Serie C1 2003-2004

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Serie C1 2003-2004
Competizione Serie C1
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 26ª
Organizzatore Lega Professionisti Serie C
Date dal 31 agosto 2003
al 20 giugno 2004
Luogo Italia Italia
Partecipanti 36
Formula 2 gironi all'italiana A/R, play-off e playout
Risultati
Vincitore Arezzo (2º titolo)
Catanzaro (3º titolo)
Promozioni Arezzo
Cesena
Catanzaro
Crotone
Retrocessioni (le squadre scritte in corsivo sono poi state ripescate)
Varese
Prato
Pavia
Paternò
Taranto
L'Aquila
Statistiche
Miglior marcatore Gir. A:
Italia Elvis Abbruscato (20)
Gir. B:
Italia Costantino Borneo (21)
Incontri disputati 632
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2002-2003 2004-2005 Right arrow.svg

La Serie C1 2003-2004 è stata la 26ª edizione della serie C1, terzo livello del campionato italiano di calcio, disputata tra il 31 agosto 2003 e il 20 giugno 2004. Si è conclusa con la vittoria del Arezzo nel girone A e del Catanzaro nel girone B.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Caso Catania § Il Caso Catania 2003.

Il Caso Catania impattò notevolmente la struttura del campionato. Il blocco delle retrocessioni dalla Serie B 2002-2003 disposto dalla Federazione tramite il cosiddetto d.l. "salvacalcio" scatenò un ripescaggio di massa nelle serie inferiori. A beneficiare di questa situazione furono l'Arezzo, la Fermana e il Sora, che vennero ripescate.

Il Paternò invece fu riammesso in quanto vinse il ricorso contro il Pescara per aver schierato un giocatore in posizione irregolare.[1]

Al campionato avrebbe dovuto partecipare anche la Florentia Viola, ma la FIGC decise di iscriverla in Serie B 2003-2004 per meriti sportivi[2]. Al suo posto fu ripescato il Catanzaro.

Girone A[modifica | modifica wikitesto]

Il girone A è stravinto dall'Arezzo di Mario Somma che, con 67 punti (a +8 sulla diretta inseguitrice il Lumezzane), tornano in Serie B dopo 16 anni: la promozione per i toscani è matematica il 2 maggio 2004 nel derby col Pisa, finito 3-3. Ai play-off affermazione del Cesena che ritorna in cadetteria dopo 4 anni: i romagnoli, allenati da Fabrizio Castori, eliminano in semifinale i cugini del Rimini vincendo il ritorno al Manuzzi per 2-0 dove il protagonista assoluto fu Marco Bernacci, che siglò il gol della vittoria. In finale affrontarono gli stessi valgobbini secondi classificati (protagonisti già nel 1999 di una finale persa con la Pistoiese): L'andata si chiuse sull'1-1 in Romagna, il ritorno fu disputato allo stadio Rigamonti di Brescia il 20 giugno 2004: al termine dei tempi regolamentari le squadre restano bloccate sullo 0-0; i gol di Roberto Biserni e Marco Ambrogioni ai tempi supplementari consegnano la promozione in Serie B ai bianconeri, Ma la gara è funestata da un grave episodio: dopo il gol del momentaneo pareggio dei bresciani, infatti, scoppia una rissa in campo, di cui si rendono protagonisti, tra gli altri, i giocatori del Cesena Manolo Pestrin e Angelo Rea e l'allenatore Castori, entrato in campo per colpire Pietro Strada dopo essere stato provocato dai giocatori lombardi, che erano andati a esultare davanti alla panchina romagnola. In seguito a questo episodio, Castori viene punito della corte disciplinare con una squalifica di tre anni, poi ridotti a due. I romagnoli si riveleranno i protagonisti assoluti del torneo[3][4], vincendo anche la Coppa Italia Serie C battendo la Pro Patria per 4-1 all'andata e 0-1 all'ritorno.

Retrocessero in C2 il Pavia e, ai play-out Prato (contro i già citati bustocchi) e Varese (contro la Reggiana, vincendo inutilmente al ritorno); a causa del successivo fallimento dei biancorossi che ripartirono dall'Eccellenza, azzurri e lanieri furono ripescati.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Arezzo dettagli Arezzo Stadio Comunale 18° in C1/A, ripescato
Cesena dettagli Cesena Stadio Dino Manuzzi 3° in C1/A
Cittadella dettagli Cittadella (PD) Stadio Piercesare Tombolato 7° in C1/A
Lucchese dettagli Lucca Stadio Porta Elisa 14° in C1/A
Lumezzane dettagli Lumezzane (BS) Stadio Tullio Saleri 9° in C1/A
Novara dettagli Novara Stadio Silvio Piola 2° in C2/A, promosso dopo i play-off
Padova dettagli Padova Stadio Euganeo 5° in C1/A
Pavia dettagli Pavia Stadio Pietro Fortunati 1° in C2/A, promosso
Pisa dettagli Pisa Stadio Arena Garibaldi-Romeo Anconetani 4° in C1/A
Pistoiese dettagli Pistoia Stadio Comunale 10° in C1/A
Prato dettagli Prato Stadio Lungobisenzio 8° in C1/A
Pro Patria dettagli Busto Arsizio (VA) Stadio Carlo Speroni 11° in C1/A
Reggiana dettagli Reggio Emilia Stadio Giglio 12° in C1/A
Rimini dettagli Rimini Stadio Romeo Neri 2° in C2/B, promosso dopo i play-off
SPAL dettagli Ferrara Stadio Paolo Mazza 13° in C1/A
Spezia dettagli La Spezia Stadio Alberto Picco 6° in C1/A
Torres dettagli Sassari Stadio Vanni Sanna 12° in C1/B
Varese dettagli Varese Stadio Franco Ossola 15° in C1/A

