Conakry

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Conakry
città-regione
(FR) Conakry
Kɔnakiri
Conakry – Veduta
Localizzazione
StatoGuinea Guinea
Amministrazione
Amministratore localeSékou Resco Camara dal 2010
Territorio
Coordinate9°30′36″N 13°42′58″W / 9.51°N 13.716111°W9.51; -13.716111 (Conakry)Coordinate: 9°30′36″N 13°42′58″W / 9.51°N 13.716111°W9.51; -13.716111 (Conakry)
Superficie450 km²
Abitanti3 667 582[1] (2014)
Densità8 150,18 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+0
ISO 3166-2GN-C
Cartografia
Conakry – Localizzazione

Conakry (o anche Konakry, in malinké Kɔnakiri) è la capitale e la città più popolosa della Guinea. Porto sull'Oceano Atlantico, si sviluppa sul lembo settentrionale dell'isola Tombo.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la leggenda, il nome della città sarebbe frutto dell'unione del nome Cona, un tipo di vino locale prodotto dalla popolazione Baga, e la parola Nakiri, che significa "l'altra riva".

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Conakry si sviluppò sull'isola di Tombo all'estremità della penisola di Kaloum, alla quale è oggi collegata da un istmo, e sulla quale la città si è espansa. Conakry venne fondata dopo che i britannici cedettero l'isola alla Francia nel 1887. Divenne la capitale della Guinea Francese attorno al 1904 e prosperò come porto per le esportazioni guadagnandosi il nome di "Parigi d'Africa", in particolare il suo sviluppo crebbe quando venne attivata la ferrovia (oggi chiusa) che la collegava a Kankan.

Nel 1970 il conflitto tra l portoghesi e le forze dell'Partito Africano per l'Indipendenza della Guinea e di Capo Verde (PAIGC) nella confinante Guinea portoghese (ora Guinea-Bissau) si spostò nella Repubblica di Guinea, quando un gruppo di circa 350 soldati portoghesi sbarcarono vicino a Conakry, attaccarono la città e liberarono centinaia di prigionieri di guerra tenuti lì dal PAIGC (Operazione mare verde).

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Suddivisioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Oggi la città è cresciuta lungo la penisola, formando cinque distretti principali. Partendo dalla punta della penisola questi sono:

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Tra le attrazioni della città troviamo:

Monumento per le vittime del 1970

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Nella città sono famosi i diversi mercati che si organizzano.

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Università[modifica | modifica wikitesto]

Oltre all'università, in città ha sede l'Istituto Politecnico di Conakry.

Musei[modifica | modifica wikitesto]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

Il sistema di numerazione delle strade di Conakry etichetta tutte le strade con KA, seguito da un numero a tre cifre: dispari per le strade orientate in direzione nord-sud, pari per quelle in direzione est-ovest (ad esempio KA002).

Aeroporti[modifica | modifica wikitesto]

A Matoto si trova l'aeroporto di Conakry, l'aeroporto Gbessia.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Conakry è la più grande città della Guinea e ne è il centro amministrativo, economico e delle comunicazioni. L'economia della città ruota attorno al porto, dotato di moderne strutture per la gestione e il carico dei cargo, attraverso i quali vengono imbarcati alluminio e banane. L'industria prevalente è quella alimentare e automobilistica.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Ambasciate e consolati[modifica | modifica wikitesto]

A Dixinn si trovano molte ambasciate.

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Institut National de la Statistique - Dati preliminari del censimento 2014 (PDF), su stat-guinee.org. URL consultato il 20 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 13 luglio 2014).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN158291510 · LCCN (ENn81149550 · GND (DE4598760-9 · WorldCat Identities (ENn81-149550
Africa Occidentale Portale Africa Occidentale: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Africa Occidentale