Luis Alberto Romero Alconchel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Disambiguazione – Se stai cercando il calciatore brasiliano, vedi Luís Alberto Silva dos Santos.
Luis Alberto
Luis Alberto con la Lazio nel 2018
NazionalitàBandiera della Spagna Spagna
Altezza181 cm
Peso75 kg
Calcio
RuoloCentrocampista
SquadraLazio
Carriera
Giovanili
1998-2004Xerez
2004-2009Siviglia
Squadre di club1
2009-2012Siviglia Atlético77 (25)[1]
2010-2012Siviglia7 (0)
2012-2013Barcellona B38 (11)
2013-2014Liverpool9 (0)
2014-2015Malaga15 (2)
2015-2016Deportivo La Coruña29 (6)
2016-2024Lazio242 (47)
2024-Al Duahil0 (0)
Nazionale
2010Bandiera della Spagna Spagna U-182 (1)
2011Bandiera della Spagna Spagna U-193 (1)
2013Bandiera della Spagna Spagna U-211 (1)
2017Bandiera della Spagna Spagna1 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 19 maggio 2024

Luis Alberto Romero Alconchel, meglio noto come Luis Alberto (San José del Valle, 28 settembre 1992), è un calciatore spagnolo, centrocampista della Lazio. Dal 1º luglio 2024 sarà un nuovo giocatore dell'Al-Duhail.

Caratteristiche tecniche

[modifica | modifica wikitesto]

Soprannominato Il Mago, Luis Alberto è un trequartista[2] dotato di un'ottima visione di gioco[2][3] ed è bravo a lanciare il pallone in profondità per i compagni[3] oltre che a servire loro assist[3][4][5] anche tramite passaggi filtranti rasoterra verticali.[2][4] Considerato tra i migliori trequartisti della sua generazione, si distingue anche in fase di recupero palla[6] ed è molto pericoloso in fase di ripartenza.[6] Di piede destro,[2] sa usare anche il sinistro,[2] in più è un buon crossatore[2] e tiratore da fuori area[2] e di calci piazzati,[2][4] tanto che in più occasioni tenta di segnare da calcio d'angolo.[4] È un calciatore imprevedibile,[2] dotato tecnicamente,[2] con buon fiuto del gol,[2] con un buon dribbling e che grazie alla sua duttilità tattica[2] può ricoprire altri ruoli tra cui la mezzala[2], in cui lo ha spostato Simone Inzaghi durante la militanza nella Lazio.

Siviglia e il prestito al Barcellona B

[modifica | modifica wikitesto]
Luis Alberto, nel 2012, ai tempi del prestito al Barcellona B

Dopo aver passato alcuni anni nello Xerez viene poi acquistato dal Siviglia, nel quale passa cinque anni nelle giovanili. Nel 2009 viene inserito nella rosa del Siviglia Atlético, seconda squadra del club di Siviglia. In tale squadra rimane fino al 2012 andando a totalizzare 77 presenze e 25 reti in Segunda División B.

Il 10 novembre 2010 disputa la sua prima partita con la maglia della prima squadra in occasione dei sedicesimi di finale contro il Real Unión, partita che verrà vinta 6-1. Mentre il 16 aprile 2011 gioca il suo primo match in Primera División in occasione della trasferta persa, per 1-0, contro il Getafe. Chiude la sua prima stagione da professionista con un bottino di tre presenze.

Nella stagione 2012-2013 viene ceduto, in prestito, al Barcellona B che durante la stagione valuterà se mantenerlo nell'organico. L'esordio arriva il 2 settembre 2012 in occasione della vittoria casalinga, per 2-0, contro il Sabadell. Sei giorni più tardi mette a segno la sua prima rete con la maglia blaugrana in occasione della trasferta vinta, proprio per 0-1, contro il Guadalajara. Chiude la stagione con un totale di 38 presenze e 11 reti risultando essere uno dei giocatori più utilizzati della squadra e il secondo miglior marcatore stagionale dietro a Gerard Deulofeu.

