Marcello Bertinetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marcello Bertinetti
Marcello Bertinetti.JPG
Nazionalità Italia Italia
Scherma Fencing pictogram.svg
Specialità Sciabola, Spada
Palmarès
Italia Italia
Giochi Olimpici 2 1 1
Mondiali 0 0 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 25 giugno 2009
Marcello Bertinetti
Marcello Bertinetti arbitro.jpg
Bertinetti in tenuta arbitrale.
Informazioni personali
Arbitro di Football pictogram.svg Calcio
Sezione All'epoca non esisteva la sezione di Vercelli.
Attività nazionale
Anni Campionato Ruolo
1906-1915 Prima Categoria Arbitro
Marcello Bertinetti
Marcello Bertinetti.JPG
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centravanti
Carriera
Squadre di club1
1908-1909Pro Vercelli6 (?)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Marcello Bertinetti (Vercelli, 26 aprile 1885Vercelli, 2 gennaio 1967[1]) è stato uno schermidore e arbitro di calcio italiano, vincitore di due medaglie d'oro, una d'argento ed una di bronzo nella scherma ai giochi olimpici. Insieme all'avvocato penalista (e già presidente del sodalizio del 1892) Luigi Bozino, nel 1906[2] fondò la mitica Sezione Calcio della Pro Vercelli (di cui fu allenatore e giocatore), che in breve tempo si imporrà come il principale club calcistico italiano, arrivando a conquistare 7 scudetti e un secondo posto nel periodo 1908-1922, nonché ad essere la prima squadra italiana di calcio ad essere invitata in tournée in Brasile.

È il padre di Franco Bertinetti e nonno di Marcello "Cito" Bertinetti, a sua volta campione italiano di scherma nella spada[3]. A lui il comune di Vercelli ha dedicato una via della città[4].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

In carriera ha ottenuto i seguenti risultati:

Londra 1908: argento nella sciabola a squadre.
Parigi 1924: oro nella sciabola a squadre con Renato Anselmi, Guido Balzarini, Bino Bini, Vincenzo Cuccia, Oreste Moricca, Oreste Puliti e Giulio Sarrocchi e bronzo nella spada a squadre.
Amstardam 1928: oro nella spada a squadre con Giulio Basletta, Carlo Agostoni, Giancarlo Cornaggia-Medici, Renzo Minoli e Franco Riccardi.
Napoli 1929: bronzo nella spada individuale.

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Juventus: 1905
Pro Vercelli: 1907
Pro Vercelli: 1908, 1909

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Stampa, 3 gennaio 1967, pagina 8.
  2. ^ Baggioli.
  3. ^ La Stampa, 10 giugno 1973, pagina 22.
  4. ^ Come da immagini su Google Maps, dove compare il suo nome e cognome e le sue date di nascita e di morte.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Vincenzo Baggioli, Storia del calcio italiano, Roma, De Carlo Editore, 1943, pp. 59 e II delle illustrazioni (sua foto).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]