Società Sportiva Lazio 1970-1971

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Società Sportiva Lazio.

Società Sportiva Lazio
Lazio 1970-71 ter.jpg
Una formazione della Società Sportiva Lazio nella stagione 1970-71, in posa all'interno dello stadio Olimpico di Roma.
Stagione 1970-1971
AllenatoreArgentina Juan Carlos Lorenzo (fino al 30 maggio), poi
Italia Roberto Lovati (dal 30 maggio)
All. in secondaItalia Roberto Lovati (fino al 30 maggio), poi
Italia Argentina Enrique Flamini (dal 30 maggio)
PresidenteItalia Stati Uniti Umberto Lenzini
Serie A15º posto (retrocessa in Serie B)
Coppa ItaliaPrimo turno
Coppa delle FiereTrentaduesimi di finale
Coppa delle AlpiVincitore
Maggiori presenzeCampionato: Chinaglia (30)
Totale: Chinaglia (40)
Miglior marcatoreCampionato: Chinaglia (9)
Totale: Chinaglia (21)
StadioStadio Olimpico di Roma

Questa voce raccogle le informazioni riguardanti la Società Sportiva Lazio nelle competizioni ufficiali della stagione 1970-1971.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 1970-1971 la Lazio disputa il campionato di Serie A, con 22 punti ottiene il penultimo posto in classifica e retrocede in Serie B con il Foggia ed il Catania. Lo scudetto è stato vinto dall'Inter con 46 punti, davanti al Milan con 42 punti ed al Napoli con 39 punti.

La squadra biancoazzurra affidata a Juan Carlos Lorenzo lascia così la massima serie dopo due stagioni. Una stagione difficile, ultima al termine del girone di andata con nove punti, meglio nel ritorno, ma i tredici punti conquistati nella seconda parte del torneo non sono bastati per raggiungere la salvezza. Miglior marcatore della stagione laziale Giorgio Chinaglia autore di 14 reti, di cui 9 in campionato, 3 in Coppa Italia, 2 in Coppa delle Fiere e 7 in Coppa delle Alpi. In Coppa Italia inserita nell'ottavo girone, cede il passo alla Roma (2-0) nel primo derby stagionale. Nell'ultima edizione della Coppa delle Fiere, dalla prossima stagione sostituita con la Coppa UEFA, la Lazio viene eliminata nel primo turno dagli inglesi dell'Arsenal. Unica soddisfazione di questa stagione, il 25 giugno 1971, al St. Jakob Stadium di Basilea, la squadra vince la Coppa delle Alpi battendo in finale (3-1) il Basilea. un torneo con la partecipazione di quattro squadre della massima serie elvetica ed italiana, suddivise in due gironi, Lazio e Basilea li hanno vinti ed hanno disputato la finale, vinta dai biancoazzurri.

Maglie[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Rosario Di Vincenzo
Italia P Avelino Moriggi
Italia P Michelangelo Sulfaro
Italia D Giuliano Andreuzza
Italia D Mario Facco
Italia D Gaetano Legnaro
Italia D Giuseppe Papadopulo
Italia D Luigi Polentes
Italia D Giuseppe Wilson
Italia C Bruno Chinellato
Italia C Arrigo Dolso
Italia C Nello Governato
N. Ruolo Giocatore
Italia C Guido Magherini (*)[1]
Italia C Pierpaolo Manservisi
Italia C Rino Marchesi
Italia C Ferruccio Mazzola
Italia C Franco Nanni
Italia A Giorgio Chinaglia
Italia A Costantino Fava[2]
Italia A Giuliano Fortunato
Italia A Giuseppe Massa
Argentina A Juan Carlos Morrone
Italia A Mario Tomy

(*) Acquistato nel mercato invernale

(°) Ceduto nel mercato invernale

La squadra De Martino vincitrice del campionato di categoria
Giovani aggregati dalla squadra De Martino
Italia Romano Roberto Barbieri (D)
Italia Alberto Caroletta (D)
Italia Andrea Carratoni (D)
Italia Maurizio Ronda (D)
Italia Enrico Concari (C)
Italia Mario Marchetti (C)
Italia Ovidio Michelin[3] (C)
Italia Maurizio Papi (A)

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1970-1971.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Milano
27 settembre 1970
1ª giornata
Milan1 – 1LazioStadio San Siro
Arbitro:  Francescon (Padova)

Roma
7 ottobre 1970
2ª giornata
Lazio2 – 4CagliariStadio Olimpico
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Torino
11 ottobre 1970
3ª giornata
Torino1 – 1LazioStadio Comunale
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Roma
25 ottobre 1970
4ª giornata
Lazio1 – 1VeronaStadio Olimpico
Arbitro:  Vacchini (Milano)

Bologna
8 novembre 1970
5ª giornata
Bologna2 – 0LazioStadio Comunale
Arbitro:  Trono (Torino)

Roma
15 novembre 1970
6ª giornata
Lazio1 – 1RomaStadio Olimpico
Arbitro:  Toselli (Cormons)

Catania
22 novembre 1970
7ª giornata
Catania3 – 1LazioStadio Cibali
Arbitro:  Branzoni (Pavia)

Roma
29 novembre 1970
8ª giornata
Lazio0 – 0NapoliStadio Olimpico
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Foggia
13 dicembre 1970
9ª giornata
Foggia5 – 2LazioStadio Pino Zaccheria
Arbitro:  Mascali (Desenzano del Garda)

Roma
20 dicembre 1970
10ª giornata
Lazio1 – 0SampdoriaStadio Olimpico
Arbitro:  Gialluisi (Barletta)

Firenze
27 dicembre 1970
11ª giornata
Fiorentina1 – 1LazioStadio Comunale
Arbitro:  Panzino (Catanzaro)

Torino
3 gennaio 1971
12ª giornata
Juventus3 – 1LazioStadio Comunale
Arbitro:  Vacchini (Milano)

Roma
10 gennaio 1971
13ª giornata
Lazio0 – 0VareseStadio Olimpico
Arbitro:  Giunti (Arezzo)

Vicenza
17 gennaio 1971
14ª giornata
L.R. Vicenza1 – 0LazioStadio Romeo Menti
Arbitro:  Picasso (Chiavari)

Roma
24 gennaio 1971
15ª giornata
Lazio0 – 1InterStadio Olimpico
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Roma
31 gennaio 1971
16ª giornata
Lazio0 – 1MilanStadio Olimpico
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Cagliari
7 febbraio 1971
17ª giornata
Cagliari2 – 1LazioStadio Sant'Elia
Arbitro:  Monti (Ancona)

Roma
14 febbraio 1971
18ª giornata
Lazio1 – 0TorinoStadio Olimpico
Arbitro:  Picasso (Chiavari)

Verona
28 febbraio 1971
19ª giornata
Verona1 – 0LazioStadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro:  Carminati (Milano)

Roma
7 marzo 1971
20ª giornata
Lazio2 – 2BolognaStadio Olimpico
Arbitro:  Porcelli (Lodi)

Roma
14 marzo 1971
21ª giornata
Roma2 – 2LazioStadio Olimpico
Arbitro:  Monti (Ancona)

Roma
21 marzo 1971
22ª giornata
Lazio1 – 0CataniaStadio Olimpico
Arbitro:  Branzoni (Pavia)

Napoli
28 marzo 1971
23ª giornata
Napoli2 – 0LazioStadio San Paolo
Arbitro:  Picasso (Chiavari)

Roma
4 aprile 1971
24ª giornata
Lazio2 – 1FoggiaStadio Olimpico
Arbitro:  Carminati (Milano)

Genova
11 aprile 1971
25ª giornata
Sampdoria2 – 3LazioStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Francescon (Padova)

Roma
18 aprile 1971
26ª giornata
Lazio0 – 0FiorentinaStadio Olimpico
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Roma
25 aprile 1971
27ª giornata
Lazio2 – 2JuventusStadio Olimpico
Arbitro:  Monti (Ancona)

Varese
2 maggio 1971
28ª giornata
Varese2 – 1LazioStadio Franco Ossola
Arbitro:  Gonella (Torino)

Roma
16 maggio 1971
29ª giornata
Lazio0 – 1L.R. VicenzaStadio Olimpico
Arbitro:  Carminati (Milano)

Milano
23 maggio 1971
30ª giornata
Inter1 – 1LazioStadio San Siro
Arbitro:  Trinchieri (Reggio Emilia)

Coppa Italia girone 8[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1970-1971.
Palermo
30 agosto 1970
1ª giornata
Palermo1 – 2LazioStadio La Favorita
Arbitro:  Bianchi (Firenze)

Roma
6 settembre 1970
2ª giornata
Roma2 – 0LazioStadio Olimpico
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Roma
12 settembre 1970
3ª giornata
Lazio3 – 0CatanzaroStadio Olimpico
Arbitro:  Casarin (Milano)

Coppa delle Fiere[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa delle Fiere 1970-1971.
Roma
16 settembre 1970
Trentaduesimi andata
Lazio2 – 2ArsenalStadio Olimpico
Arbitro: Germania Ovest Schulenburg

Londra
23 settembre 1970
Trentaduesimi ritorno
Arsenal2 – 0LazioArsenal Stadium
Arbitro: Germania Est Glöckner

Coppa delle Alpi[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa delle Alpi 1971.
Basilea
25 giugno 1971
Finale[4]
Basilea1 – 3LazioSt. Jakob Stadium
Arbitro: Germania Ovest Weiland

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Acquistato a novembre dal Milan
  2. ^ Rientrato a giugno dal prestito al Parma ed utilizzato in Coppa delle Alpi
  3. ^ Rientrato a giugno dal prestito all'Anconitana ed utilizzato in Coppa delle Alpi
  4. ^ La Lazio vi arriva dopo aver eliminato Samdoria, Lugano ed Winterthur nel Primo girone, il Basilea dopo aver superato Verona, Varese e Losanna nel secondo girone.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • a cura di Luigi Scarambone, Almanacco illustrato del calcio anno 1972, Modena, Edizioni Panini, 1971, pp. 110-455.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]