Supercoppa di Lega Pro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Supercoppa di Lega Pro
Logo della competizione
Sport Football pictogram.svg Calcio
Tipo Club
Federazione FIGC
Paese Italia Italia
Organizzatore Lega Pro
Cadenza Annuale
Apertura maggio
Partecipanti 2 (2000-2014)
3 (dal 2015)
Formula Scontro diretto A/R (2000-2014)
Triangolare (dal 2015)
Storia
Fondazione 2000
Numero edizioni 17 al 2016
Detentore SPAL
Record vittorie Novara
Spezia
(2 a testa)
Ultima edizione Supercoppa di Lega Pro 2016

La Supercoppa di Lega Pro è un trofeo calcistico italiano organizzato dal 2000 dalla Lega Italiana Calcio Professionistico. Viene assegnato annualmente, al termine dei campionati, tra le squadre vincenti nei gironi della Lega Pro.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Alla sua istituzione, nel 2000, il trofeo era noto come Supercoppa di Lega di Serie C, mantenendo tale denominazione sino all'edizione del 2005. Dall'anno successivo al 2008, il nome passò inizialmente a Supercoppa di Lega di Serie C1 mentre, con la successiva riforma dei campionati della Lega Italiana Calcio Professionistico – che aveva portato alla trasformazione della Serie C1 in Prima Divisione –, dal 2009 al 2014 la competizione ha assunto il titolo di Supercoppa di Lega di Prima Divisione.[1]

I giocatori di Entella e Perugia schierati in campo prima della finale d'andata dell'edizione 2014

Dalla nascita all'edizione 2014, la formula della Supercoppa ha visto di fronte le formazioni prime classificate nei due gironi della terza serie calcistica nazionale, le quali si giocavano il successo in una finale a due, con gare di andata e ritorno. Dalla stagione 2014-2015, con la riforma che ha visto l'unificazione tra Prima e Seconda Divisione nella serie unica Lega Pro, la manifestazione di fatto ingloba la gemella Supercoppa di Lega di Seconda Divisione, prendendo il nuovo nome di Supercoppa di Lega Pro; contestualmente, la formula della competizione muta in un triangolare tra le prime classificate nei tre gironi del campionato.

Formula[modifica | modifica wikitesto]

La nuova formula per il triangolare, prevede le seguenti regole:[2][3]

  • 1ª giornata: la squadra che riposa nella prima giornata viene decisa da un sorteggio, e dallo stesso viene sorteggiata la prima squadra destinata a giocare in trasferta.
  • 2ª giornata: alla seconda giornata, la squadra che riposa è quella che vince la prima gara o, in caso di pareggio, quella che ha giocato la prima gara in trasferta.
  • 3ª giornata: si affrontano le due squadre non incontratesi nelle due giornate precedenti.

La squadra che si piazza al primo posto viene designata vincitrice del trofeo. In caso di arrivo a pari punti, valgono le seguenti regole:[2]

  1. differenza reti nelle gare del proprio girone;
  2. maggior numero di reti segnate nelle gare del proprio girone;
  3. maggior numero di reti segnate nella gara esterna del proprio girone;
  4. sorteggio.

Quando la supercoppa prevedeva solamente due squadre partecipanti, esse si affrontavano con la formula di una gara di andata e una di ritorno, e l'edizione veniva assegnata a quella che complessivamente aveva segnato più gol. In caso di parità di reti, la vittoria del trofeo veniva conferita alla squadra che aveva totalizzato il maggior numero di gol in trasferta. Nel caso in cui anche i gol segnati in trasferta dalle compagini fossero i medesimi, si procedeva con i calci di rigore.[4]

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

L'albo d'oro della supercoppa di Lega Pro.[5][6]

