Juventus Football Club 1999-2000

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Juventus Football Club.

Juventus Football Club
Stagione 1999-2000
AllenatoreItalia Carlo Ancelotti
PresidenteItalia Vittorio Caissotti di Chiusano
Serie A2º posto (in Champions League)
Coppa ItaliaQuarti di finale
Coppa UEFAOttavi di finale
Coppa Intertoto UEFAVincitrice
Maggiori presenzeCampionato: Del Piero (34)
Totale: van der Sar, Zambrotta (46)
Miglior marcatoreCampionato: Inzaghi (15)
Totale: Inzaghi (26)
StadioDelle Alpi
Media spettatori42 229¹
¹ considera le partite giocate in casa in campionato.
Dati aggiornati al 14 maggio 2000

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti la Juventus Football Club nelle competizioni ufficiali della stagione 1999-2000.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Persi alcuni protagonisti del precedente ciclo (Di Livio, Peruzzi, Deschamps) la Juventus puntò su nuovi elementi: tra questi il portiere van der Sar, il difensore Zambrotta e l'attaccante Darko Kovačević.

Il neoacquisto Darko Kovačević (qui con la maglia dell'Olympiakos) si mise in mostra soprattutto in Coppa UEFA dove con 10 reti si laureò capocannoniere dell'edizione, primo calciatore juventino a far suo tale titolo.

In estate vinse la Coppa Intertoto, riconvalidando in tal modo il proprio primato di vittorie in ogni competizioni dell'UEFA.[1][2][3] Il trionfo valse la qualificazione alla Coppa UEFA, che impegnò i bianconeri da settembre: positivo fu l'avvio in campionato (nonostante un'inaspettata battuta d'arresto all'avvio contro i debuttanti della Reggina[4]), che vide subito una corsa per lo scudetto con la Lazio.[4][5] Gli stessi biancocelesti eliminarono la Juventus in Coppa Italia, sconfiggendola nei quarti di finale: a distanza di alcune settimane, toccò allo spagnolo Celta Vigo estromettere i piemontesi dall'Europa.[6] La domenica successiva, il 2-0 sul campo del Piacenza sembrò rappresentare la decisiva fuga verso il tricolore.[7]

Le sconfitte con il Milan e i romani riaprirono, a sorpresa, il discorso del titolo.[8][9] Il 22 aprile 2000 i bianconeri, apparsi in flessione rispetto ai più vivaci biancocelesti, passarono comunque a Firenze mantenendosi a +5 dalla Lazio.[10] Nel turno seguente persero tuttavia abbastanza clamorosamente a Verona, assottigliando il loro vantaggio a 2 punti, per poi mantenere le distanze sconfiggendo di misura il Parma sette giorni dopo: la vittoria fu contestata, in particolare per il possibile pareggio di Cannavaro annullato dall'arbitro.[11] L'ultima e quindi decisiva giornata vide gli uomini di Ancelotti sconfitti a sorpresa sul campo del Perugia: l'incontro rimase celebre per la sospensione di oltre un'ora, dovuta alla pesante pioggia, decisa dall'arbitro Collina. La ripresa iniziò quindi in ritardo, quando le altre gare erano già concluse: un gol di Calori diede il successo agli umbri, con la Juventus che finì seconda a causa del contemporaneo sorpasso della squadra laziale, da par suo vittoriosa contro la Reggina.[12]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico per la stagione 1999-2000 fu Kappa, mentre gli sponsor ufficiali furono D+ nelle competizioni nazionali (con l'eccezione di Canalsatellite nelle partite interne di Coppa Italia[13]), e Sony nelle gare europee.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
1ª portiere
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
2ª portiere
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
3ª portiere

