Tiratura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La tiratura, in riferimento alla stampa e alla tipografia, è la quantità di copie stampate per una singola commissione,[1] sia essa di un volantino, un biglietto da visita, oppure una pubblicazione di maggiore rilevanza, come un libro, una rivista o giornale.

Generalmente si distingue fra grandi tirature e piccole tirature. Sono per convenzione grandi tirature quelle dell'ordine di diverse migliaia di copie, con delle ulteriori differenze se si parla di libri, riviste o quotidiani. L'introduzione delle tecnologie di stampa digitale permette anche piccolissime tirature, dell'ordine di alcune decine o centinaia di copie, sia per testate periodiche sia per libri di ogni genere, sino alla stampa su richiesta (print on demand), nella quale la tiratura è di volta in volta una singola copia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vedi la voce «tiratura» del vocabolario on-line Treccani.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]