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Squadra Allenatore
Arezzo Italia Mario Somma Pistoiese Italia Massimo Ficcadenti
Cesena Italia Fabrizio Castori Prato Italia Vincenzo Esposito
Cittadella Italia Rolando Maran Pro Patria[5] Italia Carlo Muraro (1ª-16ª)
Italia Antonio Sala (17ª-34ª e play-out)
Lumezzane Italia Giancarlo D'Astoli Reggiana[6][7][8] Italia Adriano Cadregari (1ª-12ª)
Italia Patrizio Sala (13ª-23ª)
Italia Adriano Cadregari (24ª-34ª)
Italia Bruno Giordano (play-out)
Lucchese Italia Maurizio Viscidi Rimini Italia Leonardo Acori
Novara Italia Luciano Foschi SPAL[9] Italia Giuliano Sonzogni (1ª-8ª)
Italia Gian Cesare Discepoli (9ª-34ª)
Padova[10] Italia Ezio Glerean (1ª-22ª)
Italia Renzo Ulivieri (23ª-34ª)
Spezia[11] Italia Paolo Stringara (1ª-7ª)
Italia Marco Alessandrini (8ª-34ª)
Pavia Italia Marco Torresani Torres[12] Italia Bernardo Mereu (1ª-13ª)
Italia Salvo Fulvio D'Adderio (14ª-34ª e play-out)
Pisa[13] Italia Giovanni Simonelli (1ª-21ª)
Italia Antonio Cabrini (22ª-34ª)
Varese[14] Italia Giuseppe Sannino (1ª-25ª)
Italia Paolo Beruatto (26ª-34ª)

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1uparrow green.svg 1. Arezzo 67 34 20 7 7 51 27 +24
Noatunloopsong (nuvola).svg 2. Lumezzane 59 34 17 8 9 42 33 +9
Noatunloopsong (nuvola).svg 3. Cesena 58 34 15 13 6 47 34 +13
Noatunloopsong (nuvola).svg 4. Rimini 53 34 14 11 9 42 33 +9
Noatunloopsong (nuvola).svg 5. Lucchese 52 34 14 10 10 39 34 +5
6. Spezia 51 34 13 12 9 35 33 +2
7. Pisa (-1) 48 34 13 10 11 44 37 +7
8. Padova 48 34 12 12 10 36 27 +9
9. SPAL 47 34 12 11 11 31 28 +3
10. Pistoiese 44 34 11 11 12 35 36 -1
11. Cittadella 42 34 11 9 14 34 35 -1
12. Novara 40 34 9 13 12 37 41 -4
13. Torres 38 34 9 11 14 21 28 -7
Noatunloopsong (nuvola).svg 14. Pro Patria 38 34 9 11 14 28 38 -10
Noatunloopsong (nuvola).svg 15. Reggiana 37 34 9 10 15 32 45 -13
Noatunloopsong (nuvola).svg 16. Varese 35 34 8 11 15 29 43 -14
Noatunloopsong (nuvola).svg 17. Prato 34 34 8 10 16 33 46 -13
1downarrow red.svg 18. Pavia 32 34 8 8 18 29 47 -18

Legenda:

      Promosso in Serie B 2004-2005.
Noatunloopsong (nuvola).svg  Partecipa ai play-off o ai play-out.
      Retrocesso in Serie C2 2004-2005.

Regolamento:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
In caso di arrivo di due o più squadre a pari punti, la graduatoria verrà stilata secondo la classifica avulsa tra le squadre interessate che prevede, in ordine, i seguenti criteri:
  • Punti negli scontri diretti.
  • Differenza reti negli scontri diretti.
  • Differenza reti generale.
  • Reti realizzate in generale.
  • Sorteggio.

Note:

Il Pisa ha scontato 1 punto di penalizzazione.
Il Prato e il Pavia sono state poi ripescate in Serie C1 2004-2005.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

Are Ces Cit Luc Lum Nov Pad Pav Pis Pst Pra PPa Reg Rim Spa Tor Spe Var
Arezzo –––– 1-2 1-0 2-1 1-3 2-1 2-1 2-0 1-1 1-0 1-0 1-0 1-0 1-0 1-1 1-0 3-0 0-0
Cesena 1-1 –––– 2-1 2-1 3-1 3-0 1-1 2-1 2-0 1-0 1-4 4-1 1-0 3-2 1-1 2-0 2-2 2-2
Cittadella 1-0 0-0 –––– 0-1 3-0 3-1 2-1 0-3 0-2 1-1 0-1 0-2 4-2 1-0 0-1 1-1 3-1 2-0
Lucchese 1-0 1-1 1-1 –––– 3-1 1-0 1-0 1-0 0-3 2-2 2-1 1-0 2-1 1-1 2-0 3-0 0-0 0-1
Lumezzane 0-3 0-0 1-0 2-0 –––– 2-1 1-0 2-3 1-0 2-0 1-0 1-2 2-2 2-0 2-1 0-0 1-2 2-0
Novara 3-2 0-0 0-0 1-1 2-1 –––– 0-0 2-0 0-1 2-0 2-3 2-0 2-2 3-1 1-0 0-0 2-4 1-0
Padova 0-1 3-0 3-1 1-0 2-2 2-2 –––– 4-0 1-0 1-0 4-0 2-1 2-0 2-2 1-0 1-0 0-0 1-1
Pavia 1-3 1-3 1-1 0-1 2-0 1-1 2-0 –––– 1-2 0-0 1-0 3-1 1-3 0-1 3-2 1-2 0-3 0-1
Pisa 3-3 1-2 0-3 3-3 0-1 0-2 2-0 1-0 –––– 2-1 3-0 0-0 3-0 1-1 0-0 1-1 2-0 2-0
Pistoiese 1-2 0-2 1-0 1-1 0-2 1-0 1-1 3-0 3-2 –––– 1-4 1-1 3-0 2-0 0-0 0-0 1-2 2-1
Prato 1-3 0-0 0-1 2-3 1-2 2-2 1-0 1-1 1-1 0-2 –––– 0-2 1-2 0-2 2-2 0-0 2-0 1-0
Pro Patria 0-0 0-0 2-0 1-1 1-1 2-1 3-1 1-0 1-2 0-0 0-1 –––– 1-0 2-3 0-2 0-0 1-1 0-1
Reggiana 0-5 2-2 1-1 1-0 0-1 0-0 0-1 0-2 2-2 0-1 1-1 1-1 –––– 1-1 1-0 1-0 3-0 3-1
Rimini 2-1 1-0 2-2 2-1 0-2 0-0 0-0 0-0 1-2 1-1 2-0 2-0 1-0 –––– 3-1 2-0 2-0 1-1
SPAL 0-2 1-0 1-0 1-0 1-1 0-0 1-0 0-0 0-0 1-1 2-1 4-0 0-1 1-1 –––– 2-0 0-1 3-2
Torres 0-1 1-0 0-1 1-1 0-2 1-1 0-0 3-0 3-1 0-1 0-0 1-0 1-0 0-2 0-1 –––– 1-0 2-0
Spezia 2-1 1-1 1-0 2-0 0-0 3-0 0-0 1-1 2-1 1-2 1-1 0-0 0-0 2-1 0-1 1-0 –––– 1-0
Varese 1-1 3-1 1-1 0-2 0-0 3-2 0-0 0-0 1-0 3-2 1-1 1-2 1-2 0-2 1-0 1-3 1-1 ––––