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Paesi Bassi P Edwin van der Sar
2 Italia D Ciro Ferrara
3 Serbia e Montenegro D Zoran Mirković
4 Uruguay D Paolo Montero
5 Nigeria C Sunday Oliseh
6 Francia A Thierry Henry[14]
7 Italia D Gianluca Pessotto
8 Italia C Antonio Conte (capitano)
9 Italia A Filippo Inzaghi
10 Italia A Alessandro Del Piero (vice capitano)
11 Uruguay A Daniel Fonseca
12 Italia P Michelangelo Rampulla
13 Italia D Mark Iuliano
14 Italia C Jonathan Bachini
15 Italia D Alessandro Birindelli
16 Italia A Nicola Amoruso[14]
17 Irlanda C Ronnie O'Brien[14]
18 Serbia e Montenegro A Darko Kovačević
N. Ruolo Giocatore
19 Argentina A Juan Esnáider
20 Italia C Alessio Tacchinardi
21 Francia C Zinédine Zidane
22 Svezia P Andreas Isaksson
23 Italia C Gianluca Zambrotta
24 Italia C Raffaele Ametrano[14]
24 Italia C Enzo Maresca[15]
25 Italia C Simone Perrotta[14]
26 Paesi Bassi C Edgar Davids
27 Italia C Marco Rigoni[16]
28 Croazia D Igor Tudor
29 Italia A Giuseppe Sculli[16]
30 Italia D Francesco Scardina[16]
31 Italia C Luigi Lavecchia[16]
32 Italia C Vito Redavid[16]
33 Italia C Andrea Gasbarroni[16]
34 Italia P Andrea D'Amico[16]

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Andreas Isaksson Trelleborg definitivo
P Edwin van der Sar Ajax definitivo
D Marco Zamboni Lecce fine prestito
C Raffaele Ametrano Salernitana fine prestito
C Jonathan Bachini Udinese definitivo
C Ronnie O'Brien Middlesbrough definitivo
C Sunday Oliseh Ajax definitivo
C Fabio Pecchia Sampdoria fine prestito
C Gianluca Zambrotta Bari definitivo
A Darko Kovačević Real Sociedad definitivo
A Marcelo Zalayeta Empoli fine prestito
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Morgan De Sanctis Udinese compartecipazione
P Angelo Peruzzi Inter definitivo
D Angelo Di Livio Fiorentina definitivo
D Marco Zamboni Udinese compartecipazione
C Raffaele Ametrano Cagliari prestito
C Jocelyn Blanchard Lens definitivo
C Didier Deschamps Chelsea definitivo
C Ronnie O'Brien Lugano prestito
C Fabio Pecchia Torino compartecipazione
C Simone Perrotta Bari prestito
A Nicola Amoruso Perugia prestito
A Thierry Henry Arsenal definitivo
A Marcelo Zalayeta Siviglia prestito

Sessione invernale[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
C Enzo Maresca West Bromwich definitivo

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1999-2000.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Torino
29 agosto 1999, ore 20:30
1ª giornata
Juventus1 – 1
(1 – 0)
referto
RegginaStadio delle Alpi
Arbitro:  Racalbuto (Gallarate)

Cagliari
12 settembre 1999, ore 15:00
2ª giornata
Cagliari0 – 1
(0 – 0)
referto
JuventusStadio Sant'Elia
Arbitro:  Borriello (Mantova)

Torino
19 settembre 1999, ore 15:00
3ª giornata
Juventus4 – 1
(2 – 0)
referto
UdineseStadio delle Alpi
Arbitro:  Tombolini (Ancona)

Lecce
25 settembre 1999, ore 15:00
4ª giornata
Lecce2 – 0
(1 – 0)
referto
JuventusStadio Via del Mare
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Torino
3 ottobre 1999, ore 15:00
5ª giornata
Juventus1 – 0
(0 – 0)
referto
VeneziaStadio delle Alpi
Arbitro:  De Santis (Roma 1)

Roma
17 ottobre 1999, ore 20:30
6ª giornata
Roma0 – 1
(0 – 0)
referto
JuventusStadio Olimpico
Arbitro:  Treossi (Forlì)

Bari
24 ottobre 1999, ore 15:00
7ª giornata
Bari1 – 1
(0 – 1)
referto
JuventusStadio San Nicola
Arbitro:  Bolognino (Milano)

Torino
31 ottobre 1999, ore 15:00
8ª giornata
Juventus1 – 0
(0 – 0)
referto
PiacenzaStadio delle Alpi
Arbitro:  Rodomonti (Teramo)

Torino
7 novembre 1999, ore 20:30
9ª giornata
Torino0 – 0
referto
JuventusStadio delle Alpi
Arbitro:  Bazzoli (Merano)

Torino
21 novembre 1999, ore 20:30
10ª giornata
Juventus3 – 1
(1 – 1)
referto
MilanStadio delle Alpi
Arbitro:  De Santis (Roma 1)

