Attentato di Barcellona del 17 agosto 2017

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Attentato di Barcellona del 17 agosto 2017
Attentato
Barcelona La Rambla - 2011-04-23 05 - JTCurses.jpg
La Rambla, luogo dell'attentato
Tipo
Data inizio17 agosto 2017
16:50 (UTC+2)
Data fine18 agosto 2017
01:00 (UTC+2)
LuogoBarcellona e Cambrils
StatoSpagna Spagna
ResponsabiliStato Islamico
MotivazioneJihād, Terrorismo islamico
Conseguenze
Morti15 a Barcellona, 1 a Cambrils
Feriti130 a Barcellona, 6 a Cambrils

Con attentato di Barcellona del 2017 si intende un attacco terroristico che ha avuto luogo principalmente a Barcellona, il 17 agosto 2017, sulla via principale della città, la Rambla, seguito, poco dopo la mezzanotte, da un altro attacco, di minor gravità, nella cittadina di Cambrils.

L'attacco è stato il peggior attentato terroristico in Spagna dagli Attentati di Madrid del 2004 e in particolare in Catalogna dalla Strage dell'Hipercor del 1987.[1]

L'Amaq News Agency, collegata all'ISIS, affermò che quest'ultimo ha rivendicato l'attacco come reazione alla strategia della coalizione anti-ISIS, di cui la Spagna è un membro.[2]

Gli eventi[modifica | modifica wikitesto]

L'attacco sulla Rambla[modifica | modifica wikitesto]

La distanza coperta dal camioncino durante l'attentato.

Circa alle ore 16:50 (CEST) del 17 agosto 2017,[3] Younes Abouyaaqoub, alla guida di un camioncino Fiat Talento bianco, entrò nella zona pedonale de La Rambla, il celebre viale di Barcellona, attraversandola a tutta velocità per circa 550 metri, tra Plaça Catalunya e il Gran Teatre del Liceu, investendo i pedoni al suo passaggio fino a interrompere la corsa di fronte presso il mosaico di Joan Miró.[4][5][6]

Diversi testimoni affermarono che il veicolo zigzagava tra la folla cercando di investire pedoni e ciclisti lungo il cammino.[7] I numerosi impatti ricevuti dal veicolo causarono lo scoppio dell'airbag e l'avvio del sistema di protezione del guidatore che bloccò il veicolo. Nella confusione, Abouyaaqoub riuscì a dirigersi a piedi verso il distretto universitario, dove rubò un'auto, accoltellò a morte il conducente e fuggì.[8][9]

Il mosaico di Mirò, dove si fermò il veicolo

Alle 20:20 circa, il governo catalano confermò la morte di 13 persone e che 15 dei feriti risultavano essere gravi, quindi il bilancio sarebbe potuto peggiorare.[3] Alle 20:29, i Mossos d'Esquadra riferirono che non vi era nessuna presa di ostaggi in un bar turco, come invece era stato precedentemente riferito dai media.[10]

Circa due ore dopo l'attacco, una Ford Focus bianca speronò un posto di blocco della polizia sull'Avinguda Diagonal, ferendo un agente.[11] Il guidatore abbandonò il veicolo dopo essersi fermato poco fuori Barcellona, presso Sant Just Desvern. All'interno dell'auto, la polizia trovò un uomo morto sul sedile posteriore, ucciso da una coltellata, che si rivelò poi essere il guidatore fermato dall'attentatore.[12]

Passeig Marítim, il luogo del secondo attentato

L'attentato di Cambrils[modifica | modifica wikitesto]

Alle ore 21:30 del 17 agosto, Houssaine Abouyaaqoub, Omar Hichamy, Mohamed Hichamy, Moussa Oukabir e Said Aalla furono ripresi da una telecamera di sicurezza di un negozio di Cambrils, mentre compravano armi da taglio.[13] Circa alle ore 01:00 del 18 agosto, a Cambrils, la polizia uccise i cinque, di cui quattro erano in azione cercando di travolgere i passanti in una zona pedonale, a bordo di una Audi A3.[14][15] Dopo essersi schiantati contro un blocco di polizia, armati di coltelli e machete cercarono di aggredire i passanti e le forze di polizia minacciando di far esplodere le cinture esplosive risultate poi finte. Un solo agente di polizia aprì il fuoco, uccidendo i quattro assalitori che erano a bordo dell'auto; il quinto verrà colpito poco dopo e morirà ore più tardi, a causa delle ferite.[16][17] In tutto, sei civili e un poliziotto rimasero feriti;[18] una donna morì qualche ora dopo, in seguito alla gravità delle ferite riportate.[19]