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Andata (1ª) 1ª giornata Ritorno (18ª)
31 ago. 1-0 Arezzo-Cittadella 0-1 11 gen.
2-0 Padova-Reggiana 1-0
0-1 Pavia-Lucchese 0-1
3-2 Pistoiese-Pisa 1-2
0-0 Pro Patria-Cesena 1-4
1-1 Rimini-Varese 2-0
0-0 SPAL-Novara 0-1
0-0 Sassari Torres-Prato 0-0
0-0 Spezia-Lumezzane 2-1
Andata (2ª) 2ª giornata Ritorno (19ª)
7 set. 2-2 Cesena-Spezia 1-1 18 gen.
0-2 Cittadella-Pro Patria 0-2
1-0 Lucchese-Padova 0-1
2-0 Lumezzane-Rimini 2-0
2-0 Novara-Pistoiese 0-1
0-0 Pisa-SPAL 0-0
1-3 Prato-Arezzo 0-1
1-0 Reggiana-Sassari Torres 0-1
0-0 Varese-Pavia 1-0


Andata (3ª) 3ª giornata Ritorno (20ª)
14 set. 0-0 Cittadella-Cesena 1-2 1º feb.
2-2 Novara-Reggiana 0-0
1-3 Pavia-Arezzo 0-2
2-0 Pisa-Varese 0-1
0-0 Pistoiese-Sassari Torres 1-0
0-1 Pro Patria-Prato 2-0
0-0 Rimini-Padova 2-2
1-1 SPAL-Lumezzane 1-2
2-0 Spezia-Lucchese 0-0
Andata (4ª) 4ª giornata Ritorno (21ª)
21 set. 3-0 Arezzo-Spezia 1-2 8 feb.
1-0 Cesena-Pistoiese 2-0
2-0 Lucchese-SPAL 0-1
1-0 Lumezzane-Pisa 1-0
2-1 Padova-Pro Patria 1-3
1-1 Prato-Pavia 0-1
1-1 Reggiana-Cittadella 2-4
0-2 Sassari Torres-Rimini 0-2
3-2 Varese-Novara 0-1


Andata (5ª) 5ª giornata Ritorno (22ª)
28 set. 1-4 Cesena-Prato 0-0 15 feb.
3-1 Cittadella-Spezia 0-1
2-0 Lumezzane-Lucchese 1-3
3-1 Novara-Rimini 0-0
1-2 Pavia-Sassari Torres 0-3
0-0 Pisa-Pro Patria 2-1
1-2 Pistoiese-Arezzo 0-1
0-1 SPAL-Reggiana 0-1
0-0 Varese-Padova 1-1
Andata (6ª) 6ª giornata Ritorno (23ª)
5 ott. 1-2 Arezzo-Cesena 1-1 22 feb.
0-1 Lucchese-Varese 2-0
2-2 Padova-Lumezzane 0-1
0-1 Prato-Cittadella 1-0
0-0 Pro Patria-Pistoiese 1-1
2-2 Reggiana-Pisa 0-3
3-1 Rimini-SPAL 1-1
1-1 Sassari Torres-Novara 0-0
1-1 Spezia-Pavia 3-0


Andata (7ª) 7ª giornata Ritorno (24ª)
12 ott. 2-1 Cesena-Pavia 3-1 7 mar.
1-1 Cittadella-Sassari Torres 1-0
2-0 Lumezzane-Varese 0-0
0-0 Novara-Padova 2-2
3-0 Pisa-Prato 1-1
1-1 Pistoiese-Lucchese 2-2
1-1 Pro Patria-Spezia 0-0
1-1 Reggiana-Rimini 0-1
0-2 SPAL-Arezzo 1-1
Andata (8ª) 8ª giornata Ritorno (25ª)
19 ott. 1-0 Arezzo-Reggiana 5-0 14 mar.
1-1 Lucchese-Cesena 1-2
1-0 Padova-SPAL 0-1
2-0 Pavia-Lumezzane 3-2
0-2 Prato-Pistoiese 4-1
1-2 Rimini-Pisa 1-1
1-0 Sassari Torres-Pro Patria 0-0
3-0 Spezia-Novara 4-2
1-1 Varese-Cittadella 0-2


Andata (9ª) 9ª giornata Ritorno (26ª)
26 ott. 3-1 Cesena-Lumezzane 0-0 21 mar.
1-0 Cittadella-Rimini 2-2
2-0 Novara-Pavia 1-1
3-3 Pisa-Lucchese 3-0
1-1 Pistoiese-Padova 0-1
0-0 Pro Patria-Arezzo 0-1
1-1 Reggiana-Prato 2-1
3-2 SPAL-Varese 0-1
1-0 Spezia-Sassari Torres 0-1
Andata (10ª) 10ª giornata Ritorno (27ª)
2 nov. 2-1 Arezzo-Lucchese 0-1 28 mar.
2-1 Lumezzane-Novara 1-2
1-0 Padova-Pisa 0-2
3-1 Pavia-Pro Patria 0-1
1-0 Pistoiese-Cittadella 1-1
2-0 Prato-Spezia 1-1
1-0 Rimini-Cesena 2-3
0-1 Sassari Torres-SPAL 0-2
1-2 Varese-Reggiana 1-3


