Juventus Football Club 2003-2004

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Juventus Football Club.

Juventus Football Club
Stagione 2003-2004
AllenatoreItalia Marcello Lippi
PresidenteItalia Franzo Grande Stevens
Serie A3º posto (in Champions League)
Coppa ItaliaFinale
Champions LeagueOttavi di finale
Supercoppa italianaVincitrice
Maggiori presenzeCampionato: Buffon (32)
Totale: Appiah (46)
Miglior marcatoreCampionato: Trezeguet (16)
Totale: Trezeguet (22)
StadioDelle Alpi
Abbonati28 672
Maggior numero di spettatori53 883 vs Inter (29 novembre 2003)
Minor numero di spettatori8 000 vs Olympiakos (10 dicembre 2003)
Media spettatori34 365¹
¹
considera le partite giocate in casa in campionato.
Dati aggiornati al 16 maggio 2004

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti la Juventus Football Club nelle competizioni ufficiali della stagione 2003-2004.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

David Trezeguet, cannoniere stagionale con 22 reti.

Il 31 luglio 2003, la società patì la perdita del presidente Vittorio Chiusano.[1] Gli subentrò Franzo Grande Stevens, già vicepresidente della FIAT.[2] La stagione iniziò con la vittoria in Supercoppa italiana ai danni del Milan, "vendicando" la sconfitta europea del maggio precedente.[3] I bianconeri furono protagonisti di un avvio convincente: già a settembre guidavano la classifica del campionato e del girone di Champions League.[4][5][6][7][8] Tra la fine di novembre e l'inizio di dicembre, la squadra accusò una flessione: il calo iniziò dalla sconfitta contro l'Inter, la prima in Campionato dopo 16 giornate.[9] Seguirono altri 2 k.o., in coppa e contro la Lazio.[10][11]

Nella settimana seguente, la Juventus reagì: colse una vittoria da record in Europa,[12] mentre in campionato sconfisse il Parma per 4-0.[13] L'anno solare terminò con la vittoria del Pallone d'oro da parte di Pavel Nedvěd.[14] Il calciatore ceco presentò il trofeo ai suoi tifosi in occasione della gara con il Perugia, decisa proprio da una sua rete.[15] Dopo 17 giornate, ovvero al completamento del girone di andata, i torinesi occupavano il secondo posto a 3 punti dalla Roma.[16] 2 domeniche più tardi vi fu l'aggancio, ma il 4-0 subìto all'Olimpico rispedì indietro i bianconeri.[17]

Negli ottavi di Champions, furono battuti dal Deportivo La Coruña che nel turno seguente avrebbe poi eliminato il Milan.[18][19] Gli stessi rossoneri vinsero per 3-1 a Torino il 14 marzo, spegnendo le residue speranze in chiave scudetto.[20] Soltanto 3 giorni più tardi, arrivò un'altra sconfitta: la Lazio si impose, per 2-0, nella finale di andata della Coppa Italia.[21] Il 3-2 incassato dall'Inter il 4 aprile segnò un altro primato negativo, in quanto dal 1992-93 i bianconeri non venivano sconfitti in entrambi i derby d'Italia stagionali.[22]

Il calo proseguì nelle giornate finali[23] (clamorosa la sconfitta casalinga contro il Lecce di Delio Rossi[24]) con l'ambiente scosso inoltre dalla questione di Lippi, sicuro di non rinnovare al termine dell'annata.[25][26] Il viareggino lasciò infatti con il secondo posto nella coppa nazionale e il terzo in campionato, a 13 punti dal Milan.[27][28] Il 27 maggio 2004, la stagione si chiuse con un nuovo lutto: all'età di 69 anni, scomparve anche Umberto Agnelli.[29][30]

Maglie[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
1ª portiere
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
2ª portiere
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
3ª portiere
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
4ª portiere