Edizione Vincitore Girone A Vincitore Girone B Vincitore Girone C Data Incontro Risultato Luogo Vincitore della
Supercoppa
2000 Siena Crotone 21 maggio 2000 Crotone - Siena 1-1 Crotone, stadio Ezio Scida Siena (1)
25 maggio 2000 Siena - Crotone 1-0 Siena, stadio Artemio Franchi
2001 Modena Palermo 20 maggio 2001 Palermo - Modena 0-2[7] Palermo, stadio La Favorita Modena (1)
24 maggio 2001 Modena - Palermo 3-0 Modena, stadio Alberto Braglia
2002 Livorno Ascoli 12 maggio 2002 Ascoli - Livorno 1-0 Ascoli Piceno, stadio Cino e Lillo Del Duca Ascoli (1)
16 maggio 2002 Livorno - Ascoli 2-1 Livorno, stadio Armando Picchi
2003 Treviso Avellino 18 maggio 2003 Treviso - Avellino 0-2 Treviso, stadio Omobono Tenni Treviso (1)
22 maggio 2003 Avellino - Treviso 0-2 (8-9 dcr) Avellino, stadio Partenio
2004 Arezzo Catanzaro 23 maggio 2004 Arezzo - Catanzaro 3-0 Arezzo, stadio Comunale Arezzo (1)
27 maggio 2004 Catanzaro - Arezzo 0-1 Catanzaro, stadio Nicola Ceravolo
2005 Cremonese Rimini 22 maggio 2005 Rimini - Cremonese 5-2 Rimini, stadio Romeo Neri Rimini (1)
26 maggio 2005 Cremonese - Rimini 2-4 Cremona, stadio Giovanni Zini
2006 Spezia Napoli 14 maggio 2006 Spezia - Napoli 0-0 La Spezia, stadio Alberto Picco Spezia (1)
18 maggio 2006 Napoli - Spezia 1-1 Napoli, stadio San Paolo
2007 Grosseto Ravenna 20 maggio 2007 Ravenna - Grosseto 1-1 Ravenna, stadio Bruno Benelli Grosseto (1)
24 maggio 2007 Grosseto - Ravenna 1-0 Grosseto, stadio Carlo Zecchini
2008 Sassuolo Salernitana 11 maggio 2008 Sassuolo - Salernitana 0-1 Sassuolo, stadio Enzo Ricci Sassuolo (1)
15 maggio 2008 Salernitana - Sassuolo 0-1 (4-5 dcr) Salerno, stadio Arechi
2009 Cesena Gallipoli 24 maggio 2009 Gallipoli - Cesena 0-0 Gallipoli, stadio Antonio Bianco Gallipoli (1)
30 maggio 2009 Cesena - Gallipoli 1-2 Cesena, stadio Dino Manuzzi
2010 Novara Portogruaro 19 maggio 2010 Portogruaro - Novara 1-3 Portogruaro, stadio Piergiovanni Mecchia Novara (1)
23 maggio 2010 Novara - Portogruaro 2-3 Novara, stadio Silvio Piola
2011 Gubbio Nocerina 21 maggio 2011 Gubbio - Nocerina 1-1 Gubbio, stadio Pietro Barbetti Nocerina (1)
26 maggio 2011 Nocerina - Gubbio 1-0 Nocera Inferiore, stadio San Francesco d'Assisi
2012 Ternana Spezia 13 maggio 2012 Ternana - Spezia 0-0 Terni, stadio Libero Liberati Spezia (2)
17 maggio 2012 Spezia - Ternana 2-1 La Spezia, Stadio Alberto Picco
2013 Trapani Avellino 19 maggio 2013 Avellino - Trapani 1-1 Avellino, stadio Partenio-Adriano Lombardi Avellino (1)
23 maggio 2013 Trapani - Avellino 2-2 Erice, stadio Polisportivo Provinciale
2014 Entella Perugia 11 maggio 2014 Entella - Perugia 1-1 Chiavari, stadio Comunale Perugia (1)
15 maggio 2014 Perugia - Entella 3-1 Perugia, Stadio Renato Curi
2015 Novara Teramo Salernitana 16 maggio 2015 Novara - Salernitana 3-2 Novara, stadio Silvio Piola Novara (2)
21 maggio 2015 Salernitana - Teramo 3-1 Salerno, stadio Arechi
24 maggio 2015 Teramo - Novara 1-1 Teramo, stadio Gaetano Bonolis
2016 Cittadella SPAL Benevento 15 maggio 2016 SPAL - Benevento 4-1 Ferrara, Stadio Paolo Mazza SPAL (1)
18 maggio 2016 Benevento - Cittadella 2-4 Benevento, Stadio Ciro Vigorito
22 maggio 2016 Cittadella - SPAL 1-3 Cittadella, Stadio Piercesare Tombolato

