Juventus Football Club 2000-2001

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Juventus Football Club.

Juventus Football Club
Stagione 2000-2001
AllenatoreItalia Carlo Ancelotti
PresidenteItalia Vittorio Caissotti di Chiusano
Serie A2º posto (in Champions League)
Champions LeaguePrima fase a gironi
Coppa ItaliaOttavi di finale
Maggiori presenzeCampionato: van der Sar (34)
Totale: van der Sar (42)
Miglior marcatoreCampionato: Trezeguet (14)
Totale: Inzaghi (16)
StadioDelle Alpi
Maggior numero di spettatori63 548 vs. Roma (6 maggio 2001)[1]
Minor numero di spettatori2 524 vs. Brescia (23 settembre 2000)
Media spettatori41 274[1]¹
¹ considera le partite giocate in casa in campionato.

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti la Juventus Football Club nelle competizioni ufficiali della stagione 2000-2001.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

L'estate 2000 portò a Torino il francese David Trezeguet, un cui gol aveva deciso la finale dell'Europeo.[2] Il suo arrivo contribuì a rinforzare la squadra, impegnata in campo nazionale e internazionale.[3] In Coppa Italia fu subito eliminata dal Brescia.[4]

In campionato sfidò la Roma per il primo posto, con un passo inferiore rispetto ai capitolini.[5] L'eliminazione in coppa, già nella fase a gironi,[6] avrebbe potuto rappresentare un vantaggio in quanto la Juventus era così libera da impegni infrasettimanali.[7] I giallorossi si dimostrarono comunque superiori, nonostante i buoni risultati dei piemontesi.[8][9] Lo scontro diretto di inizio maggio terminò 2-2, vanificando una possibile rimonta bianconera.[10] Il torneo si concluse con il secondo posto: nonostante la qualificazione diretta alla Champions League, Ancelotti fu esonerato.[11]

Maglie[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Paesi Bassi P Edwin van der Sar
2 Italia D Ciro Ferrara
3 Italia D Michele Paramatti
4 Uruguay D Paolo Montero
5 Croazia D Igor Tudor
6 Uruguay C Fabián O'Neill
7 Italia D Gianluca Pessotto
8 Italia C Antonio Conte (capitano)
9 Italia A Filippo Inzaghi
10 Italia A Alessandro Del Piero (vice capitano)
11 Uruguay A Daniel Fonseca
12 Italia P Michelangelo Rampulla
13 Italia D Mark Iuliano
14 Italia C Jonathan Bachini[12]
15 Italia D Alessandro Birindelli
16 Italia D Marco Zanchi[12]
17 Francia A David Trezeguet
18 Serbia e Montenegro A Darko Kovačević
N. Ruolo Giocatore
19 Argentina A Juan Eduardo Esnáider[12]
20 Italia C Alessio Tacchinardi
21 Francia C Zinédine Zidane
22 Svezia P Andreas Isaksson[12]
23 Italia D Gianluca Zambrotta
24 Italia C Enzo Maresca[13]
25 Italia C Matteo Brighi
26 Paesi Bassi C Edgar Davids
27 Italia C Marco Rigoni[12]
28 Brasile D Athirson[14]
29 Italia C Domenico Maietta[15]
30 Italia D Francesco Scardina[15]
31 Italia A Andrea Gasbarroni[15]
32 Italia C Alessandro Frara[15]
33 Francia A Vincent Péricard[15]
35 Uruguay P Fabián Carini
36 Italia C Salvatore Papa[15]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 2000-2001.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Napoli
30 settembre 2000, ore 20:30 CEST
1ª giornata
Napoli1 – 2
(1 – 0)
referto
JuventusStadio San Paolo (67 927[1] spett.)
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Torino
15 ottobre 2000, ore 15:00 CEST
2ª giornata
Juventus2 – 0
(1 – 0)
referto
BariStadio delle Alpi (35 866[1] spett.)
Arbitro:  Cesari (Genova)

Milano
21 ottobre 2000, ore 20:30 CEST
3ª giornata
Milan2 – 2
(0 – 0)
referto
JuventusStadio Giuseppe Meazza (81 954[1] spett.)
Arbitro:  Braschi (Prato)

