Monete euro lettoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Emissioni della Divisionale[modifica | modifica wikitesto]

Situazione aggiornata a giugno 2014:

     Zona euro

     UE non appartenenti all'AEC II

     UE appartenenti all'AEC II con opt-out

     UE non appartenenti all'AEC II con opt-out

     Non UE che usano bilateralmente l'euro

     Non UE che usano unilateralmente l'euro

La Lettonia ha emesso la serie divisionale in euro sia per la libera circolazione che per collezionisti.

Emissioni per la libera circolazione

2014 - 1c., 2c., 5c., 10c., 20c., 50c., 1 eur, 2 eur

2015 - nessuna

2016 - 1 eur

Emissioni per collezionisti

2014:

  • Divisionale in Fondo Specchio (in cofanetto)
  • Divisionale in Fior di Conio (in Folder plastificato)

2015:

  • Divisionale in Fondo Specchio (in cofanetto)
  • Divisionale in Fior di Conio con 2 eur commemorativo Presidenza Lettone UE (in Folder plastificato)
  • Divisionale in Fior di Conio con 2 eur commemorativo Cicigna (in Folder plastificato)

2016:

  • Divisionale in Fondo Specchio (in cofanetto)
  • Divisionale in Fior di Conio con 2 eur commemorativo Latvian Brown cow (in Folder plastificato)

1leftarrow blue.svgVoce principale: Monete in euro.

Le monete euro lettoni sono in circolazione dal 1º gennaio 2014.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Questo paese baltico è membro dell'Unione europea dal 1º maggio 2004 e precedentemente all'adozione dell'euro utilizzava il Lats lettone.

La Lettonia, entrata nell'ERM II, aveva progettato inizialmente di entrare nell'eurozona il 1º gennaio 2008, ma in seguito la data è stata spostata al 1º gennaio 2014,[2] avendo il governo lettone varato a novembre 2012 una serie di leggi, che dovevano essere approvate in tripla lettura, volte ad agevolare tale obiettivo. Le leggi hanno avuto approvazione definitiva il 31 gennaio 2013[3][4].

Il 4 marzo 2013 il governo lettone ha ufficialmente presentato al Consiglio dell'Unione europea la richiesta di adesione all'eurozona a partire dal 1º gennaio 2014. A seguito di tale richiesta, il 5 giugno 2013 la Commissione europea ha presentato la propria relazione sul rispetto dei criteri di convergenza (secondo i parametri del 28 febbraio 2013) e ha dato il suo parere favorevole all'adozione dell'euro da parte della Lettonia[5]. A partire da questa relazione e da quella della Banca centrale europea, dopo aver acquisito i pareri del Consiglio europeo[6] e del Parlamento europeo[7], il Consiglio dell'Unione europea (Ecofin) il 9 luglio 2013 ha adottato la decisione definitiva sull'adozione della moneta unica a partire dal 1º gennaio 2014 ed ha fissato il tasso irrevocabile di cambio tra Lats ed euro a 0.702804[1][8].

Faccia nazionale[modifica | modifica wikitesto]

I disegni della faccia nazionale delle monete euro lettoni sono stati fatti da Laimonis Šēnbergs per i tagli da 1, 2, 5, 10, 20 e 50 centesimi e Guntars Sietiņš per i tagli da 1 e 2 euro; essi sono stati resi pubblici nel luglio 2006 sul sito della Banca Centrale della Lettonia[9]. Essi prevedevano il Monumento alla Libertà di Riga sulla moneta da 2 euro, il volto di una fanciulla lettone (già comparsa sulle monete da 5 lati del 1929, prima della Seconda guerra mondiale) sulla moneta da 1 euro, lo stemma della Lettonia completo sulle monete da 10, 20 e 50 centesimi, e lo stemma in formato semplice sulle monete da 1, 2 e 5 centesimi. La faccia nazionale della moneta da 2 euro proposta inizialmente, il Monumento alla Libertà di Riga, è stata successivamente scartata per l'impossibilità di proporzionare adeguatamente l'immagine mantenendone la riconoscibilità.[10] La moneta da 2 euro riporta quindi lo stesso volto di fanciulla lettone previsto per la moneta da 1 euro.

