con i Rudimental per la realizzazione del brano Lay It All on Me, estratto come singolo nel mese di settembre,[39] e con Justin Bieber alla composizione del brano Love Yourself, uscito come singolo il 9 dicembre dello stesso anno.[40]

Il 25 ottobre 2015 ha condotto insieme a Ruby Rose gli MTV Europe Music Awards 2015, vincendo egli stesso due premi.[41][42] Nello stesso mese, è stato protagonista del documentario Jumpers for Goalposts, girato durante i tre concerti tenuti presso il Wembley Stadium;[43] il documentario è stato pubblicato il 13 novembre 2015 in formato BD con il titolo di Jumpers for Goalposts - Live at Wembley Stadium, oltre a venire incluso in formato DVD nella riedizione di X, denominata Wembley Edition.[44]

Il 7 dicembre 2015 è stato rivelato che Sheeran, con oltre 3 miliardi di streaming, è divenuto l'artista più ascoltato di sempre su Spotify.[45]

÷ (2015-2018)[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 dicembre 2015, una volta ultimato il tour in promozione a X, Sheeran ha annunciato un periodo di pausa dalle scene musicali, durante il quale progetterà le lavorazioni relative al quinto album di inediti:[46]

«Prenderò una pausa dal telefono, dalle email e dai social network per un po': gli ultimi cinque anni sono stati magnifici, ma a un certo punto ho scoperto di aver guardato il mondo attraverso uno schermo, e non coi miei occhi. L'album è in arrivo ed è la cosa migliore che abbia fatto fino ad ora. Ci vediamo il prossimo autunno, e grazie per essere stati incredibili.»

Dopo quasi un anno di pausa, il 30 novembre Sheeran ha partecipato a un evento benefico per tutti i bambini ricoverati nell'ospedale East Anglia's Children's Hospices di Londra.[47]

Ed Sheeran a New York

Il 1º gennaio 2017 ha rivelato su Twitter la pubblicazione di nuova musica prevista cinque giorni più tardi.[48] Il 6 gennaio sono stati infatti pubblicati i singoli Castle on the Hill e Shape of You.[49] Lo stesso giorno, in un'intervista radiofonica a BBC Radio 1, il cantante ha confermato le speculazioni riguardo al titolo dell'album, ÷,[50] e successivamente ha comunicato che sarebbe stato pubblicato il 3 marzo 2017.[51]

No. 6 Collaborations Project (2019-presente)[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 maggio 2019 è stato pubblicato I Don't Care, singolo realizzato in collaborazione con il cantante canadese Justin Bieber e che avrebbe anticipato il sesto album in studio di Sheeran.[52] Il singolo ha debuttato in vetta nel Regno Unito, in Australia e in altri paesi, e al secondo posto della Billboard Hot 100 statunitense;[53] inoltre, ha debuttato su Spotify con 10.977 milioni di stream globali giornalieri, superando il record di streaming in un'unica giornata della piattaforma precedentemente detenuto da All I Want for Christmas Is You di Mariah Carey.[54]

Il 31 maggio è stato pubblicato il secondo singolo Cross Me, che ha visto la partecipazione vocale di Chance the Rapper e PnB Rock e che ha debuttato alla nona posizione nel Regno Unito.[55] Ulteriori singoli pubblicati prima dell'album sono stati Beautiful People (con la partecipazione di Khalid) il 28 giugno,[56] Best Part of Me (con la partecipazione di Yebba) e Blow (con Chris Stapleton e Bruno Mars), entrambi pubblicato il 5 luglio.[57]

Accuse di plagio[modifica | modifica wikitesto]

Ed Sheeran ha subito tre cause per plagio. La prima lo accusa di aver copiato diversi elementi del brano Let's Get It On di Marvin Gaye, per la composizione di Thinking Out Loud. Vi è in corso un processo penale, con il fine di richiedere a Sheeran una sanzione economica per plagio.[58]

La seconda di aver plagiato il singolo del 2011 Amazing, interpretato dal cantante britannico Matt Cardle, per la composizione del brano Photograph; nell'aprile 2017 la causa per plagio si chiude con un patteggiamento voluto dallo stesso Sheeran, i cui estremi non sono poi stati resi noti.[59]