Torino
1º novembre 2000, ore 15:00 CET
4ª giornata
Juventus1 – 2
(0 – 1)
referto
UdineseStadio delle Alpi (36 941[1] spett.)
Arbitro:  Bolognino (Milano)

Reggio Calabria
5 novembre 2000, ore 15:00 CET
5ª giornata
Reggina0 – 2
(0 – 1)
referto
JuventusStadio Oreste Granillo (25 074[1] spett.)
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Torino
11 novembre 2000, ore 20:30 CET
6ª giornata
Juventus1 – 1
(1 – 1)
referto
LazioStadio delle Alpi (42 095[1] spett.)
Arbitro:  Braschi (Prato)

Brescia
19 novembre 2000, ore 15:00 CET
7ª giornata
Brescia0 – 0
referto
JuventusStadio Mario Rigamonti (19 353[1] spett.)
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Torino
26 novembre 2000, ore 15:00 CET
8ª giornata
Juventus2 – 1
(1 – 0)
referto
VeronaStadio delle Alpi (37 372[1] spett.)
Arbitro:  Nucini (Bergamo)

Milano
3 dicembre 2000, ore 20:30 CET
9ª giornata
Inter2 – 2
(1 – 2)
referto
JuventusStadio Giuseppe Meazza (75 377[1] spett.)
Arbitro:  Braschi (Prato)

Torino
10 dicembre 2000, ore 15:00 CET
10ª giornata
Juventus1 – 0
(1 – 0)
referto
ParmaStadio delle Alpi (37 922[1] spett.)
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Lecce
17 dicembre 2000, ore 15:00 CET
11ª giornata
Lecce1 – 4
(0 – 2)
referto
JuventusStadio Via del Mare (26 942[1] spett.)
Arbitro:  Racalbuto (Gallarate)

Roma
22 dicembre 2000, ore 20:30 CET
12ª giornata
Roma0 – 0
referto
JuventusStadio Olimpico (73 411[1] spett.)
Arbitro:  Borriello (Mantova)

Torino
7 gennaio 2001, ore 20:30 CET
13ª giornata
Juventus3 – 3
(1 – 2)
referto
FiorentinaStadio delle Alpi (41 933[1] spett.)
Arbitro:  Cesari (Genova)

Torino
14 gennaio 2001, ore 15:00 CET
14ª giornata
Juventus1 – 0
(1 – 0)
referto
BolognaStadio delle Alpi (36 778[1] spett.)
Arbitro:  Nucini (Bergamo)

Perugia
21 gennaio 2001, ore 15:00 CET
15ª giornata
Perugia0 – 1
(0 – 0)
referto
JuventusStadio Renato Curi (18 759[1] spett.)
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Torino
28 gennaio 2001, ore 15:00 CET
16ª giornata
Juventus4 – 0
(3 – 0)
referto
VicenzaStadio delle Alpi (36 809[1] spett.)
Arbitro:  Bertini (Arezzo)

Bergamo
3 febbraio 2001, ore 20:30 CET
17ª giornata
Atalanta2 – 1
(0 – 0)
referto
JuventusStadio Atleti Azzurri d'Italia (24 393[1] spett.)
Arbitro:  De Santis (Tivoli)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Torino
11 febbraio 2001, ore 20:30 CET
18ª giornata
Juventus3 – 0
(1 – 0)
referto
NapoliStadio delle Alpi (39 287[1] spett.)
Arbitro:  Borriello (Mantova)

Bari
18 febbraio 2001, ore 15:00 CET
19ª giornata
Bari0 – 1
(0 – 0)
referto
JuventusStadio San Nicola (33 175[1] spett.)
Arbitro:  Cesari (Genova)

Torino
25 febbraio 2001, ore 20:30 CET
20ª giornata
Juventus3 – 0
(1 – 0)
referto
MilanStadio delle Alpi (48 100[1] spett.)
Arbitro:  Braschi (Prato)

Udine
4 marzo 2001, ore 15:00 CET
21ª giornata
Udinese0 – 2
(0 – 1)
referto
JuventusStadio Friuli (30 031[1] spett.)
Arbitro:  De Santis (Tivoli)

Torino
11 marzo 2001, ore 15:00 CET
22ª giornata
Juventus1 – 0
(1 – 0)
referto
RegginaStadio delle Alpi (38 346[1] spett.)
Arbitro:  Nucini (Bergamo)