Le indagini[modifica | modifica wikitesto]

Il camioncino Fiat Talento risultò essere stato noleggiato a Santa Perpètua de Mogoda da un uomo di origine marocchina con precedenti penali, Younes Aboyaaqoub stesso;[9][20][21] venne noleggiato anche un altro furgone, simile al primo, il quale venne considerato un veicolo di fuga e ritrovato verso sera in un sottopasso, presso Vic.[3] Per il noleggio del secondo veicolo, venne ricercato un altro uomo di origini marocchine, il quale però si consegnò spontaneamente alla polizia di Ripoll, dove risiede, dopo aver visto la sua foto in televisione, affermando di essere estraneo ai fatti. La polizia, confermata la versione del marocchino, indirizzò le indagini verso il fratello minore, Moussa Oukabir, che avrebbe rubato i documenti del fratello maggior per noleggiare il veicolo.[22][23][24][25]

Younes Abouyaaqoub, dopo una fuga di quattro giorni, venne rintracciato il 21 agosto 2017 dai Mossos d'Esquadra a Subirats e ucciso nel tentativo di arresto, dopo aver minacciato la polizia con una cintura esplosiva, risultata poi essere finta.[26]

L'esplosione di Alcanar[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 agosto 2017, il giorno prima dell'attentato, una esplosione distrusse una casa ad Alcanar, uccidendo un imam, Abdelbaki Es Satty, e un altro uomo, Youssef Aallaa.[27][28] La polizia inizialmente imputò tale esplosione a una fuga di gas ma, in seguito, l'avvenimento venne collegato all'attacco a Barcellona, in particolar modo dopo che l'analisi del DNA confermò che tra le vittime vi era l'imam di Ripoll, il paese da cui provenivano i componenti della cellula terroristica. L'imam venne così considerato la mente di un gruppo di terroristi, il cui progetto probabilmente era molto più ambizioso e forse comprendeva un attacco alla Sagrada Família; tuttavia, in seguito all'esplosione della casa, dovettero cambiare piano ed eseguirono l'attentato nelle modalità con cui poi divenne noto.[29][30][31]

Nell'esplosione, rimase ferito un marocchino che venne condotto in ospedale, dove fu interrogato dalla polizia. Centoventi contenitori di butano e propano furono trovati all'interno della casa, assieme del perossido di acetone (TATP), un esplosivo.[32][33] La polizia ritenne quindi che l'esplosione avvenne accidentalmente a causa di una mal gestione delle bombole di gas.[34]

Una seconda esplosione avvenne nello stesso luogo durante gli scavi delle macerie, molto probabilmente a causa di una bombola di gas rimasta sotto i detriti e colpita da una scavatrice. Nove persone sono rimaste ferite tra cui un poliziotto in condizioni gravi.[35]

Gli arresti[modifica | modifica wikitesto]

La polizia arrestò in tutto quattro uomini legati ai due attacchi. Tre sono stati fermati a Ripoll: il proprietario della Ford usata nell'attentato a Cambrils, il fratello di Moussa Oukabir – uno degli attentatori di Cambrils –, Driss Oukabir, e un terzo uomo. Ad Alcanar è stato fermato Mohamed Houli Chemlal, il ventenne sopravvissuto all'esplosione. Chemlal e Oukabir sono stati accusato di essere membri di un'organizzazione terroristica e omicidio, con il primo accusato anche di possesso di materiale esplosivo.[36][37][38][39]

Le vittime[modifica | modifica wikitesto]

Il luogo dove l'attacco ha avuto inizio

Le prime notizie giunte dal luogo dell'attentato riferirono di due morti e una dozzina di feriti,[6][40] tuttavia, il bilancio dovette aggravarsi, aggiungendo alle 14 vittime sulla Rambla, la vittima di Cambrils, uno dei feriti sulla Rambla e il guidatore accoltellato a morte. Sedici persone morirono in tutto, mentre oltre 130, di almeno trentaquattro nazionalità diverse, rimasero ferite.[24][41][42]

Vittime per nazionalità[43]
Nazionalità Morti
Spagna Spagna 5
Italia Italia 2
Portogallo Portogallo 2
Belgio Belgio 1
Canada Canada 1
Stati Uniti Stati Uniti 1
Germania Germania 1
Italia Italia / Argentina Argentina 1
Spagna Spagna / Argentina Argentina 1
Australia Australia / Regno Unito Regno Unito 1
Totale 16

Le reazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il Re di Spagna assieme al Presidente della Catalogna e al sindaco di Barcellona

L'operazione "Gàbia" è stata avviata dai Mossos d'Esquadra al fine di individuare gli attentatori.[44] Tutti gli eventi a Barcellona sono stati annullati e sia il Presidente catalano Carles Puigdemont che il sindaco di Barcellona Ada Colau hanno annullato le loro vacanze in modo da tornare in città e partecipare alla gestione delle crisi.[3] Allo stesso modo, il Presidente del Governo spagnolo Mariano Rajoy ha annullato le sue vacanze ed è giunto a Barcellona con la vicepremier Soraya Sáenz de Santamaría ed il Ministro dell'Interno Juan Ignacio Zoido.[45] La Spagna e il governo regionale catalano hanno dichiarato tre giorni di lutto.[46][47]

Molti leader del mondo hanno dichiarato la loro solidarietà e vicinanza alla Spagna affermando la loro dura condanna verso l'attentato.[48]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Islamist terrorism in Catalonia leaves the Spanish wondering why, su economist.com, 18 agosto 2017.
  2. ^ (EN) Andrés González, Angus Berwick, Carlos Ruano, Barcelona van attacker may still be alive, on the run: police, su reuters.com, 17 agosto 2017.
  3. ^ a b c d (CA) Un atemptat al cor de Barcelona deixa com a mínim tretze morts i un centenar de ferits, su ara.cat. URL consultato il 17 agosto 2017.
  4. ^ (CA) Laura Galan, 13 morts i un centenar de ferits en l'atemptat a la Rambla de Barcelona, su ccma.cat, 17 agosto 2017. URL consultato il 17 agosto 2017.
  5. ^ (EN) Van drives into people at Ramblas – aftermath, su LiveLeak.com, agosto 2017.
  6. ^ a b (EN) Barcelona attack: van crashes into crowd at Las Ramblas, killing 12 as Islamic State claims responsibility, su telegraph.co.uk.
  7. ^ (EN) Barcelona and Cambrils attacks: What, where and why?, su www.aljazeera.com. URL consultato il 12 maggio 2018.
  8. ^ (ES) Atentado en Barcelona: El airbag frenó la furgoneta e impidió una masacre aún mayor en la Rambla, su lavanguardia.com. URL consultato il 12 maggio 2018.
  9. ^ a b (CA) Lo que se sabe del atentado en La Rambla de Barcelona, in El País. URL consultato il 17 agosto 2017.
  10. ^ (EN) Mossos, There is no one entrenched itself in any bar in the center of #Barcelona. We have arrested one man. We treat it as a terrorist attack, su twitter.com, 17 agosto 2017. URL consultato il 17 agosto 2017.
  11. ^ (CA) Mor el conductor que ha atropellat una agent dels Mossos d'Esquadra a la Diagonal, su ccma.cat, Corporació Catalana de Mitjans Audiovisuals. URL consultato il 12 maggio 2018.
  12. ^ (EN) Giles Tremlett Sam Jones a Londra e Stephen Burgen a Barcelona, Spain terror cell planned Barcelona bombing rampage, The Guardian, 18 agosto 2017. URL consultato il 12 maggio 2018.
  13. ^ (ES) Los cinco de Cambrils comprando cuchillos en el bazar chino, La Vanguardia. URL consultato il 12 maggio 2018.
  14. ^ (EN) Explosive belts worn by Cambrils attackers were fake - Catalan regional head, su reuters.com.
  15. ^ (ES) Un solo agente de los Mossos abatió a cuatro de los terroristas en Cambrils, El País. URL consultato il 12 maggio 2018.
  16. ^ (ES) Alex Jover Almirall, Los Mossos abaten a cinco terroristas en Cambrils que querían provocar una nueva masacre, su lavanguardia.com, 18 agosto 2017.
  17. ^ (ES) Un solo Mosso de Esquadra abatió a cuatro de los terroristas de Cambrils, La Vanguardia. URL consultato il 12 agosto 2018.
  18. ^ (EN) Police in Cambrils, south of Barcelona, kill 5 terrorism suspects accused of plotting attack, su globalnews.ca, Global News. URL consultato il 18 agosto 2017.
  19. ^ (ES) La mujer fallecida en el atentado de Cambrils (Tarragona) es de Zaragoza, in La Vanguardia, 18 agosto 2017. URL consultato il 28 agosto 2017.
  20. ^ (ES) El documento de identidad del terrorista huido estaba en la furgoneta del atentado de Las Ramblas, su eldiario.com. URL consultato il 12 maggio 2018.
  21. ^ (EN) F. Javier Barroso, The man who drove the cargo van remains escaped, in El Pais. URL consultato il 18 agosto 2017.