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Italia P Gianluigi Buffon
2 Italia D Ciro Ferrara
3 Italia C Alessio Tacchinardi
4 Uruguay D Paolo Montero
5 Croazia D Igor Tudor
6 Italia D Salvatore Fresi
7 Italia D Gianluca Pessotto
8 Italia C Antonio Conte
9 Italia A Fabrizio Miccoli
10 Italia A Alessandro Del Piero (capitano)
11 Rep. Ceca C Pavel Nedvěd
12 Italia P Antonio Chimenti
13 Italia D Mark Iuliano
14 Italia C Enzo Maresca
15 Italia D Alessandro Birindelli
16 Italia C Mauro Germán Camoranesi
17 Francia A David Trezeguet
18 Ghana C Stephen Appiah
N. Ruolo Giocatore
19 Italia D Gianluca Zambrotta
20 Italia A Marco Di Vaio
21 Francia D Lilian Thuram
22 Italia P Antonio Mirante
23 Italia D Nicola Legrottaglie
24 Uruguay C Rubén Olivera
25 Uruguay A Marcelo Danubio Zalayeta
26 Paesi Bassi C Edgar Davids
27 Italia C Davide Baiocco
32 Russia A Viktor Budjanskij
37 Svizzera A Davide Chiumiento
41 Nigeria A Benjamin Onwuachi
42 Italia D Giovanni Bartolucci
43 Francia D Abdoulay Konko
44 Italia D Andrea Masiello
45 Italia A Raffaele Palladino
Ucraina A Serhij Kovalenko
Uzbekistan A Ilyas Zeytulaev

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 2003-2004.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Torino
31 agosto 2003, ore 15:00 CEST
1ª giornata
Juventus5 – 1
(1 – 0)
referto
EmpoliStadio delle Alpi (30 962 spett.)
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Verona
14 settembre 2003, ore 20:30 CEST
2ª giornata
Chievo1 – 2
(1 – 1)
referto
JuventusStadio Marcantonio Bentegodi (34 624 spett.)
Arbitro:  Trefoloni (Siena)

Torino
21 settembre 2003, ore 20:30 CEST
3ª giornata
Juventus2 – 2
(2 – 1)
referto
RomaStadio delle Alpi (43 042 spett.)
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Reggio Calabria
27 settembre 2003, ore 18:00 CEST
4ª giornata
Reggina0 – 2
(0 – 1)
referto
JuventusStadio Oreste Granillo (24 082 spett.)
Arbitro:  Racalbuto (Gallarate)

Torino
5 ottobre 2003, ore 15:00 CEST
5ª giornata
Juventus2 – 1
(1 – 1)
referto
BolognaStadio delle Alpi (31 493 spett.)
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Ancona
18 ottobre 2003, ore 20:30 CEST
6ª giornata
Ancona2 – 3
(0 – 2)
referto
JuventusStadio Del Conero (23 306 spett.)
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Torino
26 ottobre 2003, ore 15:00 CET
7ª giornata
Juventus2 – 0
(2 – 0)
referto
BresciaStadio delle Alpi (32 360 spett.)
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Milano
1º novembre 2003, ore 20:30 CET
8ª giornata
Milan1 – 1
(0 – 0)
referto
JuventusStadio Giuseppe Meazza (77 921 spett.)
Arbitro:  Racalbuto (Gallarate)

Torino
9 novembre 2003, ore 15:00 CET
9ª giornata
Juventus4 – 1
(0 – 0)
referto
UdineseStadio delle Alpi (31 418 spett.)
Arbitro:  Pieri (Lucca)

Modena
22 novembre 2003, ore 18:00 CET
10ª giornata
Modena0 – 2
(0 – 1)
referto
JuventusStadio Alberto Braglia (18 748 spett.)
Arbitro:  Gabriele (Frosinone)

Torino
29 novembre 2003, ore 20:30 CET
11ª giornata
Juventus1 – 3
(0 – 1)
referto
InterStadio delle Alpi (53 883 spett.)
Arbitro:  Trefoloni (Siena)

Roma
6 dicembre 2003, ore 20:30 CET
12ª giornata
Lazio2 – 0
(2 – 0)
referto
JuventusStadio Olimpico (60 929 spett.)
Arbitro:  Bolognino (Milano)

