Real Oviedo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Real Oviedo
Calcio Football pictogram.svg
Real Oviedo.png
Oviedistas, Carbayones, Azules, Godos
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Blu con bordo bianco e croce dorata.svg Blu, bianco
Dati societari
Città Bandera Oviedo.png Oviedo
Nazione Spagna Spagna
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Spain.svg FEF
Campionato Segunda División
Fondazione 1926
Proprietario Messico Grupo Carso
Presidente Spagna Jorge Menéndez Vallina
Allenatore Spagna Javier Rozada
Stadio Carlos Tartiere
(30.500 posti)
Sito web www.realoviedo.es
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

Il Real Oviedo è una società calcistica spagnola con sede nella città di Oviedo, nelle Asturie. Milita nella Segunda Divisiòn, la seconda serie del campionato spagnolo. Gioca le partite casalinghe nell'Estadio Municipal Carlos Tartiere, inaugurato nel 2000 e capace di contenere 30.500 spettatori.

Fondato il 26 marzo 1926, il club vive il suo periodo migliore negli anni Trenta. Il 17 novembre 2012 è stato rilevato dal magnate messicano delle telecomunicazioni Carlos Slim Helú, nonché uno degli uomini più ricchi del mondo secondo Forbes. Slim, affascinato dalla storia della società sull'orlo della bancarotta, ha sborsato 1,9 milioni di euro, diventandone così il principale azionista.

A livello internazionale la squadra vanta una partecipazione alla Coppa UEFA, nell'edizione 1991-1992, venendo subito eliminato dal Genoa.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il club viene fondato nel 1926 in seguito alla fusione tra il Real Stadium Club Ovetense e il Real Club Deportivo Ovetense. Dopo alcune partecipazioni al campionato regionale delle Asturie, nel quale riporterà sette successi, esordisce nella neonata Segunda División nella stagione 1928-1929. L'ingresso nella massima divisione risale invece al 1933-1934, quando militano in squadra anche Emilín, Herrerita, Galé e Isidro Lángara, quest'ultimo vincitore in tre occasioni del Trofeo Pichichi. Si tratta di un periodo d'oro per il club, che raggiunge il suo apice: gioca infatti la semifinale nella Coppa di Spagna 1934 (sconfitta col Valencia) e ottiene due terzi posti.

Tutto ciò ha però breve durata: in Spagna scoppia infatti la guerra civile, e alla fine molti dei protagonisti si accasano altrove; viene anche danneggiato il primo stadio intitolato al presidente Carlos Tartiere, che era stato inaugurato da poco. Alla ripresa, negli anni quaranta, le cose non vanno più come prima: infatti, pur raggiungendo due quarti posti e una nuova semifinale nella Coppa del Generalissimo 1946, la squadra retrocede nel 1949-1950. Il decennio successivo viene trascorso con frequenti cambi di categoria, fino ad un nuovo terzo posto, che viene raggiunto nel campionato 1962-1963.

Una nuova discesa si registra dopo soli due anni, e anche gli anni settanta sono caratterizzati da frequenti cambi di divisione; il campionato 1972-1973 sarà ricordato però per un nuovo titolo di Pichichi, conquistato nell'occasione da Marianín, tuttavia già nel 1978-1979 la squadra si ritrova a giocare per la prima volta al terzo livello. Subito promossa, nel 1988-1989 ritorna anche in massima divisione: se però i primi campionati sono terminati poco sopra la zona retrocessione, il sesto posto ottenuto nella Primera División 1990-1991 vale invece la partecipazione alla successiva edizione di Coppa UEFA. Dall'urna esce però subito fuori il Genoa futuro semifinalista, e l'avventura termina immediatamente. Il resto del decennio viene trascorso in massima divisione; viene tesserato anche Dely Valdés.

L'Oviedo disputa quella che è attualmente l'ultima stagione in Primera División nella stagione 2000-2001, la prima col nuovo stadio Carlos Tartiere, ma nel 2003 finisce addirittura in Tercera División per questioni amministrative. Intanto, nel 2012 il club, che si trova in difficoltà finanziarie, viene salvato da Carlos Slim Helú, che ne così il principale azionista[1]. Torna così a giocare al secondo livello nel 2015-2016, nel quale milita tuttora.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Real Oviedo
  • Il 26 marzo del 1926 dalla fusione tra la Real Stadium Club Ovetense e la Real Club Deportivo Oviedo nasce il Real Oviedo.
  • 1926-1927 – 3º nel Campionato Regionale delle Asturie.
  • 1927-1928 Vince il Campionato Regionale delle Asturie
  • 1928-29 - 7º nel Gruppo I di Segunda División. Vince il Campionato Regionale delle Asturie
  • 1929-30 - 5º in Segunda División. 2º nel Campionato Regionale delle Asturie

