Foot-Ball Club Juventus 1908-1909

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Juventus Football Club.

Foot-Ball Club Juventus
Foot-Ball Club Juventus 1909.jpg
I bianconeri vincitori del titolo "italiano"
Stagione 1908-1909
PresidenteItalia Carlo Vittorio Varetti
Campionato Federale3º nel girone eliminatorio
Campionato ItalianoVincitore

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Foot-Ball Club Juventus nelle competizioni ufficiali della stagione 1908-1909.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1909 il sistema dei due campionati "federale" (aperto agli stranieri) e "italiano" (aperto solo ai calciatori italiani) venne riproposto, e la Juventus partecipò a entrambi i campionati. Al campionato "federale", o "Coppa Zaccaria Oberti", iniziato a gennaio, fu eliminata al primo turno delle eliminatorie piemontesi dal Torino, a sua volta eliminato nel turno successivo dalla Pro Vercelli alla fine vincitrice del torneo.[1] La Stampa, commentando l'eliminazione, affermò: «E la Juventus godrà di un certo riposo, che le auguriamo foriero di miglioramento di stile di gioco, e preludio necessario ad assicurarsi l'altro campionato, quello più ambito ancora: il Campionato italiano!».[2]

Il campionato "italiano" (o "Coppa Romolo Buni") iniziò invece a marzo e fu trionfale per la Juventus che, superate le eliminatorie piemontesi grazie ai forfait di Torino e Pro Vercelli, sconfisse dapprima la Doria nella semifinale ligure-piemontese[3][4][5] e poi, in finale, la USM (1-1 in casa, 2-1 in trasferta), vincitore della semifinale lombardo-veneta (dove aveva sconfitto il Vicenza con un complessivo 10-1, 2-1 all'andata e 8-0 al ritorno), aggiudicandosi così la Coppa Romolo Buni e il Campionato italiano di Prima Categoria,[6] chiudendosi in tal modo il ciclo dei giocatori-pionieri come Umberto Malvano e Domenico Donna.

La FIF, tuttavia, legittimò a posteriori come titolo di "Campione d'Italia" il trofeo federale vinto dalla Pro Vercelli e disconobbe quello italiano ottenuto dai bianconeri, a causa dell'attività di boicottaggio dei club contrari alla divisione del campionato: destino esattamente opposto a quello dei tornei del 1908.

Maglie[modifica | modifica wikitesto]

A seguito di una modifica del regolamento del gioco del calcio, da questa stagione divenne obbligatorio per il portiere indossare una divisa diversa da quella dei giocatori di movimento.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Portiere

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Domenico Durante
Italia D Chiaffredo Mastrella
Italia D Luigi Barberis
Italia D Gioacchino Armano
Italia D Carlo Longo
Italia D Giuseppe Servetto
Italia D Fernando Nizza
Italia C Aldo Colombo
Italia C Alfredo Ferraris
Svizzera C Oscar Frey
Italia C Casimiro Nay
Italia C Carlo Bianchi
Italia C Marcello Bertinetti
N. Ruolo Giocatore
Italia C Riccardo Ajmone Marsan
Italia C Alessandro Ajmone Marsan
Svizzera C Giuseppe Hess
Scozia C Frederic Dick
Italia A Alberto Barberis
Italia A Angelo Besozzi
Svizzera A Alfred Jacquet
Italia A Ernesto Borel
Italia A Ettore Corbelli
Italia A Giovanni Mazzonis
Italia A Sandro Collino
Italia A Giovanni Goccione
Italia A Domenico Donna

Campionato Federale di Prima Categoria[modifica | modifica wikitesto]

Piemonte[modifica | modifica wikitesto]

  • Primo turno
domenica 10 gennaio 1909 Flag - Garnet with white bull.svg Torino 1 - 0 Juventus Velodromo Umberto I, Torino
Arbitro: Meazza
Capra II


domenica 17 gennaio 1909 Juventus 3 - 1 Flag - Garnet with white bull.svg Torino Campo di corso Sebastopoli, Torino
Arbitro: Goodley
E. Borel
E. Borel
Frey
Capra II
  • Spareggio
domenica 24 gennaio 1909 Flag - Garnet with white bull.svg Torino 1 - 0 Juventus Sede: Torino
Arbitro: Radice
Zuffi I (42°)

Campionato Italiano di Prima Categoria[modifica | modifica wikitesto]

Eliminatorie Piemonte[modifica | modifica wikitesto]

Eliminatorie torinesi - primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Torino
28 marzo 1909
Juventus2 – 0 (forfait)Torino

Eliminatorie torinesi - secondo turno[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[7]

Torino
25 aprile 1909
Juventus1 – 0
referto
Piemonte
Arbitro:  Alziator (Milano)

Eliminatorie piemontesi - finale[modifica | modifica wikitesto]

Torino
2 maggio 1909
Juventus2 – 0 (forfait)Pro Vercelli

Qualificata: Juventus
Note

  • I risultati sono presi da Chiesa, op. cit., p. 24, fatta eccezione per la data di Pro Vercelli-Juventus 0-2 per rinuncia, che Chiesa data al 18 aprile, ma che una fonte online bianconera data al 2 maggio. In questo caso si è deciso di privilegiare la fonte online bianconera perché lo stesso Chiesa a p. 21 cita un articolo de La Stampa del 26 aprile 1909 in cui si asserisce che "con l'odierna vittoria sull'FC Piemonte, il FC Juventus entra nel primo girone, come vincitore delle eliminatorie torinesi, contro la Pro Vercelli, la quale, però, a quanto dicesi, pare intenda ritirarsi dall'agone dei campionati italiani di Prima Categoria". È quindi evidente che la Juventus doveva scontrarsi con la Pro Vercelli solo successivamente alla vittoria contro il Piemonte del 25 aprile, conseguentemente la data del 18 aprile per Pro Vercelli-Juventus è una svista di Chiesa.
  • Secondo sempre Chiesa, questo incontro
Torino
4 aprile 1909
Juventus0 – 0Piemonte

si sarebbe disputato il 4 aprile, ma sembra essere un'altra svista di Chiesa, perché La Stampa sostiene che in quello stesso giorno il Piemonte (prima squadra) aveva giocato a Genova contro il Genoa II per le Finali del Campionato Federale di Seconda Categoria. Essendo praticamente impossibile che una squadra abbia potuto giocare due incontri di campionato in due città diverse nello stesso giorno (ed apparendo strano che La Stampa non abbia citato il presunto incontro con la Juventus terminato 0-0), anche questa partita, con ogni probabilità, è una svista di Chiesa.
  • La vera e unica partita Juventus-Piemonte fu disputata il 25 aprile. Inizialmente il Piemonte era impegnato il 25 aprile nel Campionato Federale di Seconda Categoria contro il Genoa II, ma avendo i liguri dato forfait, la FIF decise di far disputare il 25 aprile, in luogo della partita Piemonte-Genoa II, la partita valida per la Prima Categoria Juventus-Piemonte.

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Genova
9 maggio 1909
Andrea Doria3 – 1
referto
Juventus

Torino
16 maggio 1909
Juventus4 – 2
referto
Andrea Doria
Arbitro:  Berardo (Torino)

Nota: discordanza di fonti. Secondo juworld.net, la sequenza di reti sarebbe: "3' Goccione, 35' Baglietto, 39' Bianchi C., st Donna, st Donna, st Calì (I) F. su rigore", "togliendo" dunque due reti a Borel.

Spareggio[modifica | modifica wikitesto]

Milano
23 maggio 1909
Juventus1 – 0 (dts)
referto
Andrea Doria
Arbitro:  Meazza (Milano)

Nota: Il marcatore, non citato da La Stampa, è preso da qui.

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Torino
30 maggio 1909
Juventus1 – 1
referto
US Milanese
Arbitro:  Gama (Milano)

Milano
6 giugno 1909
US Milanese1 – 2
referto
Juventus

Nota: discordanza sul minuto della marcatura di Pizzi: secondo www.myjuve.it avvenne al 40', secondo Juworld.net al 31'.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Finale del Campionato Federale a Milano. USM e Pro Vercelli fanno match pari., in La Stampa, 26 aprile 1909, p. 5. URL consultato il 17 aprile 2012.
  2. ^ I Campionati Federali a Torino. La vittoria del FC Torino., in La Stampa, 25 gennaio 1909, p. 4. URL consultato il 17 aprile 2012.
  3. ^ L'Andrea Doria vince la semifinale del Campionato Italiano, in La Stampa, 10 maggio 1909, p. 4. URL consultato il 17 aprile 2012.
  4. ^ Il campionato italiano. La gara di ieri a Torino., in La Stampa, 17 maggio 1909, p. 5. URL consultato il 17 aprile 2012.
  5. ^ La Juventus batte l'Andrea Doria a Milano., in La Stampa, 24 maggio 1909, p. 5. URL consultato il 17 aprile 2012.
  6. ^ Il F.C. Juventus vince il Campionato Italiano., in La Stampa, 7 giugno 1909, p. 5. URL consultato il 17 aprile 2012.
  7. ^ I Campionati Italiani a Torino., La Stampa, 26 aprile 1909, p. 5. URL consultato il 17 aprile 2012.