Alan Walker

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alan Walker
Alan Walker.jpg
Alan Walker durante un'intervista in Germania
Nazionalità Norvegia Norvegia
Genere Electro house
Progressive house
Electronic dance music
Synth pop
Tropical house
Periodo di attività 2012 – in attività
Etichetta MER Musikk
DM Music Group
Sony Music
NoCopyrightSounds
RCA
Sito web
Alan Walker- Logo.png

Alan Walker (Northampton, 24 agosto 1997) è un disc jockey e produttore discografico norvegese.

È diventato noto per il suo brano Faded in collaborazione con la cantante norvegese Iselin Solheim ed il producer Zeuss (Vlady Bedi), che ha realizzato anche un altro singolo insieme a lei chiamato Sing Me to Sleep, collaborando in seguito anche con altri disc jockey tra cui Martin Garrix.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Northampton (Midlands Orientali) da padre inglese e madre norvegese, all'età di due anni si trasferisce con la famiglia nella città norvegese di Bergen, dove risiede tuttora. Sin da bambino ha dimostrato interesse nella programmazione e progettazione digitale e all'età di 15 anni ha iniziato a produrre musica sul suo computer e a rilasciarla online attraverso YouTube e SoundCloud, attirando l'attenzione delle case discografiche.[1]

Nel 2015, dopo aver firmato un contratto con MER Musikk e Sony, arriva al successo grazie al brano Faded; rimasterizzazione con l'aggiunta di una traccia vocale di un suo brano, Fade, pubblicato nel 2014 tramite l'etichetta indipendente NoCopyrightSounds.[2] Nel 2016 vince il premio Spellemannprisen nella categoria tormentone dell'anno per il suo brano Faded.

Nel corso del 2016 ha pubblicato altri singoli, Sing Me to Sleep, Routine e Alone.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2014 – Fade
  • 2015 – Spectre
  • 2015 – Force
  • 2015 – Faded
  • 2016 – Sing Me to Sleep
  • 2016 – Routine (con David Whistle)
  • 2016 – Alone
  • 2017 – Ignite (con K-391)
  • 2017 – Tired

Remix[modifica | modifica wikitesto]

Tour[modifica | modifica wikitesto]

  • Walker Tour (2016–2017)

Presenze[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]