Unione Sportiva Catanzaro 1970-1971

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Unione Sportiva Catanzaro.

Unione Sportiva Catanzaro
PromoziA-1-.jpg
Stagione 1970-1971
AllenatoreItalia Gianni Seghedoni
PresidenteItalia Nicola Ceravolo
Serie B3º posto
Coppa ItaliaPrimo turno
Maggiori presenzeCampionato: Pozzani (38)
Miglior marcatoreCampionato: Mammì (9)
StadioStadio Militare

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Unione Sportiva Catanzaro nelle competizioni ufficiali della stagione 1970-1971.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 1970-1971 il Catanzaro disputa il campionato di Serie B, ottiene 47 punti e la seconda posizione appaiato ad Atalanta e Bari, il Mantova con 48 punti vince il torneo ed è promosso in Serie A, per stabilire le altre due promosse si rendono necessari gli spareggi disputati a fine giugno. I giallorossi perdono con l'Atalanta ma vincono contro il Bari, ottenendo la promozione a braccio con i bergamaschi. Scendono in Serie C il Pisa con 32 punti, la Casertana con 27 punti e la Massese con 22 punti.

Dopo la tribolata salvezza ottenuta nella stagione precedente[1][2], il presidente Nicola Ceravolo decise di affidare la guida tecnica del Catanzaro all'esordiente Gianni Seghedoni[2], limitandosi tuttavia a qualche lieve ritocco della rosa che in seguito si rivelerà decisivo[2]. La squadra, partita con ambizioni limitate[2], si inserirà subito nel novero delle candidate alla promozione vincendo le prime tre gare[2][3] e tenendo testa alle altre tre concorrenti (Atalanta, Bari e Mantova) fino alla fine del girone di ritorno, quando tre sconfitte consecutive[3] la fece scivolare a -6 dalla zona promozione[2].

La rete di Angelo Mammì che valse l'approdo del Catanzaro in Serie A.

Nel corso del girone di ritorno il Catanzaro migliorerà ulteriormente il proprio rendimento[2], unica a ottenere 27 punti nel ritorno, arrivando a due giornate dal termine con due punti di svantaggio sulle altre concorrenti, poi una vittoria sofferta[2] contro il Livorno permetterà l'aggancio[2] di Atalanta e Bari, mentre all'ultima giornata una vittoria nello scontro diretto con il Brescia che era secondo,[2] estromette le rondinelle dalla zona promozione a vantaggio dei calabresi[2], costretti però a dover giocare un mini-torneo di spareggio con Atalanta e Bari classificatesi a pari merito[2].

Sconfitto nel primo match di spareggio a Bologna contro i bergamaschi[2][3], il Catanzaro fu obbligato a vincere nella partita giocata al San Paolo di Napoli contro il Bari, per ottenere con la vittoria la promozione, grazie alla rete realizzato all'81' di un incontro spigoloso[2][4], Angelo Mammì realizzò la rete che valse, per la prima volta nella storia della Serie A, l'approdo di una squadra calabrese nel massimo livello calcistico italiano.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

[2]

Area direttiva

Area tecnica

Area organizzativa

  • Medico sociale: Italia Giuseppe Martino
  • Massaggiatore: Italia Massimo Lazzari

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

[2][5][6]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Flavio Pozzani
Italia P Elio Romeo
Italia D Albino Barbuto
Italia D Michele Benedetto
Italia D Gianfranco Bertoletti
Italia D Franco Marini
Italia D Arturo Massari
Italia D Fausto Silipo
Italia C Roberto Franzon
N. Ruolo Giocatore
Italia C Adriano Banelli
Italia C Emilio Barone
Italia C Arturo Bertuccioli
Italia C Pierluigi Busatta
Italia A Paolo Braca
Italia A Maurizio Gori
Italia A Alfredo Ciannameo
Italia A Angelo Mammì
Italia A Mario Musiello

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie B 1970-1971.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Catanzaro
20 settembre 1970
1ª giornata
Catanzaro3 – 0NovaraStadio Militare
Arbitro:  Canova (Milano)

Arezzo
27 settembre 1970
2ª giornata
Arezzo0 – 1CatanzaroStadio Comunale
Arbitro:  Campanini (Finale Emilia)

Catanzaro
4 ottobre 1970
3ª giornata
Catanzaro1 – 0PisaStadio Militare
Arbitro:  Motta (Monza)

