Obafemi Martins

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Obafemi Akinwunmi Martins
Martins Llevant.jpg
Martins al Levante
Nazionalità Nigeria Nigeria
Altezza 170 cm
Peso 70 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Flag of None.svg svincolato
Carriera
Giovanili
1999-2000Ebedei
2000-2001Reggiana
2001-2002Inter
Squadre di club1
2000-2001Reggiana2 (0)
2001-2006Inter88 (28)
2006-2009Newcastle Utd88 (28)
2009-2010Wolfsburg16 (6)
2010-2011Rubin Kazan'12 (2)
2011Birmingham City4 (0)
2011-2012Rubin Kazan'8 (1)
2012-2013Levante21 (7)
2013-2015Seattle Sounders72 (40)[1]
2016-2019Shanghai Shenhua40 (19)
Nazionale
2004-2015Nigeria Nigeria42 (18)
Palmarès
Coppa Africa.svg Coppa d'Africa
Bronzo Egitto 2006
Bronzo Angola 2010
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 10 marzo 2019

Obafemi Akinwunmi Martins (Lagos, 28 ottobre 1984) è un calciatore nigeriano, di ruolo attaccante, attualmente svincolato.

Nazionale nigeriano dal 2004 al 2015, ha partecipato a tre Coppe d'Africa (2006, 2008 e 2010) e ad un Mondiale (2010).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate 2008 perse la madre, Aljaha Monsurat Martins, colta da infarto dopo un incendio nella capitale nigeriana.[2][3] Da sempre sensibile al tema del razzismo[4], ha fondato un'associazione con il suo nome.[5][6] Appare in un episodio di Camera Café, interpretando il ruolo di Babbo Natale.[7] In un'altra puntata della sitcom, compare la sua figurina della Panini per l'album relativo alla stagione 2005-06.[8]

Il figlio Kevin Maussi, nato nel 2005, ha intrapreso a sua volta la carriera calcistica venendo tesserato dalle giovanili del Milan prima e dell'Inter poi.[9]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Attaccante dal fisico brevilineo, si distingue per la velocità e l'elevazione.[10] Percorre infatti i 100 metri in meno di 11" (toccando un picco massimo di 9 m/s) e salta fino a 70 cm negli stacchi aerei.[10]

È solito festeggiare i gol segnati compiendo delle capriole all'indietro.[11][12] Il gesto atletico fu poi ripreso anche dall'UEFA in uno spot televisivo.[13]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Si fece notare nell'Ebedei, squadra di Lagos, allenato da Churchill Oliseh (fratello di Sunday, ex calciatore della Reggiana).[14] Lo stesso tecnico lo segnalò alla società emiliana, che lo acquistò assieme al connazionale Makinwa.[14][15]

Inter[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2001 fu ceduto all'Inter, nel cui settore giovanile vinse un Torneo di Viareggio e il Campionato Primavera.[16][17] L'allenatore Héctor Cúper lo aggregò alla prima squadra[18], facendolo esordire appena maggiorenne.[19] Durante la prima stagione segnò 3 gol[20], guadagnandosi un posto da titolare.[21][22][23][24] Nella seconda annata in nerazzurro, trovò 11 reti.[25]

Fu tra i protagonisti della vittoria in Coppa Italia nel 2004-05, realizzando 6 gol nel corso del torneo.[26][27] L'anno successivo i nerazzurri replicarono il successo in coppa, aggiudicandosi poi lo Scudetto in seguito ai fatti di Calciopoli.[28] Con la squadra milanese ha totalizzato 136 presenze e 49 gol.[9]

Durante l'esperienza con la Beneamata, fu anche al centro di un caso mediatico poiché la Federazione nigeriana gli attribuì erroneamente 27 anni in luogo degli effettivi 20.[29]

Newcastle[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate 2006 fu ceduto agli inglesi del Newcastle[30], ereditando il numero 9 di Shearer e distinguendosi - nel triennio a venire - per le capacità realizzative.[31]

Wolfsburg e Rubin Kazan[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 luglio 2009 viene acquistato a titolo definitivo dal Wolfsburg per una cifra che si aggira attorno ai 10,5 milioni di euro, firmando con il club tedesco un contratto quadriennale da 3,5 milioni a stagione.[32] Alla fine della stagione ha realizzato 6 gol in 16 partite di campionato. Il 10 luglio 2010, dopo soltanto un anno, viene ceduto a titolo definitivo al Rubin Kazan, club campione di Russia.[33][34]

Prestito al Birmingham City[modifica | modifica wikitesto]

Dopo 12 presenze e 2 gol segnati, il 30 gennaio 2011 passa in prestito fino a fine stagione al Birmingham. Il 19 febbraio segna al debutto in FA Cup nel 3-0 rifilato allo Sheffield Wednesday. Il 27 febbraio realizza la rete che permette alla sua squadra di battere l'Arsenal e conquistare la Carling Cup, secondo titolo nella storia del club inglese, 48 anni dopo il primo. Il 29 aprile, dopo sole 4 partite di campionato, si conclude anticipatamente la sua stagione per una frattura da stress ad una gamba[35].

Il ritorno al Rubin Kazan ed il passaggio al Levante[modifica | modifica wikitesto]

A fine stagione fa ritorno al Rubin Kazan per fine prestito. Segna il suo primo gol stagionale il 15 settembre 2011 in Europa League nello 0-3 esterno allo Shamrock Rovers. Nella gara di ritorno disputata il 30 novembre e vinta per 4-1 segna il quarto gol al minuto 62. Torna a segnare in campionato il 1º aprile 2012 realizzando il gol decisivo nella sfida vinta per 1-0 contro l'Anzhi. Il 14 settembre 2012 il Levante annuncia l'accordo con il giocatore con un contratto biennale con opzione per il terzo. Segna all'esordio contro la Real Sociedad decidendo il match, finito 2-1 per il Levante. Segna anche il gol partita contro il Valencia, dove la partita finirà 1-0.[36] L'11 marzo 2013 risolve il contratto che lo legava al Levante pagando la clausola rescissoria[37] di 3 milioni di euro.[38]

Seattle Sounders[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 marzo 2013 passa a titolo definitivo ai Seattle Sounders, squadra della Major League Soccer. Dopo qualche mese di ambientamento, il giocatore inizia a segnare concludendo la sua prima stagione americana con un discreto bottino di 8 gol in campionato (in 20 presenze). Nella stagione successiva, invece, Martins è assoluto protagonista ed i 17 gol e 13 assist (in campionato) gli valgono la candidatura al premio MLS MVP 2014 ed il rinnovo del contratto per altri 2 anni.

Shanghai Shenhua[modifica | modifica wikitesto]

Il 18 febbraio 2016 viene acquistato dallo Shanghai Shenhua per l'equivalente di 2,7 milioni di euro. Nella sua avventura in Cina, però, non viene considerato come un titolare e gioca solo pochi minuti di partita, riuscendo a segnare il primo gol solo dopo 8 presenze, nella vittoria contro il Guangzhou R&F, dopo un minuto dal suo ingresso in campo. Con sei reti in 7 presenze, contribuisce alla vittoria della Coppa della Cina da parte della sua squadra. Inizia la stagione 2018 con alcune presenze in AFC e al suo esordio in campionato segna una tripletta contro l'Hebei.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

L'esordio con la Nazionale avvenne il 29 maggio 2004, quando segnò anche un gol nell'amichevole vinta per 3-0 contro l'Irlanda.[39] Un anno dopo, minacciò di interrompere il proprio rapporto con la squadra a seguito del giallo sorto sull'età.[29] La Federazione, che ne aveva indicato la data di nascita al 1º maggio 1978, si scusò dell'errore e l'attaccante tornò sulla sua decisione.[40] Fu convocato per la Coppa d'Africa 2006, in cui una doppietta al Senegal permise ai nigeriani di qualificarsi per i quarti.[41][42] Le Aquile sconfissero quindi la Tunisia ai rigori (con lo stesso Martins autore di un centro dal dischetto[43]) ma in semifinale si arresero alla Costa d'Avorio.[44] La sua squadra finì al terzo posto la competizione.[45]