Torino
14 dicembre 2003, ore 15:00 CET
13ª giornata
Juventus4 – 0
(2 – 0)
referto
ParmaStadio delle Alpi (31 768 spett.)
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Lecce
21 dicembre 2003, ore 15:00 CET
14ª giornata
Lecce1 – 1
(1 – 0)
referto
JuventusStadio Via del Mare (30 625 spett.)
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Torino
6 gennaio 2004, ore 15:00 CET
15ª giornata
Juventus1 – 0
(1 – 0)
referto
PerugiaStadio delle Alpi (31 029 spett.)
Arbitro:  Racalbuto (Gallarate)

Genova
11 gennaio 2004, ore 15:00 CET
16ª giornata
Sampdoria1 – 2
(0 – 1)
referto
JuventusStadio Luigi Ferraris (35 557 spett.)
Arbitro:  Trefoloni (Siena)

Torino
18 gennaio 2004, ore 15:00 CET
17ª giornata
Juventus4 – 2
(2 – 0)
referto
SienaStadio delle Alpi (30 974 spett.)
Arbitro:  Bolognino (Milano)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Empoli
25 gennaio 2004, ore 20:30 CET
18ª giornata
Empoli3 – 3
(1 – 1)
referto
JuventusStadio Carlo Castellani (16 186 spett.)
Arbitro:  De Santis (Roma 1)

Torino
1º febbraio 2004, ore 15:00 CET
19ª giornata
Juventus1 – 0
(1 – 0)
referto
ChievoStadio delle Alpi (30 078 spett.)
Arbitro:  De Santis (Roma 1)

Roma
8 febbraio 2004, ore 20:30 CET
20ª giornata
Roma4 – 0
(1 – 0)
referto
JuventusStadio Olimpico (73 325 spett.)
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Torino
15 febbraio 2004, ore 20:30 CET
21ª giornata
Juventus1 – 0
(0 – 0)
referto
RegginaStadio delle Alpi (30 116 spett.)
Arbitro:  Bertini (Arezzo)

Bologna
22 febbraio 2004, ore 15:00 CET
22ª giornata
Bologna0 – 1
(0 – 0)
referto
JuventusStadio Renato Dall'Ara (33 782 spett.)
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Torino
29 febbraio 2004, ore 15:00 CET
23ª giornata
Juventus3 – 0
(3 – 0)
referto
AnconaStadio delle Alpi (29 864 spett.)
Arbitro:  Dondarini (Finale Emilia)

Brescia
6 marzo 2004, ore 20:30 CET
24ª giornata
Brescia2 – 3
(2 – 0)
referto
JuventusStadio Mario Rigamonti (20 407 spett.)
Arbitro:  Bertini (Arezzo)

Torino
14 marzo 2004, ore 20:30 CET
25ª giornata
Juventus1 – 3
(0 – 1)
referto
MilanStadio delle Alpi (52 300 spett.)
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Udine
20 marzo 2004, ore 18:00 CET
26ª giornata
Udinese0 – 0
referto
JuventusStadio Friuli (24 993 spett.)
Arbitro:  Pieri (Lucca)

Torino
28 marzo 2004, ore 15:00 CEST
27ª giornata
Juventus3 – 1
(0 – 0)
referto
ModenaStadio delle Alpi (30 666 spett.)
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Milano
4 aprile 2004, ore 20:30 CEST
28ª giornata
Inter3 – 2
(2 – 1)
referto
JuventusStadio Giuseppe Meazza (72 029 spett.)
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Torino
10 aprile 2004, ore 20:30 CEST
29ª giornata
Juventus1 – 0
(0 – 0)
referto
LazioStadio delle Alpi (31 190 spett.)
Arbitro:  Bertini (Arezzo)

Parma
18 aprile 2004, ore 15:00 CEST
30ª giornata
Parma2 – 2
(1 – 0)
referto
JuventusStadio Ennio Tardini (20 501 spett.)
Arbitro:  Trefoloni (Siena)

Torino
25 aprile 2004, ore 15:00 CEST
31ª giornata
Juventus3 – 4
(1 – 3)
referto
LecceStadio delle Alpi (31 198 spett.)
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Perugia
2 maggio 2004, ore 15:00 CEST
32ª giornata
Perugia1 – 0
(0 – 0)
referto
JuventusStadio Renato Curi (11 108 spett.)
Arbitro:  Pieri (Lucca)