Roma
18 marzo 2001, ore 20:30 CET
23ª giornata
Lazio4 – 1
(1 – 0)
referto
JuventusStadio Olimpico (68 641[1] spett.)
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Torino
1º aprile 2001, ore 15:00 CEST
24ª giornata
Juventus1 – 1
(1 – 0)
referto
BresciaStadio delle Alpi (38 089[1] spett.)
Arbitro:  Borriello (Mantova)

Verona
8 aprile 2001, ore 15:00 CEST
25ª giornata
Verona0 – 1
(0 – 1)
referto
JuventusStadio Marcantonio Bentegodi (25 942[1] spett.)
Arbitro:  Rodomonti (Teramo)

Torino
14 aprile 2001, ore 20:30 CEST
26ª giornata
Juventus3 – 1
(0 – 0)
referto
InterStadio delle Alpi (49 916[1] spett.)
Arbitro:  Cesari (Genova)

Parma
22 aprile 2001, ore 20:30 CEST
27ª giornata
Parma0 – 0
referto
JuventusStadio Ennio Tardini (27 148[1] spett.)
Arbitro:  Braschi (Prato)

Torino
29 aprile 2001, ore 15:00 CEST
28ª giornata
Juventus1 – 1
(1 – 1)
referto
LecceStadio delle Alpi (39 112[1] spett.)
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Torino
6 maggio 2001, ore 20:30 CEST
29ª giornata
Juventus2 – 2
(2 – 0)
referto
RomaStadio delle Alpi (63 548[1] spett.)
Arbitro:  Braschi (Prato)

Firenze
11 maggio 2001, ore 20:30 CEST
30ª giornata
Fiorentina1 – 3
(1 – 2)
referto
JuventusStadio Artemio Franchi (36 714[1] spett.)
Arbitro:  Cesari (Genova)

Bologna
20 maggio 2001, ore 15:00 CEST
31ª giornata
Bologna1 – 4
(1 – 2)
referto
JuventusStadio Renato Dall'Ara (33 899[1] spett.)
Arbitro:  Tombolini (Ancona)

Torino
27 maggio 2001, ore 15:00 CEST
32ª giornata
Juventus1 – 0
(0 – 0)
referto
PerugiaStadio delle Alpi (36 693[1] spett.)
Arbitro:  Bolognino (Milano)

Vicenza
10 giugno 2001, ore 15:00 CEST
33ª giornata
Vicenza0 – 3
(0 – 2)
referto
JuventusStadio Romeo Menti (18 461[1] spett.)
Arbitro:  De Santis (Roma 1)

Torino
17 giugno 2001, ore 15:00 CEST
34ª giornata
Juventus2 – 1
(1 – 0)
referto
AtalantaStadio delle Alpi (42 847[1] spett.)
Arbitro:  Bolognino (Milano)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2000-2001.
Brescia
16 settembre 2000, ore 18:00 CEST
Ottavi di finale - Gara di andata
Brescia0 – 0JuventusStadio Mario Rigamonti (19 451 spett.)
Arbitro:  Braschi (Prato)

Torino
24 settembre 2000, ore 21:00 CEST
Ottavi di finale - Gara di ritorno
Juventus1 – 2
(1 – 0)
BresciaStadio delle Alpi (2 524 spett.)
Arbitro:  Cesari (Genova)

UEFA Champions League[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: UEFA Champions League 2000-2001.

Prima fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Amburgo
13 settembre 2000, ore 20:45 CEST
1ª giornata
Amburgo4 – 4
(1 – 2)
JuventusVolksparkstadion (48 500 spett.)
Arbitro: Portogallo Melo Pereira

Torino
19 settembre 2000, ore 20:45 CEST
2ª giornata
Juventus2 – 1
(1 – 1)
PanathīnaïkosStadio delle Alpi (35 422 spett.)
Arbitro: Norvegia Pedersen

Torino
26 settembre 2000, ore 20:45 CEST
3ª giornata
Juventus0 – 0DeportivoStadio delle Alpi (35 733 spett.)
Arbitro: Svizzera Meier