Vittorie per club[modifica | modifica wikitesto]

Club Titoli
Spezia 2
Novara 2
Siena 1
Modena 1
Ascoli 1
Treviso 1
Arezzo 1
Rimini 1
Grosseto 1
Sassuolo 1
Gallipoli 1
Nocerina 1
Avellino 1
Perugia 1
SPAL 1

Vittorie per regioni d'Italia[modifica | modifica wikitesto]

Regione Titoli Anni
Emilia-Romagna 4 2001, 2005, 2008, 2016
Toscana 3 2000, 2004, 2007
Liguria 2 2006, 2012
Campania 2 2011, 2013
Piemonte 2 2010, 2015
Marche 1 2002
Veneto 1 2003
Puglia 1 2009
Umbria 1 2014

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Rigori Giocatore Squadra
3 0 Italia Cristian Altinier Novara 2010
3 2 Italia Felice Evacuo Spezia 2012, Novara 2015
3 0 Bosnia ed Erzegovina Zlatan Muslimović Rimini 2005
3 1 Italia Matteo Serafini Arezzo 2004
2 0 Italia Mario Bonfiglio Ascoli 2002
2 0 Italia Daniele Buzzegoli Gallipoli 2009, Novara 2015
2 1 Italia Luigi Castaldo Nocerina 2011, Avellino 2013
2 1 Italia Vincenzo Chianese Treviso 2003, Ravenna 2007
2 0 Italia Luca D'Angelo Rimini 2005
2 0 Italia Emilio Docente Rimini 2005, Ternana 2012
2 0 Italia Mattia Finotto SPAL 2016
2 0 Brasile Denilson Gabionetta Salernitana 2015
2 0 Gambia Lamin Jallow Cittadella 2016
2 0 Italia Giacomo Lorenzini Crotone 2000, Treviso 2003
2 0 Argentina Adrián Ricchiuti Rimini 2005

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Il Novara e Spezia sono le uniche squadre ad aver vinto due edizioni del torneo; in particolare gli spezzini, nel 2012, sono i soli ad aver conseguito il treble composto da campionato, coppa e supercoppa di categoria. Ancora i succitati piemontesi e liguri, assieme all'Avellino e alla Salernitana, sono le uniche società ad aver partecipato per due volte alla manifestazione.

Il Perugia è l'unica squadra ad aver vinto sia la Supercoppa di Prima sia quella di Seconda Divisione; il Gallipoli, i salernitani e il Treviso hanno anche loro preso parte alle due competizioni, senza tuttavia conquistarle entrambe. Il Napoli è invece l'unico club ad aver disputato sia la Supercoppa di Prima Divisione che la Supercoppa italiana.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comunicato Ufficiale N. 158/DIV, in Lega Italiana Calcio Professionistico, 18 maggio 2009.
  2. ^ a b Luca Esposito, Supercoppa Lega Pro: date e modalità di svolgimento, tuttomercatoweb.com, 29 aprile 2015.
  3. ^ COMUNICATO UFFICIALE N. 204/DIV DEL 12 MAGGIO 2015 (PDF), lega-pro.com, 12 maggio 2015. URL consultato il 19 agosto 2015.
  4. ^ COMUNICATO UFFICIALE N. 152/DIV DEL 6 MAGGIO 2014 (PDF), lega-pro.com, 6 maggio 2014. URL consultato il 19 agosto 2015.
  5. ^ Albo d’Oro Supercoppa Prima Divisione, lega-pro.com. URL consultato il 19 agosto 2015.
  6. ^ Italy Lega Pro Prima Divisione Super Cup, rsssf.com. URL consultato il 19 agosto 2015.
  7. ^ Decisione del Giudice sportivo. Al minuto 88 sul risultato di 1-2 (16' Veronese (M), 35' Belmonte (P), 60' Fabbrini (M)) i tifosi del Palermo invasero il campo, la partita venne sospesa e venne data la vittoria al tavolino al Modena per 0-2.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]