La terza accusa è relativa all'aver copiato la melodia di No Scrubs del gruppo TLC per comporre il brano Shape of You. Dopo avere inizialmente negato la somiglianza, il cantante britannico ha deciso di aggiungere nei crediti ufficiali del brano depositati presso l'ASCAP anche Kandi Burruss, Tameka Cottle e Kevin Briggs.[60]

Influenze[modifica | modifica wikitesto]

I primi ricordi di Sheeran includono l'ascolto dei dischi di Joni Mitchell, Bob Dylan e Elton John.[61] Secondo Sheeran, l'album che lo introdusse alla musica era di Van Morrison. Durante la sua infanzia, suo padre lo portò a vedere dei concerti che avrebbero ispirato le sue creazioni musicali. Tra questi c'erano Eric Clapton alla Royal Albert Hall, Paul McCartney a Birmingham e Bob Dylan. Sull'influenza di Clapton, Sheeran afferma: "È la ragione per cui ho iniziato a suonare la chitarra".[62] Ha visto la performance di Clapton al Party nei giardini di Buckingham Palace: "Avevo undici anni quando ho visto Eric Clapton suonare al Queen Golden Jubilee Concert nel giugno 2002. Ricordo che camminava sul palco con questo arcobaleno e suonava il primo riff di " Layla ".[63]

Ha anche citato i The Beatles, Nizlopi ed Eminem come le sue più grandi influenze musicali.[64] Secondo Sheeran, ha avuto delle balbuzie nei suoi discorsi quando era più giovane, e ha attribuito il merito al rap di Eminem The Marshall Mathers LP per averlo aiutato a liberarsene.[65] Fu anche ispirato dal cantautore " Cannonball " Damien Rice nel 2002, Sheeran dichiarava: "vedendolo suonare in questo piccolo club in Irlanda, ho potuto incontrarlo, ed è stato incredibilmente bello. Ho iniziato a scrivere canzoni, non avrei fatto quello che sto facendo adesso se fosse stato un idiota".[66] Ha anche suonato la chitarra per il più grande album di Westlife quando aveva dieci anni, citandoli come una delle sue influenze. Sheeran ha collaborato con il suo idolo Eric Clapton nell'aprile 2016, Sheeran ha dichiarato alla rivista People : "Ho cantato nell'album di Eric Clapton I Still Do".[67]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio del 2011, dopo essersi assicurato la registrazione e la pubblicazione dell'album +, Sheeran ha acquistato e ristrutturato una fattoria vicino a Framlingham, nel Suffolk, dove è stato cresciuto.[68] Durante il 2013 ha vissuto tra Hendersonville, Tennessee e Los Angeles, in California.[69] Nel 2014 ha comprato una casa nel sud di Londra.[68]

I tatuaggi di Ed sono collegati alla sua famiglia, ai risultati avuti con la musica o ai suoi ricordi

Nel 2012 Sheeran ha avuto una relazione con la cantautrice scozzese Nina Nesbitt (apparsa nel videoclip di Drunk), prima di rompere.[70] Nesbitt è il soggetto delle canzoni di Sheeran Nina e Photograph, mentre la maggior parte dei brani contenuti nell'album di Nesbitt, Peroxide, parlano di Sheeran.[70] Nel gennaio 2014 Sheeran ha avuto una relazione con Athina Andrelos (che lavora per lo chef Jamie Oliver),[71] alla quale Sheeran si è ispirata per la composizione del singolo Thinking Out Loud;[72] la coppia si è separata nel febbraio 2015. Da luglio 2015 Sheeran ha avviato una relazione con l'amica d'infanzia e ex compagna di classe delle scuole superiori Cherry Seaborn, sposandola nel 2018.[73]

Il cantautore è inoltre amico intimo della cantautrice Taylor Swift.[74]

Nel luglio 2018 la rivista Forbes ha inserito Sheeran al nono posto nella lista delle celebrità più pagate.[75] Secondo la lista dei ricchi del Sunday Times del 2019, Sheeran possiede un patrimonio del valore di 160 milioni di sterline ed è stato inserito al 17º posto come musicista più ricco del Regno Unito.[76]

Filantropia[modifica | modifica wikitesto]

Sheeran ha tenuto un concerto a Bristol, che ha raccolto 40 000 dollari per un ente di beneficenza che si rivolge a prostitute di strada. Al riguardo, il cantante ha dichiarato:[77]

«È bello mostrare alle istituzioni che queste persone sono reali, con emozioni vere e che meritano lo stesso lavoro di beneficenza di chiunque altro. Ci sono molte organizzazioni di beneficenza molto popolari che ricevono molta attenzione e con certe materie come queste vengono spesso lavate e le persone non danno loro l'attenzione che meritano.»

Il 15 novembre 2014 Sheeran è entrato a far parte del gruppo di beneficenza Band Aid 30 insieme ad altri gruppi pop britannici e irlandesi, registrando una versione del brano Do They Know It's Christmas? al Sarm West Studios di Notting Hill, Londra, per raccogliere fondi per l'epidemia di virus Ebola dell'Africa occidentale.[78]

Nel novembre 2015 Sheeran ha sostenuto la campagna No Cold Homes dell'ente benefico britannico Turn2us.[79] Sheeran era una delle trenta celebrità, che includevano Helen Mirren, Jeremy Irons e Hugh Laurie per donare articoli di abbigliamento invernale alla campagna, con il ricavato utilizzato per aiutare le persone nel paese che lottavano per mantenere calda la loro casa in inverno.[80]

Sheeran acquista spesso i suoi vestiti in negozi di beneficenza intorno a Suffolk, la sua patria.[81] È ambasciatore dell'Hospice per bambini dell'East Anglia, ha donato abiti al negozio di beneficenza St. Elizabeth Hospice nella sua città natale Framlingham; la camicia scozzese indossata da Sheeran quando ha incontrato il personaggio di Renée Zellweger, Bridget, in Bridget Jones's Baby, è stata messa all'asta online nel 2016 per raccogliere ulteriori fondi per lo ospizio.[82]

Sheeran è apparso in un episodio a novembre 2017 di Gogglebox insieme ad altre celebrità del Regno Unito come Ozzy Osbourne, Liam Gallagher e il leader del Partito Laburista Jeremy Corbyn come parte di Channel 4 e Cancer Research UK, per la campagna di raccolta fondi Stand Up to Cancer.[83]

Altre attività[modifica | modifica wikitesto]

Recitazione[modifica | modifica wikitesto]

Sheeran ha fatto il suo debutto come attore nel 2014, in un ruolo cameo come lui nella soap opera neozelandese Shortland Street, girato mentre era nel paese per una performance.[84] Nel maggio 2015, è apparso come se stesso e si è esibito in un episodio dal vivo nella sitcom NBC Undateable.[85] Più tardi quell'anno, mentre era in Australia, registrò scene per la soap opera Home and Away, come personaggio basato su se stesso.[86]

Dopo aver registrato una reinterpretazione di Make It Rain di Foy Vance per Sons of Anarchy, Sheeran è stato scelto dal creatore Kurt Sutter per interpretare Sir Cormac nel dramma medievale The Bastard Executioner su FX.[87] Sheeran è apparso nel film del 2016 di Bridget Jones's Baby in una scena in cui Bridget Jones, interpretata da Renée Zellweger, incontra il cantante al Festival di Glastonbury.[88]

Nel luglio 2017 Sheeran è apparso in una scena di Game of Thrones con Maisie Williams, che interpreta Arya Stark.[89] David Benioff ha spiegato che dal momento che Williams era una grande fan del cantante, volevano che Sheeran apparisse nello show per sorprendere Williams, e che avevano cercato di farlo entrare per anni.[90]

Gingerbread Man Records[modifica | modifica wikitesto]

Nel marzo 2015 Sheeran ha annunciato la creazione dell'etichetta discografica Gingerbread Man Records grazie a un accordo con la Warner Music Group.[91] L'etichetta è stata lanciata nell'agosto 2015 insieme al relativo canale YouTube.[92] Jamie Lawson, il primo artista che ha firmato con l'etichetta, incontrò Sheeran mentre erano entrambi nel circuito folk di Londra.[93] Lawson ha pubblicato il suo album di debutto omonimo il 9 ottobre 2015, che gli è valsa la prima posizione della Official Albums Chart britannica.[94] Sheeran ha firmato il suo secondo artista, Foy Vance, nel novembre 2015.[95]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Discografia di Ed Sheeran.

Tournée[modifica | modifica wikitesto]

  • 2012 – VH1 You Oughta Know Tour
  • 2013/14 – + Tour
  • 2014 – X Tour
  • 2017/19 – ÷ Tour

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

BRIT Award[96]

  • 2012 – Miglior artista maschile britannico
  • 2012 – Miglior artista emergente britannico
  • 2012 – Candidatura al miglior brano britannico per The A Team
  • 2012 – Candidatura al miglior album britannico per +

BT Digital Music Awards[97]

  • 2011 – Miglior artista emergente

Ivor Novello Awards[98]

  • 2012 – Miglior testo e musica per The A Team

MOBO Awards[99]

  • 2011 – Candidatura al miglior artista emergente

Q Awards[100][101]

Teen Choice Award

  • 2014 – Miglior artista maschile
  • 2014 – Miglior brano maschile per Sing
  • 2015 – Miglior artista maschile
  • 2015 – Miglior brano maschile per Thinking Out Loud

UK Music Video Awards[102]

  • 2011 – Candidatura al miglior video urban britannico per You Need Me, I Don't Need You
  • 2011 – Candidatura al miglior montaggio in un video per You Need Me, I Don't Need You

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Membro dell'Ordine dell'Impero Britannico - nastrino per uniforme ordinaria Membro dell'Ordine dell'Impero Britannico
«Per i servizi alla musica e alla carità.»
— 16 giugno 2017[103]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Jon O'Brien, Ed Sheeran, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 30 giugno 2015.
  2. ^ (EN) VIBE Summer 2014 Cover Story: Ed Sheeran, Vibe, 23 giugno 2014. URL consultato il 24 agosto 2015.
  3. ^ (EN) The identity of Sheeran's 'Galway Girl' is revealed, Independent. URL consultato il 9 maggio 2017.
  4. ^ (EN) George Chesterton, Ed Sheeran: the new album is out now, British GQ. URL consultato il 10 maggio 2017.
  5. ^ (EN) Jack White, Ed Sheeran's ÷ takes early Official Albums Chart lead with 232,000 copies sold in just one day, Official Charts Company, 4 marzo 2017. URL consultato il 17 settembre 2017.
  6. ^ (EN) BRIT Certified, British Phonographic Industry. URL consultato il 29 ottobre 2015.
  7. ^ (EN) Ed Sheeran, Official Charts Company. URL consultato il 29 ottobre 2015.
  8. ^ (EN) New Milestone For Ed Sheeran's 'X', British Phonographic Industry, 5 febbraio 2016. URL consultato l'8 febbraio 2016.
  9. ^ (EN) Ed Sheeran - Chart history (Billboard 200), Billboard. URL consultato il 29 ottobre 2015.
  10. ^ È in arrivo '÷', il nuovo album di Ed Sheeran, Rolling Stone Italia. URL consultato il 14 febbraio 2017 (archiviato dall'url originale il 14 febbraio 2017).
  11. ^ Rob Davies, Viagogo condemned over Ed Sheeran cancer benefit concert tickets, The Guardian, 17 febbraio 2017.
  12. ^ Karen Bliss, Ed Sheeran Shows Off His Musical Prowess at Sold-Out Show in Toronto, Billboard, 9 luglio 2017.
  13. ^ Taylor Weatherby, Songs Ed Sheeran Wrote for Other People (That He Also Sang On), Billboard, 1º marzo 2017.
  14. ^ Celebrity 100: The World's Highest-Paid Superstars Of 2015, Forbes, 29 giugno 2015.
  15. ^ (EN) Jamie Milton, Ed Sheeran, Donald Trump and Riz Ahmed make TIME's 'Most Influential People' list, New Musical Express, 20 aprile 2017. URL consultato il 23 aprile 2017.