  • 1930-31 - 5º in Segunda División. 2º nel Campionato Regionale delle Asturie
  • 1931-32 - 2º in Segunda División. Vince il Campionato Regionale delle Asturie
  • 1932-33 - Green Arrow Up.svg 1° in Segunda División. Promosso in Primera División. Vince il Campionato Regionale delle Asturie
  • 1933-34 - 6º in Primera División. Vince il Campionato Regionale di Galizia
  • 1934-35 - 3º in Primera División. Vince il Campionato Regionale di Galizia
  • 1935-36 - 3º in Primera División. Vince il Campionato Regionale di Galizia
  • 1936-39: Campionato sospeso a causa della Guerra civile spagnola.
  • 1939-40 – A seguito dei bombardamenti avvenuti nel proprio stadio, durante Guerra civile spagnola, non potette prendere parte al primo campionato post-bellico.



  • 1960-61 - 13º in Primera División. Salvo dopo aver vinto lo spareggio contro il Celta Vigo.
  • 1961-62 - 10º in Primera División.
  • 1962-63 - 3º in Primera División.
  • 1963-64 - 14º in Primera División. Salvo dopo aver vinto lo spareggio contro l'Hércules.
  • 1964-65 Red Arrow Down.svg 15º in Primera División. Retrocesso in Segunda División
  • 1965-66 - 4º nel Gruppo I di Segunda División.
  • 1966-67 - 5 º nel Gruppo I di Segunda División.
  • 1967-68 - 6 º nel Gruppo I di Segunda División.
  • 1968-69 - 11 º in Segunda División.
  • 1969-70 - 7º in Segunda División.



  • 1990-91 - 6º in Primera División.
  • 1991-92 - 11º in Primera División.
Trentaduesimi di finale di Coppa UEFA.
  • 1992-93 - 16º in Primera División.
  • 1993-94 - 9º in Primera División.
  • 1994-95 - 9º in Primera División.
  • 1995-96 - 14º in Primera División.
  • 1996-97 - 17º in Primera División.
  • 1997-98 - 18º in Primera División. Salvo dopo aver vinto lo spareggio contro il UD Las Palmas.
  • 1998-99 - 14º in Primera División.
  • 1999-00 - 16º in Primera División.


  • 2010-11 - 8º nel Gruppo II di Segunda División B.
  • 2011-12 - 6º nel Gruppo I di Segunda División B.
  • 2012-13 - 3º nel Gruppo II di Segunda División B. Perde i play-off per la promozione.
  • 2013-14 - 5º nel Gruppo I di Segunda División B.
  • 2014-15 Green Arrow Up.svg 1º nel Gruppo I di Segunda División B. Promosso in Segunda División. Dopo aver vinto i play-off per la promozione.
  • 2015-16 - 9º in Segunda División.
  • 2016-17 - 8º in Segunda División.
  • 2017-18 - 7º in Segunda División.
  • 2018-19 - 8 º in Segunda División.
  • 2019-20 - in Segunda División.

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

Colori[modifica | modifica wikitesto]

Il colore della maglia del Real Oviedo è il blu, i pantaloncini sono bianchi e i calzettoni sono blu.

Simboli ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Stemma[modifica | modifica wikitesto]

Il simbolo del Real Oviedo è composto da una corona che sormonta uno scudo. All'interno di questo, che ha il bordo giallo, ci sono le iniziali, "RO", e una croce greca su sfondo blu, che è il simbolo di Oviedo.

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Estadio Municipal Carlos Tartiere.
Interno dell'Estadio Municipal Carlos Tartiere.

Dal 20 settembre 2000 il club disputa i propri incontri casalinghi nell'Estadio Municipal Carlos Tartiere, che si trova ad Oviedo. Capace di ospitare 30.500 spettatori è stato intitolato al primo presidente.

In precedenza la squadra ha giocato in un impianto omonimo: inaugurato nel 1932, nella sua storia ha ospitato anche tre incontri del gruppo 2 del campionato del mondo 1982, prima di venir demolito nel 2003.

Calciatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori del Real Oviedo

Vincitori di titoli[modifica | modifica wikitesto]

Qui sono elencati i giocatori che hanno ottenuto più di 100 presenze con la squadra e/o hanno raggiunto livello internazionale.

Allenatori e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori del Real Oviedo e Categoria:Presidenti del Real Oviedo

Di seguito l'elenco di allenatori[2] e presidenti[3] del Real Oviedo dall'anno della fondazione.

Allenatori
Presidenti
  • 1926-1950 - Spagna Carlos Tartiere de las Alas Pumariño
  • 1950 - Spagna José González Herrero
  • 1950-1952 - Spagna Pedro Miñor Rivas
  • 1952-1954 - Spagna José Díaz Sánchez
  • 1954-1961 - Spagna Francisco Silvela López
  • 1961-1964 - Spagna José María Velasco Álvarez
  • 1964-1965 - Spagna Félix Serrano González-Solares
  • 1965-1967 - Spagna José María Velasco Álvarez
  • 1967-1971 - Spagna Enrique Rubio Sañudo
  • 1971-1977 - Spagna José María Velasco Álvarez
  • 1977 - Spagna Jaime Estrada Pérez
  • 1977-1979 - Spagna Jesús Riesco Morán
  • 1979-1984 - Spagna Daniel García Yagüe
  • 1984-1988 - Spagna José Manuel Bango Fuente
  • 1988-2002 - Spagna Eugenio Prieto Álvarez
  • 2002-2005 - Spagna Manuel Lafuente Robledo
  • 2005-2007 - Spagna Juan Mesa Gil
  • 2007 - Spagna Toni Fidalgo
  • 2007 - Spagna Miguel Cano Mier
  • 2007-2010 - Spagna Dámaso Bances Álvarez
  • 2011-2012 - Spagna Alberto González López
  • 2012-2013 - Spagna Toni Fidalgo
  • 2013-2014 - Spagna Sabino López
  • 2014-oggi - Spagna Jorge Menéndez Vallina

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1932-1933, 1951-1952 (gruppo I), 1957-1958 (gruppo I), 1971-1972, 1974-1975
1984-1985
2014-2015

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Terzo posto: 1934-1935, 1935-1936, 1962-1963
Semifinalista: 1934, 1946
Secondo posto: 1931-1932, 1954-1955 (gruppo I), 1955-1956 (gruppo I)
Secondo posto: 1978-1979 (gruppo I), 2009-2010 (gruppo II)
Terzo posto: 2012-2013 (gruppo I)

Partecipazione ai campionati e ai tornei internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Campionati nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Il miglior piazzamento nella Liga è il terzo posto, raggiunto nelle edizioni 1933-1934, 1934-1935 e 1962-1963.

Dalla stagione 1928-1929 alla 2019-2020 il club ha ottenuto le seguenti partecipazioni ai campionati nazionali:

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Primera División 38 1933-1934 2000-2001 38
Segunda División 37 1928-1929 2019-2020 37
Segunda División B 9 1978-1979 2014-2015 9
Tercera División 4 2003-2004 2008-2009 4

Tornei internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Alla stagione 2019-2020 il club ha partecipato solo alla Coppa UEFA 1991-1992; qui è stato eliminato subito dal Genoa (vittoria per 1-0 a Oviedo e sconfitta per 3-1 a Genova).

Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione
Coppa UEFA/UEFA Europa League 1 1991-1992

Tifoseria[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi e rivalità[modifica | modifica wikitesto]

La principale rivalità è con lo Sporting Gijón: le due città sono poco distanti, e fanno parte della stessa comunità autonoma. Le due squadre danno quindi vita al derby delle Asturie[4].

Rosa 2019-2020[modifica | modifica wikitesto]

Rosa aggiornata al 17 settembre 2019.[5]

N. Ruolo Giocatore
1 Spagna P Alfonso Herrero
2 Islanda D Diegui
3 Spagna D Alejandro Arribas
5 Spagna D Javi Fernández
6 Spagna D Carlos Hernández
7 Spagna C Omar Ramos
8 Spagna C Marco Sangalli
9 Spagna A Joselu
10 Spagna A Saúl Berjón Captain sports.svg
11 Panama C Joel Bárcenas
12 Spagna D Juanjo Nieto
N. Ruolo Giocatore
13 Argentina P Nereo Champagne
14 Spagna C Jimmy
15 Spagna A Alfredo Ortuño
17 Senegal A Ibrahima Baldé
18 Spagna D Christian Fernández
19 Spagna C Borja Sánchez
20 Spagna C Sergio Tejera
21 Spagna C Lolo González
22 Spagna C Edu Cortina
23 Spagna D Mossa
24 Spagna D Lucas Ahijado

Altre sezioni[modifica | modifica wikitesto]

Il Real Oviedo B, anche nota come Real Oviedo Vetusta è una società calcistica spagnola con sede nella città di Oviedo, attuale squadre riserve dell'omonimo club.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) A NEW ERA (2012 - …), in realoviedo.es. URL consultato il 6 agosto 2020.
  2. ^ Entrenadores, su realoviedo.info.
  3. ^ Presidentes, su realoviedo.info.
  4. ^ (ES) Derbis que espertan paixóns, in galego.farodevigo.es. URL consultato il 7 agosto 2020.
  5. ^ Dorsales oficiales de la temporada 2015-16, su realoviedo.es, 21 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 22 novembre 2015).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]