Tullio Bozza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tullio Bozza
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Scherma Fencing pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Spada
Palmarès
Giochi olimpici 1 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 20 gennaio 2011

Tullio Bozza (Napoli, 3 febbraio 1891Napoli, 13 febbraio 1922) è stato uno schermidore italiano, campione olimpico nella spada a squadre ai Giochi di Anversa 1920.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Di Tullio Bozza, morto tragicamente nel 1922 a soli 31 anni, si ricorda la storia d'amore con la scrittrice Sibilla Aleramo (pseudonimo di Rina Faccio), la quale dedicò a questa relazione un poema drammatico in tre atti dal titolo Endimione[1].

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Ai Giochi olimpici di Anversa 1920 partecipò anche alla gara individuale di spada ove fu eliminato nei quarti di finale.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato
1920 Giochi olimpici Belgio Anversa Spada a squadre Oro

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Vita di Sibilla Aleramo

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Tullio Bozza in sports-reference.com, Sports Reference LLC.