Euro commemorativi da collezione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Situazione aggiornata a giugno 2014:

     Zona euro

     UE non appartenenti all'AEC II

     UE appartenenti all'AEC II con opt-out

     UE non appartenenti all'AEC II con opt-out

     Non UE che usano bilateralmente l'euro

     Non UE che usano unilateralmente l'euro

Dritto e rovescio della moneta commemorativa da collezione in argento e niobio con valore facciale di 25 euro emessa dall' Austria nel 2013

Gli Euro commemorativi da collezione, da non confondere con i 2 euro commemorativi che ogni Stato che ha adottato l'Euro può emettere ogni anno, sono, contrariamente a questi ultimi, pezzi non destinati alla circolazione, ma puramente destinati ai collezionisti. A differenza delle normali emissioni di monete euro, queste monete non hanno corso legale in tutta l'Eurozona, ma solo nel paese in cui la moneta è stata emessa[1]. Questo tipo di monete sono realizzate in oro, argento e, in rari casi, in rame o di tipo bimetallico (con uso, per esempio, di titanio o niobio).

Regolamenti[modifica | modifica wikitesto]

Dritto e rovescio della moneta commemorativa da collezione in oro con valore facciale di 200 euro emessa dallo Stato Città del Vaticano nel 2014

Nel novembre del 1998, il Consiglio Ecofin ha approvato la possibilità di emettere monete commemorative da collezione anche perché essa è espressione di valori e tradizioni culturali locali[2]. In seguito, lo stesso Consiglio ha definito le regole per le emissioni di questo tipo di moneta, anche per assicurare che le stesse risultassero facilmente distinguibili da quelle coniate per la normale circolazione [1][3]:

  • Il valore nominale delle monete commemorative da collezione deve essere diverso da quello delle monete destinate alla circolazione (cioè non possono avere un valore nominale pari alle 8 denominazioni: 1, 2, 5, 10, 20, 50 Euro cent e 1 e 2 euro);
  • Le monete commemorative da collezione non devono utilizzare immagini simili alle facce comuni delle monete in euro destinate alla circolazione. Inoltre, per quanto possibile, i disegni utilizzati dovrebbero essere almeno leggermente diversi da quelli delle facce nazionali delle monete in circolazione;
  • Colori, diametro e peso delle monete commemorative da collezione devono essere significativamente differenti da quelli delle monete destinate alla circolazione per almeno due di queste tre caratteristiche;
  • Le monete commemorative da collezione non devono avere una godronatura fine, o di tipo a "Fiore spagnolo", usato per il 20 cent;
  • L'identità dello Stato membro emittente deve essere chiaramente e facilmente riconoscibile;

Viene permessa la vendita di queste monete ad un valore uguale o superiore al valore nominale.

Emissioni[modifica | modifica wikitesto]

Ad oggi i diciannove Stati dell'Eurozona (Austria, Belgio, Cipro, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Portogallo, Slovacchia, Slovenia, Spagna) e tre dei quattro Stati che sono convenzionati ad usare l'Euro (San Marino, Principato di Monaco e la Città del Vaticano, con l'esclusione di Andorra) hanno emesso almeno una moneta commemorativa da collezione.

Emissioni per anno[modifica | modifica wikitesto]

Nazione Emissioni Anno
2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016
Andorra Andorra 0
Austria Austria 213 11 12 14 13 13 13 15 15 15 15 19 19 20 19 ?
Belgio Belgio 80 2 2 4 4 5 6 7 6 7 7 5 7 7 11 ?
Cipro Cipro 8 1 2 1 2 1 1 ?
Estonia Estonia 7 2 1 1 2 1 ?
Finlandia Finlandia 109 3 4 3 4 5 4 4 4 7 13 12 13 15 18 ?
Francia Francia 844 28 60 42 41 51 65 49 58 70 74 83 66 81 76 ?
Germania Germania 123 7 7 7 7 6 6 6 7 8 13 12 12 12 13 ?
Grecia Grecia 71 15 12 1 3 4 1 2 2 5 6 6 7 7 ?
Irlanda Irlanda 38 2 1 1 2 3 4 3 3 3 5 5 3 3 ?
Italia Italia 132 6 8 15 10 10 9 11 8 11 9 8 10 9 8
Lettonia Lettonia 12 6 6 ?
Lituania Lituania 8 8 ?
Lussemburgo Lussemburgo 35 1 1 2 1 4 1 2 3 4 3 2 4 4 3 ?
Malta Malta 34 2 2 2 2 2 7 9 8 ?
Monaco Monaco 10 1 2 1 1 2 1 1 1 ?
Paesi Bassi Paesi Bassi 63 2 2 7 5 6 2 2 4 4 6 6 9 4 4 ?
Portogallo Portogallo 157 9 10 6 7 7 11 10 15 13 17 17 17 18 ?
San Marino San Marino 72 4 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 7 6 5 ?
Slovacchia Slovacchia 27 2 4 5 5 5 3 3 ?
Slovenia Slovenia 34 5 5 5 5 5 3 3 3 ?
Spagna Spagna 286 15 11 18 13 11 18 15 13 27 35 40 26 23 21 ?
Città del Vaticano Città del Vaticano 84 4 4 4 5 4 4 5 5 5 6 8 11 9 10 ?
Totale 2447 78 142 140 122 132 150 145 160 193 224 244 228 243 247 8

     sì

     non ancora parte della zona euro

     no

Emissioni per metallo utilizzato[modifica | modifica wikitesto]