Il 14 novembre 2009, segna - dopo essere subentrato - una doppietta al Kenya che vale l'accesso ai Mondiali 2010.[46] Presente alla fase finale[47], non riesce ad evitare l'eliminazione al primo turno.[48] Nel 2014, in seguito a dissidi con alcuni compagni, annuncia l'addio alla Nazionale.[49]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 3 aprile 2018.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2000-2001 Italia Reggiana C1 2 0 CI-C 0 0 - - - - - - 2 0
2001-2002 Italia Inter A 0 0 CI 0 0 CU - - - - - 0 0
2002-2003 A 4 1 CI 2 0 UCL 4 2 - - - 10 3
2003-2004 A 25 7 CI 3 1 UCL+CU 5+4 1+2 - - - 37 11
2004-2005 A 31 11 CI 6 6 UCL 8 5 - - - 45 22
2005-2006 A 28 9 CI 5 2 UCL 9[50] 2[51] SI 1 0 43 13
Totale Inter 88 28 16 9 30 12 1 0 135 49
2006-2007 Inghilterra Newcastle PL 33 11 FACup+CdL 2+2 0 CU 9 6 - - - 46 17
2007-2008 PL 31 9 FACup+CdL 1+1 0+1 - - - - - - 33 10
2008-2009 PL 24 8 FACup+CdL 0+1 0 - - - - - - 25 8
Totale Newcastle 88 28 7 1 9 6 - - 104 35
2009-2010 Germania Wolfsburg BL 16 6 CG 1 0 UCL+UEL 4+4 0+1 - - - 25 7
2010-gen. 2011 Russia Rubin Kazan PL 12 2 KR 0 0 UCL 5 0 - - - 17 2
gen.-giu. 2011 Inghilterra Birmingham City PL 4 0 FACup+CdL 1+1 1+1 - - - - - - 6 2
2011-2012 Russia Rubin Kazan PL 8 1 KR 1 0 UCL+UEL 1[52]+7 0+2 - - - 17 3
ago. 2012 PL 0 0 KR 0 0 UEL - - SR 1 0 1 0
Totale Rubin Kazan' 20 3 1 0 13 2 1 0 35 5
2012-mar. 2013 Spagna Levante PD 21 7 CR 3 0 UEL 3 2 - - - 27 9
2013 Stati Uniti Seattle Sounders MLS 20+1[53] 8 USOC 1 0 - - - - - - 22 8
2014 MLS 31+4[53] 17 USOC 2 2 - - - - - - 37 19
2015 MLS 21+3[53] 15 USOC 1 1 CCL 0 0 - - - 25 16
Totale Seattle Sounders 72+8 40 4 3 0 0 - - 83 43
2016 Cina Shanghai Shenhua CSL 26 9 CC 5 6 - - - - - - 31 15
2017 CSL 13 7 CC 7 6 ACL 1[52] 0 - - - 21 13
2018 CSL 1 3 CC 0 0 ACL 5 1 SC 1 0 7 4
Totale Shanghai Shenhua 40 19 12 12 6 1 - - 59 32
Totale carriera 351+8 131 46 27 68 24 3 0 476 182

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Nigeria
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
29-5-2004 Londra Irlanda Irlanda 0 – 3 Nigeria Nigeria Amichevole 1 Uscita al 83’ 83’
5-6-2004 Abuja Nigeria Nigeria 2 – 0 Ruanda Ruanda Qual. Mondiali 2006 2
3-7-2004 Abuja Nigeria Nigeria 1 – 0 Algeria Algeria Qual. Mondiali 2006 - Uscita al 79’ 79’
17-11-2004 Johannesburg Sudafrica Sudafrica 2 – 1 Nigeria Nigeria Amichevole -
26-3-2005 Port Harcourt Nigeria Nigeria 2 – 0 Gabon Gabon Qual. Mondiali 2006 - Uscita al 78’ 78’
5-6-2005 Kigali Ruanda Ruanda 1 – 1 Nigeria Nigeria Qual. Mondiali 2006 1
17-8-2005 Tripoli Libia Libia 0 – 1 Nigeria Nigeria Amichevole -
4-9-2005 Orano Algeria Algeria 2 – 5 Nigeria Nigeria Qual. Mondiali 2006 3
8-10-2005 Abuja Nigeria Nigeria 5 – 1 Zimbabwe Zimbabwe Qual. Mondiali 2006 2 Uscita al 87’ 87’
23-1-2006 Porto Said Nigeria Nigeria 1 – 0 Ghana Ghana Coppa d'Africa 2006 - 1º turno -
27-1-2006 Porto Said Nigeria Nigeria 2 – 0 Zimbabwe Zimbabwe Coppa d'Africa 2006 - 1º turno -
31-1-2006 Porto Said Nigeria Nigeria 2 – 0 Senegal Senegal Coppa d'Africa 2006 - 1º turno 2
4-2-2006 Porto Said Nigeria Nigeria 1 – 1 dts
(6 - 5 dcr)
Tunisia Tunisia Coppa d'Africa 2006 - Quarti -
7-2-2006 Alessandria d'Egitto Nigeria Nigeria 0 – 1 Costa d'Avorio Costa d'Avorio Coppa d'Africa 2006 - Semifinale -
9-2-2006 Il Cairo Senegal Senegal 0 – 1 Nigeria Nigeria Coppa d'Africa 2006 - Finale 3º posto -
8-10-2006 Maseru Lesotho Lesotho 0 – 1 Nigeria Nigeria Qual. Coppa d'Africa 2008 -
24-3-2007 Abeokuta Nigeria Nigeria 1 – 0 Uganda Uganda Qual. Coppa d'Africa 2008 -
2-6-2007 Kampala Uganda Uganda 2 – 1 Nigeria Nigeria Qual. Coppa d'Africa 2008 -
17-6-2007 Niamey Niger Niger 1 – 3 Nigeria Nigeria Qual. Coppa d'Africa 2008 -
14-10-2007 Ciudad Juárez Messico Messico 2 – 2 Nigeria Nigeria Amichevole 2
17-11-2007 Londra Australia Australia 0 – 1 Nigeria Nigeria Amichevole - Cap.
21-1-2008 Sekondi-Takoradi Nigeria Nigeria 0 – 1 Costa d'Avorio Costa d'Avorio Coppa d'Africa 2008 - 1º turno - Ammonizione al 33’ 33’ Uscita al 79’ 79’
25-1-2008 Sekondi-Takoradi Nigeria Nigeria 0 – 0 Mali Mali Coppa d'Africa 2008 - 1º turno - Uscita al 46’ 46’
29-3-2009 Maputo Mozambico Mozambico 0 – 0 Nigeria Nigeria Qual. Mondiali 2010 -
11-10-2009 Abuja Nigeria Nigeria 0 – 0 Mozambico Mozambico Qual. Mondiali 2010 - Ingresso al 56’ 56’
14-11-2009 Nairobi Kenya Kenya 2 – 3 Nigeria Nigeria Qual. Mondiali 2010 2 Ingresso al 60’ 60’
20-1-2010 Lubango Nigeria Nigeria 3 – 0 Mozambico Mozambico Coppa d'Africa 2010 - 1º turno 1 Ingresso al 68’ 68’
25-1-2010 Lubango Zambia Zambia 0 – 0 dts
(4 - 5 dcr)
Nigeria Nigeria Coppa d'Africa 2010 - Quarti - Ingresso al 70’ 70’
28-1-2010 Luanda Ghana Ghana 1 – 0 Nigeria Nigeria Coppa d'Africa 2010 - Semifinale -
30-1-2010 Benguela Nigeria Nigeria 1 – 0 Algeria Algeria Coppa d'Africa 2010 - Finale 3º posto - Ingresso al 65’ 65’
25-5-2010 Wattens Nigeria Nigeria 0 – 0 Arabia Saudita Arabia Saudita Amichevole - Ingresso al 60’ 60’
30-5-2010 Milton Keynes Nigeria Nigeria 1 – 1 Colombia Colombia Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
6-6-2010 Johannesburg Nigeria Nigeria 3 – 1 Corea del Nord Corea del Nord Amichevole 1 Ingresso al 84’ 84’
12-6-2010 Johannesburg Argentina Argentina 1 – 0 Nigeria Nigeria Mondiali 2010 - 1º turno - Ingresso al 52’ 52’
22-6-2010 Durban Nigeria Nigeria 2 – 2 Corea del Sud Corea del Sud Mondiali 2010 - 1º turno - Ingresso al 57’ 57’
11-8-2010 Suwon Corea del Sud Corea del Sud 2 – 1 Nigeria Nigeria Amichevole -
5-9-2010 Calabar Nigeria Nigeria 2 – 0 Madagascar Madagascar Qual. Coppa d'Africa 2012 1
10-10-2010 Conakry Guinea Guinea 1 – 0 Nigeria Nigeria Qual. Coppa d'Africa 2012 -
14-11-2012 Miami Venezuela Venezuela 1 – 3 Nigeria Nigeria Amichevole - Uscita al 60’ 60’
23-3-2013 Calabar Nigeria Nigeria 1 – 1 Kenya Kenya Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 60’ 60’
13-11-2015 Lobamba Swaziland Swaziland 0 – 0 Nigeria Nigeria Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 71’ 71’
17-11-2015 Port Harcourt Nigeria Nigeria 2 – 0 Swaziland Swaziland Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 74’ 74’
Totale Presenze 42 Reti (5º posto) 18

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Inter: 2001-2002
Inter: 2002

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Inter: 2004-2005, 2005-2006
Inter: 2005
Inter: 2005-2006
Birmingham City: 2010-2011
Rubin Kazan: 2011-2012
Rubin Kazan: 2012
Seattle Sounders FC: 2014
Seattle Sounders FC: 2014
Shanghai Shenhua: 2017

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

  • Talento più promettente dell'anno della CAF: 2
2003, 2004
  • Gol dell'anno della MLS: 1
2014
2014
2017 (6 reti)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 80 (40) se si comprendono le presenze nei play-off.
  2. ^ Martins perde la mamma morta in un incendio, su gazzetta.it, 25 luglio 2008.
  3. ^ Simona Marchetti, Martins piange la madre "Era tutta la mia vita", su gazzetta.it, 2 agosto 2008.
  4. ^ Lucio Luca, Lo schiaffo di Zoro ai razzisti Basta, sospendiamo la partita, in la Repubblica, 28 novembre 2005, p. 44.
  5. ^ (EN) Obafemi Martins' foundation set for massive charity work, su sunnewsonline.com, 5 novembre 2016.
  6. ^ (EN) Shina Oludare, Obafemi Martins' foundation donates to Nigerians with disabilities, su goal.com, 21 marzo 2017.
  7. ^ Camera Café: episodio 2x9, Babbo Natale, Italia 1.
  8. ^ Camera Café: episodio 3x6, La figurina, Italia 1.
  9. ^ a b Tale padre, tale figlio? Kevin Maussi Martins nell'Under 14, su gazzetta.it, 29 agosto 2018.
  10. ^ a b Sebastiano Vernazza, Il calcio a nove metri al secondo, in La Gazzetta dello Sport, 10 settembre 2005.
  11. ^ Martins: "Quando segno voglio sempre fare la capriola", su inter.it, 23 dicembre 2002.
  12. ^ Gianni Piva, Dribbling, sogni, gol e capriole Io, il piccolo Martins tra i vip, in la Repubblica, 21 marzo 2003, p. 54.
  13. ^ Andrea Sorrentino, Martins, scatti gol e timidezza Le mie capriole per Mancini, in la Repubblica, 4 febbraio 2005, p. 48.
  14. ^ a b (EN) Martins: I've had so many sweet moments, su fifa.com, 1º settembre 2014.
  15. ^ Ezio Fanticini, Reggiana, la mia Africa, in La Gazzetta dello Sport, 12 febbraio 2003.
  16. ^ Franco Calamai e Manlio Gasparotto, La festa è tutta dell'Inter, in La Gazzetta dello Sport, 12 febbraio 2002.
  17. ^ Primavera: l'Inter contro l'Atalanta cerca lo scudetto dopo il Viareggio, in La Gazzetta dello Sport, 6 giugno 2002.
  18. ^ Tre Primavera con la squadra di Cuper: Obafemi Martins, su inter.it, 22 giugno 2002.
  19. ^ Inter, addio alla Coppa la festa è del Bari, su repubblica.it, 19 dicembre 2002.
  20. ^ Moratti: "Felice per Martins, una scommessa vincente", su inter.it, 20 marzo 2003.
  21. ^ Luca Taidelli, Martins-Rebecchi, Inter al verde, su gazzetta.it, 27 luglio 2003.
  22. ^ Dimitri Canello, Martins e Vieri, l'Inter già corre, in la Repubblica, 30 luglio 2003, p. 46.