La Coruña
18 ottobre 2000, ore 20:45 CEST
4ª giornata
Deportivo1 – 1
(1 – 1)
JuventusEstadio Municipal de Riazor (25 000 spett.)
Arbitro: Francia Veissière

Torino
24 ottobre 2000, ore 20:45 CEST
5ª giornata
Juventus1 – 3
(0 – 1)
AmburgoStadio delle Alpi (30 000 spett.)
Arbitro: Scozia Dougal

Atene
8 novembre 2000, ore 20:45 CET
6ª giornata
Panathīnaïkos3 – 1
(1 – 1)
JuventusStadio Olimpico (67 000 spett.)
Arbitro: Paesi Bassi Jol

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 73 17 11 5 1 32 13 17 10 5 2 29 14 34 21 10 3 61 27 +34
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 1 0 0 1 1 2 1 0 1 0 0 0 2 0 1 1 1 2 -1
Coppacampioni.png UEFA Champions League - 3 1 1 1 3 4 3 0 2 1 6 8 6 1 3 2 9 12 -3
Totale - 21 12 6 3 36 19 21 10 8 3 35 22 42 22 14 6 71 41 +30

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie A Coppa Italia UEFA Champions League Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Athirson, Athirson 5010000000005010
Bachini, J. J. Bachini 70002000301012010
Birindelli, A. A. Birindelli 190301000500025030
Brighi, M. M. Brighi 110101000000012010
Conte, A. A. Conte 212102121501028341
Davids, E. E. Davids 26113310015041321175
Del Piero, A. A. Del Piero 259412000601033951
Ferrara, C. C. Ferrara 231501001603030181
Fonseca, D. D. Fonseca 2000100000003000
Inzaghi, F. F. Inzaghi 28113000006500341630
Iuliano, M. M. Iuliano 230500000503028080
Kovačević, D. D. Kovačević 215202000411127631
Montero, P. P. Montero 230200000000023020
O'Neill, F. F. O'Neill 100201010201013040
Paramatti, M. M. Paramatti 160002000301021010
Pessotto, G. G. Pessotto 320301000600039030
Rampulla, M. M. Rampulla 000000001-2001-200
Tacchinardi, A. A. Tacchinardi 3129120005110383101
Trezeguet, D. D. Trezeguet 25141120005100321511
Tudor, I. I. Tudor 256702000510032770
van der Sar, E. E. van der Sar 34-27002-2006-102142-3921
Zambrotta, G. G. Zambrotta 293200000000029320
Zanchi, M. M. Zanchi 5010000020107020
Zidane, Z. Z. Zidane 336202000400239622

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah ai aj Spettatori Serie A 2000-2001 (PDF), stadiapostcards.com.
  2. ^ AA.VV., Trezeguet Juve: 45 miliardi da record, in La Gazzetta dello Sport, 27 giugno 2000.
  3. ^ I segreti per costruire una squadra vincente, in La Gazzetta dello Sport, 14 settembre 2000.
  4. ^ Emanuele Gamba, Pugno duro alla Juventus, in la Repubblica, 25 settembre 2000.
  5. ^ Alberto Cerruti, Juve, due raggi di sole, in La Gazzetta dello Sport, 6 novembre 2000.
  6. ^ La Juve sprofonda ed è fuori dall'Europa, su repubblica.it, 8 novembre 2000.
  7. ^ Lodovico Maradei, Ferrara fa volare la Juve, in La Gazzetta dello Sport, 11 dicembre 2000.
  8. ^ AA.VV., Inzaghi e Chiesa imperatori del gol, in La Gazzetta dello Sport, 7 gennaio 2001.
  9. ^ Lodovico Maradei, Ciclone Crespo sulla Juve, in La Gazzetta dello Sport, 19 marzo 2001.
  10. ^ Lodovico Maradei, Nakata cambia la storia, in La Gazzetta dello Sport, 7 maggio 2001.
  11. ^ Alberto Cerruti e Luigi Garlando, Juve: è troppo breve l'illusione, in La Gazzetta dello Sport, 18 giugno 2001.
  12. ^ a b c d e Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato.
  13. ^ Ceduto durante la sessione estiva di calciomercato.
  14. ^ Acquistato durante la sessione invernale di calciomercato.
  15. ^ a b c d e f Aggregato alla prima squadra dalla formazione Primavera.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]