Dolores O'Riordan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dolores O'Riordan
Dolores O'Riordan 2016 (cropped).jpeg
Dolores O'Riordan in concerto nel 2016
NazionalitàIrlanda Irlanda
GenereCeltic rock
Folk rock
Rock alternativo
Post-grunge
Periodo di attività musicale1989 – 2018
Strumentovoce, chitarra acustica, chitarra elettrica, tastiere, tin whistle, mandolino
GruppiThe Cranberries
Album pubblicati2
Studio2
Logo ufficiale
Sito ufficiale

Dolores Mary Eileen O'Riordan (IPA: oʊˈrɪərdən; Ballybricken, 6 settembre 1971Londra, 15 gennaio 2018[1]) è stata una cantautrice e chitarrista irlandese.

È stata la cantante, autrice e chitarrista dei Cranberries. Dopo aver lasciato la formazione, seppur non ufficialmente, intraprese una carriera da solista nel 2003, tornò poi nel gruppo nel 2009.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Ballybricken, townland nella Contea di Limerick a circa 17 km dal capoluogo, era l'ultima di sette fratelli nati da Terence (13 novembre 193725 novembre 2011) ed Eileen O'Riordan, che le hanno impartito un'educazione cattolica. Frequentò la Laurel Hill Coláiste FCJ del South Circular Roud di Limerick.[2]

Il successo con i Cranberries[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: The Cranberries.

O'Riordan entrò a far parte dei Cranberries nel 1990 in sostituzione del cantante Niall Quinn, che lascia il gruppo che aveva contribuito a fondare nel 1989 assieme a Noel e Mike Hogan e Fergal Patrick Lawler.[3]

La band pubblicò tre album: Everybody Else Is Doing It, So Why Can't We? (1993), No Need to Argue (1994) (contenente la canzone Zombie, premiata agli MTV Awards come migliore canzone del 1995) e To the Faithful Departed (1996). Il 12 settembre 1995, a Modena, Dolores O'Riordan duettò con Luciano Pavarotti in occasione del Pavarotti & Friends. Nel 1999 uscì il nuovo album, Bury the Hatchet, a cui seguì un tour.

Dopo altre due pubblicazioni, Wake Up and Smell the Coffee e il loro Greatest hits Stars - The Best of 1992 - 2002, nel 2003 i componenti della band si separarono, senza molto clamore e senza dichiarare ufficialmente lo scioglimento.[4][5]

Le esperienze da solista[modifica | modifica wikitesto]

Dolores O'Riordan nel 2004

O'Riordan partecipò alla colonna sonora del film del 2004 di Mel Gibson La passione di Cristo; per promuovere l'iniziativa, fu anche ospitata al Festival di Sanremo lo stesso anno.[6][7] Una sua canzone, Black Widow, avrebbe dovuto far parte della colonna sonora Spider-Man 2, ma a causa del taglio di alcune scene del film, il progetto non andò in porto.[8][9]

Nel 2004 comparve nell'album Zu & Co. di Zucchero Fornaciari, con la canzone Pure Love, eseguita anche dal vivo in duetto alla Royal Albert Hall durante lo Zu & Co. Tour, oltre che inserita nella colonna sonora del film Evilenko.[10][11]

Fece un cameo nel film di Adam Sandler Cambia la tua vita con un click, uscito il 23 giugno 2006, interpretando se stessa e cantando la sua hit Linger in una versione completamente rinnovata.[12][13]

Il suo primo album da solista, intitolato Are You Listening?, venne pubblicato il 4 maggio 2007 dalla Sanctuary Records, poco prima di essere acquisita dalla Universal Music. L'album fu preceduto dal singolo Ordinary Day, reso disponibile dal 16 marzo. Alla realizzazione del disco parteciparono come batterista l'ex-membro dei Therapy? Graham Hopkins, il bassista Marco Mendoza, il chitarrista Steve Demarchi e Denny Demarchi alle tastiere e ai fiati. In un'intervista radiofonica del 15 marzo descrisse le tracce come più sperimentali ed elettroniche delle sue precedenti.