  23. ^ Gianluca Moresco, Tutti pazzi per Martins Mi sento come Ronaldo, in la Repubblica, 3 agosto 2003, p. 36.
  24. ^ Livia Taglioli, Crespo protegge Martins, su gazzetta.it, 11 agosto 2003.
  25. ^ Gianni Piva, Ancora Recoba, così l'Inter va ma quanta paura con il Benfica, in la Repubblica, 26 marzo 2004, p. 58.
  26. ^ Gianni Piva, Martins, il momento magico continua, in la Repubblica, 13 gennaio 2005, p. 55.
  27. ^ Nicola Cecere, L'Inter con Oba Oba buca la nebbia, in La Gazzetta dello Sport, 13 gennaio 2005.
  28. ^ Riccardo Pratesi, Inter, la Coppa è ancora tua, su gazzetta.it, 11 maggio 2006.
  29. ^ a b Martins, scintille tra Inter e Nigeria Mezzo giallo sull'età di "Oba Oba", su repubblica.it, 4 agosto 2005.
  30. ^ Mercato: Martins al Newcastle, su inter.it, 25 agosto 2006.
  31. ^ (EN) Simon Turnbull, Newcastle Utd 2 Watford 1: Martins is a folk hero in the making, in The Independent, 17 dicembre 2006.
  32. ^ Annuncio sul sito ufficiale del Wolfsburg, su vflwolfsburg.de. URL consultato il 31 luglio 2009 (archiviato dall'url originale il 3 agosto 2009).
  33. ^ Ufficiale:Martins al Rubin Kazan
  34. ^ (EN) Obafemi Martins on the way to Rubin Kasan
  35. ^ Birmingham City: stagione finita per Martins, sportmediaset.it, 29 aprile 2011.
  36. ^ UFFICIALE: Levante, firma Obafemi Martins, tuttomercatoweb.com, 14 settembre 2012.
  37. ^ (ES) Martins depositato la clausola risolutiva nel LFP Archiviato il 13 marzo 2013 in Internet Archive. es.levanteud.com
  38. ^ Liga: Martins lascia il Levante Archiviato il 16 dicembre 2013 in Internet Archive. Corrieredellosport.it
  39. ^ (EN) Christopher Davies, Martins magic sinks Irish, in The Telegraph, 31 maggio 2004.
  40. ^ (EN) NFA embarrasses Obafemi Martins, ridicules Nigeria, su allafrica.com, 4 agosto 2005.
  41. ^ C. d'Africa 2006: doppietta di Martins, su inter.it, 31 gennaio 2006.
  42. ^ Oba Oba ispirato da Kanu, in La Gazzetta dello Sport, 1º febbraio 2006.
  43. ^ Nigeria in semifinale, su it.eurosport.com, 4 febbraio 2006.
  44. ^ (EN) Farayi Mungazi, Ivory Coast 1-0 Nigeria, su news.bbc.co.uk, 7 febbraio 2006.
  45. ^ (EN) Nigeria take consolation prize, su eurosport.com, 9 febbraio 2006.
  46. ^ Stefano Boldrini, Nigeria e Camerun ok Egitto-Algeria si rigioca, in La Gazzetta dello Sport, 15 novembre 2009.
  47. ^ La promessa di Martins "In Sudafrica farò capriole", su repubblica.it, 25 maggio 2010.
  48. ^ Marco Gaetani, Follia Kaita, Nigeria ko Grecia, successo storico, su repubblica.it, 17 giugno 2010.
  49. ^ Massimo Lopes Pegna, Usa, Martins segna a Seattle: "Mi sono rifatto una vita, Balo un bravo ragazzo", su gazzetta.it, 2 dicembre 2014.
  50. ^ Una presenza nei turni preliminari.
  51. ^ Una rete nei turni preliminari.
  52. ^ a b Nei turni preliminari.
  53. ^ a b c Play-off.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]