Andata (11ª) 11ª giornata Ritorno (28ª)
9 nov. 2-1 Arezzo-Padova 1-0 4 apr.
2-0 Cesena-Sassari Torres 0-1
0-3 Cittadella-Pavia 1-1
1-1 Lucchese-Rimini 1-2
0-2 Pisa-Novara 1-0
0-1 Pro Patria-Varese 2-1
0-1 Reggiana-Lumezzane 2-2
2-1 SPAL-Prato 2-2
1-2 Spezia-Pistoiese 2-1
Andata (12ª) 12ª giornata Ritorno (29ª)
16 nov. 1-0 Lumezzane-Prato 2-1 10 apr.
1-1 Novara-Lucchese 0-1
0-0 Padova-Spezia 0-0
1-2 Pavia-Pisa 0-1
3-0 Pistoiese-Reggiana 1-0
2-0 Rimini-Pro Patria 3-2
1-0 SPAL-Cittadella 1-0
0-1 Sassari Torres-Arezzo 0-1
3-1 Varese-Cesena 2-2


Andata (13ª) 13ª giornata Ritorno (30ª)
23 nov. 2-1 Arezzo-Novara 2-3 18 apr.
2-0 Cesena-Pisa 2-1
2-1 Cittadella-Padova 1-3
2-1 Lucchese-Reggiana 0-1
0-0 Pavia-Pistoiese 0-3
0-2 Prato-Rimini 0-2
0-2 Pro Patria-SPAL 0-4
0-2 Sassari Torres-Lumezzane 0-0
1-0 Spezia-Varese 1-1
Andata (14ª) 14ª giornata Ritorno (31ª)
7 dic. 2-1 Lucchese-Prato 3-2 25 apr.
1-0 Lumezzane-Cittadella 0-3
2-0 Novara-Pro Patria 1-2
1-0 Padova-Sassari Torres 0-0
2-0 Pisa-Spezia 1-2
2-2 Reggiana-Cesena 0-1
0-0 Rimini-Pavia 1-0
1-1 SPAL-Pistoiese 0-0
1-1 Varese-Arezzo 0-0


Andata (15ª) 15ª giornata Ritorno (32ª)
14 dic. 1-1 Arezzo-Pisa 3-3 2 mag.
1-1 Cesena-SPAL 0-1
3-1 Cittadella-Novara 0-0
2-0 Pavia-Padova 0-4
0-2 Pistoiese-Lumezzane 0-2
1-0 Prato-Varese 1-1
1-0 Pro Patria-Reggiana 1-1
1-1 Sassari Torres-Lucchese 0-3
2-1 Spezia-Rimini 0-2
Andata (16ª) 16ª giornata Ritorno (33ª)
21 dic. 1-0 Lucchese-Pro Patria 1-1 9 mag.
0-3 Lumezzane-Arezzo 3-1
0-0 Novara-Cesena 0-3
4-0 Padova-Prato 0-1
0-3 Pisa-Cittadella 2-0
3-0 Reggiana-Spezia 0-0
1-1 Rimini-Pistoiese 0-2
0-0 SPAL-Pavia 2-3
1-3 Varese-Sassari Torres 0-2


Andata (17ª) 17ª giornata Ritorno (34ª)
6 gen. 1-0 Arezzo-Rimini 1-2 16 mag.
1-1 Cesena-Padova 0-3
0-1 Cittadella-Lucchese 1-1
1-3 Pavia-Reggiana 2-0
2-1 Pistoiese-Varese 2-3
2-2 Prato-Novara 3-2
1-1 Pro Patria-Lumezzane 2-1
3-1 Sassari Torres-Pisa 1-1
0-1 Spezia-SPAL 1-0

Spareggi[modifica | modifica wikitesto]

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]
Semifinali Finale
            
4 Rimini 1 0 1
3 Cesena 1 2 3
Cesena 1 2 3
Lumezzane 1 1 2
5 Lucchese 3 0 3
2 Lumezzane 4 2 6
Semifinali[modifica | modifica wikitesto]
Risultati Luogo e data
Lucchese 3-4 Lumezzane Lucca, 31 maggio 2004
Lumezzane 2-0 Lucchese Lumezzane, 6 giugno 2004
Rimini 1-1 Cesena Rimini, 31 maggio 2004
Cesena 2-0 Rimini Cesena, 6 giugno 2004
Finali[modifica | modifica wikitesto]
Risultati Luogo e data
Cesena 1-1 Lumezzane Cesena, 13 giugno 2004
Lumezzane 1-2 (dts) Cesena Lumezzane, 20 giugno 2004

Play-out[modifica | modifica wikitesto]

Risultati Luogo e data
Prato 0-0 Pro Patria Prato, 31 maggio 2004
Pro Patria 3-2 Prato Busto Arsizio, 6 giugno 2004
Varese 1-1 Reggiana Varese, 31 maggio 2004
Reggiana 2-0 Varese Reggio Emilia, 6 giugno 2004

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadra[modifica | modifica wikitesto]

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]
  • Maggior numero di vittorie: Arezzo (20)
  • Minor numero di sconfitte: Arezzo (7)
  • Migliore attacco: Arezzo (51 gol fatti)
  • Miglior difesa: Arezzo e Pisa (27 gol subiti)
  • Miglior differenza reti: Arezzo (+24)
  • Maggior numero di pareggi: Cesena e Novara (13)
  • Minor numero di pareggi: Arezzo (7)
  • Maggior numero di sconfitte: Pavia (18)
  • Minor numero di vittorie: Pavia, Prato e Varese (8)
  • Peggiore attacco: Torres (21 gol fatti)
  • Peggior difesa: Pavia (47 gol subiti)
  • Peggior differenza reti: Pavia (-18)

Girone B[modifica | modifica wikitesto]

Il girone B viene conquistato da 2 squadre calabresi, il Catanzaro e il Crotone. La prima è promossa direttamente in B dopo 14 anni di assenza: per i giallorossi di Piero Braglia è la seconda promozione consecutiva, la matematica promozione per le aquile fu centrata battendo il Chieti per 2-1 sul neutro di Ascoli Piceno il 16 maggio 2004. La seconda, invece, è promossa tramite i play-off sconfiggendo in successione il Benevento in semifinale (all'andata sconfitta 1-0, al ritorno vittoria pitagorica per 3-1) e in finale la Viterbese per 3-0 al ritorno allo Scida (dopo lo scialbo 0-0 dell'andata al Rocchi). Per i rossoblu allenati da Gian Piero Gasperini l'inferno della C durò solo 2 stagioni.

