Porto-Novo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Porto Novo (disambigua).
Porto-Novo
comune
Porto-Novo – Veduta
Laguna di Porto Novo
Localizzazione
StatoBenin Benin
DipartimentoOuémé
Amministrazione
SindacoMoukaram Océni dal 2008
Territorio
Coordinate6°28′59.88″N 2°37′00.12″E / 6.4833°N 2.6167°E6.4833; 2.6167 (Porto-Novo)Coordinate: 6°28′59.88″N 2°37′00.12″E / 6.4833°N 2.6167°E6.4833; 2.6167 (Porto-Novo)
Altitudine38 m s.l.m.
Superficie52 km²
Abitanti267 191 (2009)
Densità5 138,29 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Benin
Porto-Novo
Porto-Novo
Sito istituzionale

Porto-Novo è la capitale ufficiale del Benin e il capoluogo del dipartimento di Ouémé con 255.878 abitanti (stima 2006).[1] È un porto affacciato sulla laguna di Porto-Novo, un braccio del golfo di Guinea. Porto-Novo è la seconda città per dimensioni del Benin, ma è meno importante dal punto di vista commerciale e industriale di Cotonou. La città è il centro agricolo della regione, il cui prodotto principale è l'olio di palma. Esporta inoltre cotone e kapok.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Porto-Novo venne probabilmente fondata alla fine del XVI secolo dal popolo gun. Deve il suo nome ai portoghesi, (Porto-Novo significa "porto nuovo"), che vi costruirono uno scalo commerciale nel XVII secolo allo scopo di imbarcare gli schiavi africani diretti nelle Americhe. Il regno di Porto-Novo accettò la protezione francese nel 1863 allo scopo di difendersi dall'accerchiamento britannico. Comunque, il confinante regno di Abomey non tollerava la presenza francese e scoppiò la guerra. Nel 1883 la marina francese sbarcò a Porto-Novo e Cotonou, e Porto-Novo venne inclusa nella colonia francese del Dahomey, della quale nel 1900 divenne la capitale.

Turismo[modifica | modifica wikitesto]

Nella città si trovano l'Istituto di Studi Superiori del Benin, il museo di etnografia di Porto-Novo e il palazzo di re Toffa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Stima popolazione nel 2006 da GeoHive, su geohive.com. URL consultato il 30 ottobre 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN139558868 · LCCN (ENn80165057 · GND (DE4116069-1 · BNF (FRcb119456832 (data)
Africa Occidentale Portale Africa Occidentale: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Africa Occidentale