€ 0,01 € 0,02 € 0,05
€ 0,01 Latvia 2014.png € 0,02 Latvia 2014.png € 0,05 Latvia 2014.png
Stemma semplificato della Lettonia
€ 0,10 € 0,20 € 0,50
€ 0,10 Latvia 2014.png € 0,20 Latvia 2014.png € 0,50 Latvia 2014.png
Stemma completo della Lettonia
€ 1,00 € 2,00 Bordo 2 euro
€ 1 Latvia 2014.png € 2 Latvia 2014.png 2 eiro LV josta.jpg[11][12]
Ritratto di una fanciulla lettone "DIEVS SVĒTĪ LATVIJU" ("Dio benedica la Lettonia" in lettone) intervallato da tre stelle

2 euro commemorativi[modifica | modifica wikitesto]

1leftarrow blue.svgVoce principale: 2 euro commemorativi.

Immagine Anno Tema Tiratura Emissione
2 € Lettonia 2014.jpg
2014 Riga, capitale europea della cultura 1.000.000 12 agosto 2014
2€ commemorativio lettonia 2015.jpeg
2015 Presidenza lettone del Consiglio europeo 1.000.000 10 febbraio 2015
2 euro commemorativo Lettonia bandiera europea.jpeg
2015 30º anniversario della Bandiera europea (emissione comune) 1.000.000 3 novembre 2015
2 euro commemorativo lettonia 2015 ornitologia.jpeg
2015 Natura in pericolo - la Ciconia nigra 1.000.000 1º dicembre 2015
2 euro commemorativo lettonia 2016 mucca.jpeg
2016 Produzione casearia nazionale - Latvian Brown (la più nota razza di mucca da latte in Lettonia) 1.000.000 19 giugno 2016

Serie[modifica | modifica wikitesto]

Regioni storiche[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2016 la Lettonia ha iniziato la serie commemorativa dedicata alle sue regioni storiche, visto che nel 2018 celebrerà il 100º anniversario dell'indipendenza:

Immagine Anno Tema Tiratura Emissione
2 euro commemorativo lettonia 2016 livonia.jpeg
2016 Livonia 1.000.000 15 novembre 2016

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Consiglio dell'Unione europea, Latvia to adopt euro on 1 January 2014 (PDF), europa.eu, 9 luglio 2013. URL consultato il 9 luglio 2013.
  2. ^ Informativa ufficiale della Banca di Lettonia
  3. ^ (LV) Legge di introduzione dell'euro (No: 459/Lp11), Saeima, 16 novembre 2012. URL consultato il 18 marzo 2013.
  4. ^ (EN) Latvian parliament paves way to euro switch, EurActiv, 1º febbraio 2013. URL consultato il 18 marzo 2013.
  5. ^ Lettonia pronta a adottare l'euro nel 2014: questa la conclusione della Commissione, europa.eu, 5 giugno 2013. URL consultato il 5 giugno 2013.
  6. ^ Parere acquisito il 28 giugno 2013 nelle Conclusioni.
  7. ^ Parere votato il 3 luglio 2013.
  8. ^ (EN) Latvia formally applies for eurozone membership, Euractiv.com, 4 marzo 2013. URL consultato il 17 marzo 2013.
  9. ^ Le immagini delle monete euro lettoni si possono vedere tramite questo link.
  10. ^ Informativa ufficiale della Banca di Lettonia relativa all'adozione dell'Euro
  11. ^ (EN) Informazioni sui 2 euro lettoni sul sito della Banca centrale lettone
  12. ^ (EN) 2 euro sul sito della Banca Centrale Europea

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]