Roma
28 novembre 1999, ore 20:30
11ª giornata
Lazio0 – 0
referto
JuventusStadio Olimpico
Arbitro:  Braschi (Prato)

Torino
4 dicembre 1999, ore 15:00
12ª giornata
Juventus2 – 0
(0 – 0)
referto
BolognaStadio delle Alpi
Arbitro:  Cesari (Genova)

Torino
12 dicembre 1999, ore 20:30
13ª giornata
Juventus1 – 0
(1 – 0)
referto
InterStadio delle Alpi
Arbitro:  Tombolini (Ancona)

Firenze
19 dicembre 1999, ore 20:30
14ª giornata
Fiorentina1 – 1
(1 – 1)
referto
JuventusStadio Artemio Franchi
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Torino
6 gennaio 2000, ore 15:00
15ª giornata
Juventus1 – 0
(0 – 0)
referto
VeronaStadio delle Alpi
Arbitro:  Bonfrisco (Monza)

Parma
9 gennaio 2000, ore 13:00
16ª giornata
Parma1 – 1
(0 – 0)
referto
JuventusStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Torino
16 gennaio 2000, ore 15:00
17ª giornata
Juventus3 – 0
(1 – 0)
referto
PerugiaStadio delle Alpi
Arbitro:  Borriello (Mantova)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Reggio Calabria
23 gennaio 2000, ore 15:00
18ª giornata
Reggina0 – 2
(0 – 1)
referto
JuventusStadio Oreste Granillo
Arbitro:  Serena (Bassano del Grappa)

Torino
30 gennaio 2000, ore 15:00
19ª giornata
Juventus1 – 1
(1 – 1)
referto
CagliariStadio delle Alpi
Arbitro:  Treossi (Forlì)

Udine
5 febbraio 2000, ore 15:00
20ª giornata
Udinese1 – 1
(1 – 0)
referto
JuventusStadio Friuli
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Torino
13 febbraio 2000, ore 15:00
21ª giornata
Juventus1 – 0
(1 – 0)
referto
LecceStadio delle Alpi
Arbitro:  Bolognino (Milano)

Venezia
20 febbraio 2000, ore 15:00
22ª giornata
Venezia0 – 4
(0 – 1)
referto
JuventusStadio Pierluigi Penzo
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Torino
27 febbraio 2000, ore 20:30
23ª giornata
Juventus2 – 1
(1 – 1)
referto
RomaStadio delle Alpi
Arbitro:  Braschi (Prato)

Torino
5 marzo 2000, ore 15:00
24ª giornata
Juventus2 – 0
(1 – 0)
referto
BariStadio delle Alpi
Arbitro:  Bonfrisco (Monza)

Piacenza
12 marzo 2000, ore 15:00
25ª giornata
Piacenza0 – 2
(0 – 0)
referto
JuventusStadio Leonardo Garilli
Arbitro:  Ayroldi (Molfetta)

Torino
19 marzo 2000, ore 15:00
26ª giornata
Juventus3 – 2
(1 – 1)
referto
TorinoStadio delle Alpi
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Milano
24 marzo 2000, ore 20:30
27ª giornata
Milan2 – 0
(1 – 0)
referto
JuventusStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Torino
1º aprile 2000, ore 20:30
28ª giornata
Juventus0 – 1
(0 – 0)
referto
LazioStadio delle Alpi
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Bologna
9 aprile 2000, ore 15:00
29ª giornata
Bologna0 – 2
(0 – 0)
referto
JuventusStadio Renato Dall'Ara
Arbitro:  De Santis (Roma 1)

Milano
16 aprile 2000, ore 20:30
30ª giornata
Inter1 – 2
(0 – 0)
referto
JuventusStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Treossi (Forlì)

Torino
22 aprile 2000, ore 15:00
31ª giornata
Juventus1 – 0
(1 – 0)
referto
FiorentinaStadio delle Alpi
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Verona
30 aprile 2000, ore 15:00
32ª giornata
Verona2 – 0
(1 – 0)
referto
JuventusStadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro:  Braschi (Prato)

Torino
7 maggio 2000, ore 15:00
33ª giornata
Juventus1 – 0
(0 – 0)
referto
ParmaStadio delle Alpi
Arbitro:  De Santis (Roma 1)

