Prima Categoria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo campionato italiano di inizio XX secolo, vedi Prima Categoria (campionato prime squadre).
Prima Categoria
Sport Football pictogram.svg Calcio
Tipo Club
Federazione FIGC-LND-Comitati Regionali
Paese Italia Italia
Organizzatore Lega Nazionale Dilettanti
Apertura Settembre
Chiusura Giugno
Partecipanti 16 squadre per ciascun girone
Formula 105 gironi all'italiana con eventuali play-off e playout
Promozione in Promozione
Retrocessione in Seconda Categoria
Sito Internet www.lnd.it
Storia
Fondazione 1959

La Prima Categoria è il quarto livello dilettantistico del campionato italiano di calcio ed è organizzato dalla Lega Nazionale Dilettanti tramite i Comitati Regionali, per i quali rappresenta il terzo torneo per importanza dopo l'Eccellenza e la Promozione. Solo in Trentino-Alto Adige i gironi trentini e quelli altoatesini sono organizzati direttamente dai rispettivi Comitati Autonomi Provinciali, mentre per le regioni Piemonte e Valle d'Aosta esiste un solo comitato regionale.

Regolamento[modifica | modifica wikitesto]

Elemento comune a tutti i 105 gironi è la promozione dei rispettivi vincitori al campionato di Promozione e la retrocessione delle squadre ultime classificate in Seconda Categoria, mentre variano localmente le società ammesse ai playoff e ai playout, le ulteriori retrocessioni dirette e il numero complessivo dei club partecipanti.[1]

Elenco dei gironi per regione[modifica | modifica wikitesto]

Il numero di partecipanti può variare nel corso degli anni.

  • Prima Categoria Abruzzo: 5 gironi da 16 squadre
  • Prima Categoria Basilicata: 2 gironi da 16 e 15 squadre
  • Prima Categoria Calabria: 4 gironi da 16 squadre
  • Prima Categoria Campania: 7 gironi da 16 squadre
  • Prima Categoria Emilia-Romagna: 8 gironi da 16 squadre
  • Prima Categoria Friuli-Venezia Giulia: 3 gironi da 16 squadre
  • Prima Categoria Lazio: 9 gironi da 16 squadre
  • Prima Categoria Liguria: 4 gironi da 16 squadre
  • Prima Categoria Lombardia: 12 gironi da 16 squadre
  • Prima Categoria Marche: 4 gironi da 16 squadre
  • Prima Categoria Molise: 3 gironi da 16 squadre
  • Prima Categoria Piemonte-Valle d'Aosta: 8 gironi da 16 squadre
  • Prima Categoria Puglia: 3 gironi da 16 squadre
  • Prima Categoria Sardegna: 5 gironi da 16 squadre
  • Prima Categoria Sicilia: 8 gironi da 14, 13 e 11 squadre
  • Prima Categoria Toscana: 6 gironi da 16 squadre
  • Prima Categoria Trentino-Alto Adige: 3 gironi da 14 squadre su base provinciale (in provincia di Bolzano il campionato assume anche il nome tedesco di 1. Amateurliga, ovvero "prima lega dilettantistica")
  • Prima Categoria Umbria: 3 gironi da 16 squadre
  • Prima Categoria Veneto: 8 gruppi di 16 squadre

Totale: 1 653 squadre.

Gli albori del calcio italiano[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Prima Categoria (campionato prime squadre).

Col nome di Prima Categoria erano conosciute le prime edizioni del campionato italiano di calcio fino al Primo dopoguerra. Quell'antico torneo, precursore dell'odierna Serie A, non ha ovviamente alcuna relazione con l'omonima manifestazione odierna.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Generalmente un distacco a doppia cifra comporta la ratifica immediata della classifica della stagione regolare.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio