Davide Massa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Davide Massa
Informazioni personali
Arbitro di Football pictogram.svg Calcio
Sezione Imperia
Professione Bancario
Attività nazionale
Anni Campionato Ruolo
2003-2006
2006-2010
2010-2012
2012-
Serie D
Serie C1 e C2
Serie B
Serie A
Arbitro
Arbitro
Arbitro
Arbitro
Attività internazionale
2014- UEFA e FIFA Arbitro
Esordio 8 giugno 2015

Turchia-Bulgaria 3-0

Premi
Anno Premio
2012
2017
Premio Giorgio Bernardi
Premio Giovanni Mauro

Davide Massa (Imperia, 15 luglio 1981) è un arbitro di calcio italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Arbitro effettivo dal gennaio 1997, appartiene alla sezione AIA di Imperia. Laureato in giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Genova, svolge la professione di bancario; sposato con Roberta, ha due figli: Eleonora nata nel 2012 e Federico nato nel 2016. Dopo l'iter nelle categorie inferiori, viene promosso in C.A.N. C nell'estate del 2006[1].

In tale categoria colleziona quattro anni di permanenza e nel luglio del 2010 ottiene il passaggio alla C.A.N. B. La partita d'esordio in Serie B fu Vicenza-Portogruaro, disputatasi il 28 agosto 2010[2]. Successivamente, da agosto a gennaio, colleziona altre dieci presenze, per un totale di undici a metà campionato.

Arriva presto anche l'esordio in Serie A, che avviene domenica 23 gennaio 2011 in Fiorentina-Lecce. Per la sezione AIA di Imperia si tratta del primo arbitro in assoluto ad esordire in Serie A. Il 6 marzo arbitra la sua seconda partita in Serie A, Udinese-Bari, in cui accorda ai friulani un calcio di rigore risultato poi decisivo per la vittoria 1-0 sui biancorossi.

A fine stagione riceve la designazione per l'andata di una delle due gare dei play-off di Serie B tra Padova e Varese, disputata il 2 giugno[3]; con questa designazione si aggiudica un primato: infatti è il primo arbitro debuttante della C.A.N. B ad essere designato per una gara di play-off o play-out. Alla fine della stagione 2010-2011, ha collezionato venti presenze in Serie B più la gara dei play-off, risultando così l'arbitro neo-immesso (cioè non proveniente dalla scissione della C.A.N. A-B, ma promosso dalla C.A.N. PRO) con più gare in Serie B e, inoltre, il neo-immesso con più presenze in Serie A.

Nel giugno 2012 è designato dalla CAN B per dirigere una delle due semifinali di ritorno playoff, per l'accesso in serie A, tra Hellas Verona e Varese.

Il 2 luglio 2012 viene promosso in CAN A[4] e nello stesso anno viene insignito del prestigioso "Premio Bernardi" assegnato dalla sezione arbitri di Bologna al miglior esordiente in serie A.

Nel dicembre 2013 si apprende la sua nomina al rango di internazionale con decorrenza dal 1º gennaio 2014[5]: è inserito nella "second class" UEFA insieme al collega Marco Guida.

Nell'estate 2014 debutta nelle coppe europee e più precisamente in Europa League dirigendo due gare dei turni preliminari: il 17 luglio Elfsborg-Inter Baku (0-1) e il 31 luglio a Zilina (Slovacchia) il match tra il Trencin e gli inglesi dell'Hull City, terminato 0 a 0.

Nel luglio 2015 rappresenta la classe arbitrale italiana alla 28ª edizione delle Universiadi in programma a Gwangju, nella Repubblica di Corea.

Nel luglio 2017 è selezionato dall'UEFA per dirigere alcune gare degli Europei under 19 in Georgia. Poco dopo, viene resa nota la sua designazione in qualità di arbitro addizionale per la Supercoppa UEFA 2017, da disputarsi il successivo 8 agosto 2017 a Skopje tra Real Madrid Club de Fútbol e Manchester United Football Club, diretta dal connazionale Gianluca Rocchi.

Nell'agosto 2017 è designato per la Supercoppa Italiana, disputatasi nell'occasione tra Juventus e Lazio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]