    «"Fotografía facilitada por la Policía Nacional del joven de origen magrebí" - Photo released by the National Police of the youth of Moroccan origin».
  22. ^ (EN) Driss Oukabir: who is the Barcelona suspect?, The Telegraph.
  23. ^ (ES) Dos detenidos y un presunto terrorista muerto tras el atentado de Barcelona, su elmundo.es.
  24. ^ a b (EN) Barcelona terror attack at iconic Las Ramblas tourist hotspot in Spain, su news.com.au.
  25. ^ (ES) Identificados los cinco terroristas abatidos en Cambrils, su cadenaser.com, 18 agosto 2017. URL consultato il 28 agosto 2017.
  26. ^ (ES) Los Mossos abaten en Subirats a Younes Abouyaaqoub, el autor del atentado de La Rambla, in El País, 22 agosto 2017. URL consultato il 28 agosto 2017.
  27. ^ (EN) Barcelona attack: Imam at centre of investigation among dead in house explosion, su independent.co.uk. URL consultato il 12 maggio 2018.
  28. ^ (EN) Barcelona attack: Police discover 120 gas canisters stored by terror group for horrific atrocities, Evening Standard. URL consultato il 12 maggio 2018.
  29. ^ Strage di Barcellona, l'imam di Ripoll a capo della cellula jihadista: potrebbe essere morto nell'esplosione della villetta, in Il Messaggero, 19 agosto 2017. URL consultato il 28 agosto 2017.
  30. ^ (EN) Evil terror gang 'planned to use Mother of Satan explosives to blow up Sagrada Familia', su thesun.co.uk, 19 agosto 2017. URL consultato il 12 maggio 2018.
  31. ^ (EN) 'Terrorists planned on destroying Barcelona's Sagrada Familia church', Ynetnews. URL consultato il 12 maggio 2018.
  32. ^ (EN) Raphael Minder e Rukmini Callimachi, Spain Looking for Moroccan Man in Barcelona Attack Investigation, The New York Times. URL consultato il 12 maggio 2017.
  33. ^ (EN) Barcelona attack: Spain terror cell had 120 gas canisters, BBC News, 20 agosto 2017. URL consultato il 20 agosto 2017.
  34. ^ (EN) House destroyed in gas blast ‘holds clues to Barcelona attack’, The Irish Times, 18 agosto 2017.
  35. ^ Prima di Barcellona esplosione ad Alcanar. Polizia: episodi collegati, su tg24.sky.it. URL consultato il 17 agosto 2017.
  36. ^ (ES) Los terroristas de Cataluña que viajaron a París pasaron por la torre Eiffel antes de volver a España, su elmundo.es.
  37. ^ (EN) Stephen Burgen, Spain terror attacks death toll rises to 15 as main suspect hunted across Europe, The Guardian, 21 agosto 2017. URL consultato il 13 maggio 2018.
  38. ^ (EN) Barcelona attack: Spain terror cell had 120 gas canisters, su bbc.com, 20 agosto 2017.
  39. ^ (FR) Espagne attentats : Ce qu’on sait sur Mohamed Houli Chemlal, le terroriste d’Alcanar, su dreuz.info. URL consultato il 13 maggio 2018.
  40. ^ (ES) Confirman un segundo muerto en el atropello de Las Ramblas, EFE. URL consultato il 17 agosto 2017.
  41. ^ (EN) Barry Hatton e Joseph Wilson, Barcelona attack: Van driver kills 13, injures 100, CTV News, 17 agosto 2017. URL consultato il 17 agosto 2018.
  42. ^ (ES) Doble atentado en Cataluña - Los atentados de Barcelona y Cambrils dejan 16 muertos y más de 120 heridos, su rtve.es, 27 agosto 2017. URL consultato il 13 maggio 2018.
  43. ^ (EN) Spain attack: What do we know about the victims?, su bbc.com, 27 agosto 2017. URL consultato il 13 maggio 2018.
  44. ^ (EN) Hero policewoman kills FOUR jihadists wearing fake suicide vests, su dailymail.co.uk. URL consultato il 13 maggio 2018.
  45. ^ (CA) Rajoy: "Estem units en el dol, però també en la voluntat ferma de vèncer el terrorisme"t, in Ara.cat. URL consultato il 17 agosto 2017.
  46. ^ (ES) Puigdemont decreta tres días de luto en toda Catalunya, in Europa Press, 17 agosto 2017. URL consultato il 18 agosto 2017.
  47. ^ (ES) El Gobierno de España decreta 3 días de luto oficial en todo el país, OK Diario, 17 agosto 2017. URL consultato il 24 agosto 2018.
  48. ^

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]