Retrocessero in C2 L'Aquila (che venne comunque radiata dai campionati professionistici) e, ai play-out, il Paternò (sconfitto dalla Vis Pesaro, anche i siciliani vennero radiati dai campionati professionistici) e il Taranto (doppio pari con la Fermana e retrocessione per peggior piazzamento nei confronti dei marchigiani). Anche gli stessi gialloblu laziali (reduci dalla sconfitta in finale dei play-off) fallirono ripartendo dalla C2.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Acireale dettagli Acireale (CT) Stadio Tupparello 5° in C2/C, promosso dopo i play-off
Benevento dettagli Benevento Stadio Santa Colomba 8° in C1/B
Catanzaro dettagli Catanzaro Stadio Nicola Ceravolo 3° in C2/C, ripescato
Chieti dettagli Chieti Stadio Guido Angelini 10° in C1/B
Crotone dettagli Crotone Stadio Ezio Scida 6° in C1/B
Fermana dettagli Fermo (AP) Stadio Bruno Recchioni 18° in C1/B, ripescato
Foggia dettagli Foggia Stadio Pino Zaccheria 1° in C2/C, promosso
Giulianova dettagli Giulianova (TE) Stadio Rubens Fadini 15° in C1/B
Lanciano dettagli Lanciano (CH) Stadio Guido Biondi 7° in C1/B
L'Aquila dettagli L'Aquila Stadio Tommaso Fattori 17° in C1/B
Martina Franca dettagli Martina Franca (TA) Stadio Giuseppe Domenico Tursi 3° in C1/B
Paternò dettagli Paternò (CT) Stadio Falcone-Borsellino 14° in C1/B, ripescato
Sambenedettese dettagli San Benedetto del Tronto (AP) Stadio Riviera delle Palme 5° in C1/B
Sora dettagli Sora (FR) Stadio Claudio Tomei 16° in C1/B, ripescato
Taranto dettagli Taranto Stadio Erasmo Iacovone 9° in C1/B
Teramo dettagli Teramo Stadio Comunale 4° in C1/B
Vis Pesaro dettagli Pesaro Stadio Tonino Benelli 13° in C1/B
Viterbese dettagli Viterbo Stadio Enrico Rocchi 11° in C1/B

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Squadra Allenatore
Acireale Italia Maurizio Costantini L'Aquila Italia Augusto Gentilini
Benevento[15] Italia Nello Di Costanzo (1ª-16ª)
Italia Corrado Benedetti (18ª-34ª e play-off)
Martina Italia Gaetano Auteri
Catanzaro Italia Piero Braglia Paternò Italia Maurizio Pellegrino
Chieti[16] Italia Roberto Alberti Mazzaferro (1ª-4ª)
Italia Carlo Florimbi (5ª-19ª)
Italia Dino Pagliari (20ª-34ª)
Sambenedettese[17] Italia Sauro Trillini (1ª-24ª)
Italia Salvatore Vullo (25ª-34ª)
Crotone Italia Gian Piero Gasperini Sora[18] Italia Arcangelo Sciannimanico (1ª-6ª)
Italia Ezio Capuano (7ª-34ª)
Fermana[19] Italia Gianni Bortoletto (1ª-16ª)
Italia Andrea Bruniera (17ª-34ª e play-out)
Taranto[20][21][22][23][24] Italia Fabio Brini (1ª-12ª)
Italia Antonino Barone (13ª)
Italia Francesco Dellisanti (14ª-24ª)
Italia Antonino Barone (25ª)
Italia Fabio Brini (26ª)
Italia Salvatore Bianchetti (27ª-34ª e play-out)
Foggia Italia Pasquale Marino Teramo Italia Luciano Zecchini
Giulianova Italia Francesco D'Arrigo Vis Pesaro[23][25] Italia Mirco Fabbri (1ª-6ª)
Italia Pieraldo Nemo (7ª-33ª)
Italia Mirco Fabbri (34ª e play-out)
Lanciano Italia Rosolino Puccica Viterbese Italia Guido Carboni

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1uparrow green.svg 1. Catanzaro 67 34 19 10 5 44 25 +19
Noatunloopsong (nuvola).svg 2. Crotone 65 34 19 8 7 57 33 +24
Noatunloopsong (nuvola).svg 3. Viterbese 61 34 16 13 5 45 29 +16
Noatunloopsong (nuvola).svg 4. Acireale 60 34 16 12 6 40 26 +14
Noatunloopsong (nuvola).svg 5. Benevento 56 34 14 14 6 42 29 +13
6. Lanciano 53 34 15 8 11 34 31 +3
7. Sambenedettese 52 34 13 13 8 50 40 +10
8. Chieti 48 34 13 9 12 39 35 +4
9. Foggia 46 34 11 13 10 43 43 0
10. Teramo 45 34 13 6 15 40 41 -1
11. Giulianova 41 34 11 8 15 35 39 -4
12. Martina 42 34 11 9 14 46 51 -5
13. Sora 41 34 10 11 13 27 35 -8
Noatunloopsong (nuvola).svg 14. Fermana 40 34 9 13 12 34 46 -12
Noatunloopsong (nuvola).svg 15. Vis Pesaro 36 34 9 9 16 31 48 -17
Noatunloopsong (nuvola).svg 16. Paternò 32 34 8 8 18 32 47 -15
Noatunloopsong (nuvola).svg 17. Taranto 30 34 7 9 18 31 46 -15
1downarrow red.svg 18. L'Aquila 13 34 2 7 25 26 52 -26

Legenda:

      Promosso in Serie B 2004-2005.
Noatunloopsong (nuvola).svg  Partecipa ai play-off o ai play-out.
      Retrocesso in Serie C2 2004-2005.

Regolamento:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
In caso di arrivo di due o più squadre a pari punti, la graduatoria verrà stilata secondo la classifica avulsa tra le squadre interessate che prevede, in ordine, i seguenti criteri:
  • Punti negli scontri diretti.
  • Differenza reti negli scontri diretti.
  • Differenza reti generale.
  • Reti realizzate in generale.
  • Sorteggio.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

Aci Ben Cat Chi Cro Fer Fog Giu LAq Lan Mar Pat Sam Sor Tar Ter VPe Vit
Acireale –––– 1-0 0-0 1-0 0-1 0-0 0-0 1-0 0-0 0-2 2-0 1-1 1-1 3-0 3-0 1-0 1-1 0-1
Benevento 0-1 –––– 2-2 1-1 2-1 0-0 0-0 1-0 2-1 1-1 2-1 1-0 4-0 2-0 2-0 1-0 1-1 0-1
Catanzaro 1-0 2-2 –––– 1-0 3-2 3-0 1-0 2-1 2-1 1-0 2-0 2-0 2-0 1-0 0-0 2-0 2-1 1-1
Chieti 5-0 2-0 1-2 –––– 2-1 0-0 0-2 0-1 3-2 0-0 2-0 1-0 3-1 2-1 1-1 1-0 2-0 0-1
Crotone 0-0 1-1 1-1 1-1 –––– 3-0 1-0 2-1 2-1 4-0 2-1 2-1 3-0 1-0 1-1 2-0 3-0 1-0
Fermana 1-2 0-2 0-0 2-1 1-1 –––– 0-1 1-1 2-0 2-0 2-2 2-1 2-2 2-0 1-1 2-0 1-1 0-0
Foggia 1-3 3-3 1-3 1-1 2-2 2-1 –––– 3-0 2-1 0-1 3-3 6-1 0-2 1-1 2-1 0-3 1-0 0-0
Giulianova 2-2 0-0 0-2 2-0 2-3 3-1 0-0 –––– 1-1 2-1 3-0 2-0 1-3 1-0 2-0 1-0 1-1 1-1
L'Aquila 3-1 0-1 0-1 1-2 0-2 3-0 1-2 0-2 –––– 0-1 2-3 1-1 1-1 0-1 1-2 1-2 1-3 0-0
Lanciano 1-1 3-1 3-1 1-0 0-2 1-1 3-1 1-0 2-1 –––– 0-0 0-1 1-1 2-0 1-0 2-0 0-0 0-1
Martina 2-4 2-1 2-0 1-2 1-1 3-4 0-0 4-1 1-0 0-1 –––– 3-3 2-2 2-0 2-0 1-1 4-1 2-2
Paternò 0-1 0-0 0-0 1-2 1-2 1-0 5-1 1-0 1-1 0-1 1-0 –––– 1-4 2-0 1-2 0-0 0-2 4-2
Sambenedettese 1-2 0-2 0-0 3-2 2-3 5-0 2-2 0-0 2-1 2-0 2-0 1-0 –––– 0-1 2-1 1-0 1-0 2-2
Sora 1-1 0-1 2-1 1-1 2-1 0-0 0-0 2-0 1-0 1-1 2-0 2-1 1-1 –––– 0-0 0-0 2-1 1-1
Taranto 0-1 2-2 0-1 0-0 1-2 1-2 1-3 3-1 1-0 3-0 0-1 1-1 0-0 0-2 –––– 1-2 4-2 1-0
Teramo 0-2 2-2 2-2 2-0 2-1 1-2 2-0 2-1 3-0 2-1 0-1 1-2 1-1 3-2 2-1 –––– 1-0 1-2
Vis Pesaro 0-3 1-2 1-0 1-1 2-1 2-1 0-2 1-0 0-0 0-3 0-1 1-0 0-4 0-0 4-2 3-1 –––– 1-1
Viterbese 1-1 0-0 2-0 3-0 2-1 3-1 1-1 0-2 2-1 2-0 3-1 2-0 1-1 3-1 1-0 2-4 1-0 ––––

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Andata (1ª) 1ª giornata Ritorno (18ª)
31 ago. 2-1 Catanzaro-Vis Pesaro 0-1 11 gen.
2-1 Fermana-Paternò 0-1
1-1 Foggia-Chieti 2-0
3-0[26] Giulianova-Martina 1-4
0-2 L'Aquila-Crotone 1-2
1-2 Sambenedettese-Acireale 1-1
0-1 Sora-Benevento 0-2
1-2 Taranto-Teramo 1-2
2-0 Viterbese-Lanciano 1-0
Andata (2ª) 2ª giornata Ritorno (19ª)
7 set. 0-0 Acireale-Foggia 3-1 18gen.
0-0 Benevento-Fermana 2-0
1-1 Chieti-Taranto 0-0
1-0 Crotone-Sora 1-2
3-1 Lanciano-Catanzaro 0-1
2-2 Martina-Viterbese 1-3
1-1 Paternò-L'Aquila 1-1
1-1 Teramo-Sambenedettese 0-1
1-0 Vis Pesaro-Giulianova 1-1


Andata (3ª) 3ª giornata Ritorno (20ª)
14 set. 2-2 Catanzaro-Benevento 2-2 1º feb.
0-1 Fermana-Foggia 1-2
1-0 Giulianova-Teramo 1-2
1-3 L'Aquila-Vis Pesaro 0-0
1-2 Paternò-Crotone 1-2
2-0 Sambenedettese-Martina 2-2
1-1 Sora-Lanciano 0-2
0-1 Taranto-Acireale 0-3
3-0 Viterbese-Chieti 1-0
Andata (4ª) 4ª giornata Ritorno (21ª)
21 sett. 0-0 Acireale-L'Aquila 1-3 8 feb.
0-1 Benevento-Viterbese 0-0
0-1 Chieti-Giulianova 0-2
1-1 Crotone-Taranto 2-1
1-3 Foggia-Catanzaro 0-1
1-1 Lanciano-Fermana 0-2
2-0 Martina-Sora 0-2
1-2 Teramo-Paternò 0-0
0-4 Vis Pesaro-Sambenedettese 0-1