Liverpool e i vari prestiti

[modifica | modifica wikitesto]

Nel luglio 2013, dopo l'ottima stagione passata tra le file del Barcellona B, il Siviglia accetta l'offerta da parte dagli inglesi del Liverpool di quasi 8 milioni di euro.[7] L'esordio con la maglia dei Reds arriva il 27 agosto 2013 in occasione del 2º turno di Football League Cup vinto, ai tempi supplementari, contro il Notts County per 4-2. Invece il 1º settembre successivo disputa la sua prima partita in Premier League in occasione della vittoria casalinga, per 1-0, contro il Manchester Utd. Chiude la sua prima stagione in terra inglese con un totale di 12 presenze.

Il 26 giugno 2014 viene ceduto, a titolo temporaneo, al Malaga facendo così ritorno in Spagna.[8] L'esordio con la maglia delle boquerones arriva il 23 agosto successivo in occasione della partita casalinga contro l'Athletic Bilbao dove proprio lui mette a segno il gol partita che permette ai suoi di vincere il match per 1-0. Conclude l'esperienza al Malaga andando a totalizzare 20 presenze e 2 reti.

Il 5 luglio 2015 si trasferisce, sempre con la formula del prestito, al Deportivo La Coruña, rimanendo di fatto nel suo paese natio.[9] L'esordio arriva il 30 agosto successivo in occasione del pareggio, per 1-1, contro il Valencia.[10] Il 14 settembre 2015 mette a segno la sua prima rete con indosso la nuova maglia in occasione della trasferta vinta per 1-3 contro il Rayo Vallecano.[11] Conclude il prestito con un bottino di 31 presenze e 6 reti.

Luis Alberto, nel 2018, con la maglia della Lazio

Il 31 agosto 2016 viene acquistato per una cifra vicina ai 5 milioni di euro dalla Lazio, allenata da Simone Inzaghi.[12] Sceglie la maglia numero 18. Esordisce in Serie A il 20 settembre successivo in occasione della trasferta, persa 2-0, contro il Milan, entrando a pochi minuti dalla fine. Il 15 aprile 2017 mette a segno la sua prima marcatura in occasione della trasferta pareggiata 2-2 contro il Genoa, siglando il gol che chiude la partita.[13] Il 17 maggio disputa la finale di Coppa Italia perdendo 2-0 con la Juventus.[14] Conclude la sua prima stagione in Italia con un bottino di 10 presenze e 1 rete.[15] Durante la stagione ha reso noto d'aver pensato di ritirarsi (in particolare tra febbraio e marzo) dal calcio giocato.[2][15][16]

Il 13 agosto 2017 vince il suo primo titolo in maglia biancoceleste, grazie anche a una sua buona prestazione,[4] nella partita valida per l'assegnazione della Supercoppa italiana 2017, vinta dalla Lazio contro la Juventus per 2-3[17] Il 14 settembre successivo disputa la sua prima partita di Europa League in occasione della trasferta vinta, per 2-3, contro gli olandesi del Vitesse. Il 1º ottobre mette a segno la sua prima doppietta in Serie A in occasione della vittoria casalinga, per 6-1, contro il Sassuolo.[18] Il 23 novembre successivo realizza la sua prima rete in Europa League in occasione del pareggio interno, per 1-1, contro il Vitesse. Chiude la stagione con 47 presenze e 12 reti messe a segno. In Serie A ha totalizzato 14 assist, risultando essere il calciatore che ne ha forniti di più; l'ultimo a servire altrettanti assist era stato Marek Hamšík nella stagione 2012-2013.[4]