Perugia
14 maggio 2000, ore 15:00
34ª giornata
Perugia1 – 0
(0 – 0)
referto
JuventusStadio Renato Curi
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1999-2000.
Napoli
1º dicembre 1999, ore 20:45
Ottavi di finale - Andata
Napoli1 – 3
(1 – 2)
JuventusStadio San Paolo
Arbitri:  Collina (Viareggio)
Tombolini (Ancona)

Torino
16 dicembre 1999, ore 20:45
Ottavi di finale - Ritorno
Juventus1 – 0
(1 – 0)
NapoliStadio delle Alpi
Arbitri:  Racalbuto (Gallarate)
Guiducci (Arezzo)

Torino
13 gennaio 2000, ore 20:45
Quarti di finale - Andata
Juventus3 – 2
(3 – 0)
LazioStadio delle Alpi
Arbitri:  Messina (Bergamo)
Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Roma
26 gennaio 2000, ore 20:45
Quarti di finale - Ritorno
Lazio2 – 1
(0 – 0)
JuventusStadio Olimpico
Arbitri:  Collina (Viareggio)
Braschi (Prato)

Coppa Intertoto UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Intertoto 1999.
Piatra Neamț
18 luglio 1999, ore 17:00 CET
Quarti di finale - Andata
Ceahlăul1 – 1
referto
JuventusStadio Ceahlăul (ca 12.000 spett.)
Arbitro: Inghilterra Gallagher

Cesena
24 luglio 1999, ore 20:45 CET
Quarti di finale - Ritorno
Juventus0 – 0
referto
CeahlăulStadio Dino Manuzzi (9.638 spett.)
Arbitro: Norvegia Olsen

Rostov sul Don
28 luglio 1999, ore 16:00 CET
Semifinali - Andata
Rostsel'maš0 – 4
referto
JuventusRostselmash Stadium (ca 15.000 spett.)
Arbitro: Spagna Ibáñez

Cesena
4 agosto 1999, ore 20:45 CET
Semifinali - Ritorno
Juventus5 – 1
referto
Rostsel'mašStadio Dino Manuzzi (11.035 spett.)
Arbitro: Belgio Romain

Cesena
10 agosto 1999, ore 20:45 CET
Finali - Andata
Juventus2 – 0
referto
RennesStadio Dino Manuzzi (23.609 spett.)
Arbitro: Norvegia Pedersen

Rennes
24 agosto 1999, ore 20:45 CET
Finali - Ritorno
Rennes2 – 2
referto
JuventusStade de la Route de Lorient (11.427 spett.)
Arbitro: Portogallo Melo Pereira

Coppa UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa UEFA 1999-2000.
Nicosia
16 settembre 1999, ore 18:30
Primo turno eliminatorio - Andata
Omonia2 – 5
(0 – 4)
JuventusStadio Neo GSP
Arbitro: Bielorussia Šmolik

Palermo
30 settembre 1999, ore 20:45
Primo turno eliminatorio - Ritorno
Juventus5 – 0
(1 – 0)
OmoniaStadio Renzo Barbera
Arbitro: Romania Corpodean

Sofia
21 ottobre 1999, ore 17:30
Secondo turno eliminatorio - Andata
Levski Sofia1 – 3
(0 – 1)
JuventusStadio Georgi Asparuhov
Arbitro: Portogallo Monteiro Coroado

Torino
4 novembre 1999, ore 20:45
Secondo turno eliminatorio - Ritorno
Juventus1 – 1
(0 – 1)
Levski SofiaStadio delle Alpi
Arbitro: Belgio De Bleeckere

Atene
25 novembre 1999, ore 18:00
Terzo turno eliminatorio - Andata
Olympiakos1 – 3
(1 – 1)
JuventusStadio Karaiskákis
Arbitro: Norvegia Pedersen

Palermo
7 dicembre 1999, ore 20:45
Terzo turno eliminatorio - Ritorno
Juventus1 – 2
(1 – 1)
OlympiakosStadio Renzo Barbera
Arbitro: Spagna Muñiz Fernández

Torino
2 marzo 2000, ore 20:45
Ottavi di finale - Andata
Juventus1 – 0
(0 – 0)
Celta VigoStadio delle Alpi
Arbitro: Germania Krug

Vigo
9 marzo 2000, ore 20:45
Ottavi di finale - Ritorno
Celta Vigo4 – 0
(2 – 0)
JuventusStadio Balaídos
Arbitro: Norvegia Pedersen

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 71 17 14 2 1 28 8 17 7 6 4 18 12 34 21 8 5 46 20 +26
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 2 2 0 0 4 2 2 1 0 1 4 3 4 3 0 1 8 5 +3
Intertoto.png Intertoto - 3 2 1 0 7 1 3 1 2 0 7 3 6 3 3 0 14 4 +10
Coppauefa.png Coppa UEFA - 4 2 1 1 8 3 4 3 0 1 11 8 8 5 1 2 19 11 +8
Totale - 26 20 4 2 47 14 26 12 8 6 40 26 52 32 12 8 87 40 +47

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie A Coppa Italia Coppa UEFA Intertoto Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Amoruso, N. N. Amoruso 00000000000020002000
Bachini, J. J. Bachini 600040006021400020021
Birindelli, A. A. Birindelli 2201040108000400038020
Conte, A. A. Conte 2844021004101412038761
D'Amico, A. A. D'Amico 00001000000000001000
Davids, E. E. Davids 271101300050203000381121
Del Piero, A. A. Del Piero 34930210061003100451230
Esnáider, J. J. Esnáider 600021104100100013210
Ferrara, C. C. Ferrara 3119110003000600041191
Fonseca, D. D. Fonseca 00001000100000002000
Henry, T. T. Henry 00000000000010001000
Inzaghi, F. F. Inzaghi 331520210043004700432620
Iuliano, M. M. Iuliano 32080200030005020420100
Kovačević, D. D. Kovačević 266214300810306100442051
Maresca, E. E. Maresca 10000000000000001000
Mirković, Z. Z. Mirković 800040006000400022000
Montero, P. P. Montero 2805120007021302140093
O'Brien, R. R. O'Brien 00000000000010001000
Oliseh, S. S. Oliseh 802010005100501019130
Perrotta, S. S. Perrotta 00000000000010101010
Pessotto, G. G. Pessotto 3011040006000400044110
Rampulla, M. M. Rampulla 3-1001-1003-30000007-500
Rigoni, M. M. Rigoni 00001000000000001000
Tacchinardi, A. A. Tacchinardi 30091300071105210453111
Tudor, I. I. Tudor 1716120007130200028291
van der Sar, E. E. van der Sar 32-19413-4005-8006-40046-3541
Zambrotta, G. G. Zambrotta 3216120007010520046371
Zidane, Z. Z. Zidane 3245131004000200041551

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Emanuele Gamba, Parte Juventus 2, obiettivo Europa, in la Repubblica, 2 luglio 1999, p. 48.
  2. ^ Marco Ansaldo, Conte fa la Juve europea, in La Stampa, 25 agosto 1999, p. 25.
  3. ^ Paul Saffer, Paris sulle orme della Juventus, su it.uefa.com, 10 aprile 2016.
  4. ^ a b Paolo Condò e Luigi Garlando, Juve, regalo di benvenuto alla Reggina, in La Gazzetta dello Sport, 30 agosto 1999.
  5. ^ Alberto Cerruti, Juve, poker e gentilezze, in La Gazzetta dello Sport, 20 settembre 1999.
  6. ^ Coppa UEFA, disfatta totale. Eliminate tutte le italiane, su repubblica.it, 9 marzo 2000.
  7. ^ Alberto Cerruti, Del Piero crea, Inzaghi segna e la Juve vola, in La Gazzetta dello Sport, 13 marzo 2000.
  8. ^ Lodovico Maradei, Shevchenko ferma la Juve, in La Gazzetta dello Sport, 25 marzo 2000.
  9. ^ La Lazio passa a Torino. Ora il campionato è riaperto, su repubblica.it, 1º aprile 2000.
  10. ^ Gianni Mura, Juve, è quasi scudetto, in la Repubblica, 23 aprile 2000, p. 1.
  11. ^ Il Parma: "Gol valido". La rabbia della Lazio, su repubblica.it, 7 maggio 2000.
  12. ^ La Lazio campione d'Italia, su repubblica.it, 15 maggio 2000.
  13. ^ Fabio Vergnano, Juve, Esnaider alza la testa, in La Stampa, 17 dicembre 1999, p. 33.
  14. ^ a b c d e Ceduto a stagione iniziata.
  15. ^ Acquistato durante la sessione invernale di calciomercato.
  16. ^ a b c d e f g Aggregato alla prima squadra dalla formazione Primavera.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]