Andata (5ª) 5ª giornata Ritorno (22ª)
28 set. 0-0 Crotone-Acireale 1-0 15 feb.
0-0 Giulianova-Benevento 0-1
0-1 L'Aquila-Lanciano 1-2
1-2 Paternò-Chieti 0-1
2-2 Sambenedettese-Foggia 2-0
0-0 Sora-Fermana 0-2
0-1 Taranto-Martina 0-2
3-1 Vis Pesaro-Teramo 0-1
2-0 Viterbese-Catanzaro 1-1
Andata (6ª) 6ª giornata Ritorno (23ª)
5 nov. 1-1 Acireale-Paternò 1-0 22 feb.
1-1 Benevento-Vis Pesaro 2-1
1-0 Catanzaro-Sora 1-2
3-2 Chieti-L'Aquila 2-1
1-1 Fermana-Giulianova 1-3
0-0 Foggia-Viterbese 1-1
0-1 Martina-Lanciano 0-0
2-1 Sambenedettese-Taranto 0-0
2-1 Teramo-Crotone 0-2


Andata (7ª) 7ª giornata Ritorno (24ª)
12 ott. 1-1 Crotone-Chieti 1-2 7 mar.
1-3 Giulianova-Sambenedettese 0-0
2-3 L'Aquila-Martina 0-1
2-0 Lanciano-Teramo 1-2
0-0 Paternò-Catanzaro 0-2
0-0 Sora-Foggia 1-1
2-2 Taranto-Benevento 0-2
0-3 Vis Pesaro-Acireale 1-1
3-1 Viterbese-Fermana 0-0
Andata (8ª) 8ª giornata Ritorno (25ª)
19 ott. 0-1 Acireale-Viterbese 1-1 14 mar.
1-0 Benevento-Paternò 0-0
3-2 Catanzaro-Crotone 1-1
0-0 Chieti-Lanciano 0-1
2-0 Fermana-L'Aquila 0-3
1-0 Foggia-Vis Pesaro 2-0
0-1 Sambenedettese-Sora 1-1
3-1 Taranto-Giulianova 0-2
0-1 Teramo-Martina 1-1


Andata (9ª) 9ª giornata Ritorno (26ª)
26 ott. 3-0 Catanzaro-Fermana 0-0 21 mar.
3-3 Foggia-Benevento 0-0
0-2 L'Aquila-Giulianova 1-1
1-1 Lanciano-Acireale 2-0
3-3 Martina-Paternò 0-1
0-0 Sora-Taranto 2-0
2-0 Teramo-Chieti 0-1
2-1 Vis Pesaro-Crotone 0-3
1-1 Viterbese-Sambenedettese 2-2
Andata (10ª) 10ª giornata Ritorno (27ª)
2 nov. 3-0 Acireale-Sora 1-1 28 mar.
2-0 Chieti-Martina 2-1
4-0 Crotone-Lanciano 2-0
2-0 Fermana-Teramo 2-1
0-2 Giulianova-Catanzaro 1-2
1-2 L'Aquila-Foggia 1-2
0-2 Paternò-Vis Pesaro 0-1
0-2 Sambenedettese-Benevento 0-4
1-0 Taranto-Viterbese 0-1


Andata (11ª) 11ª giornata Ritorno (28ª)
9 nov. 1-1 Benevento-Chieti 0-2 4 apr.
2-1 Catanzaro-L'Aquila 1-0
2-2 Fermana-Sambenedettese 0-5
2-1 Foggia-Taranto 3-1
0-0 Lanciano-Vis Pesaro 3-0
1-1 Martina-Crotone 1-2
2-0 Sora-Giulianova 0-1
0-2 Teramo-Acireale 0-1
2-0 Viterbese-Paternò 2-4
Andata (12ª) 12ª giornata Ritorno (29ª)
16 nov. 1-0 Acireale-Chieti 0-5 10 apr.
1-1 Crotone-Benevento 1-2
0-0 Giulianova-Foggia 0-3
1-2 L'Aquila-Teramo 0-3
0-1 Paternò-Lanciano 1-0
0-0 Sambenedettese-Catanzaro 0-2
1-2 Taranto-Fermana 1-1
0-1 Vis Pesaro-Martina 1-4
3-1 Viterbese-Sora 1-1


Andata (13ª) 13ª giornata Ritorno (30ª)
23 nov. 2-1 Benevento-L'Aquila 1-0 18 apr.
0-0 Catanzaro-Taranto 1-0
2-0 Chieti-Vis Pesaro 1-1
1-1 Fermana-Crotone 0-3
6-1 Foggia-Paternò 1-5
1-1 Giulianova-Viterbese 2-0
1-1 Lanciano-Sambenedettese 0-2
2-4 Martina-Acireale 0-2
0-0 Sora-Teramo 2-3
Andata (14ª) 14ª giornata Ritorno (31ª)
7 dic. 0-0 Acireale-Catanzaro 0-1 25 apr.
2-1 Chieti-Sora 1-1
1-0 Crotone-Viterbese 1-2
1-1 L'Aquila-Sambenedettese 1-2
1-0 Lanciano-Giulianova 1-2
0-0 Martina-Foggia 3-3
1-2 Paternò-Taranto 1-1
2-2 Teramo-Benevento 0-1
2-1 Vis Pesaro-Fermana 1-1


Andata (15ª) 15ª giornata Ritorno (32ª)
14 dic. 1-1 Benevento-Lanciano 1-3 2 mag.
2-0 Catanzaro-Martina 0-2
1-2 Fermana-Acireale 0-0
0-3 Foggia-Teramo 0-2
2-3 Giulianova-Crotone 1-2
3-2 Sambenedettese-Chieti 1-3
2-1 Sora-Paternò 0-2
1-0 Taranto-L'Aquila 2-1
1-0 Viterbese-Vis Pesaro 1-1
Andata (16ª) 16ª giornata Ritorno (33ª)
21 dic. 1-0 Acireale-Giulianova 2-2 9 mag.
0-0 Chieti-Fermana 1-2
1-0 Crotone-Foggia 2-2
0-0 L'Aquila-Viterbese 1-2
1-0 Lanciano-Taranto 0-3
2-1 Martina-Benevento 0-1
1-4 Paternò-Sambenedettese 0-1
2-2 Teramo-Catanzaro 0-2
0-0 Vis Pesaro-Sora 1-2


