Unione Sportiva Catanzaro 2003-2004

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Unione Sportiva Catanzaro.

Unione Sportiva Catanzaro
Stagione 2003-2004
AllenatoreItalia Piero Braglia
PresidenteItalia Claudio Parente
Serie C11º posto (promosso in Serie B)
Coppa Italia Serie CGirone eliminatorio
Supercoppa di Lega di Serie CFinale
Miglior marcatoreCampionato: Giorgio Corona (19)
Totale: Giorgio Corona (19)
StadioNicola Ceravolo
Maggior numero di spettatori14 754 vs Teramo[1]
(9 maggio 2004)
Minor numero di spettatori4 430 vs Giulianova[1]
(28 marzo 2004)
Media spettatori7 198[1]

Questa pagina raccoglie i dati riguardanti l'Unione Sportiva Catanzaro nelle competizioni ufficiali della stagione 2003-2004.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nell'agosto del 2003 la squadra ottenne la in Serie C1, conquistata non sul campo ma frutto di un ripescaggio in seguito all'annullamento delle retrocessioni della Serie B.[2] Nella stagione 2003-2004, pertanto, la squadra, costruita in realtà per vincere il campionato di Serie C2, si trovò invece ad affrontare il campionato superiore.

I giallorossi, sotto la guida di Piero Braglia, e con gli innesti di giocatori importanti del calibro di Giorgio Corona, Fabrizio Ferrigno, Silvio Lafuenti, Mauro Briano e Robson Machado Toledo, diedero vita ad una stagione esaltante.

Partita in sordina e senza proclami, la squadra, sostenuta da un pubblico catanzarese ritornato in massa a riempire gli spalti del Nicola Ceravolo, scalò la classifica conquistando i primi posti, e, con uno sprint decisivo nel finale, riuscì a vincere la concorrenza delle altre pretendenti quali Crotone, Acireale e Viterbese, e si classificò prima in Serie C1, girone B, riuscendo a centrare dunque la promozione in Serie B dopo quattordici anni.[3]

Per l'ultima giornata, che sancì la promozione, Chieti-Catanzaro venne spostata in campo neutro ad Ascoli Piceno per permettere l'afflusso di 14.000 tifosi giallorossi giunti nel capoluogo marchigiano da ogni parte d'Italia.[4] La partita venne vinta per 2-1 grazie alla reti di Toledo e di Giorgio Corona, uno dei principali artefici della promozione con 19 reti realizzate.

In quell'anno, la società fu indagata per la vicenda di calcio scommesse dell'estate 2004: inizialmente condannata con 5 punti di penalizzazione, fu successivamente assolta in quanto ritenuta estranea ai fatti.[5]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico, per la stagione 2003-2004, è Devis mentre lo sponsor ufficiale è Guglielmo Caffè.

Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie C1 2003-2004.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

31 agosto 2003
1ª giornata
Catanzaro2 – 1Vis Pesaro

7 settembre 2003
2ª giornata
Lanciano3 – 1Catanzaro

14 settembre 2003
3ª giornata
Catanzaro2 – 2Benevento

21 settembre 2003
4ª giornata
Foggia1 – 3Catanzaro

28 settembre 2003
5ª giornata
Viterbese2 – 0Catanzaro

5 novembre 2003
6ª giornata
Catanzaro1 – 0Sora

12 ottobre 2003
7ª giornata
Paternò0 – 0Catanzaro

19 ottobre 2003
8ª giornata
Catanzaro3 – 2Crotone

26 ottobre 2003
9ª giornata
Catanzaro3 – 0Fermana

2 novembre 2003
10ª giornata
Giulianova0 – 2Catanzaro

9 novembre 2003
11ª giornata
Catanzaro2 – 1L'Aquila

16 novembre 2003
12ª giornata
Sambenedettese0 – 0Catanzaro

23 novembre 2003
13ª giornata
Catanzaro0 – 0Taranto

7 dicembre 2003
14ª giornata
Acireale0 – 0Catanzaro

14 dicembre 2003
15ª giornata
Catanzaro2 – 0Martina

21 dicembre 2003
16ª giornata
Teramo2 – 2Catanzaro

6 gennaio 2003
17ª giornata
Catanzaro1 – 0Chieti

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

11 gennaio 2004
18ª giornata
Vis Pesaro1 – 0Catanzaro

18 gennaio 2004
19ª giornata
Catanzaro1 – 0Lanciano

1º febbraio 2004
20ª giornata
Benevento2 – 2Catanzaro

8 febbraio 2004
21ª giornata
Catanzaro1 – 0Foggia

15 febbraio 2004
22ª giornata
Catanzaro1 – 1Viterbese

22 febbraio 2004
23ª giornata
Sora2 – 1Catanzaro

7 marzo 2004
24ª giornata
Catanzaro2 – 0Paternò

14 marzo 2004
25ª giornata
Crotone1 – 1Catanzaro

21 marzo 2004
26ª giornata
Fermana0 – 0Catanzaro

28 marzo 2004
27ª giornata
Catanzaro2 – 1Giulianova

4 aprile 2004
28ª giornata
L'Aquila0 – 1Catanzaro

10 aprile 2004
29ª giornata
Catanzaro2 – 0Sambenedettese

18 aprile 2004
30ª giornata
Taranto0 – 1Catanzaro

25 aprile 2004
31ª giornata
Catanzaro1 – 0Acireale

2 maggio 2004
32ª giornata
Martina2 – 0Catanzaro

9 maggio 2004
33ª giornata
Catanzaro2 – 0Teramo

16 maggio 2004
34ª giornata
Chieti1 – 2Catanzaro

Coppa Italia Serie C[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia Serie C 2003-2004.

Supercoppa di Lega di Serie C[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Supercoppa di Lega di Prima Divisione § 2004.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c www.stadiapostcards.com, http://www.stadiapostcards.com/C1B03-04.htm.
  2. ^ CATANZARO ESULTA: “VITTORIA DEI GIUSTI”, uscatanzaro.net, 28 agosto 2003. URL consultato il 4 ottobre 2011.
  3. ^ Catanzaro, non è un sogno: serie B, archiviostoricogazzetta.it, 17 maggio 2004. URL consultato il 4 ottobre 2011.
  4. ^ stadiapostcards.com, http://www.stadiapostcards.com/C1B03-04.htm.
  5. ^ Catanzaro prende punti, archiviostoricogazzetta.it, 25 settembre 2004. URL consultato il 26 luglio 2011.