Como
11 ottobre 1970
4ª giornata
Como3 – 2CatanzaroStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Cantelli (Firenze)

Catanzaro
18 ottobre 1970
5ª giornata
Catanzaro1 – 1TarantoStadio Militare
Arbitro:  Mascali (Desenzano del Garda)

Firenze
25 ottobre 1970
6ª giornata[7]
Reggina1 – 0CatanzaroStadio Comunale
Arbitro:  Gussoni (Tradate)

Catanzaro
1º novembre 1970
7ª giornata
Catanzaro3 – 0PalermoStadio Militare
Arbitro:  Moretto (San Donà di Piave)

Bergamo
8 novembre 1970
8ª giornata
Atalanta3 – 0CatanzaroStadio Comunale
Arbitro:  Picasso (Chiavari)

Catanzaro
15 novembre 1970
9ª giornata
Catanzaro1 – 0PerugiaStadio Militare
Arbitro:  Canova (Milano)

Cesena
22 novembre 1970
10ª giornata
Cesena0 – 0CatanzaroStadio La Fiorita
Arbitro:  Casarin (Milano)

Terni
29 novembre 1970
11ª giornata
Ternana1 – 1CatanzaroStadio Libero Liberati
Arbitro:  Ciacci (Firenze)

Catanzaro
6 dicembre 1970
12ª giornata
Catanzaro1 – 0MasseseStadio Militare
Arbitro:  Menegali (Roma)

Catanzaro
13 dicembre 1970
13ª giornata
Catanzaro0 – 0ModenaStadio Militare
Arbitro:  Branzoni (Pavia)

Bari
20 dicembre 1970
14ª giornata
Bari2 – 0CatanzaroStadio della Vittoria
Arbitro:  Mascali (Desenzano del Garda)

Catanzaro
27 dicembre 1970
15ª giornata
Catanzaro0 – 1MantovaStadio Militare
Arbitro:  Casarin (Milano)

Reggio Emilia
3 gennaio 1971
16ª giornata[8]
Monza2 – 0CatanzaroStadio Mirabello
Arbitro:  Giunti (Arezzo)

Caserta
10 gennaio 1971
17ª giornata
Casertana0 – 0CatanzaroStadio Alberto Pinto
Arbitro:  Menegali (Roma)

Catanzaro
17 gennaio 1971
18ª giornata
Catanzaro2 – 1LivornoStadio Militare
Arbitro:  Motta (Monza)

Brescia
24 gennaio 1971
19ª giornata
Brescia0 – 0CatanzaroStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Stagnoli (Bologna)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Novara
7 febbraio 1971
20ª giornata
Novara0 – 1CatanzaroStadio Comunale
Arbitro:  Reggiani (Bologna)

Catanzaro
14 febbraio 1971
21ª giornata
Catanzaro2 – 1ArezzoStadio Militare
Arbitro:  Lazzaroni (Milano)

Pisa
21 febbraio 1971
22ª giornata
Pisa0 – 0CatanzaroStadio Arena Garibaldi
Arbitro:  Porcelli (Lodi)

Catanzaro
28 febbraio 1971
23ª giornata
Catanzaro3 – 1ComoStadio Militare
Arbitro:  Ciacci (Firenze)

Taranto
7 marzo 1971
24ª giornata
Taranto1 – 1CatanzaroStadio Salinella
Arbitro:  Acernese (Roma)

Firenze
14 marzo 1971
25ª giornata[9]
Catanzaro1 – 1RegginaStadio Comunale
Arbitro:  Giunti (Arezzo)

Palermo
21 marzo 1971
26ª giornata
Palermo1 – 1CatanzaroStadio La Favorita
Arbitro:  Motta (Monza)

Catanzaro
28 marzo 1971
27ª giornata
Catanzaro1 – 0AtalantaStadio Militare
Arbitro:  Acernese (Roma)

Perugia
4 aprile 1971
28ª giornata
Perugia2 – 0CatanzaroStadio Santa Giuliana
Arbitro:  Branzoni (Pavia)

Catanzaro
11 aprile 1971
29ª giornata
Catanzaro1 – 0CesenaStadio Militare
Arbitro:  Giunti (Arezzo)

Catanzaro
18 aprile 1971
30ª giornata
Catanzaro2 – 1TernanaStadio Militare
Arbitro:  Menegali (Roma)

Massa
25 aprile 1971
31ª giornata
Massese1 – 1CatanzaroStadio degli Oliveti
Arbitro:  Acernese (Roma)