Andata (17ª) 17ª giornata Ritorno (34ª)
6 gen. 0-1 Benevento-Acireale 0-1 16 mag.
1-0 Catanzaro-Chieti 2-1
2-2 Fermana-Martina 4-3
0-1 Foggia-Lanciano 1-3
2-0 Giulianova-Paternò 0-1
2-3 Sambenedettese-Crotone 0-3
1-0 Sora-L'Aquila 1-0
4-2 Taranto-Vis Pesaro 2-4
2-4 Viterbese-Teramo 2-1

Spareggi[modifica | modifica wikitesto]

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]
Semifinali Finale
            
4 Acireale 1 0 1
3 Viterbese 2 1 3
Viterbese 0 0 0
Crotone 0 3 3
5 Benevento 1 1 2
2 Crotone 0 3 3
Semifinali[modifica | modifica wikitesto]
Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
Benevento 2 - 3 Crotone 1 - 0 1 - 3
Acireale 1 - 3 Viterbese 1 - 2 0 - 1
Risultati Luogo e data
Benevento 1-0 Crotone Benevento, 31 maggio 2004
Crotone 3-1 Benevento Crotone, 6 giugno 2004
Acireale 1-2 Viterbese Acireale, 31 maggio 2004
Viterbese 1-0 Acireale Viterbo, 6 giugno 2004
Finali[modifica | modifica wikitesto]
Risultati Luogo e data
Viterbese 0-0 Crotone Viterbo, 13 giugno 2004
Crotone 3-0 Viterbese Crotone, 20 giugno 2004

Play-out[modifica | modifica wikitesto]

Risultati Luogo e data
Paternò 0-0 Vis Pesaro Paternò, 31 maggio 2004
Vis Pesaro 2-1 Paternò Pesaro, 6 giugno 2004
Taranto 1-1 Fermana Taranto, 31 maggio 2004
Fermana 0-0 Taranto[27] Fermo, 6 giugno 2004

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadra[modifica | modifica wikitesto]

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]
  • Maggior numero di vittorie: Catanzaro e Crotone (19)
  • Minor numero di sconfitte: Catanzaro e Viterbese (5)
  • Migliore attacco: Crotone (57 gol fatti)
  • Miglior difesa: Catanzaro (25 gol subiti)
  • Miglior differenza reti: Crotone (+24)
  • Maggior numero di pareggi: Benevento (14)
  • Minor numero di pareggi: Teramo (6)
  • Maggior numero di sconfitte: L'Aquila (25)
  • Minor numero di vittorie: L'Aquila (2)
  • Peggiore attacco: L'Aquila (26 gol fatti)
  • Peggior difesa: L'Aquila (52 gol subiti)
  • Peggior differenza reti: L'Aquila (-26)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Decisioni della C.A.F. Comunicati Ufficiali N. 43/C N. 44/C (PDF), su figc.it.
  2. ^ Baldasso, 2007, pp. 109-114.
  3. ^ Storia Associazione Calcio Cesena 1940, su www.blackwhiteskin.com. URL consultato il 5 luglio 2017.
  4. ^ Edizioni Brescia S.p.A., Rissa Lumezzane-Cesena Bianconeri tutti assolti, in Bresciaoggi.it. URL consultato il 5 luglio 2017 (archiviato dall'url originale il 12 maggio 2016).
  5. ^ La Pro Patria chiama Sala, La Gazzetta dello Sport, 21 novembre 2003.
  6. ^ Arriva Sala, lo manda Cadregari, La Gazzetta dello Sport, 19 novembre 2003.
  7. ^ Cadregari alla Reggiana «Squadra diversa: meglio», La Gazzetta dello Sport, 26 febbraio 2004.
  8. ^ Ribaltone Reggiana: c'è Giordano, La Gazzetta dello Sport, 22 maggio 2004.
  9. ^ Discepoli alla Spal, Vullo al Benevento, La Gazzetta dello Sport, 21 ottobre 2003.
  10. ^ Padova, la palla a Ulivieri, La Gazzetta dello Sport, 19 febbraio 2004.
  11. ^ Sono 9 le panchine saltate, La Gazzetta dello Sport, 28 dicembre 2003.
  12. ^ Torres a D'Adderio. E Glerean ci riprova, La Gazzetta dello Sport, 25 novembre 2003.
  13. ^ Tocca a Cabrini raddrizzare il Pisa, La Gazzetta dello Sport, 13 febbraio 2004.
  14. ^ «Varese, sarò il tuo Boniperti», La Gazzetta dello Sport, 18 marzo 2004.
  15. ^ Belluomini alla Pro Patria, Fanesi al Teramo, La Gazzetta dello Sport, 29 dicembre 2003.
  16. ^ Il Chieti cambia: via Florimbi, c' è Dino Pagliari, La Gazzetta dello Sport, 27 gennaio 2004.
  17. ^ La Samb si affida a Vullo, La Gazzetta dello Sport, 9 marzo 2004.
  18. ^ Salta Sciannimanico, Sora chiama Capuano, La Gazzetta dello Sport, 8 ottobre 2003.
  19. ^ Via Bortoletto, arriva Bruniera, La Gazzetta dello Sport, 24 dicembre 2003.
  20. ^ Taranto-Brini, divorzio al veleno, La Gazzetta dello Sport, 20 novembre 2003.
  21. ^ Il Taranto ha scelto: tocca a Dellisanti, La Gazzetta dello Sport, 27 novembre 2003.
  22. ^ Taranto, si è dimesso il tecnico Dellisanti, La Gazzetta dello Sport, 14 marzo 2004.
  23. ^ a b Serie C: A Taranto torna Brini, a Varese è il caos, La Gazzetta dello Sport, 17 marzo 2004.
  24. ^ Galderisi riparte da Gubbio, Casiraghi fa le valigie, La Gazzetta dello Sport, 24 marzo 2004.
  25. ^ La Vis Pesaro richama Fabbri, La Gazzetta dello Sport, 12 maggio 2004.
  26. ^ a tavolino
  27. ^ Retrocesso per il peggior piazzamento nella classifica finale.
Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio