Marco Rigoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marco Rigoni
Marco Rigoni.jpg
Rigoni nel 2011
Nazionalità Italia Italia
Altezza 178 cm
Peso 74 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 1º luglio 2014
Carriera
Giovanili
1994-1997 Padova
1997-1999 Juventus
Squadre di club1
1998-2001 Juventus 1 (0)[1]
2001 Ravenna 13 (2)
2001-2002 Juventus 0 (0)
2002 Cittadella 1 (0)
2002-2006 Triestina 94 (6)[2]
2006 Ternana 17 (1)
2006-2007 Pescara 32 (3)
2007-2009 Ternana 50 (15)
2009-2012 Novara 103 (18)[3]
2012-2013 Chievo 10 (1)
2013 Genoa 13 (1)
2013-2014 Novara 25 (3)
Nazionale
1995 Italia Italia U-16-15 3 (0)
1998 Italia Italia U-17 3 (1)
1998 Italia Italia U-18 6 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 16 luglio 2014

Marco Rigoni (Padova, 5 gennaio 1980) è un dirigente sportivo ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista, brand manager dell'area marketing e comunicazione del Novara.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi tra Padova e Juventus[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nel vivaio del Padova, formazione della sua città, all'età di 17 anni approda nel settore giovanile della Juventus. Saltuariamente aggregato per la stagione 1997-1998 alla prima squadra di Marcello Lippi, con i bianconeri fa il suo esordio tra i professionisti l'11 marzo 1998 a Roma, subentrando a Di Livio nei minuti finali della semifinale di ritorno della Coppa Italia sul campo della Lazio (2-2).[4]

Nell'annata 1998-1999, in cui continua a far la spola tra giovanili e prima squadra, debutta in Serie A il 17 gennaio 1999 nella trasferta contro il Venezia (1-1), sostituendo Amoruso sul finire di partita.[5] Nel prosieguo di stagione gioca altri due spezzoni di gara contro l'Udinese, nel doppio spareggio di fine campionato per l'accesso alla Coppa UEFA; trova maggiore spazio in Coppa Italia dove mette a referto 5 presenze, tra cui il retour match degli ottavi di finale, ancora a Venezia contro i lagunari (2-2), giocato da titolare.[6]

Triestina, Ternana e Pescara[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2001 scende in Serie B, passando il prestito semestrale al Ravenna. Dopo un breve ritorno alla Juventus, l'anno seguente passa un nuovo semestre, sempre in prestito e sempre in cadetteria, al Cittadella. La sua carriera in B è tuttavia legata in particolare a due club: la Triestina dove gioca dal 2002 al 2006, allenato tra gli altri da Attilio Tesser, e la Ternana con la quale si divide dal 2006 al 2009, in due diverse fasi, tra B e Prima Divisione.

In mezzo, nella stagione 2006-2007 viene ingaggiato dal Pescara, sempre in serie cadetta, affrontando un tormentato campionato in cui la squadra viene pilotata da tre allenatori diversi. Nella disastrosa prima parte di stagione, guidati prima da Davide Ballardini e poi da Aldo Ammazzalorso, i biancazzurri non riescono a conquistare una vittoria stagnando all'ultimo posto della classifica; Rigoni deve attendere l'arrivo in panchina di Luigi De Rosa, con cui disputa il periodo più positivo di quell'annata tribolata, per rilanciarsi e tornare a giocare con continuità. Nell'ultima parte della stagione il centrocampista fa tuttavia i conti coi gravi problemi societari che affliggono il club pescarese, che portano la società a un passo dal fallimento e la squadra a mancare la salvezza.

Nell'estate 2007 ritorna a Terni, dove rimane per le successive due stagioni.

Novara[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate 2009 la Ternana cede Rigoni in compartecipazione al Novara.[7] Successivamente, il 27 giugno 2010 resta definitivamente in Piemonte, in Serie B, poiché la società gaudenziana ne ottiene alle buste l'intero cartellino.[8]

Il primo gol stagionale lo realizza il 25 settembre in occasione della 6ª giornata contro il Livorno: oltre al gol contro i toscani va in rete per altre tre volte nel giro di un mese. Dal 22 ottobre rimane a secco di marcature fino al 5 giugno 2011, giorno della semifinale di ritorno dei play-off, quando un suo tiro al volo da fuori area al 90' ha permesso ai novaresi di pareggiare in extremis la sfida contro la Reggina e qualificarsi così in finale play-off grazie al risultato acquisito.

Il 12 giugno 2011 segna il gol del 2-0 contro il Padova nella finale di ritorno dei play-off, ipotecando il ritorno del Novara in Serie A dopo 55 anni. Debutta con i gaudenziani in Serie A il successivo 17 settembre, nella partita contro il Cagliari persa per (2-1).[9]

Il 20 settembre segna i suoi primi gol in massima categoria, di cui uno su rigore, nella doppietta che sancisce la prestigiosa vittoria sull'Inter (3-1).[10] Alla penultima giornata di campionato, nella sfida contro il Cesena, segna la sua prima tripletta in A che sancisce la vittoria per 3-0 sui romagnoli.[11] A fine stagione sarà il centrocampista più prolifico del campionato, con 11 gol all'attivo[senza fonte].

Chievo, Genoa e ritorno a Novara[modifica | modifica wikitesto]

Il 23 luglio 2012 passa al Chievo, con la formula del prestito con diritto di riscatto.[12] Debutta in Coppa Italia il 18 agosto nella vittoriosa sfida contro l'Ascoli (4-0), valevole per il terzo turno.[13] Debutta in campionato il 2 settembre nella sfida contro il Parma, subentrando nella parte finale dell'incontro a Luciano.[14] Segna il primo gol contro il Palermo il 30 settembre, nella sfida terminata 4-1 per i siciliani, direttamente su calcio d'angolo.[15]

Il 31 gennaio 2013 passa al Genoa con la formula del prestito[16]. Il successivo 3 febbraio fa il suo esordio in rossoblù, segnando al 5' di recupero il gol che vale la vittoria dei liguri contro la Lazio (3-2).[17][18][19]

Al termine del campionato 2012-2013, scaduto il prestito genoano, ritorna a Novara in Serie B. Al termine del campionato cadetto 2013-2014 lascia il calcio giocato.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha giocato con le nazionali Under-15, Under-17 e Under-18, giocando in totale 12 partite su 14 convocazioni e segnando un solo gol: 3 gare senza reti con l'U-15, 3 gare con un gol con l'U-17, e 6 gare ancora senza reti per l'U-18.

Dirigente[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 luglio 2014 entra a far parte dello staff dell'area marketing e comunicazione del Novara come brand manager.[20]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 1º luglio 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe europee Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1997-1998 Italia Juventus A 0 0 CI 1 0 UCL 0 0 SI 0 0 1 0
1998-1999 A 1+2 0 CI 5 0 UCL 0 0 SI 0 0 8 0
1999-2000 A 0 0 CI 1 0 Int+CU 0+0 0+0 - - - 1 0
2000-gen. 2001 A 0 0 CI 0 0 UCL 0 0 - - - 0 0
gen.-giu. 2001 Italia Ravenna B 13 2 - - - - - - - - - 13 2
2001-2002 Italia Juventus A 0 0 CI 1 0 UCL 0 0 - - - 1 0
Totale Juventus 1+2 0 8 0 0 0 0 0 11 0
gen.-giu. 2002 Italia Cittadella B 1 0 - - - - - - - - - 1 0
2002-2003 Italia Triestina B 2 0 CI 0 0 - - - - - - 2 0
2003-2004 B 35 3 CI 1 0 - - - - - - 36 3
2004-2005 B 39+2 3+1 CI 3 1 - - - - - - 44 5
2005-2006 B 18 0 CI 1 0 - - - - - - 19 0
Totale Triestina 94+2 6+1 5 1 0 0 0 0 101 8
gen.-giu. 2006 Italia Ternana B 17 1 - - - - - - - - - 17 1
2006-2007 Italia Pescara B 32 3 CI 0 0 - - - - - - 32 3
2007-2008 Italia Ternana C1 25 9 CI-C 1 0 - - - - - - 26 9
2008-2009 1D 25 6 CI-LP 2 3 - - - - - - 27 9
Totale Ternana 67 16 3 3 0 0 0 0 70 19
2009-2010 Italia Novara 1D 32 3 CI+CI-LP 4+0 0+0 - - - SdL-1D 2 1 38 4
2010-2011 B 37+4 4+2 CI 2 0 - - - - - - 43 6
2011-2012 A 34 11 CI 1 0 - - - - - - 35 11
2012-2013 Italia Chievo A 10 1 CI 2 0 - - - - - - 12 1
gen.-giu. 2013 Italia Genoa A 13 1 - - - - - - - - - 13 1
2013-2014 Italia Novara B 25 3 CI 2 0 - - - - - - 27 3
Totale Novara 125+7 23+2 7 0 0 0 2 1 140 24
Totale carriera 356+8 52+3 25 4 0 0 2 1 393 58

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Novara: 2009-2010 (girone A)
Novara: 2010

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Juventus: 1999[21]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 3 (0) se si comprendono le due gare di spareggio contro l'Udinese per l'accesso alla Coppa UEFA 1999-2000.
  2. ^ 96 (7) se si comprendono i play-out di Serie B 2004-2005.
  3. ^ 107 (20) se si comprendono i play-off di Serie B 2010-2011.
  4. ^ Franco Badolato, Juve, mezzo miracolo poi si scatena Nedved, in La Stampa, 12 marzo 1998, p. 29.
  5. ^ Marco Ansaldo, Piccola Juve, va in tilt anche a Venezia, in La Stampa, 18 gennaio 1999, p. 25.
  6. ^ Fabio Vergnano, Ferrara cuore Juve ma Zidane va ko, in La Stampa, 12 novembre 1998, p. 29.
  7. ^ Ternana: Rigoni ceduto al Novara Terninrete.it
  8. ^ Marco Rigoni resta al Novara. Tombesi va al Parma Oknovara.it
  9. ^ Stagione 2011-12 - 3ª Giornata Legaseriea.it
  10. ^ Alberto Cerruti, Gasperini, siamo all'addio È caos Inter: senza gioco, senza squadra, senza punti Novara ne fa 3, in La Gazzetta dello Sport, 21 settembre 2011.
  11. ^ Stagione 2011-12 - 37ª Giornata Legaseriea.it
  12. ^ Marco Rigoni in prestito al Chievo Verona, su novaracalcio.com, 24 luglio 2012. URL consultato il 24 luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 22 febbraio 2014).
  13. ^ Chievo-Ascoli: bel poker gialloblu Archiviato il 22 febbraio 2014 in Internet Archive. Chievoverona.it
  14. ^ Stagione 2012-13 - 2ª Giornata Legaseriea.it
  15. ^ Stagione 2012-13 - 6ª Giornata Legaseriea.it
  16. ^ Preso Rigoni, va Acerbi Archiviato il 5 febbraio 2013 in Internet Archive.
  17. ^ Genoa-Lazio 3-2 Archiviato il 6 febbraio 2013 in Internet Archive.
  18. ^ Il gol del neo acquisto Marco Rigoni che ha deciso la partita al 95°[collegamento interrotto]
  19. ^ Genoa-Lazio 3-2 all'ultimo respiro. Marco Rigoni debutta da eroe
  20. ^ MARCO RIGONI NUOVO BRAND MANAGER novaracalcio.com
  21. ^ In rosa ma mai sceso in campo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]