Nazione Emissioni Metallo
Oro Argento Altro
Andorra Andorra 0
Austria Austria 213 87 110 16
Belgio Belgio 80 39 39 2
Cipro Cipro 8 2 6
Estonia Estonia 7 1 6
Finlandia Finlandia 109 14 50 45
Francia Francia 844 416 422 6
Germania Germania 123 21 77 25
Grecia Grecia 71 21 47 3
Irlanda Irlanda 38 12 25 1
Italia Italia 132 38 94
Lettonia Lettonia 12 12
Lituania Lituania 8 2 5 1
Lussemburgo Lussemburgo 35 9 25 1
Malta Malta 34 15 18 1
Monaco Monaco 10 4 6
Paesi Bassi Paesi Bassi 63 33 30
Portogallo Portogallo 157 38 71 48
San Marino San Marino 72 28 44
Slovacchia Slovacchia 27 6 21
Slovenia Slovenia 34 13 13 8
Spagna Spagna 276 59 227
Città del Vaticano Città del Vaticano 84 47 37
Totale 2447 905 1385 157

     sì

     no

Andorra[modifica | modifica wikitesto]

Andorra è l'unico paese che utilizza l'euro, per mezzo di un accordo di convenzione con l'Unione europea raggiunto il 30 giugno 2011[4], a non aver emesso, al 2016, nessuna moneta commemorativa da collezione.

Austria[modifica | modifica wikitesto]

EU-Austria.svg

L'Austria ha iniziato la coniazione delle monete commemorative da collezione nel 2002, contemporaneamente all'entrata della moneta unica nell'Eurozona. La coniazione avviene presso la Münze Österreich (Zecca austriaca) con sede in Vienna. L'Austria conia soprattutto monete in oro e in argento, ma dal 2003 ha iniziato la coniazione di una moneta bimetallica in argento e niobio colorato che varia di anno in anno, dando a questo tipo di monete una caratteristica unica. Dal 2012 ha iniziato anche la coniazione di monete in rame con la caratteristica di riportare lo stesso valore, dritto e rovescio delle monete coniate in argento.

Monete dedicate alla Filarmonica di Vienna[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Filarmonica di Vienna (moneta).
Dritto e rovescio della moneta commemorativa da collezione in oro dedicata alla Filarmonica di Vienna

Un pezzo unico nel panorama delle monete commemorative da collezione è la moneta dedicata alla Wiener Philharmoniker (Filarmonica di Vienna). Questa moneta, coniata per la prima volta nel 1989 e che fino al 2001 è stata emessa in scellini austriaci, è realizzata in oro puro (99,99% - 24 carati). Dal 2002 viene regolarmente emessa ogni anno in quattro diversi valori facciali in euro (10 euro, 25 euro, 50 euro e 100 euro) ognuna con proprie caratteristiche in dimensione e peso, ma tutte riportanti la stessa raffigurazione sul dritto e sul rovescio a meno del valore facciale. A questi si aggiungono emissioni con valori facciali diversi: nel 2004 sono state emesse monete con valore facciale di 100.000,00 euro, nel 2009 invece sono state emesse monete con valore facciale di 2.000,00 euro e, in ultimo, nel 2014 sono state emesse monete con valore facciale di 4,00 euro. Questa moneta viene usata come un prodotto da investimento (lingotti moneta), anche se è molto ricercata soprattutto dai collezionisti. Secondo il World Gold Council nel 1992, 1995 e 1996 è stata la moneta d'oro più venduta al mondo[5].

Dal 2008 questa moneta viene coniata anche in argento 999/1000 emessa in un unico valore facciale pari a 1,50 euro e dal 2016 in platino 999,5/1000 in un unico valore facciale pari a 100 euro entrambe con raffigurazioni sulle due facce identiche a quelle delle monete in oro.

Emissioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Emissioni   Metallo   Valore facciale
Oro Argento Altro 1,50 € 4 € 5 € 10 € 20 € 25 € 50 € 100 € 2.000 € 100.000 €
2002 11 6 5 1 3 2 1 2 2
2003 12 6 6 1 3 2 2 2 2
2004 14 7 7 2 3 2 2 2 2 1
2005 13 6 7 2 3 2 2 2 2
2006 13 6 7 2 3 2 2 2 2
2007 13 6 7 2 3 2 2 2 2
2008 15 6 9 1 3 3 2 2 2 2
2009 15 7 8 1 2 3 2 2 2 2 1
2010 15 6 9 1 3 3 2 2 2 2
2011 15 6 9 1 2 3 3 2 2 2
2012 19 6 9 4 1 4 5 3 2 2 2
2013 19 6 9 4 1 4 5 3 2 2 2
2014 20 7 9 4 1 1 4 5 3 2 2 2
2015 19 6 9 4 1 1 4 5 3 2 1 2
Total 213 87 110 16 8 2 36 50 33 27 27 28 1 1

     sì

     no

Belgio[modifica | modifica wikitesto]

EU-Belgium.svg

Il Belgio ha iniziato la coniazione di monete commemorative da collezione nel 2002, contemporaneamente all'adozione dell'euro. Le monete sono coniate esclusivamente in oro o argento. Nei primi due anni le emissioni sono state limitate a 2 monete, una in oro del valore facciale di 100 euro e una in argento con valore facciale di 10 euro. A partire dal 2004 il Belgio ha gradualmente aumentato sia il numero di monete emesse che i valori facciali disponibili. L'istituto deputato all'emissione delle monete è la Monnaie royale de Belgique o Koninklijke Munt van België (KMR).

Emissioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Emissioni   Metallo   Valore facciale
Oro Argento Altro 2,50 € 5 € 10 € 12,50 € 20 € 25 € 50 € 100 €
2002 2 1 1 1 1
2003 2 1 1 1 1
2004 4 2 2 2 1 1
2005 4 1 3 2 1 1
2006 5 3 2 2 1 1 1
2007 6 3 3 2 1 1 1 1
2008 7 4 3 1 2 1 1 1 1
2009 6 3 3 2 1 1 1 1
2010 7 3 4 1 2 1 1 1 1
2011 7 4 3 1 2 1 2 1
2012 5 3 2 2 1 1 1
2013 7 3 4 1 2 1 1 1 1
2014 7 3 4 1 2 1 1 1 1
2015 11 5 4 2 1 2 2 2 1 1 1 1
Total 80 39 39 2 1 7 26 11 7 2 12 14

     sì

     no

Cipro[modifica | modifica wikitesto]

EU-Cyprus.svg

Cipro è entrato nell'Eurozona il 1º gennaio 2008 ed ha emesso in quell'anno la prima moneta commemorativa da collezione in argento. Nel 2009 e nel 2011 non sono state emesse monete. I metalli utilizzati per la coniazione sono oro ed argento. Le monete vengono coniate presso la Suomen Rahapaja o Myntverket i Finland (Zecca finlandese) oppure presso la Banca di Grecia.

Emissioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Emissioni   Metallo   Valore facciale
Oro Argento Altro 5 € 20 €
2008 1 1 1
2009
2010 2 1 1 1 1
2011
2012 1 1 1
2013 2 1 1 1 1
2014 1 1 1
2015 1 1 1
Total 8 2 6 0 6 2

     sì

     no

Estonia[modifica | modifica wikitesto]

EU-Estonia.svg

L'Estonia ha adottato l'euro nel 2011 iniziando contemporaneamente la coniazione di monete commemorative da collezione sia in oro che in argento. Le monete sono coniate presso la Suomen Rahapaja o Myntverket i Finland (Zecca finlandese) oppure presso il Koninklijke Nederlandse Munt (Zecca olandese).

Emissioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Emissioni   Metallo   Valore facciale
Oro Argento Altro 7 € 10 € 12 € 20 €
2011 2 1 1 1 1
2012 1 1 1
2013 1 1 1
2014 2 2 2
2015 1 1 1
Total 7 1 6 0 1 4 1 1

     sì

     no

Finlandia[modifica | modifica wikitesto]

EU-Finland.svg

La Finlandia ha aderito all'Eurozona nel 2002 e hanno continuato la loro tradizione nel coniare monete da collezione.

La Finlandia, come nessun altro paese dell'Unione europea, ha la tendenza a utilizzare principalmente l'argento per le emissioni di monete da collezione e un modo molto particolare di alternare gli altri metalli. La Finlandia ha coniato al momento più monete bimetalliche che monete d'oro. Questo è il motivo principale per cui la maggior parte delle monete finlandesi hanno un valore facciale basso, con quasi il 70% delle loro monete con valore facciale di 5 o 10 euro. Di conseguenza, le monete d'oro finlandesi hanno un valore molto alto sul mercato proprio perché sono abbastanza difficili da trovare. La coniazione di monete bimetalliche (cupronichel e oro nordico) ha avuto inizio nel 2003 ed hanno esclusivamente valore facciale di 5 euro. Le monete vengono coniate presso la Suomen Rahapaja o Myntverket i Finland (Zecca finlandese)

Emissioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Emissioni   Metallo   Valore facciale
Oro Argento Altro 5 € 10 € 20 € 50 € 100 €
2002 3 1 2 2 1
2003 4 1 2 1 1 2 1
2004 3 1 2 2 1
2005 4 1 2 1 1 2 1
2006 5 1 2 2 2 2 1
2007 4 1 2 1 1 2 1
2008 4 1 2 1 1 2 1
2009 4 1 3 2 1 1
2010 7 1 4 2 2 3 1 1
2011 13 1 5 7 7 4 1 1
2012 12 1 4 7 7 3 1 1
2013 13 1 4 8 8 3 1 1
2014 15 1 8 6 6 4 4 1
2015 18 1 8 9 9 5 3 1
Total 109 14 50 45 45 38 13 3 10

     sì

     no

Francia[modifica | modifica wikitesto]

EU-France.svg

La Francia è il paese che ha emesso il maggior numero di monete commemorative in euro. Importante è anche il numero di valori facciali emessi dallo Stato francese, che varia da quello della moneta in cupronichel e alluminio con valore facciale di 0,25 euro a quello della moneta in oro con valore facciale di 5.000,00 euro.

La coniazione, iniziata nel 2002 contemporaneamente all'adozione dell'euro, avviene per opera del Monnaie de Paris (zecca francese), con le monete in metalli preziosi coniate presso il sito dell'Hôtel des Monnaies di Parigi e le altre monete coniate presso lo stabilimento monetario di Pessac, in Gironda[6]. I metalli utilizzati per la coniazione sono principalmente l'oro e l'argento. Sempre a partire dal 2002, ma con emissioni saltuarie, la Francia conia anche monte in cupronichel e alluminio. Queste monete hanno valore facciale di 0,25 euro per le prime emissioni avvenute nel 2002 e nel 2005 per poi passare ad un valore facciale di 1,50 euro per tutte le successive emissioni[7]. La Francia inoltre, negli anni 2002, 2003 e 2004 ha emesso una moneta bimetallica utilizzando l'argento e l'oro del valore facciale di 5 euro[8].

Emissioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Emissioni   Metallo   Valore facciale
Oro Argento Altro 0,25 € 1,50 € 5 € 10 € 15 € 20 € 25 € 50 € 100 € 200 € 250 € 500 € 1.000 € 5.000 €
2002 28 14 13 1 5 8 1 1 10 1 2
2003 60 33 27 3 22 1 5 22 3 4
2004 42 22 20 3 14 2 3 13 2 4 1
2005 41 22 18 1 2 14 10 7 2 6
2006 51 25 26 5 13 13 11 3 6
2007 65 30 35 5 19 4 15 1 14 5 2
2008 49 24 25 2 14 5 14 1 7 2 4
2009 58 28 29 1 1 4 12 2 3 1 21 4 4 1 3 1 1
2010 70 34 35 1 1 3 26 1 2 14 5 5 1 8 2 2
2011 74 37 36 1 1 4 31 1 17 5 5 1 4 3 2
2012 83 39 43 1 1 4 34 1 25 3 6 1 5 1 2
2013 66 33 33 6 22 3 22 3 3 1 3 1 2
2014 81 38 43 3 34 27 2 7 1 4 1 2
2015 76 37 39 2 33 26 2 6 1 4 1 1
Total 844 416 422 6 25 108 39 253 5 91 4 170 52 36 7 32 10 12

     sì

     no

Germania[modifica | modifica wikitesto]

EU-Germany.svg

La Germania conia le monete commemorative da collezione presso le 5 zecche presenti nel paese come avviene anche per le monete destinate alla circolazione, compresi i 2 euro commemorativi. I 5 istituti sono la Staatliche Münze di Berlino, la Bayerisches Hauptmünzamt di Monaco di Baviera, la Hamburgische Münze di Amburgo e la Staatliche Münzen Baden-Württemberg con le due sedi di Stoccarda e di Karlsruhe. La coniazione delle monete è iniziata nel 2002, anno in cui l'euro è entrato in vigore in Germania e in tutta l'eurozona e i metalli utilizzati sono l'oro e soprattutto l'argento. A partire dal 2011 la Germania ha iniziato anche la coniazione di monete in rame con 2 particolarità: hanno lo stesso tema e lo stesso valore facciale delle monete in argento. A partire dal 2016, la Germania ha sospeso l'emissione delle monete in rame e di quelle in argento (da 625/1000) per essere sostituite da monete da collezione da 20 euro in argento 925/1000 [9]. Nel 2015 la Germania ha emesso una particolare moneta del valore facciale di 25 euro in argento appositamente per la commemorazione dei 25 anni dalla riunificazione tedesca.

Emissioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Emissioni   Metallo   Valore facciale
Oro Argento Altro 10 € 20 € 25 € 100 € 200 €
2002 7 2 5 5 1 1
2003 7 1 6 6 1
2004 7 1 6 6 1
2005 7 1 6 6 1
2006 6 1 5 5 1
2007 6 1 5 5 1
2008 6 1 5 5 1
2009 7 1 6 6 1
2010 8 2 6 6 1 1
2011 13 2 6 5 11 1 1
2012 12 2 5 5 10 1 1
2013 12 2 5 5 10 1 1
2014 12 2 5 5 10 1 1
2015 13 2 6 5 10 1 1 1
Total 123 21 76 25 101 6 1 14 1

     sì

     no

Grecia[modifica | modifica wikitesto]

EU-Greece.svg

La Grecia ha iniziato la coniazione delle monete commemorative da collezione nel 2003 e cioè l'anno successivo all'entrata in vigore dell'euro nei primi 12 paesi dell'eurozona . La coniazione delle monete avviene presso la Banca di Grecia (greco: Τράπεζα της Ελλάδος). La Grecia ha coniato soprattutto monete in argento, emettendo monete in oro nei primi due anni (nel 2003 e nel 2004), anche in occasione dei Giochi Olimpici tenutesi ad Atene nel 2004 per riprendere con la coniazione di monete auree solo nel 2011. A partire dal 2013 è iniziata anche la coniazione di monete in cupronichel e zinco.

Emissioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Emissioni   Metallo   Valore facciale
Oro Argento Altro 5 € 6 € 10 € 20 € 50 € 100 € 200 €
2003 15 5 10 9 1 4 1
2004 12 4 8 8 4
2005 1 1 1
2006 3 3 3
2007 4 4 4
2008 1 1 1
2009 2 2 2
2010 2 2 2
2011 5 1 4 4 1
2012 6 3 3 3 1 2
2013 6 2 3 1 1 3 1 1
2014 7 3 3 1 1 3 1 1 1
2015 7 3 3 1 1 1 2 1 1 1
Total 71 21 47 3 3 1 45 1 4 13 4

     sì

     no

Irlanda[modifica | modifica wikitesto]

EU-Ireland.svg

L'Irlanda è entrata nell'eurozona nel 2002, ma non ha coniato sin da subito monete commemorative da collezione, iniziando però nel 2003. Le monete vengono coniate presso la Central Bank and Financial Services Authority of Ireland.

La maggior parte delle monete irlandesi sono realizzate in argento, e solo a partire dal 2006 sono state emesse anche monete commemorative da collezione in oro. Nel 2003 è stata coniata una moneta molto speciale con un valore nominale di 5 euro, utilizzando il cupronichel, per commemorare i Giochi olimpici speciali Estivi ospitati nel 2003 proprio in Irlanda. Per l'occasione sono stati emessi 60.000 esemplari, fino ad oggi il numero più alto per unica moneta[10].

In generale, l'Irlanda conia poche tipologie di monete per anno e con basso valore facciale.

Emissioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Emissioni   Metallo   Valore facciale
Oro Argento Altro 5 € 10 € 15 € 20 € 100 €
2003 2 1 1 1 1
2004 1 1 1
2005 1 1 1
2006 2 1 1 1 1
2007 3 1 2 1 1 1
2008 4 2 2 1 1 1 1
2009 3 1 2 1 1 1
2010 3 1 2 1 1 1
2011 3 1 2 1 1 1
2012 5 2 3 2 1 2
2013 5 2 3 2 1 2
2014 3 1 2 1 1 1
2015 3 3 1 2
Total 38 12 25 1 2 15 9 11 1

     sì

     no

Italia[modifica | modifica wikitesto]

EU-Italy.svg
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Monete da 50 euro italiane, Monete da 20 euro italiane, Monete da 10 euro italiane e Monete da 5 euro italiane.

L'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato si occupa della coniazione di tutte le monete emesse dall'Italia, comprese quindi anche le monete commemorative da collezione. L'Italia ha adottato l'euro nel 2002, ma l'emissione di questo tipo di monete è iniziata nel 2003. I metalli utilizzati sono esclusivamente l'oro e l'argento.

Emissioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Emissioni   Metallo   Valore facciale
Oro Argento Altro 5 € 10 € 20 € 50 €
2003 6 2 4 2 2 1 1
2004 8 3 5 3 2 2 1
2005 15 6 9 4 5 4 2
2006 10 4 6 2 4 2 2
2007 10 3 7 4 3 2 1
2008 9 3 6 4 2 2 1
2009 11 3 8 3 5 2 1
2010 8 2 6 3 3 1 1
2011 11 2 9 4 5 1 1
2012 9 2 7 4 3 1 1
2013 8 2 6 4 2 1 1
2014 10 2 8 4 4 1 1
2015 9 2 7 4 3 1 1
2016 8 2 6 4 2 1 1
Total 132 38 94 0 49 45 22 16

     sì

     no

Lettonia[modifica | modifica wikitesto]

EU-Latvia.svg

La Lettonia ha adottato l'euro nel 2014 e sin da quell'anno ha iniziato la coniazione di monete commemorative da collezione. Al momento sono state coniate solamente monete in argento del valore facciale di 5 euro. La coniazione delle monete avviene presso il Koninklijke Nederlandse Munt (Zecca olandese) o presso la Mennica Polska (Zecca polacca).

Emissioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Emissioni   Metallo   Valore facciale
Oro Argento Altro 5 €
2014 6 6 6
2015 6 6 6
Total 12 0 12 0 12

     sì

     no

Lituania[modifica | modifica wikitesto]

EU-Lithuania.svg

La Lituania è l'ultimo paese in ordine di tempo ad aver adottato l'euro. La circolazione della moneta unica nel paese baltico è iniziata il 1º gennaio 2015. Contemporaneamente a tale data la Lituania ha iniziato la coniazione di monete commemorative da collezione sia in oro che in argento oltre quelle in oro nordico[11]. Le monete sono coniate presso la UAB Lietuvos monetų kalykla (Zecca lituana).

Emissioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Emissioni   Metallo   Valore facciale
Oro Argento Altro 5 € 20 € 50 €
2015 8 2 5 1 2 4 2
Total 8 2 5 1 2 4 2

     sì

     no

Lussemburgo[modifica | modifica wikitesto]

EU-Luxembourg.svg

Il Lussemburgo ha adottato l'euro nel 2002 e nello stesso anno ha iniziato la coniazione di monete commemorative da collezione. Fino al 2005 ha coniato al massimo due monete per anno utilizzando come metalli l'oro e/o l'argento. Dal 2006 il Lussemburgo ha iniziato la coniazione di monete bimetalliche in argento e titanio. Dal 2009 è iniziata invece la coniazione di due nuove monete bimetalliche: la prima utilizzando l'argento e il niobio e la seconda utilizzando sempre l'argento, ma questa volta abbinato all'oro nordico. A partire dal 2014 è iniziata la coniazione di monete in acciaio inox.

In termini di valore facciale, due monete particolari sono state coniate dal Lussemburgo: la prima emessa nel 2010 in argento con valore facciale di 700 centesimi proprio per commemorare il 700º anniversario del matrimonio tra Jean de Luxembourg ed Elisabetta di Boemia mentre la seconda emessa nel 2014 in oro dal valore facciale di 1,75 euro per celebrare il 175º anniversario dell'indipendenza del Lussemburgo.

Le monete vengono coniate presso diverse zecche europee come la Münze Österreich (Zecca Austriaca), il Koninklijke Nederlandse Munt (Zecca olandese), la UAB Lietuvos monetų kalykla (Zecca lituana), la Mennica Polska (Zecca polacca) e la AB Myntverket (Zecca svedese).

Emissioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Emissioni   Metallo   Valore facciale
Oro Argento Altro 1,75 € 5 € 7 € 10 € 15 € 20 € 25 €
2002 1 1 1
2003 1 1 1
2004 2 1 1 1 1
2005 1 1 1
2006 4 1 3 2 1 1
2007 1 1 1
2008 2 1 1 1 1
2009 3 1 2 2 1
2010 4 4 2 1 1
2011 3 1 2 2 1
2012 2 2 2
2013 4 2 2 2 1 1
2014 4 1 2 1 1 3
2015 3 3 3
Total 35 9 25 1 1 17 1 8 1 1 6

     sì

     no

Malta[modifica | modifica wikitesto]

EU-Malta.svg

Malta ha iniziato la coniazione delle monete commemorative nel 2008, anno in cui è entrata a far parte dell'eurozona. I metalli utilizzati per queste monete sono soprattutto l'oro e l'argento. Fino al 2012 l'emissione è stata limitata a 2 monete, una in oro del valore facciale di 50 euro e una in argento con valore facciale di 10 euro. A partire dal 2013 il numero di monete è ampiamente aumentato. Dal 2014 Malta ha iniziato l'emissione di monete in cupronichel. Le monete sono coniate presso il Koninklijke Nederlandse Munt (Zecca olandese) oppure presso la Monnaie royale de Belgique o Koninklijke Munt van België (KMR) (Zecca belga).

Emissioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Emissioni   Metallo   Valore facciale
Oro Argento Altro 5 € 10 € 15 € 50 €
2008 2 1 1 1 1
2009 2 1 1 1 1
2010 2 1 1 1 1
2011 2 1 1 1 1
2012 2 1 1 1 1
2013 7 3 4 1 4 1 1
2014 9 3 5 1 2 5 1 1
2015 8 4 4 2 4 1 1
Total 34 15 19 1 5 18 3 8

     sì

     no

Monaco[modifica | modifica wikitesto]

Location Monaco Europe.png

La coniazione delle monete commemorative da collezione da parte del Principato di Monaco è iniziata a partire dal 2002, anno in cui è stato autorizzato a coniare monete in euro e ad utilizzare l'euro come valuta nazionale, in forza degli accordi finanziari esistenti con la Francia (membro dell'UE). Tutte le monete sono coniate esclusivamente in oro e in argento presso la Monnaie de Paris (zecca francese). L'emissione da parte del Principato non è avvenuta con regolarità negli anni; nel 2006, 2007, 2009, 2010 e 2013 infatti non è stata emessa nessuna moneta commemorativa da collezione.

Emissioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Emissioni   Metallo   Valore facciale
Oro Argento Altro 5 € 10 € 20 € 100 €
2002 1 1 1
2003 2 1 1 1 1
2004 1 1 1
2005 1 1 1
2006
2007
2008 2 1 1 1 1
2009
2010
2011 1 1 1
2012 1 1 1
2013
2014 1 1 1
2015
Total 10 4 6 0 2 5 2 1

     sì

     no

Paesi Bassi[modifica | modifica wikitesto]

EU-Netherlands.svg

I Paesi Bassi entrano a far parte dell'eurozona nel 2002 e da subito hanno iniziato l'emissione di monete commemorative da collezione. La coniazione delle monete avviene presso il Koninklijke Nederlandse Munt (Zecca olandese) utilizzando esclusivamente l'oro e l'argento.

Emissioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Emissioni   Metallo   Valore facciale
Oro Argento Altro 5 € 10 € 20 € 50 €
2002 2 1 1 2
2003 2 1 1 1 1
2004 7 4 3 2 3 1 1
2005 5 3 2 1 2 1 1
2006 6 3 3 3 3
2007 2 1 1 1 1
2008 2 1 1 1 1
2009 4 2 2 2 2
2010 4 2 2 2 2
2011 6 3 3 3 3
2012 6 3 3 3 3
2013 9 5 4 3 4 1 1
2014 4 2 2 2 2
2015 4 2 2 2 2
Total 63 33 30 0 26 31 3 3

     sì

     no

Portogallo[modifica | modifica wikitesto]

EU-Portugal.svg

Il Portogallo ha iniziato la coniazione di monete commemorative da collezione l'anno successivo all'adozione della moneta unica. Dal 2003 ha emesso monete sia in oro che in argento e dal 2008 è iniziata anche la coniazione di monete in cupronichel. Sino al 2007 le monete in argento hanno avuto una particolarità: quelle emesse in fior di conio sono state realizzate in argento 500/1000 mentre quelle fondo specchio sono state realizzate in argento 925/1000. Dal 2008 le monete in argento 500/1000 non sono state più realizzate e il loro posto è stato preso dalle monete in cupronichel, che quindi presentano lo stesso valore facciale e gli stessi disegni sia sul dritto che sul rovescio delle monete in argento 925/1000. Nel 2009, 2011, 2012 e nel 2013 l'ulteriore moneta in cupronichel emessa ha riportato lo stesso valore e disegni di una delle monete in oro. Tutte le monete emesse dal Portogallo sono coniate presso la Imprensa Nacional - Casa da Moeda - INCM (Zecca portoghese).

Emissioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Emissioni   Metallo   Valore facciale
Oro Argento Altro 0,25 € 1,50 € 2,50 € 5 € 7,50 € 8 € 10 €
2003 9 4 5 2 6 1
2004 10 3 7 2 7 1
2005 6 1 5 4 1 1
2006 7 1 6 1 2 2 2
2007 7 1 6 1 3 1 2
2008 11 1 5 5 1 2 8
2009 10 3 3 4 1 2 7
2010 15 3 6 6 1 2 9 1 2
2011 13 4 4 5 2 7 2 2
2012 17 4 6 7 1 12 2 2
2013 17 4 6 7 1 14 2
2014 17 5 6 6 1 13 3
2015 18 4 6 8 13 3 2
Total 157 38 71 48 10 6 83 24 4 17 13

     sì

     no

San Marino[modifica | modifica wikitesto]

Location San Marino Europe.png

La coniazione delle monete commemorative da collezione da parte della Repubblica di San Marino è iniziata a partire dal 2002, anno in cui è stato autorizzato a coniare e ad utilizzare l'euro come valuta nazionale, in forza degli accordi con l'Italia (membro dell'UE). Tutte le monete vengono coniate presso l'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato di Roma e i metalli utilizzati sono esclusivamente l'oro e l'argento. I valori facciali delle monete e il metallo utilizzato per ognuno di esse ricalcano precisamente le emissioni delle monete commemorative da collezione della Repubblica Italiana.

Emissioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Emissioni   Metallo   Valore facciale
Oro Argento Altro 5 € 10 € 20 € 50 €
2002 4 2 2 1 1 1 1
2003 5 2 3 2 1 1 1
2004 5 2 3 2 1 1 1
2005 5 2 3 2 1 1 1
2006 5 2 3 2 1 1 1
2007 5 2 3 2 1 1 1
2008 5 2 3 2 1 1 1
2009 5 2 3 2 1 1 1
2010 5 2 3 2 1 1 1
2011 5 2 3 2 1 1 1
2012 5 2 3 2 1 1 1
2013 7 2 5 3 2 1 1
2014 6 2 4 3 1 1 1
2015 5 2 3 2 1 1 1
Total 72 28 44 0 29 15 14 14

     sì

     no

Slovacchia[modifica | modifica wikitesto]

EU-Slovakia.svg

La Slovacchia è entrata a far parte dell'eurozona il 1º gennaio 2009 e in quell'anno ha proceduto a coniare solo monete in argento. Dall'anno successivo ha proceduto anche con la coniazione di monete in oro. Tutte le monete sono coniate presso la Mincovňa Kremnica (Zecca slovacca).

Emissioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Emissioni   Metallo   Valore facciale
Oro Argento Altro 10 € 20 € 100 €
2009 2 2 1 1
2010 4 1 3 2 1 1
2011 5 1 4 3 1 1
2012 5 1 4 3 1 1
2013 5 1 4 3 1 1
2014 3 1 2 1 1 1
2015 3 1 2 2 1
Total 27 6 21 0 15 6 6

     sì

     no

Slovenia[modifica | modifica wikitesto]

EU-Slovenia.svg

La Slovenia adotta l'euro il 1º gennaio 2007, ma la coniazione di monete commemorative da collezione inizia solo l'anno successivo, nel 2008. I metalli utilizzati sono l'oro e l'argento a cui si aggiunge la coniazione di una moneta bimetallica dal valore facciale di 3 euro con il disco interno realizzato in cupronichel e l'anello esterno realizzato in cupronichel e zinco.

Una particolarità nelle emissioni delle monete commemorative è la seguente: il tema scelto ogni anno da raffigurare sul dritto e sul rovescio delle monete viene riprodotto esattamente identico su tutti e tre i valori facciali (per le monete bimetalliche viene scelto un solo tema quando per quell'anno i temi proposti sono 2), con l'unica differenza del valore facciale stesso riportato sulla moneta.

Le monete sono coniate presso diverse zecche europee come il Koninklijke Nederlandse Munt (Zecca olandese), Suomen Rahapaja o Myntverket i Finland (Zecca finlandese) o la la Mincovňa Kremnica (Zecca slovacca).

Emissioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Emissioni   Metallo   Valore facciale
Oro Argento Altro 3 € 30 € 100 €
2008 5 2 2 1 1 2 2
2009 5 2 2 1 1 2 2
2010 5 2 2 1 1 2 2
2011 5 2 2 1 1 2 2
2012 5 2 2 1 1 2 2
2013 3 1 1 1 1 1 1
2014 3 1 1 1 1 1 1
2015 3 1 1 1 1 1 1
Total 34 13 13 8 8 13 13

     sì

     no

Spagna[modifica | modifica wikitesto]

EU-Spain.svg

La Spagna è il secondo paese europeo per emissione di monete commemorative in euro. Importante è anche il numero di valori facciali emessi dal Regno spagnolo, che varia da quello della moneta in argento con valore facciale di 5 euro a quello della moneta in oro con valore facciale di 400 euro.

La coniazione, iniziata nel 2002 contemporaneamente all'adozione dell'euro, avviene presso la Real Casa de la Moneda (Zecca spagnola). I metalli utilizzati sono esclusivamente l'oro e l'argento.

La Spagna inoltre, negli anni 2005 e 2006 ha emesso una moneta bimetallica utilizzando l'oro e l'argento del valore facciale di 300 euro[12].

Una particolarità tra le varie emissioni è quella relativa a due monete, una in argento da 100 euro emessa nel 2009 che riproduce le facce di una moneta di 100 scudi rilasciata nel 1609 sotto il regno di Filippo III di Spagna ed una sempre in argento da 5 euro emessa nel 2013 per la commemorazione del 75º compleanno di Re Juan Carlos, entrambe ricoperte in oro 999/1000, casi unici nel panorama degli euro commemorativi da collezione.

Emissioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Emissioni   Metallo   Valore facciale
Oro Argento Altro 5 € 10 € 12 € 20 € 30 € 50 € 100 € 200 € 300 € 400 €
2002 15 2 13 11 1 1 1 1
2003 11 3 8 6 1 1 1 2
2004 18 5 13 9 2 2 1 3 1
2005 13 4 9 7 1 1 2 1 1
2006 11 3 8 6 1 1 1 1 1
2007 18 4 14 11 1 1 2 2 1
2008 15 5 10 7 1 1 2 3 1
2009 13 4 9 5 1 2 3 1 1
2010 27 3 24 12 9 1 2 1 1 1
2011 35 5 30 20 8 3 1 1 1 1
2012 40 5 35 20 12 1 1 2 1 2 1
2013 26 6 20 5 11 1 1 3 3 1 1
2014 23 5 18 7 8 1 1 1 2 2 1
2015 21 5 16 7 7 1 1 1 2 1 1
Total 286 59 227 0 71 117 10 11 4 21 14 23 2 13

     sì

     no

Vaticano[modifica | modifica wikitesto]

Location Vatican City Europe.png

La coniazione delle monete commemorative da collezione da parte del Vaticano è iniziata a partire dal 2002, anno in cui è stato autorizzato a coniare e ad utilizzare l'euro come valuta nazionale, in forza degli accordi con l'Italia (membro dell'UE). Tutte le monete vengono coniate presso l'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato di Roma e i metalli utilizzati sono esclusivamente l'oro e l'argento.

Emissioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Emissioni   Metallo   Valore facciale
Oro Argento Altro 5 € 10 € 20 € 50 € 100 € 200 €
2002 4 2 2 1 1 1 1
2003 4 2 2 1 1 1 1
2004 4 2 2 1 1 1 1
2005 5 2 3 2 1 1 1
2006 4 2 2 1 1 1 1
2007 4 2 2 1 1 1 1
2008 5 3 2 1 1 1 1 1
2009 5 3 2 1 1 1 1 1
2010 5 3 2 1 1 1 1 1
2011 6 3 3 2 1 1 1 1
2012 8 5 3 1 1 2 2 1 1
2013 11 6 5 3 2 2 2 1 1
2014 9 6 3 1 2 2 2 1 1
2015 10 6 4 2 2 2 2 1 1
Total 84 47 37 0 19 17 18 18 8 4

     sì

     no

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Unificato Euro 2015/16 - catalogazione e quotazione delle monte e cartamoneta, ed. XIV, Casa Editrice CIF, 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Euro Portale Euro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Euro