Torino
9 maggio 2004, ore 15:00 CEST
33ª giornata
Juventus2 – 0
(2 – 0)
referto
SampdoriaStadio delle Alpi (31 866 spett.)
Arbitro:  Morganti (Ascoli Piceno)

Siena
16 maggio 2004, ore 15:00 CEST
34ª giornata
Siena1 – 3
(1 – 2)
referto
JuventusStadio Artemio Franchi (13 031 spett.)
Arbitro:  Preschern (Mestre)

UEFA Champions League[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: UEFA Champions League 2003-2004.

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Torino
17 settembre 2003, ore 20:45 CEST
1ª giornata Girone D
Juventus2 – 1
(1 – 1)
referto
GalatasarayStadio delle Alpi (14 500 spett.)
Arbitro: Russia Ivanov

Atene
30 settembre 2003, ore 20:45 CEST
2ª giornata Girone D
Olympiakos1 – 2
(1 – 1)
referto
JuventusStadio Georgios Kamaras (13 300 spett.)
Arbitro: Francia Poulat

Torino
21 ottobre 2003, ore 20:45 CEST
3ª giornata Girone D
Juventus4 – 2
(3 – 0)
referto
Real SociedadStadio delle Alpi (30 000 spett.)
Arbitro: Inghilterra Poll

San Sebastián
5 novembre 2003, ore 20:45 CET
4ª giornata Girone D
Real Sociedad0 – 0
referto
JuventusStadio Anoeta (30 000 spett.)
Arbitro: Francia Bré

Dortmund
2 dicembre 2003, ore 21:00 CET
5ª giornata Girone D
Galatasaray2 – 0
(0 – 0)
referto
JuventusWestfalenstadion (44 045 spett.)
Arbitro: Danimarca Milton Nielsen

Torino
10 dicembre 2003, ore 20:45 CET
6ª giornata Girone D
Juventus7 – 0
(4 – 0)
referto
OlympiakosStadio delle Alpi (8 000 spett.)
Arbitro: Austria Plautz

Fase a eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

La Coruña
25 febbraio 2004, ore 20:45 CET
Ottavi di finale - Andata
Deportivo1 – 0
(1 – 0)
referto
JuventusStadio Riazor (28 000 spett.)
Arbitro: Francia Veissière

Torino
9 marzo 2004, ore 20:45 CET
Ottavi di finale - Ritorno
Juventus0 – 1
(0 – 1)
referto
DeportivoStadio delle Alpi (24 680 spett.)
Arbitro: Slovacchia Micheľ

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2003-2004.
Siena
25 novembre 2003, ore 18:00 CET
Ottavi di finale - Andata
Siena1 – 2
(1 – 0)
referto
JuventusStadio Artemio Franchi
Arbitro:  Ayroldi (Molfetta)

Torino
18 dicembre 2003, ore 20:45 CET
Ottavi di finale - Ritorno
Juventus2 – 1
(1 – 0)
referto
SienaStadio delle Alpi
Arbitro:  Bergonzi (Genova)

Perugia
15 gennaio 2004, ore 20:45 CET
Quarti di finale - Andata
Perugia1 – 2
(0 – 1)
referto
JuventusStadio Renato Curi
Arbitro:  Bertini (Arezzo)

Torino
21 gennaio 2004, ore 20:45 CET
Quarti di finale - Ritorno
Juventus1 – 0
(1 – 0)
referto
PerugiaStadio delle Alpi
Arbitro:  Cassarà (Palermo)

Torino
4 febbraio 2004, ore 20:45 CET
Semifinali - Andata
Juventus2 – 2
(1 – 2)
referto
InterStadio delle Alpi
Arbitro:  Bertini (Arezzo)