Dopo una stagione 2018-2019 sottotono[19][20] in cui ha indossato la maglia numero 10 dopo la partenza di Felipe Anderson, e ha comunque vinto la Coppa Italia[21], l'anno successivo torna protagonista in positivo contribuendo al campionato di vertice della Lazio,[5][22][23] andando anche a segno in occasione della Supercoppa Italiana, vinta 3-1 contro la Juventus[24]. Nella stagione 2020-21 è ancora titolare nel centrocampo della squadra di Simone Inzaghi; alla 18ª giornata segna una doppietta nel derby vinto 3-0.[25]

Il 19 settembre 2023, nei minuti finali della partita della fase a gironi di UEFA Champions League contro l'Atlético Madrid, è autore dell'assist per il gol del portiere Ivan Provedel, che sigla l'1-1 definitivo.[26] Nell'arco della stagione, è il vice-capitano dei biancocelesti.[27][28] Tuttavia il 12 aprile 2024, nel corso di un'intervista a DAZN, Luis Alberto ha dichiarato di voler rescindere il proprio contratto con il club biancoceleste, valido fino al 30 giugno 2027, al termine della stagione;[29][30] a seguito di queste dichiarazioni, ha perso i gradi di vice-capitano.[31][32]

L'11 giugno 2024, viene ufficializzata la sua cessione a titolo definitivo all'Al-Duhail, nella massima serie qatariota,[33] per 12 milioni di euro, più bonus e il 25% di una futura rivendita a favore del Liverpool;[34] il giocatore firma un contratto triennale da 8 milioni di euro all'anno con il club, con decorrenza dal 1º luglio dello stesso anno.[34]

Il 3 novembre 2017 viene convocato nella nazionale maggiore da Julen Lopetegui per le partite amichevoli contro Russia e Costa Rica.[35] L'esordio avviene contro la Costa Rica otto giorni più tardi.[36] Il 4 ottobre 2019 torna tra i convocati della selezione iberica in vista delle sfide contro Norvegia e Svezia,[3][37] senza venire impiegato in nessuna delle due gare.[38]

Presenze e reti nei club

[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 19 maggio 2024.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2009-2010 Bandiera della Spagna Siviglia Atlético SDB 15 3 - - - - - - - - - 15 3
2010-2011 SDB 31+3[39] 15+1[39] - - - - - - - - - 34 16
2011-2012 SDB 31 7 - - - - - - - - - 31 7
Totale Siviglia Atlético 77+3[39] 25+1[39] - - - - - - 80 26
2010-2011 Bandiera della Spagna Siviglia PD 2 0 CR 1 0 UCL+UEL 0 0 SS 0 0 3 0
2011-2012 PD 5 0 CR 1 0 UEL 0 0 - - - 6 0
Totale Siviglia 7 0 2 0 - - - - 9 0
2012-2013 Bandiera della Spagna Barcellona B SD 38 11 - - - - - - - - - 38 11
2013-2014 Bandiera dell'Inghilterra Liverpool PL 9 0 FACup+CdL 2+1 0 - - - - - - 12 0
2014-2015 Bandiera della Spagna Malaga PD 15 2 CR 5 0 - - - - - - 20 2
2015-2016 Bandiera della Spagna Deportivo La Coruña PD 29 6 CR 2 0 - - - - - - 31 6
2016-2017 Bandiera dell'Italia Lazio A 9 1 CI 1 0 - - - - - - 10 1
2017-2018 A 34 11 CI 3 0 UEL 9 1 SI 1 0 47 12
2018-2019 A 27 4 CI 5 1 UEL 5 1 - - - 37 6
2019-2020 A 36 6 CI 0 0 UEL 4 0 SI 1 1 41 7
2020-2021 A 34 9 CI 0 0 UCL 6 0 - - - 40 9
2021-2022 A 34 5 CI 2 0 UEL 8 0 - - - 44 5
2022-2023 A 35 6 CI 2 0 UEL+UECL 4+3 1+0 - - - 44 7
2023-2024 A 33 5 CI 2 0 UCL 8 0 SI 1 0 44 5
Totale Lazio 242 47 15 1 47 3 3 1 307 52
Totale carriera 420 92 27 1 47 3 3 1 497 97