Modena
2 maggio 1971
32ª giornata
Modena1 – 0CatanzaroStadio Alberto Braglia
Arbitro:  Pieroni (Roma)

Catanzaro
9 maggio 1971
33ª giornata
Catanzaro1 – 0BariStadio Militare
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Mantova
16 maggio 1971
34ª giornata
Mantova1 – 1CatanzaroStadio Danilo Martelli
Arbitro:  Lattanzi (Roma)

Catanzaro
23 maggio 1971
35ª giornata
Catanzaro1 – 1MonzaStadio Militare
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Catanzaro
30 maggio 1971
36ª giornata
Catanzaro1 – 0CasertanaStadio Militare
Arbitro:  Vacchini (Milano)

Livorno
6 giugno 1971
37ª giornata
Livorno0 – 1CatanzaroStadio Comunale
Arbitro:  Carminati (Milano)

Catanzaro
13 giugno 1971
38ª giornata
Catanzaro2 – 0BresciaStadio Militare
Arbitro:  Francescon (Padova)

Spareggi promozione[modifica | modifica wikitesto]

Bologna
20 giugno 1971
1° spareggio[10]
Bari0 – 2AtalantaStadio Comunale
Arbitro:  Monti (Ancona)

Bologna
23 giugno 1971
2° spareggio[11]
Atalanta1 – 0CatanzaroStadio Comunale
Arbitro:  Pieroni (Roma)

Napoli
27 giugno 1971
3° spareggio[12]
Catanzaro1 – 0BariStadio San Paolo
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1970-1971.

Girone 8[modifica | modifica wikitesto]

Catanzaro
30 agosto 1970
1ª giornata
Catanzaro1 – 2RomaStadio Militare
Arbitro:  Gialluisi (Barletta)

Catanzaro
6 settembre 1970
2ª giornata
Catanzaro2 – 0PalermoStadio Militare
Arbitro:  Menegali (Roma)

Roma
12 settembre 1970
3ª giornata
Lazio3 – 0CatanzaroStadio Olimpico
Arbitro:  Casarin (Milano)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti Totale DR
G V N P Gf Gs
Serie B 47 38 17 13 8 37 27 +10
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 3 1 0 2 3 5 -2
Totale 41 18 13 10 40 33 +7

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

[2][5][6]

Giocatore Serie B
Presenze Reti
Banelli, Banelli 33+24
Barbuto, Barbuto 11+1-
Barone, Barone 3-
Benedetto, Benedetto 36+2-
Bertoletti, Bertoletti 17+1-
Bertuccioli, Bertuccioli 131
Braca, Braca 37+23
Busatta, Busatta 34+24
Ciannameo, Ciannameo 26+23
Franzon, Franzon 35+2-
Gori, Gori 34+27
Mammì, Mammì 31+29+1
Marini, Marini 31+1-
Massari, Massari 11+1-
Musiello, Musiello 31+14
Pozzani, Pozzani 38+2-
Silipo, Silipo 31+11

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Serie B 1969-1970 (PDF), su webalice.it. URL consultato il 21 marzo 2011 (archiviato dall'url originale il 28 dicembre 2013).
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q Serie B 1970-71 (PDF), su webalice.it. URL consultato il 21 marzo 2011 (archiviato dall'url originale il 7 novembre 2012).
  3. ^ a b c 1970/1971 - La Prima volta, su catanzaro1929.com.
  4. ^ Lo Spareggio - Catanzaro - Bari 1-0, su catanzaro1929.com.
  5. ^ a b La Raccolta completa degli Album Panini, 1970-71, pag. 16
  6. ^ a b 1970/1971 - La Prima volta. Calciatori - Allenatore - Dirigenti, su catanzaro1929.com.
  7. ^ Partita rinviata per motivi di ordine pubblico e recuperata sul campo neutro di Firenze il 25 novembre 1970.
  8. ^ Partita da disputare sul campo neutro di Reggio Emilia, rinviata per impraticabilità del campo e recuperata sempre a Reggio Emilia il 31 gennaio 1971.
  9. ^ Partita rinviata per motivi di ordine pubblico al 3 giugno 1971 sul campo neutro di Firenze.
  10. ^ Partita disputata sul campo neutro di Bologna.
  11. ^ Partita disputata sul campo neutro di Bologna.
  12. ^ Partita disputata sul campo neutro di Napoli.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio