Giochi della VII Olimpiade

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giochi della VII Olimpiade
Logo
Città ospitante Anversa, Belgio
Nazioni partecipanti 29 (vedi sotto)
Atleti partecipanti 2.626
(2.561 Uomini - 65 Donne)
Competizioni 154 in 22 sport
Cerimonia apertura 20 aprile 1920
Cerimonia chiusura 12 settembre 1920
Aperti da Alberto I del Belgio
Giuramento atleti Victor Boin
Stadio Stadio Olimpico di Anversa
Cronologia dei Giochi olimpici
Giochi precedenti Giochi successivi
Stoccolma 1912 Parigi 1924
Medagliere
Nazione Medaglie d'oro vinte Medaglie d'argento vinte Medaglie di bronzo vinte Medaglie complessive vinte
Stati Uniti Stati Uniti 41 27 27 95
Svezia Svezia 19 20 25 64
Regno Unito Regno Unito 15 15 13 43

I Giochi della VII Olimpiade si sono svolti a Anversa (Belgio) dal 20 aprile al 12 settembre 1920.

Avvenimenti[modifica | modifica sorgente]

Nel 1919, dopo la cancellazione dell'Olimpiade che sarebbe dovuta svolgersi a Berlino tre anni prima, si scelse di affidare a una delle nazioni più colpite dalla Grande Guerra, il Belgio, l'organizzazione dei Giochi del 1920, ambiti anche da città come Roma, Budapest, Amsterdam e Lione: la scelta ricadde invece su Anversa. La cerimonia d'apertura si tenne il 20 aprile 1920. Era stata presa la decisione di escludere dai Giochi Germania, Austria, Ungheria, Bulgaria e Turchia, paesi sconfitti nella prima guerra mondiale; la Germania, in segno di protesta contro l'occupazione francese della regione della Ruhr, non prenderà parte nemmeno ai Giochi Olimpici di Parigi del 1924. La Russia, invitata a partecipare, rifiutò per motivi politici.

Anche se non mancarono i problemi economici e di infrastrutture di un Belgio sulla via della ricostruzione, l'Olimpiade del 1920 riscosse un discreto successo, non tanto tra il pubblico quanto tra la critica, anche perché mai come prima i Giochi diventarono portatori di valori positivi: fu ad Anversa che per la prima volta venne recitato il Giuramento olimpico, dallo schermidore belga Victor Boin. Inoltre nacquero la Bandiera olimpica e la tradizione che vede liberare le colombe bianche durante la cerimonia d'apertura, a simboleggiare la pace.

Durante i Giochi venne organizzata una settimana dedicata agli sport invernali: fu dunque la prima volta ai Giochi olimpici per il pattinaggio di figura e per l'hockey su ghiaccio. Aumentarono inoltre le gare di nuoto e, soprattutto di tiro (per il quale si assegnano ben 19 medaglie), al punto da far circolare sui giornali la massima "Si è sparato più ad Anversa che durante la guerra"; vennero invece depennati i salti da fermo. Per la prima volta gli atleti italiani si presentarono alla manifestazione in tenuta azzurra.

Non mancarono gli episodi curiosi. La squadra di pallanuoto italiana, all'esordio, rinunciò a terminare la partita poiché la temperatura dell'acqua della piscina era troppo fredda. Inoltre, durante un'interminabile gara di tennis (14-12, 6-8, 5-7, 6-4, 6-4; la regola del tie-break non era stata ancora concepita) tra lo statunitense Lowe e il greco Zerlentis si assistette all'ammutinamento dei raccattapalle, troppo affamati per continuare.

Luoghi[modifica | modifica sorgente]

Da segnalare il fatto che una gara di vela fu effettuata in acque olandesi, perché considerate di una qualità superiore. Questo fatto unico di Olimpiade svoltasi in due nazioni diverse si ripeterà in maniera più accentuata anche all'Olimpiade di Melbourne del 1956

  • Antwerp - Ciclismo
  • Beerschot Tennis Club - Tennis
  • Beverloo Camp - Tiro
  • Brussels–Scheldt Maritime Canal - Canottaggio
  • Egmont Palace- Scherma
  • Campo Militaredi Hoogboom - Tiro
  • Jules Ottenstadion (Ghent) - Calcio
  • Nachtegalen Park - Tiro con l’arco
  • Olympisch Stadion - Atletica, Equitazione, Hockey su prato, Calcio, Ginnastica, Pentathlon moderno.
Paavo Nurmi ad Anversa nel 1920
  • Ostenda - Polo, Vela
  • Palais de Glace d'Anvers– Pattinaggio artistico, Hockey su ghiaccio
  • Stade Joseph Marien (Brussels) - Calcio
  • Stade Nautique d'Antwerp– Tuffi, Nuoto, Pallanuoto
  • Stadion Broodstraat - Calcio
  • Vélodrome d'Anvers Zuremborg – Ciclismo

I protagonisti[modifica | modifica sorgente]

  • Paavo Nurmi, finnico, vincitore dei 10.000 m piani, e dei 10.000 m di corsa campestre singola e a squadre diviene uno dei più grandi fondisti di sempre. Le sue vittorie sono ancora più spettacolari e, per quel tempo, innovative, perché egli è il primo a percorrere l’intera distanza con un ritmo costante, che segue una tabella di marcia realizzata dopo tanto duro allenamento.
  • Nel nuoto l’hawaiano Duke Kahanamoku, otto anni dopo Stoccolma, rivince i 100 m stile libero, e riesce anche a migliorare di tre secondi il suo record.
  • Ugo Frigerio, diciottenne di Milano si iscrive all’ultimo momento alla gara dei 10 km di marcia per fare pratica e vince a sorpresa la medaglia d’oro, Egli ripete poi il successo nei 3 km.
  • Nedo Nadi, il celebre schermitore conquista 5 medaglie d’oro e viene portato in trionfo dagli stessi avversari.
  • Giorgio Zampori è medaglia d’oro nel concorso generale individuale di ginnastica. La squadra italiana trionfa anche nella gara a squadre.

Medaglie per sport[modifica | modifica sorgente]

I vincitori di medaglie nei diversi sport:

Nazioni partecipanti ai giochi del 1920

Medagliere[modifica | modifica sorgente]

Squadra Gold medal.svg Silver medal.svg Bronze medal.svg Tot.
Stati Uniti Stati Uniti d'America 41 27 27 95
Svezia Svezia 19 20 25 64
Regno Unito Gran Bretagna 15 15 13 43
Finlandia Finlandia 15 10 9 34
Belgio Belgio 14 11 11 36
Norvegia Norvegia 13 9 9 31
Italia Italia 13 5 5 23
Francia Francia 9 19 13 41
Paesi Bassi Paesi Bassi 4 2 5 11
Danimarca Danimarca 3 9 1 13
Sudafrica Sudafrica 3 4 3 10
Canada Canada 3 3 3 9
Svizzera Svizzera 2 2 7 11
Estonia Estonia 1 2 0 3
Brasile Brasile 1 1 1 3
Australia Australia 0 2 1 3
Giappone Giappone 0 2 0 2
Spagna Spagna 0 2 0 2
Grecia Grecia 0 1 0 1
Lussemburgo Lussemburgo 0 1 0 1
Cecoslovacchia Cecoslovacchia 0 0 2 2
Nuova Zelanda Nuova Zelanda 0 0 1 1

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

giochi olimpici Portale Giochi olimpici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di giochi olimpici