Gianluca Aureliano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gianluca Aureliano
Informazioni personali
Arbitro di Football pictogram.svg Calcio
Sezione Bologna
Professione Avvocato
Altezza 183 cm
Attività nazionale
Anni Campionato Ruolo
2008-2013
2013-
Lega Pro
Serie B
Arbitro
Arbitro

Gianluca Aureliano (Bologna, 29 febbraio 1980) è un arbitro di calcio italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Appartiene alla sezione di Bologna.

Di professione avvocato, inizia ad arbitrare nel 1999 e dopo il classico iter nelle categorie inferiori, nella stagione 2008-2009 inizia ad arbitrare match per la CAN PRO e a partire dalla stagione 2010-2011 dirige numerose partite in questa categorie. Dirige complessivamente 108 partite in Lega Pro, una gara di play-out nella stagione 2009-2010, una gara di play-off nella stagione 2010-2011, due in quella successiva e tre nell'ultima.

Nella stagione 2013-2014 viene promosso in CAN B, esordendo nella prima giornata nella gara Empoli-Latina (3-1). In questa prima stagione in Serie B dirige 15 partite.

A fine stagione è designato per dirigere la gara di Serie A tra Catania e Atalanta (terminata 2-1), che sancisce l'esordio dell'arbitro bolognese in massima serie.

Nelle stagioni 2014-2015 è confermato in CAN B dove dirige 16 gare. Si rende protagonista di un episodio particolare: nella partita Frosinone-Entella, sul risultato di 3-2 concede sullo scadere un calcio di rigore, contestato dai padroni di casa agli ospiti che verrà poi trasformato. La partita terminerà 3-3 ma successivamente si scoprì che tra i giocatori dell'Entella circolò un bigliettino sul quale c'era scritto che la squadra avrebbe segnato su calcio di rigore. Questo avvenimento costrinse l'arbitro a lasciare lo stadio Matusa scortato dalla polizia[1].

Nella stagione 2015-2016, al termine della stagione con complessivi 19 gettoni in Serie B, è designato per la seconda volta in Serie A, nella gara tra Genoa e Atalanta (1-2).

Nel corso della stagione 2016/17 colleziona la sua terza presenza in Serie A arbitrando la partita Chievo-Udinese, terminata 0-0.

Al termine della stagione 2016/2017, vanta 3 presenze in Serie A.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Administrator, Frosinone, la stampa nazionale condanna Aureliano. Chiesta l'apertura di un'indagine, su www.calciociociaro.com. URL consultato il 19 maggio 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàSBN IT\ICCU\CFIV\263467