Società Sportiva Lazio 1973-1974

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Società Sportiva Lazio.

Società Sportiva Lazio
Società Sportiva Lazio 1973-74.jpg
La rosa campione d'Italia
Stagione 1973-1974
AllenatoreItalia Tommaso Maestrelli
All. in secondaItalia Roberto Lovati
PresidenteItalia Stati Uniti Umberto Lenzini
Serie A1º posto[1]
Coppa ItaliaGirone finale
Coppa UEFASedicesimi di finale
Maggiori presenzeCampionato: 6 giocatori (30)
Totale: Chinaglia, Oddi, Wilson (42)
Miglior marcatoreCampionato: Chinaglia (24)
Totale: Chinaglia (34)
StadioStadio Olimpico di Roma
Media spettatori49 833¹
¹
considera le partite giocate in casa in campionato.
Dati aggiornati al 19 maggio 1974

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 1973-1974 la Lazio ha vinto il suo primo titolo di campione d'Italia, lo ha ottenuto con 43 punti, davanti alla Juventus seconda con 41 punti, al terzo posto il Napoli con 36 punti, quarto l'Inter con 35 punti. Retrocedono in Serie B il Verona d'ufficio, il Foggia penalizzato ed il Genoa.

Lo scudetto sfiorato, ad appena un anno dal ritorno in A, accese la tifoseria.[2] Nelle prime giornate di campionato, la squadra inseguì Napoli e Juventus per poi prendere il largo con 4 vittorie consecutive: la Lazio andò così in vetta il 23 dicembre.[2] Un primo snodo importante fu il 17 febbraio 1974, nella partita contro i bianconeri: Chinaglia contribuì con una doppietta al 3-1, risultato che confermò le ambizioni dei romani.[2][3] L'attaccante fu decisivo anche contro Cagliari e Napoli, con 5 reti che valsero altri 3 punti.[4][5] Un ulteriore passo fu compiuto con l'Hellas Verona, gara vinta in rimonta da 1-2 a 4-2.[2] Nel terzultimo turno, la sconfitta in casa del Torino rischiò di insidiare il primato: nella stessa domenica, tuttavia, la Roma fermò la Juventus (3-2).[2] La combinazione di risultati rese decisiva la penultima giornata, in cui il Foggia venne ospitato nella capitale, tra le speranze dei tifosi.[2] Un primo tempo votato all'attacco non sbloccò il punteggio[2], ma nella ripresa fu concesso un rigore ai laziali (per fallo di mano del foggiano Scorsa sul cross di Garlaschelli)[2]: Chinaglia trasformò il tiro dagli 11 metri, decidendo partita e scudetto.[2] La Lazio iscrisse, per la prima volta, il suo nome nell'albo d'oro del Campionato.[2] In Coppa Italia inserita nel secondo gruppo di qualificazione lo vince davanti a Brescia, Roma, Varese e Novara, nel girone finale B, vinto a sorpresa dal Palermo, la Lazio si piazza in quarta ed ultima posizione.

Maglie[modifica | modifica wikitesto]

La prima maglia è celeste con colletto e bordi delle maniche di colore bianco. I pantaloncini sono bianchi, cosiccome i calzettoni.

La seconda divisa è bianca con colletto e bordi delle maniche celesti.

All'epoca le squadre di calcio non presentavano alcuno sponsor sulle maglie.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Giuseppe Avagliano
Italia P Avelino Moriggi
Italia P Felice Pulici
Italia D Mario Facco
Italia D Domenico Labrocca
Italia D Luigi Martini
Italia D Giancarlo Oddi
Italia D Giustino Paris
Italia D Sergio Petrelli
Italia D Luigi Polentes
Italia D Giuliano Tinaburri
Italia D Giuseppe Wilson
Italia C Sergio Borgo
N. Ruolo Giocatore
Italia C Vincenzo D'Amico
Italia C Mario Frustalupi
Italia C Fausto Inselvini
Italia C Pierpaolo Manservisi
Italia C Ferruccio Mazzola
Italia C Franco Nanni
Italia C Luciano Re Cecconi
Italia C Franco Tripodi
Italia A Vito Chimenti[6]
Italia A Giorgio Chinaglia
Italia A Paolo Franzoni[7]
Italia A Renzo Garlaschelli
La formazione tipo della Lazio in stagione
Giovani aggregati dalla Primavera
Italia Alvaro Rezzonico (P)
Italia Stefano Di Chiara (D)
Italia Giovanni Sambucco (D)
Italia Vito Trobiani (D)
Italia Salvatore Amato (C)
Italia Giancarlo Ceccarelli (C)
Italia Ezio Castellucci (A)
Italia Armando Chirra (A)

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1973-1974.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Vicenza
7 ottobre 1973, ore 15:00 UTC+2
1ª giornata
L.R. Vicenza0 – 3LazioStadio Romeo Menti
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Roma
14 ottobre 1973, ore 15:00 UTC+2
2ª giornata
Lazio1 – 0SampdoriaStadio Olimpico
Arbitro:  Casarin (Milano)

Torino
28 ottobre 1973, ore 15:00 UTC+2
3ª giornata
Juventus3 – 1LazioStadio Comunale
Arbitro:  C. Lo Bello (Siracusa)

Roma
4 novembre 1973, ore 15:00 UTC+2
4ª giornata
Lazio0 – 0FiorentinaStadio Olimpico
Arbitro:  Gonella (Torino)

Cesena
18 ottobre 1973, ore 15:00 UTC+2
5ª giornata
Cesena0 – 0LazioStadio La Fiorita
Arbitro:  Branzoni (Pavia)

Roma
25 novembre 1973, ore 15:00 UTC+2
6ª giornata
Lazio1 – 1InterStadio Olimpico
Arbitro:  Panzino (Catanzaro)

Cagliari
2 dicembre 1973, ore 15:00 UTC+1
7ª giornata
Cagliari0 – 1LazioStadio Sant'Elia
Arbitro:  Giunti (Arezzo)

Roma
9 dicembre 1973, ore 15:00 UTC+1
8ª giornata
Lazio2 – 1RomaStadio Olimpico
Arbitro:  C. Lo Bello (Siracusa)

Roma
16 dicembre 1973, ore 15:00 UTC+1
9ª giornata
Lazio1 – 0NapoliStadio Olimpico
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Verona
23 dicembre 1973, ore 15:00 UTC+1
10ª giornata
Verona0 – 1LazioStadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro:  Gonella (Torino)

Roma
30 dicembre 1973, ore 15:00 UTC+1
11ª giornata
Lazio1 – 0MilanStadio Olimpico
Arbitro:  Ciacci (Firenze)

Genova
6 gennaio 1974, ore 15:00 UTC+1
12ª giornata
Genoa1 – 2LazioStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Motta (Monza)

Roma
13 gennaio 1974, ore 15:00 UTC+1
13ª giornata
Lazio0 – 1TorinoStadio Olimpico
Arbitro:  Giunti (Arezzo)

Foggia
20 gennaio 1974, ore 15:00 UTC+1
14ª giornata
Foggia0 – 1LazioStadio Pino Zaccheria
Arbitro:  Torelli (Milano)

Roma
27 gennaio 1974, ore 15:00 UTC+1
15ª giornata
Lazio4 – 0BolognaStadio Olimpico
Arbitro:  Mascali (Desenzano del Garda)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Roma
3 febbraio 1974, ore 15:00 UTC+1
16ª giornata
Lazio3 – 0L.R. VicenzaStadio Olimpico
Arbitro:  Branzoni (Pavia)

Genova
10 febbraio 1974, ore 15:00 UTC+2
17ª giornata
Sampdoria1 – 0LazioStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Gialluisi (Barletta)

Roma
17 febbraio 1974, ore 15:00 UTC+2
18ª giornata
Lazio3 – 1JuventusStadio Olimpico
Arbitro:  Panzino (Catanzaro)

Firenze
4 novembre 1973, ore 15:00 UTC+2
19ª giornata
Fiorentina1 – 1LazioStadio Comunale
Arbitro:  C. Lo Bello (Siracusa)

Roma
10 marzo 1974, ore 15:00 UTC+2
20ª giornata
Lazio2 – 0CesenaStadio Olimpico
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Milano
17 marzo 1974, ore 15:00 UTC+2
21ª giornata
Inter3 – 1LazioStadio San Siro
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Roma
24 marzo 1974, ore 15:00 UTC+1
22ª giornata
Lazio2 – 0CagliariStadio Olimpico
Arbitro:  Torelli (Milano)

Roma
31 marzo 1974, ore 15:00 UTC+1
23ª giornata
Roma1 – 2LazioStadio Olimpico
Arbitro:  Gonella (Torino)

Napoli
7 aprile 1974, ore 15:00 UTC+1
24ª giornata
Napoli3 – 3LazioStadio San Paolo
Arbitro:  Ciacci (Firenze)

Roma
14 aprile 1974, ore 15:00 UTC+1
25ª giornata
Lazio4 – 2VeronaStadio Olimpico
Arbitro:  Giunti (Arezzo)

Milano
21 aprile 1974, ore 15:00 UTC+1
26ª giornata
Milan0 – 0LazioStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Picasso (Chiavari)

Roma
28 aprile 1974, ore 15:00 UTC+1
27ª giornata
Lazio1 – 0GenoaStadio Olimpico
Arbitro:  Bernardis (Milano)

Torino
5 maggio 1974, ore 15:00 UTC+1
28ª giornata
Torino2 – 1LazioStadio Comunale
Arbitro:  Gussoni (Tradate)

Roma
12 maggio 1974, ore 15:00 UTC+1
29ª giornata
Lazio1 – 0FoggiaStadio Olimpico
Arbitro:  Panzino (Catanzaro)

Bologna
19 maggio 1974, ore 15:00 UTC+1
30ª giornata
Bologna2 – 2LazioStadio Dall'Ara
Arbitro:  Toselli (Cormons)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1973-1974.

