The Weeknd

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Weeknd
The Weeknd 2015.jpg
The Weeknd nel 2015
Nazionalità Canada Canada
Genere Alternative R&B
Periodo di attività 2010 – in attività
Etichetta XO, Republic
Album pubblicati 4
Studio 3
Raccolte 1
Sito web

The Weeknd, nome d'arte di Abel Makkonen Tesfaye (Toronto, 16 febbraio 1990), è un cantante e produttore discografico canadese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Abel Makkonen Tesfaye nasce a Toronto, in Canada, da genitori etiopi, Makkonen e Samra, emigrati negli anni ottanta. Figlio unico della coppia, per sopperire all'assenza del padre e agli impegni lavorativi della madre, a prendersi cura di Abel fu sua nonna, che lo educò secondo le tradizioni etiopi. Proprio per questo, Tesfaye parla in modo fluente l'amarico, ovvero la lingua ufficiale etiope; essa è stata la prima lingua che ha imparato. Abel è cresciuto ascoltando vari generi musicali come soul, quiet storm, hip hop, funk, indie rock e post-punk.

Tesfaye ha incominciato a scrivere canzoni a 17 anni e aveva un progetto soft R&B con un produttore che si chiamava The Noise. Poi nel 2010 incontrò Jeremy Rose, con cui iniziò a formare il gruppo “The Weekend”, nome che cambiò in "The Weeknd" rimuovendo una "e" dopo che Tesfaye iniziò la carriera da solista, ed è stata tolta per ragioni di copyright, dato che già esisteva una band canadese con quel nome.[1]

Nel dicembre 2010 carica su YouTube alcune sue tracce, inclusa una realizzata con il rapper Drake. Si guadagna così l'attenzione dei media e, nel marzo 2011, pubblica il mixtape House of Balloons, prodotto con Illangelo e Doc McKinney. Il disco viene acclamato dalla critica e riceve una nomination ai Polaris Music Prize 2011.[2] Dopo aver partecipato a numerosi festival musicali, tra cui l'OVO Fest, nell'agosto 2011 pubblica Thursday, il suo secondo mixtape. Il terzo è invece Echoes of Silence, distribuito nel dicembre seguente. I tre lavori vengono pubblicati tutti assieme sotto il nome di Balloons Trilogy.

Nell'aprile 2012 intraprende un tour negli Stati Uniti, mentre successivamente sbarca in Europa partecipando al Primavera Sound Festival (Spagna e Portogallo) ed al Wireless Festival (Londra). Tiene concerti anche a Parigi e Bruxelles. Nel settembre 2012 si accorda con la Republic Records ma continua a produrre materiale anche per la sua XO. La raccolta Trilogy viene pubblicata nel mese di novembre e consiste in una rimasterizzazione dei mixtape precedente con tre tracce addizionali. Questo lavoro ottiene recensioni molto positive dai siti e dalle riviste specializzate, come MTV, Pitchfork Media, Rolling Stone e BET.[3] Inoltre Trilogy viene certificato doppio disco di platino dalla Music Canada[4] e disco di platino dalla RIAA (numero 4 nella Billboard 200).[5]

Nel maggio 2013 pubblica il brano Kiss Land, che anticipa il disco omonimo, intitolato appunto Kiss Land e pubblicato nel settembre seguente. Altri singoli inclusi nell'album sono Belong to the World e Live for (feat. Drake). L'album ha raggiunto la seconda posizione della Billboard 200.[6] Collabora nel 2013 alla colonna sonora del film Hunger Games: La ragazza di fuoco, in particolare nei brani Elastic Heart e Devil May Cry.

Nel febbraio 2015 il singolo Earned It e il brano Where You Belong entrano a far parte della colonna sonora del film Cinquanta sfumature di grigio. Il 27 maggio 2015 The Weeknd ha reso disponibile un video musicale per un nuovo brano The Hills. In seguito il brano è stato pubblicato su iTunes come primo singolo tratto dal secondo album in studio di The Weeknd, Beauty Behind the Madness. The Hills ha debuttato alla posizione numero 20 della "Billboard Hot 100". Oltre alla distribuzione ufficiale del primo singolo, tre nuovi brani sono stati svelati online. L'8 giugno, Can't Feel My Face, una delle tracce svelate, è stata ufficialmente pubblicata come secondo singolo seguita da una esecuzione del brano da The Weeknd alla Conferenza Mondiale degli Sviluppatori Apple tenutasi lo stesso giorno. Il brano ha debuttato alla posizione 24 della "Billboard Hot 100", ed ha raggiunto la prima posizione, diventando così il quarto brano dell'artista a raggiungere la top 10. Il 3 dicembre la traccia è stata proclamata come migliore canzone del 2015 dalla rivista Rolling Stone[7]. Il 9 luglio, è stata rivelata la data di pubblicazione del suo secondo album in studio, Beauty Behind the Madness, che uscì il 28 agosto.

Stile[modifica | modifica wikitesto]

The Weeknd canta con un registro falsetto ed utilizza sample non convenzionali per la musica R'n'B, come brani tratti dal repertorio di gruppi punk e alt rock. In molti hanno notato nel cantante una somiglianza vocale a Michael Jackson e a Bruno Mars. Nell'album Trilogy sono infatti presenti campionamenti di Siouxsie Sioux, Cocteau Twins e Martina Topley-Bird. Nel suo album Kiss Land sono presenti campionamenti di Portishead, Emika, un remix di Pharrell e una cover di Kavinsky. Per quanto riguarda lo stile, Tesfaye si propone di interpretare i suoi brani in maniera intima e toccante, spaziando dall'hip hop ai ritmi sincopati del dubstep e dell'R'n'B.[8] Tra i temi maggiormente ricorrenti nei testi vi sono amore, sesso e droga.

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011 partecipa all'album Take Care di Drake. Nel 2012 collabora con Wiz Khalifa al brano Remember You (dall'album O.N.I.F.C.) e con Ricky Hill al brano Nomads (dall'album SLYDD).

Nel 2013 è al lavoro con Juicy J per il brano One of Those Nights (inserita nell'album Stay Trippy), con Kavinsky per Odd Look (dall'album omonimo), con Sia e Diplo per Elastic Heart (dalla colonna sonora di Hunger Games: La ragazza di fuoco), con French Montana per Gifted (dall'album Excuse My French), con Lil Wayne per I'm Good (da Dedication 5) e con M.I.A. per Sexodus (album Matangi).

Il 30 settembre 2014 viene pubblicato il nuovo singolo di Ariana Grande, intitolato Love Me Harder, in cui c'è la partecipazione canora del cantante.

Nell'album Lemonade di Beyoncé, uscito nel 2016, ha collaborato con lei alla canzone 6 inch.

In più tra il 2016 e il 2017 l'artista ha prodotto delle canzoni in collaborazione con i Daft Punk come Starboy e I Feel It Coming

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

Mixtape[modifica | modifica wikitesto]

  • 2011 – House of Balloons
  • 2011 – Thursday
  • 2011 – Echoes of Silence

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.rapburger.com/2015/09/05/la-storia-di-abel-tesfaye-conosciuto-anche-come-weeknd/
  2. ^ polarismusicprize.ca
  3. ^ mtv.it
  4. ^ musiccanada.com
  5. ^ riaa.com
  6. ^ billboard.com
  7. ^ 50 Best Songs of 2015, su Rolling Stone, https://plus.google.com/+rollingstone. URL consultato il 05 dicembre 2015.
  8. ^ indieforbunnies.com

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN265868278 · LCCN: (ENno2011195603 · ISNI: (EN0000 0003 8255 6637 · GND: (DE1043131655 · BNF: (FRcb165601727 (data)