Milano
12 febbraio 2004, ore 20:45 CET
Semifinali - Ritorno
Inter2 – 2
(d.t.s.)
(1 – 1; 2 – 2; 4 – 5)
referto
JuventusStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Roma
17 marzo 2004, ore 20:45 CET
Finale - Andata
Lazio2 – 0
(0 – 0)
referto
JuventusStadio Olimpico (62 204 spett.)
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Roma
12 maggio 2004, ore 20:45 CEST
Finale - Ritorno
Juventus2 – 2
(1 – 0)
referto
LazioStadio Olimpico (38 849 spett.)
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Supercoppa Italiana[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Supercoppa italiana 2003.
New York
3 agosto 2003, ore 16:00 EST
Finale
Juventus1 – 1
(d.t.s.)
(0 – 0; 1 – 1; 5 – 3)
referto
MilanGiants Stadium (54 128 spett.)
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

[31]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 16 maggio 2004.

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 69 17 13 1 3 40 18 17 8 5 4 27 24 34 21 6 7 67 42 +25
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 4 2 2 0 7 5 4 2 1 1 6 6 8 4 3 1 13 11 +2
Coppacampioni.png Champions League - 4 3 0 1 13 4 4 1 1 2 2 4 8 4 1 3 15 8 +7
Supercoppaitaliana.png Supercoppa italiana - - - - - - - - - - - - - 1[32] 0 1 0 1 1 0
Totale - 25 18 3 4 60 27 25 11 7 7 35 34 51 29 11 11 96 62 +34

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie A[34] Coppa Italia[33] Champions League[35] Supercoppa italiana[36] Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Buffon, G. G. Buffon 32-411000006-6001-10039-4810
Ferrara, C. C. Ferrara 1712140204020100026161
Tacchinardi, A. A. Tacchinardi 2404030106020101034080
Montero, P. P. Montero 1912210006010----26132
Tudor, I. I. Tudor 1521061015010----26321
Fresi, S. S. Fresi ----1000--------1000
Pessotto, G. G. Pessotto 1800080005000000031000
Conte, A. A. Conte 1614040004030000024170
Miccoli, F. F. Miccoli 25810610061101000381020
Del Piero, A. A. Del Piero 22830431043001000311440
Nedvěd, P. P. Nedvěd 3065040106200100041860
Chimenti, A. A. Chimenti 2-1008-11102-200000012-1410
Iuliano, M. M. Iuliano 1821130004010100026221
Maresca, E. E. Maresca 2030070002110----29410
Birindelli, A. A. Birindelli 1903030105000100028040
Camoranesi, M.G. M.G. Camoranesi 2633051004000100036430
Trezeguet, D. D. Trezeguet 251610310054001100342210
Appiah, S. S. Appiah 3013080107000100046140
Zambrotta, G. G. Zambrotta 3013060105000100042140
Di Vaio, M. M. Di Vaio 291100730073101000441710
Thuram, L. L. Thuram 2300040005000----32000
Mirante, A. A. Mirante 00000000--------0000
Legrottaglie, N. N. Legrottaglie 2121060003000100031210
Olivera, R. R. Olivera 000010000000----1000
Zalayeta, M. M. Zalayeta 200042003110----9310
Davids, E. E. Davids 502020005030000012050
Baiocco, D. D. Baiocco --------------------
Budjanskij, V. V. Budjanskij 200000000000----2000
Chiumiento, D. D. Chiumiento 100000001000----2000
Onwuachi, B. B. Onwuachi ----1100--------1100
Bartolucci, G. G. Bartolucci 00001000--------1000
Konko, A. A. Konko ----0000--------0000
Masiello, A. A. Masiello 00000000--------0000
Palladino, R. R. Palladino 000010000000----1000
Kovalenko, S. S. Kovalenko --------------------
Zeytulaev, I. I. Zeytulaev --------------------