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Girone 2[modifica | modifica wikitesto]
Squadra Pt
1. Lazio[8] 5
2. Brescia 5
3. Varese 4
4. Roma 4
5. Novara 2
Roma
29 agosto 1973, ore 21:00 UTC+1
1ª giornata
Lazio1 – 0VareseStadio Olimpico
Arbitro:  Levrero (Genova)

Brescia
2 settembre 1973, ore 19:00 UTC+1
2ª giornata
Brescia2 – 0LazioStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Toselli (Cormons)

Roma
9 settembre 1973, ore 21:00 UTC+1
3ª giornata
Roma0 – 0LazioStadio Olimpico
Arbitro:  Gussoni (Tradate)

16 settembre 1973
4ª giornata
 – 
Turno di riposo LAZIO

Roma
23 settembre 1973, ore 21:00 UTC+1
5ª giornata
Lazio6 – 0NovaraStadio Olimpico
Arbitro:  Panzino (Catanzaro)

Secondo turno[modifica | modifica wikitesto]

Girone B[modifica | modifica wikitesto]
Squadra Pt
1. Palermo 8
2. Juventus 7
3. Cesena 5
4. Lazio 4
Cesena
12 dicembre 1973, ore 21:00 UTC+1
1ª giornata
Cesena2 – 1LazioStadio La Fiorita
Arbitro:  Picasso (Chiavari)

Roma
23 gennaio 1974, ore 15:00 UTC+1
2ª giornata
Lazio0 – 0JuventusStadio Olimpico
Arbitro:  Bernadis (Milano)

Roma
6 febbraio 1974, ore 15:00 UTC+1
3ª giornata
Lazio1 – 0PalermoStadio Olimpico
Arbitro:  Reggiani (Bologna)

Roma
20 febbraio 1974, ore 15:00 UTC+1
4ª giornata
Lazio1 – 1CesenaStadio Olimpico
Arbitro:  Cantelli (Firenze)

Torino
27 marzo 1974, ore 15:00 UTC+1
5ª giornata
Juventus3 – 0LazioStadio Comunale
Arbitro:  Lazzaroni (Milano)

Palermo
1º maggio 1974, ore 15:00 UTC+1
6ª giornata
Palermo2 – 0LazioStadio La Favorita
Arbitro:  Lenardon (Siena)

Coppa UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa UEFA 1973-1974.

Trentaduesimi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Andata[modifica | modifica wikitesto]
Roma
19 settembre 1973, ore 21:00 UTC+1
Lazio3 – 0SionStadio Olimpico

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]
Sion
3 ottobre 1973, ore 21:00 UTC+1
Sion3 – 1LazioStade Tourbillon

Sedicesimi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Andata[modifica | modifica wikitesto]
Ipswich
24 ottobre 1973, ore 21:00 UTC+1
Ipswich Town4 – 0LazioPortman Road

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]
Roma
7 novembre 1973, ore 21:00 UTC+1
Lazio4 – 2Ipswich TownStadio Olimpico

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 19 maggio 1974.

Competizione Punti Totale In casa In trasferta Gf Gs D.R.
G V N P G V N P G V N P
Scudetto.svg Serie A 43 30 18 7 5 15 12 2 1 15 6 5 4 45 23 22
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 10 3 3 4 5 3 2 0 5 0 1 4 11 10 1
Coppauefa.png Coppa UEFA - 4 2 0 2 2 2 0 0 2 0 0 2 8 9 −1
Totale - 44 23 10 11 22 17 4 1 22 6 6 10 64 42 22

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Non ammessa alla Coppa dei Campioni 1974-1975 per la squalifica ricevuta dall'UEFA.
  2. ^ a b c d e f g h i j Franco Melli e Marco Melli, La storia della Lazio, Roma, L'Airone Editrice, 2003, pp. 20-27, ISBN 88-7944-594-4.
  3. ^ Giovanni Arpino, Una giornata nera per le due torinesi, in Europa - La Stampa, 18 febbraio 1974, p. 1.
  4. ^ Bruno Bernardi, Lazio a fatica sul Cagliari sprecone, in Europa - La Stampa, 25 marzo 1974, p. 9.
  5. ^ Mario Bianchini, "Lo scudetto a questo punto non dovrebbe più sfuggirci", in Europa - La Stampa, 8 aprile 1974, p. 9.
  6. ^ Ceduto durante la sessione autunnale di mercato.
  7. ^ Acquistato durante la sessione autunnale di mercato.
  8. ^ Per la migliore differenza-reti.