Conor Maynard

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Conor Maynard
Conor Maynard @ Club Blu 2017 01 (cropped).jpg
Conor Maynard live a Rotterdam nel 2017
NazionalitàRegno Unito Regno Unito
GenereSynth pop
Dance pop
Periodo di attività musicale2008 – in attività
EtichettaEMI, Parlophone
Gruppo attualenone
Gruppi precedentinone
Album pubblicati1
Studio1
Live1
Sito ufficiale

Conor Paul Maynard (Brighton, 21 novembre 1992) è un cantante inglese.

Conor ha raggiunto il successo nel 2012 quando è stato nominato nella categoria MTV Brand New, vincendo. Il suo singolo di debutto, Can't Say No, è stato pubblicato nel Regno Unito il 16 aprile 2012.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

2008-2011: Gli inizi e Youtube[modifica | modifica wikitesto]

Il 20 marzo del 2006, Maynard si iscrisse a YouTube e, nel dicembre del 2008, caricò la sua prima cover, il brano "Breathe" del cantante inglese Lee Carr.[2] Dal 2009, Maynard ha eseguito, e caricato su YouTube, molte cover, alcune eseguite insieme ad un suo amico, il rapper, Anthony "Anth" Melo il quale abita in Virginia. Fra i brani eseguiti: Chris Brown (Crawl), Taio Cruz (Dynamite), Rihanna (Only Girl). La svolta arrivò quando l'artista americano Ne-Yo vide Maynard impegnato nella cover di una sua canzone e lo contattò immediatamente.[3]

2011-2012: MTV Award e Can't Say No[modifica | modifica wikitesto]

Nel novembre del 2011, Maynard è stato nominato per l'MTV Brand New award, competendo con Delilah e Lana Del Rey.[4] Il 31 gennaio 2012 Maynard fu proclamato vincitore dell'award, avendo ricevuto circa il 48% dei voti.[5] Nel febbraio 2012 Maynard è stato messo sotto contratto dalla EMI e si è messo al lavoro per il suo nuovo album, Contrast.[6] Maynard ha pubblicato il video musicale del suo primo singolo Can't Say No nell'aprile del 2012,[7] dove raggiunge più di 12 milioni di visualizzazioni. Il singolo ha ottenuto la recensione positiva di Lewis Corner che l'ha descritto come un brano "giocoso, divertente e che ti lascia subito trasportare",[8]. Comunque sia, Conor nega questo reclamo dicendo: "Io non sono come Justin Bieber", ma riconosce che tutti e due hanno guadagnato fama tramite YouTube.[9]

Il singolo di Maynard, Can't Say No, è stato pubblicato nel Regno Unito il 15 aprile 2012, debuttando al secondo posto nella UK Singles Chart entro la fine della settimana del 28 aprile, con 74,792 copie vendute.[10] La traccia ha riscosso molto successo anche in Irlanda e Scozia, dove è salita rispettivamente al 13º e terzo posto.[11][12] Il 5 maggio, ha eseguito il suo singolo di debutto Can't Say No alla settima edizione dei TRL Awards a Firenze.[13], Il suo secondo singolo Vegas Girl ha ottenuto, in un solo mese, più di 3 milioni di visualizzazioni. Il suo terzo singolo "Turn Around" ft. Ne-Yo ha ottenuto, in 4 giorni, un milione e mezzo di visualizzazioni.

2015-2016: Royalty, Talking About e Covers[modifica | modifica wikitesto]

Dopo due anni di assenza dalla scena musicale il 2 marzo 2015 è stato pubblicato l'EP Talking About, il 28 aprile 2015 pubblica invece il singolo Royalty, entrambi con la casa discografica Parlophone, Dopo aver dichiarato l'uscita di un suo nuovo album di inediti, pubblica sempre tramite Parlophone il disco Covers, rilasciato il 5 agosto 2016 contiene 13 tracce di covers da lui interpretate.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN252217953 · LCCN (ENno2013135182 · GND (DE1024386740 · BNF (FRcb16698622s (data)