L'album è formato da dodici tracce molto varie; una delle prime canzoni dell'album, Black Widow, fu composta nel 2003 dopo la morte per cancro della suocera; questa canzone segnò il punto di svolta dell'album, volgendolo ai ritmi più aggressivi di In the Garden e Loser, ed escludendo altre tracce più lente scritte in precedenza come Letting Go, anche questa sulla morte della suocera, e Without You, sulla nostalgia per la famiglia. Al primo singolo Ordinary Day, dedicato alla figlia Dakota, fece seguito nell'agosto 2007 il secondo singolo estratto dall'album, When We Were Young, canzone più ritmica e "fresca" rispetto alla precedente.

Nell'ottobre 2007 Dolores O'Riordan duettò con Giuliano Sangiorgi (leader dei Negramaro) nel brano intitolato Senza fiato. La canzone fece parte della colonna sonora di Cemento armato, film che segna l'esordio da regista dello sceneggiatore Marco Martani. Senza fiato è stata scritta dal cantante dei Negramaro e dalla ex voce dei Cranberries.

Nel gennaio 2009 venne rilanciato il suo sito web ufficiale con notizie, video e foto recenti e una webradio.[14] Il suo secondo album solista, No Baggage, fu pubblicato il 25 agosto 2009; contiene dieci brani inediti più una ri-registrazione di Apple of My Eye, canzone contenuta nell'album precedente. L'album venne anticipato a giugno dal singolo The Journey, il cui video fu girato nella baia di Howth, in Irlanda. Seguì un secondo singolo, Switch Off the Moment, uscito a ottobre.

Il ritorno dei Cranberries e altre attività[modifica | modifica wikitesto]

Dolores O'Riordan con i Cranberries nel 2010

Il 25 agosto 2009, durante un'intervista sul suo secondo album pubblicato nel mondo lo stesso giorno, O'Riordan annunciò la reunion dei The Cranberries, che ripresero regolarmente l'attività musicale.

Il 21 febbraio 2012 uscì in Italia il sesto progetto in studio della band, Roses, con una settimana d'anticipo rispetto al resto del mondo.[15] L'album arrivò a distanza di oltre un decennio dal precedente lavoro, uscito nel 2001.

Dal 18 ottobre 2013, O'Riordan fu uno dei giudici del talent show The Voice edizione Irlanda[16].

Parallelamente alla sua attività nella band, nell'aprile 2014 O'Riordan iniziò a registrare nuovo materiale musicale anche come parte dei D.A.R.K., una collaborazione tra Andy Rourke degli Smiths e Olé Koretsky, un DJ e produttore newyorkese, che divennero un trio con l'arrivo della cantante irlandese.[17] Il primo album della band, Science Agrees, uscì nel settembre 2016.

Il 10 novembre 2014 venne arrestata all'aeroporto Internazionale di Shannon per aver aggredito verbalmente e insultato una hostess e un poliziotto. Non subì una condanna carceraria, perché le venne diagnosticato un disturbo bipolare:[18] tuttavia dovette pagare una multa.

Insieme ai Cranberries, l'artista pubblicherà ancora un album in studio, Something Else, commercializzato nella primavera del 2017. Sarà l'ultimo disco che vedrà uscire, poiché morirà meno di un anno dopo nel gennaio 2018. Tuttavia, nel 2019 fu pubblicato postumo l'ottavo album della band, In the End, al quale la cantante aveva contribuito alla realizzazione nei mesi precedenti al suo decesso.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

La tomba di Dolores e di suo padre

Dolores O'Riordan morì improvvisamente all'età di 46 anni il 15 gennaio 2018. Venne trovata senza vita nella vasca da bagno di un hotel di Londra, città in cui si trovava per una breve sessione di registrazione.[19] All'inizio di settembre dello stesso anno vennero resi pubblici i referti autoptici, i quali attestano che la morte avvenne per annegamento, e che fu un tragico incidente causato dall'assunzione in dosi massicce di alcool.[20]

Dopo la scomparsa, venne allestita la camera ardente nella chiesa di San Giuseppe a Limerick, dove centinaia di fan e amici di O'Riordan hanno reso omaggio alla cantante.[21]

Nella chiesa della città natale dell'artista, la St Ailbe’s Church, amici e colleghi cantarono in coro No Need to Argue. Tra di loro c'era anche la moglie di Bono, Ali Hewson, insieme ai componenti della band di O'Riordan.