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Juventus in lutto È morto Vittorio Chiusano, su repubblica.it, 31 luglio 2003.
  2. ^ Marco Trabucco, Juve, Grande Stevens nuovo presidente, in la Repubblica, 13 agosto 2003.
  3. ^ Gaetano De Stefano, La Supercoppa è della Juve, su gazzetta.it, 3 agosto 2003.
  4. ^ Si riparte da Del Piero e Trezeguet Juventus a valanga sull'Empoli, su repubblica.it, 31 agosto 2003.
  5. ^ Emanuele Gamba, Ma per me Ferrara ha toccato quella palla, in la Repubblica, 18 settembre 2003.
  6. ^ La Juventus delle riserve vince a Reggio Calabria, su repubblica.it, 27 settembre 2003.
  7. ^ Juve cinica anche in Grecia Super Nedved, Olympiakos ko, su repubblica.it, 30 settembre 2003.
  8. ^ Pagliuca strega la Signora alla Juventus serve un rigore, su repubblica.it, 5 ottobre 2003.
  9. ^ Gianni Mura, Incredibile Inter, travolta la Juve, in la Repubblica, 30 novembre 2003.
  10. ^ Luca Curino, L' Europa non guarisce la Juve, in La Gazzetta dello Sport, 3 dicembre 2003.
  11. ^ Paolo Butturini, La Lazio fa piccola la Juventus, su gazzetta.it, 6 dicembre 2003.
  12. ^ Serena Gentile, Juve, dalla crisi alla goleada: 7-0, su gazzetta.it, 10 dicembre 2003.
  13. ^ Emanuele Gamba, juve-parma, in la Repubblica, 15 dicembre 2003.
  14. ^ Come previsto: Nedved è l'uomo d'oro, su panorama.it. URL consultato il 21 ottobre 2016 (archiviato dall'url originale il 22 ottobre 2016).
  15. ^ Nedved, un gol da Pallone d'oro la Juve continua la rincorsa, su repubblica.it, 6 gennaio 2004.
  16. ^ Lodovico Maradei, Questa Juve sa anche pattinare, in La Gazzetta dello Sport, 19 gennaio 2004.
  17. ^ Trionfo Roma, la Juve crolla Un poker stende i bianconeri, su repubblica.it, 8 febbraio 2004.
  18. ^ Una brutta Juve cede al Deportivo Ma per i quarti nulla è perduto, su repubblica.it, 25 febbraio 2004.
  19. ^ Juve senza gioco né anima Deportivo avanti in Champions, su repubblica.it, 9 marzo 2004.
  20. ^ Lodovico Maradei, Milan, lo scudetto perfetto, in La Gazzetta dello Sport, 15 marzo 2004.
  21. ^ Stefano Cieri, Ferocemente vostro, Fiore, in La Gazzetta dello Sport, 18 marzo 2004.
  22. ^ Andrea Elefante e Lodovico Maradei, L' Inter elimina la Juve, in La Gazzetta dello Sport, 5 aprile 2004.
  23. ^ Gol e spettacolo al Tardini Rete di Di Vaio allo scadere, su repubblica.it, 18 aprile 2004.
  24. ^ Juve, follie da fine stagione il Lecce passa al Delle Alpi, su repubblica.it, 25 aprile 2004.
  25. ^ Serena Gentile, Lippi: "Me ne vado", su gazzetta.it, 29 aprile 2004.
  26. ^ Luca Curino, Dov' è finita la Juventus?, in La Gazzetta dello Sport, 3 maggio 2004.
  27. ^ Il carattere della Lazio un pari che vale la Coppa, su repubblica.it, 12 maggio 2004.
  28. ^ Miccoli show a Siena pensando agli Europei, su repubblica.it, 16 maggio 2004.
  29. ^ È morto Umberto Agnelli Il presidente Fiat aveva 69 anni, su repubblica.it, 28 maggio 2004.
  30. ^ Livia Taglioli, Agnelli, 50.000 all'ultimo saluto, su gazzetta.it, 29 maggio 2004.
  31. ^ Stagione 2003/04 Juventus, su myJuve.it.
  32. ^ Giocata in campo neutro
  33. ^ Coppa Italia 2003/04 - Giocatori impiegati, su myJuve.it.
  34. ^ SERIE A 2003-2004 - Juventus - Presenze, su calcio-seriea.net.
  35. ^ Champions League 2003/04 - Giocatori impiegati, su myJuve.it.
  36. ^ Sipercoppa italiana 2003/04 - Giocatori impiegati, su myJuve.it.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]