  16. ^ Introducing – Ed Sheeran, BBC Suffolk, aprile 2008. URL consultato l'11 agosto 2011.
  17. ^ Tony Fentons Blog > Daily Download – Ed Sheeran, su todayfm.com. URL consultato il 25 settembre 2011 (archiviato dall'url originale il 20 marzo 2012).
  18. ^ (EN) Ed's First CD, Ed Sheeran. URL consultato il 10 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 17 novembre 2009).
  19. ^ (EN) Ed's First Album, Ed Sheeran. URL consultato il 29 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 17 novembre 2009).
  20. ^ (EN) Want Some? Ed's new album, Ed Sheeran. URL consultato il 29 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 17 novembre 2009).
  21. ^ Elt says Ed’s the Cat’s whiskers | The Sun |Showbiz|Music, The Sun, 15 gennaio 2011. URL consultato il 19 gennaio 2011.
  22. ^ BBC Suffolk, Ed Sheeran signs with Asylum Records / Atlantic Records following 'No. 5 Collaborations Project' success, BBC News, 13 gennaio 2011. URL consultato il 19 gennaio 2011.
  23. ^ (EN) The latest on One Direction's album!, Sugarscape, 5 maggio 2011. URL consultato il 7 gennaio 2017.
  24. ^ (EN) Crowds flood into Mall for Buckingham Palace Jubilee concert as Kylie dons plastic poncho to rehearse in the rain, Daily Mail. URL consultato il 7 gennaio 2017.
  25. ^ Ed Sheeran Olympics Closing Ceremony: Singer Wears Hoodie, Sings Pink Floyd HuffPost
  26. ^ London 2012 Olympics closing ceremony – as it happened Guardian.co.uk
  27. ^ (EN) James Robertson, iTunes Festival 2012: Ed Sheeran confirmed to headline music event with string of other stars, Daily Mirror, 19 giugno 2012. URL consultato il 7 gennaio 2017.
  28. ^ (EN) The 2012 MTV EMA Host City Is...Frankfurt!, MTV (archiviato dall'url originale il 14 settembre 2012).
  29. ^ GRAMMY.com | The Official Site of Music's Biggest Night
  30. ^ Twitter / edsheeran: The first single from my new
  31. ^ Twitter / edsheeran: My 2nd album is called 'x'
  32. ^ Make It Rain (from Sons of Anarchy) - Single, iTunes. URL consultato il 2 dicembre 2014.
  33. ^ ARIANA GRANDE, TAYLOR SWIFT E ED SHEERAN PER VICTORIA'S SECRET, Bambini.eu, 18 novembre 2014. URL consultato il 6 agosto 2015.
  34. ^ Gli album più venduti nel mondo nel 2014, Sentireascoltare. URL consultato il 1º gennaio 2016.
  35. ^ Ed Sheeran dedica Thinking out loud agli innamorati, Rai News, 14 febbraio 2015. URL consultato il 6 agosto 2015.
  36. ^ (EN) Joanne Dorken, Rudimental Talk "Sick" Ed Sheeran Collaboration, MTV, 4 febbraio 2015. URL consultato il 29 ottobre 2015.
  37. ^ Bloodstream - Single, iTunes. URL consultato il 29 ottobre 2015.
  38. ^ (EN) Jocelyn Vena, Ed Sheeran Announces 'Photograph' As Next 'X' Single, Billboard, 22 aprile 2015§. URL consultato il 29 ottobre 2015.
  39. ^ (EN) Colin Stutz, Rudimental & Ed Sheeran Release Brotherhood Anthem 'Lay It All On Me': Listen, Billboard, 24 settembre 2015. URL consultato il 29 ottobre 2015.
  40. ^ (EN) Eliza Thompson, Listen to Justin Bieber's New Song, Cowritten by Ed Sheeran, Cosmopolitan, 9 novembre 2015. URL consultato il 1º gennaio 2016.
  41. ^ (EN) Erin Strecker, Ed Sheeran to Host 2015 MTV EMAs With Ruby Rose, Billboard, 30 settembre 2015. URL consultato il 26 ottobre 2015.
  42. ^ (EN) Richard Smirke, MTV EMAs 2015: Justin Bieber Triumphs as Ed Sheeran, One Direction and Taylor Swift Share Spoils, Billboard, 25 ottobre 2015. URL consultato il 26 ottobre 2015.
  43. ^ Ed Sheeran nei cinema con il docufilm "Jumpers for Goalposts", Panorama, 17 settembre 2015. URL consultato il 28 settembre 2015.
  44. ^ (EN) Ed Sheeran to release x - Wembley Edition with new tracks, EW.com, 26 ottobre 2015. URL consultato il 28 ottobre 2015.
  45. ^ (EN) Rhiannon Williams, How to see your favourite Spotify tracks and artists of 2015, The Daily Telegraph, 7 dicembre 2015. URL consultato il 1º gennaio 2016.
  46. ^ l Ed Sheeran dice addio (temporaneamente) ai social: 'Per registrare un nuovo album e guardare il mondo coi miei occhi', su twitter.com, 12 dicembre 2015. URL consultato il 1º gennaio 2016.
  47. ^ Ed Sheeran: il ritorno del cantante dopo la lunga pausa!, MTV, 18 ottobre 2016. URL consultato il 16 novembre 2016.
  48. ^ (EN) Ed Sheeran kickstarts 2017 by announcing new music release date, The Independent, 1º gennaio 2017. URL consultato il 1º gennaio 2017.
  49. ^ (EN) Ed Drops Two Singles, Ed Sheeran, 6 gennaio 2017. URL consultato il 6 gennaio 2017 (archiviato dall'url originale il 6 gennaio 2017).
  50. ^ (EN) 14 things we found out from Ed Sheeran when he hosted the Radio 1 breakfast show, Metro, 6 gennaio 2017. URL consultato il 6 gennaio 2017.
  51. ^ (EN) Ed Sheeran's new album Divide to be released on 3 March, The Guardian, 12 gennaio 2017. URL consultato il 28 gennaio 2017.
  52. ^ (EN) Ed Sheeran e Justin Bieber: è arrivato il nuovo singolo "I don't care", Radio 105, 10 maggio 2019. URL consultato il 25 maggio 2019.
  53. ^ (EN) Lil Nas X's 'Old Town Road' Tops Billboard Hot 100 for Seventh Week, Ed Sheeran & Justin Bieber's 'I Don't Care' Debuts at No. 2, su Billboard. URL consultato il 24 maggio 2019.
  54. ^ (EN) SPOTIFY U.S. TOP 25: TYLER AFTERSHOCKS, HITS Daily Double. URL consultato il 24 maggio 2019.
  55. ^ (EN) Rob Copsey, Ed Sheeran & Justin Bieber cling on to Number 1 for a third week, Official Charts Company, 31 maggio 2019. URL consultato il 20 giugno 2019.
  56. ^ (EN) Ellise Shafer, Ed Sheeran Teases Music Video for 'Beautiful People' Feat. Khalid: Watch a Preview, su Billboard, 27 giugno 2019. URL consultato il 3 luglio 2019.
  57. ^ (EN) Ed Sheeran Drops Bruno Mars-Assisted 'Blow' and 'Best Part of Me': Stream, su Billboard, 5 luglio 2019. URL consultato il 5 luglio 2019.
  58. ^ (EN) Chi Chi Izundu, Ed Sheeran sued over claims he's ripped off a Marvin Gaye song, BBC, 10 agosto 2016. URL consultato il 10 ottobre 2017.
  59. ^ Ed Sheeran patteggia per il presunto plagio di "Photograph", Sky TG 24, 11 aprile 2017. URL consultato il 9 ottobre 2017.
  60. ^ Ed Sheeran, accusato di plagio per "Shape of You" aggiunge nuovi autori nei credits, MTV. URL consultato il 6 ottobre 2017.
  61. ^ (EN) Neil McCormick, Ed Sheeran: 'I haven't got used to the screams', 3 agosto 2011. URL consultato il 24 maggio 2019.
  62. ^ www.panorama.it, https://www.panorama.it/musica/ed-sheeran-date-concerti-italia-2019-firenze-roma-milano-segreto-del-successo/. URL consultato il 24 maggio 2019.
  63. ^ BBC Music, Ed Sheeran – Layla with Jools Holland & His Rhythm & Blues Orchestra, 1º gennaio 2018. URL consultato il 24 maggio 2019.
  64. ^ (EN) Latest Music News, Charts, Playlists and Videos, su www.mtv.co.uk. URL consultato il 24 maggio 2019.
  65. ^ (EN) Patrick Doyle, Patrick Doyle, Ed Sheeran: Up All Night With Pop's Hardcore Troubadour, su Rolling Stone, 7 marzo 2017. URL consultato il 24 maggio 2019.
  66. ^ (EN) Rolling Stone, Rolling Stone, Ed Sheeran: The Music That Made Me, su Rolling Stone, 8 maggio 2015. URL consultato il 24 maggio 2019.
  67. ^ (EN) Ed Sheeran Opens Up About His A-List Pals, from His Clapton Collab to Taking Shots with Beyoncé, su People. URL consultato il 24 maggio 2019.
  68. ^ a b (EN) Craig McLean, Ed Sheeran interview: 'I don't make music for critics', The Daily Telegraph, 16 luglio 2014. URL consultato il 10 maggio 2019.
  69. ^ (EN) Ed Sheeran Live In-Studio [PHOTOS + VIDEO + LIVE PERFORMANCE], Elvis Duran. URL consultato il 10 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 4 febbraio 2013).
  70. ^ a b (EN) John Dingwall, Nina Nesbitt: Ed Sheeran wrote a song about our love life and I'm giving him a miss at T in the Park, Dailyrecord, 11 luglio 2014. URL consultato il 10 maggio 2019.
  71. ^ (EN) Angela Barbuti, Athina Andrelos, Ed Sheeran's Girlfriend: 5 Fast Facts You Need to Know, su heavy.com, 8 febbraio 2015. URL consultato il 10 maggio 2019.
  72. ^ (EN) Ed Sheeran Confirms Split With Girlfriend Who Inspired 'Thinking Out Loud' Athina Andrelos, International Business Times Australia, 27 marzo 2015. URL consultato il 10 maggio 2019.
  73. ^ (EN) Ed Sheeran hints he got married in secret, su bbc.com, 28 agosto 2018. URL consultato il 10 maggio 2019.
  74. ^ (EN) Ed Sheeran Opens Up About His A-List Pals, from His Clapton Collab to Taking Shots with Beyoncé, People. URL consultato il 10 maggio 2019.
  75. ^ (EN) George Clooney and Kylie Jenner Among Top 10 Highest-Earning Celebrities, MSN. URL consultato il 10 maggio 2019.
  76. ^ (EN) Ed Sheeran leapfrogs Adele in Rich List, BBC, 9 maggio 2019. URL consultato il 10 maggio 2019.
  77. ^ (EN) Sheeran in intimate charity gig, BBC, 22 maggio 2012. URL consultato il 24 maggio 2019.
  78. ^ (EN) Anita Singh, Band Aid 30: One Direction among celebrity line-up, The Daily Telegraph, 10 novembre 2014. URL consultato il 24 maggio 2019.
  79. ^ (EN) Ed Sheeran is selling his ACTUAL clothes for charity, Heat, 22 ottobre 2015. URL consultato il 24 maggio 2019.
  80. ^ Turn2us Previous Campaigns - No Cold Homes - Turn2us, su www.turn2us.org.uk. URL consultato il 24 maggio 2019.
  81. ^ (EN) Sheeran sparks charity shop hunt, BBC, 24 marzo 2014. URL consultato il 24 maggio 2019.
  82. ^ (EN) Pop star donates film shirt to charity, BBC, 20 giugno 2016. URL consultato il 24 maggio 2019.
  83. ^ (EN) Tom Connick, Watch first preview of Liam Gallagher, Jeremy Corbyn, Ed Sheeran on 'Gogglebox', New Musical Express, 1º novembre 2017. URL consultato il 24 maggio 2019.
  84. ^ www.tvnz.co.nz, https://www.tvnz.co.nz/shows/shortland-street. URL consultato il 24 maggio 2019.
  85. ^ Ed Sheeran performs 'Thinking Out Loud' and 'Photograph' on live Undateable episode, su web.archive.org, 25 novembre 2015. URL consultato il 24 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 25 novembre 2015).
  86. ^ (EN) Amy Blumsom, Meet 'Teddy': Ed Sheeran appears in Home and Away, in The Telegraph, 28 ottobre 2015. URL consultato il 24 maggio 2019.
  87. ^ (EN) Ed Sheeran to Recur on Kurt Sutter's 'The Bastard Executioner' (Exclusive), su The Hollywood Reporter. URL consultato il 24 maggio 2019.
  88. ^ (EN) Sage Young, Ed Sheeran Is A Great Ed Sheeran In 'Bridget', su Bustle. URL consultato il 24 maggio 2019.
  89. ^ (EN) Ed Sheeran Makes a Surprise Cameo in Game of Thrones Premiere — and Fans Are Going Nuts, People. URL consultato il 24 maggio 2019.
  90. ^ (EN) Game of Thrones fans angry as Ed Sheeran makes painfully unsubtle cameo, The Independent, 17 luglio 2017. URL consultato il 24 maggio 2019.
  91. ^ (EN) Ed Sheeran announces new record label 'Gingerbread', New Musical Express, 23 marzo 2015. URL consultato il 24 maggio 2019.
  92. ^ (EN) Ed Sheeran Talks About His Label Gingerbread Man Records in New Video, Billboard. URL consultato il 24 maggio 2019.
  93. ^ (EN) Jamie 'Wasn't Expecting That', su dailytelegraph.com.au, 14 aprile 2015. URL consultato il 24 maggio 2019.
  94. ^ (EN) Jamie Lawson tops Official Albums Chart: "I'm really over the moon", Official Charts Company. URL consultato il 24 maggio 2019.
  95. ^ (EN) Ed Sheeran Signs Foy Vance As Second Artist to His Gingerbread Man Label, Billboard. URL consultato il 24 maggio 2019.
  96. ^ Brit Awards 2012: List of winners BBC. Retrieved 22 February 2012
  97. ^ Ben Cardew, Nominations announced for BT Digital Music Awards, in Music Week, London, United Kingdom, 31 agosto 2011, ISSN 0265-1548 (WC · ACNP). URL consultato il 12 settembre 2011.
  98. ^ Adele wins Ivor Novello Awards double, BBC News. URL consultato il 10/9/2012.
  99. ^ Sarah Fitzmaurice, Jessie J leads the pack with five MOBO Award nominations... and will battle it out against Adele in three categories, in Daily Mail, 1º settembre 2011. URL consultato il 20/9/2012.
  100. ^ Adele, Arctic Monkeys and Jessie J lead Q Awards nominations, The Guardian, 14 settembre 2011. URL consultato il 20 settembre 2012.
  101. ^ (EN) Adele, Coldplay, U2, Bon Iver, Noel Gallagher, Tinie Tempah... Q Awards 2011: the winners, Q The Music, 24 ottobre 2011. URL consultato il 20 settembre 2012 (archiviato dall'url originale il 25 ottobre 2011).
  102. ^ (EN) ukmva 2011 winners, UK Video Music Awards. URL consultato il 20 settembre 2012 (archiviato dall'url originale il 18 febbraio 2012).
  103. ^ The London Gazette

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • 2014 – A Visual Journey

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN227424956 · ISNI (EN0000 0003 6443 4564 · LCCN (ENnb2012000710 · GND (DE1020321148 · BNF (FRcb16557826g (data) · WorldCat Identities (ENnb2012-000710