In seguito il feretro venne sepolto nel cimitero di Caherelly. Dopo la sua morte, i Cranberries hanno dichiarato che "non c'è ragione di continuare senza Dolores."[22]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuta nella fede cattolica, il nome di battesimo fu scelto dalla madre in onore di Maria, Madonna dei Sette Dolori. Dagli 8 ai 12 anni venne abusata da un amico di famiglia; il brano Fee Fi Fo è ispirato a questo triste capitolo della sua esistenza.[23] Successivamente, per un periodo imprecisato, si ammalò di anoressia.[23]

Dolores fu grande estimatrice di papa Giovanni Paolo II, che incontrò personalmente in Vaticano in occasione della sua esibizione al Concerto di Natale del 2001.[24] Si esibì inoltre ai concerti di Natale tenutisi nella Città del Vaticano nel 2002, nel 2005 e infine nel 2013, su invito di papa Francesco.[25]

Il 18 luglio 1994 sposò il tour manager dei Duran Duran, Don Burton. La coppia ebbe tre figli. I due divorziarono nel 2014, dopo venti anni di vita insieme.[26]

Nel 1998 Dolores comprò un allevamento di cavalli di 61 ettari (denominato Riversfield Stud) a Kilmallock, nella Contea di Limerick. Ci visse per sei anni per poi venderlo nel 2004.[27] Nel 2006 era annoverata tra le dieci donne più ricche d'Irlanda.[5]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Solista[modifica | modifica wikitesto]

Dolores O'Riordan nel 2007

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Con i Cranberries[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Discografia dei The Cranberries.

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

Con i D.A.R.K.[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Alice Vincent, Dolores O'Riordan, singer with The Cranberries, has died aged 46, su telegraph.co.uk, The Daily Telegraph, 15 gennaio 2018. URL consultato il 15 gennaio 2018.
  2. ^ Dolores O'Riordan: Video, Biografia e Testi su MTV, su MTV Italia. URL consultato il 17 gennaio 2018.
  3. ^ È morta a 46 anni Dolores O'Riordan dei Cranberries - Il Post, in Il Post, 15 gennaio 2018. URL consultato il 17 gennaio 2018.
  4. ^ Le dieci canzoni più famose dei Cranberries, in Sky TG24, 16 gennaio 2018. URL consultato il 17 gennaio 2018.
  5. ^ a b Cranberries Singer Dolores O'Riordan Dies Aged 46, su Top40-Charts.com. URL consultato il 17 gennaio 2018.
  6. ^ Musica in lutto, è morta Dolores O'Riordan, in Rai News, 15 gennaio 2018. URL consultato il 17 gennaio 2018.
  7. ^ Aveva 46 anni - È morta Dolores O’Riordan, la cantante del gruppo “The Cranberries”, in Il Secolo XIX, 15 gennaio 2018. URL consultato il 17 gennaio 2018.
  8. ^ Morta Dolores O'Riordan dei The Cranberries (VD), in Stato Quotidiano, 15 gennaio 2018. URL consultato il 17 gennaio 2018.
  9. ^ (EN) Black Widow | Cranberries World, su cranberriesworld.com. URL consultato il 17 gennaio 2018.
  10. ^ 10 canzoni per ricordare Dolores O'Riordan dei Cranberries, in Wired, 16 gennaio 2018. URL consultato il 17 gennaio 2018.
  11. ^ Zu & Co - Zucchero - LifeGate, in LifeGate Radio, 11 gennaio 2010. URL consultato il 17 gennaio 2018.
  12. ^ Stasera in tv su Italia 1: Cambia la tua vita con un click con Adam Sandler, in Cineblog.it. URL consultato il 17 gennaio 2018.
  13. ^ Lutto nel mondo dello spettacolo: è morta Dolores O'Riordan, leader dei Cranberries - Best Movie, in Best Movie, 15 gennaio 2018. URL consultato il 17 gennaio 2018.
  14. ^ Valentina Colosimo, Giuliano Sangiorgi: «Quando Dolores O'Riordan mi abbracciò in lacrime», in Vanity Fair, 16 gennaio 2018. URL consultato il 17 gennaio 2018.
  15. ^ Mirco Calvano, Il mondo della musica piange Dolores O'Riordan, voce dei The Cranberries, su wilditaly.net, 15 gennaio 2018. URL consultato il 17 gennaio 2018.
  16. ^ (EN) Dolores O'Riordan: Voice of a rebel, in BBC News, 16 gennaio 2018. URL consultato il 17 gennaio 2018.
  17. ^ (EN) Members of the Smiths, the Cranberries Form New Band D.A.R.K., Share "Curvy", su pitchfork.com, 25 marzo 2016. URL consultato il 28 maggio 2022.
  18. ^ La cantante dei Cranberries aggredisce hostess, arrestata, su Sky TG24, 10 novembre 2014.
  19. ^ (EN) Caroline Mortimer, Jack Shepherd e Ilana Kaplan, Dolores O'Riordan dead: The Cranberries lead singer dies aged 46, in The Independent, 15 gennaio 2018. URL consultato il 15 gennaio 2018.
  20. ^ Dolores O’Riordan fu uccisa dall'abuso di alcolici, in La Repubblica, 6 settembre 2018. URL consultato il 6 settembre 2018.
  21. ^ DOLORES O’RIORDAN: CENTINAIA DI FAN RENDONO OMAGGIO ALLA CAMERA ARDENTE A LIMERICK. GUARDA LE FOTO, in Virgin Radio, 20 gennaio 2018. URL consultato il 20 gennaio 2018.
  22. ^ Richard Bienstock, Cranberries: «Non c’è ragione per continuare senza Dolores. Questo è il nostro finale», in Rolling Stone, 20 ottobre 2018. URL consultato il 1º febbraio 2020.
  23. ^ a b Ilaria Betti, Dolores O' Riordan in un'intervista del 2014 rivelava gli abusi subiti a 8 anni e la sua battaglia contro l'anoressia, in HuffPost, 16 gennaio 2018. URL consultato il 17 gennaio 2018.
  24. ^ (EN) 9° Concerto di Natale in Vaticano (2001.12.15) | Cranberries World, su cranberriesworld.com.
  25. ^ (EN) Promo Performances | Cranberries World, su cranberriesworld.com.
  26. ^ (EN) Jessica Kwong, Who Is Don Burton? Dolores O’Riordan’s ex-husband was a tour manager for Duran Duran, in Newsweek, 15 gennaio 2018. URL consultato il 17 gennaio 2018.
  27. ^ Aine Hegarty, Dolores O'Riordan splits from husband of 20 years days after air rage arrest, in irishmirror, 13 novembre 2014. URL consultato il 17 gennaio 2018.
  28. ^ Jah Wobble's Invaders Of The Heart – Take Me To God, su Discogs. URL consultato il 12 settembre 2018.
  29. ^ (EN) Jam & Spoon (feat. Dolores O’Riordan) – Mirror Lover, su THN – Trip Hop Nation, 27 novembre 2013. URL consultato il 12 settembre 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Daniele Lucchini, Dolores O'Riordan & The Cranberries. Parole di una star riluttante. Testi commentati, Roma, Arcana Edizioni, 2021, ISBN 9788892770027.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN207775161 · ISNI (EN0000 0001 1681 439X · Europeana agent/base/64958 · LCCN (ENno00058974 · GND (DE13551939X · BNE (ESXX1135443 (data) · BNF (FRcb140457491 (data) · J9U (ENHE987007449827005171 · CONOR.SI (SL50158179 · WorldCat Identities (ENlccn-no00058974