Cronologia presenze e reti in nazionale

[modifica | modifica wikitesto]
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Spagna
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
11-11-2017 Malaga Spagna Bandiera della Spagna 5 – 0 Bandiera della Costa Rica Costa Rica Amichevole - Ingresso al 74’ 74’
Totale Presenze 1 Reti 0
Lazio: 2017, 2019
Lazio: 2018-2019
Squadra dell'anno: 2020
  1. ^ 80 (26) se si considerano le presenze nei play-off.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m n Luis Alberto ha sorpreso tutti, su ultimouomo.com, 6 ottobre 2017. URL consultato il 15 ottobre 2019.
  3. ^ a b c d Lazio, Luis Alberto torna tra i convocati della Spagna dopo due anni, su foxsports.it, 4 ottobre 2019. URL consultato il 15 ottobre 2019 (archiviato dall'url originale il 15 ottobre 2019).
  4. ^ a b c d e f Il giocatore più migliorato: Luis Alberto, su ultimouomo.com, 4 giugno 2018. URL consultato il 15 ottobre 2019.
  5. ^ a b Luis Alberto 2025: Lazio a vita, il futuro da Champions parte dal faro, su gazzetta.it. URL consultato il 3 marzo 2020.
  6. ^ a b Luis Alberto anima biancoceleste. Ospina, che sciagura, su gazzetta.it. URL consultato il 6 febbraio 2020.
  7. ^ (EN) Sevilla forward Luis Alberto to have medical at Liverpool after agreeing £6.8m move, su dailymail.co.uk, 21 giugno 2013. URL consultato il 4 settembre 2016.
  8. ^ (EN) Luis Alberto seals Malaga loan switch, su liverpoolfc.com, 26 giugno 2014. URL consultato il 5 settembre 2016.
  9. ^ (ES) Luis Alberto llega esta noche a A Coruña para pasar mañana lunes reconocimiento médico, su canaldeportivo.com, 5 luglio 2015. URL consultato il 5 settembre 2016.
  10. ^ (EN) Valencia 1-1 Deportivo - match report and highlists, su skysports.com. URL consultato il 17 ottobre 2019.
  11. ^ (ES) RAYO 1 - DEPORTIVO 3, su rayovallecano.es. URL consultato il 7 marzo 2020.
  12. ^ Comunicato 31.08.2016, su sslazio.it, 31 agosto 2016. URL consultato il 5 settembre 2016 (archiviato dall'url originale il 7 ottobre 2017).
  13. ^ Le pagelle di Genoa-Lazio 2-2, su Eurosport, 15 aprile 2017. URL consultato il 15 ottobre 2019.
  14. ^ Juventus Lazio 2-0, Coppa Italia ai bianconeri, 17 maggio 2017. URL consultato il 17 maggio 2017.
  15. ^ a b Al centro della Lazio: Luis Alberto 2.0, su foxsports.it, 12 settembre 2017. URL consultato il 15 ottobre 2019 (archiviato dall'url originale il 15 ottobre 2019).
  16. ^ Serie A Lazio, Luis Alberto: «Volevo smettere, ora sto sognando», su tuttosport.com. URL consultato il 15 ottobre 2019.
  17. ^ Jacopo Gerna, Juventus-Lazio 2-3: Murgia al 94' decide la Supercoppa, Gazzetta dello Sport, 13 agosto 2017. URL consultato il 13 agosto 2017.
  18. ^ Nicola Berardino, Lazio-Sassuolo 6-1: Luis Alberto show, in La Gazzetta dello Sport, 1º ottobre 2017. URL consultato il 1º ottobre 2017.
  19. ^ Pierfrancesco Profili, Manoni: «Luis Alberto non può essere rivalutato...» - ESCLUSIVA, su lazionews24.com, 4 ottobre 2018. URL consultato il 6 febbraio 2020.
  20. ^ Stefano Agresti, Lazio, il flop di Milinkovic-Savic e Luis Alberto: in campionato solo 4 gol in 2, su Corriere della Sera, 3 dicembre 2019. URL consultato il 6 febbraio 2020.
  21. ^ Le pagelle di Atalanta-Lazio 0-2: Correa non demorde, Gomez e Zapata deludono, su it.eurosport.com. URL consultato il 7 marzo 2020.
  22. ^ La Serie A è di Luis Alberto, su L'Ultimo Uomo, 6 marzo 2020. URL consultato il 7 marzo 2020.
  23. ^ Non abbiamo mai visto un centrocampista come Luis Alberto, su Rivista Undici, 9 dicembre 2019. URL consultato il 6 febbraio 2020.
  24. ^ Supercoppa italiana, Juventus-Lazio 1-3: non basta il tridente di Sarri, i biancocelesti di Inzaghi più concreti e lucidi, su Il Fatto Quotidiano, 22 dicembre 2019. URL consultato il 6 febbraio 2020.
  25. ^ Estasi Lazio nel derby: Roma travolta 3-0 con super Luis Alberto, su La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 15 gennaio 2021.
  26. ^ Champions, la prodezza di Provedel: il portiere della Lazio segna di testa l’1-1 contro l’Atletico Madrid, su Video: ultime notizie - Corriere TV. URL consultato il 20 settembre 2023.
  27. ^ Lazio, esami per Immobile e Luis Alberto: il capitano già corre e lo spagnolo attende, ma c'è ottimismo, su ilmessaggero.it, 3 gennaio 2024. URL consultato il 13 maggio 2024.
  28. ^ Una Lazio in bilico: da Immobile a Luis Alberto, ecco chi rischia il posto con Tudor, su gazzetta.it. URL consultato il 13 maggio 2024.
  29. ^ Michael Di Chiaro, Luis Alberto annuncia l'addio alla Lazio: "Il prossimo anno non farò parte del progetto", su goal.com, 12 aprile 2024. URL consultato il 16 aprile 2024.
  30. ^ (ES) Mirko Calemme, Luis Alberto: “No quiero ni un euro más de la Lazio”, su as.com, 12 aprile 2024. URL consultato il 16 aprile 2024.
  31. ^ Luis Alberto, patto con Tudor e Lotito: che succede alla Lazio, su corrieredellosport.it, 21 aprile 2024. URL consultato il 13 maggio 2024.
  32. ^ Immobile e Luis Alberto tornano decisivi: sirene di mercato più lontane, su corrieredellosport.it, 10 maggio 2024. URL consultato il 13 maggio 2024.
  33. ^ LUIS ALBERTO CEDUTO A TITOLO DEFINITIVO ALL'AL-DUHAIL, su sslazio.it, 11 giugno 2024. URL consultato l'11 giugno 2024.
  34. ^ a b Luis Alberto, addio alla Lazio: va in Qatar a 8 milioni l'anno, su dazn.com, 9 giugno 2024. URL consultato l'11 giugno 2024.
  35. ^ Luis Alberto, arriva la prima convocazione con la Spagna: Lopetegui lo chiama in Nazionale, su lalaziosiamonoi.it, Laura Castellani, 3 novembre 2017. URL consultato il 4 novembre 2017.
  36. ^ Debutto con la maglia delle Furie Rosse per Luis Alberto, su sslazio.it. URL consultato il 15 ottobre 2019 (archiviato dall'url originale il 15 ottobre 2019).
  37. ^ Convocati Spagna: torna Luis Alberto con altri due 'italiani', fuori Suso, su sport.sky.it. URL consultato il 15 ottobre 2019.
  38. ^ Luis Alberto felice con la Spagna ma senza minuti: li troverà con la Lazio, su gazzetta.it. URL consultato il 17 ottobre 2019.
  39. ^ a b c d Nei play-off.

Altri progetti

[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni

[modifica | modifica wikitesto]