Juventus Football Club 1999-2000

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Juventus Football Club.

Juventus Football Club
Stagione 1999-2000
Allenatore Italia Carlo Ancelotti
Presidente Italia Vittorio Caissotti di Chiusano
Serie A 2º posto
Coppa Italia Quarti di finale
Coppa UEFA Ottavi di finale
Coppa Intertoto Vincitrice
Maggiori presenze Campionato: Del Piero (34)
Totale: van der Sar, Zambrotta (46)
Miglior marcatore Campionato: Inzaghi (15)
Totale: Inzaghi (26)
Stadio Delle Alpi

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti la Juventus Football Club nelle competizioni ufficiali della stagione 1999-2000.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

La stagione 1999-2000 doveva rappresentare per la Juventus il momento del rilancio dopo le delusioni dell'annata precedente. Fu necessario un rinnovamento della rosa dovuto soprattutto a fattori motivazionali: lasciarono Torino pilastri del vittorioso ciclo lippiano quali Deschamps, Di Livio e Peruzzi, oltre a giocatori di prospettiva quali Amoruso e Perrotta che aveva trovato poco spazio nell'annata appena trascorsa. Del Piero, il cui ritorno in campo dopo il grave infortunio avrebbe dovuto rappresentare una chiave indispensabile per gli assetti della squadra, non era ancora completamente recuperato, presentandosi all'avvio della stagione ancora in scarsa condizione.

Il neoacquisto Gianluca Zambrotta

Per quel che riguardò i nuovi acquisti, si registrarono gli arrivi del portiere olandese Edwin Van Der Sar e del centrocampista nigeriano Sunday Oliseh dall'Ajax, dell'ala offensiva Gianluca Zambrotta rivelazione nel Bari di Fascetti, dell'esterno Jonathan Bachini dall'Udinese e dell'ariete serbo Darko Kovačević dalla Real Sociedad. Vista la situazione di Del Piero, il tecnico Ancelotti scelse di arretrarlo da attaccante puro a rifinitore dietro l'unica punta Inzaghi; di conseguenza mutò anche il ruolo classico di Zidane, che agendo maggiormente nel centrocampo si mantenne elemento di impostazione ma decisamente meno offensivo.

I bianconeri vinsero in estate la Coppa Intertoto,[1] riconvalidando così il loro record di aver vinto tutte le competizioni per club dell'UEFA:[2] dopo aver faticato nell'esordio contro i rumeni del Ceahlăul (1-1 e 0-0 in casa), la Juventus superò agevolmente i russi del Rostov (4-0 e 5-1, con il ritorno al gol di Del Piero) e si impose nella doppia sfida finale contro i francesi del Rennes (2-0 casalingo all'andata e avvincente 2-2 al ritorno). Il successo garantì ai piemontesi il diritto a prender parte alla Coppa UEFA dove tuttavia, pur presentandosi tra le principali favorite alla vittoria, non andarono oltre gli ottavi di finale, uscendo sconfitti contro gli spagnoli del Celta Vigo nonostante le reti di Kovačević, capocannoniere dell'edizione (prima volta per un calciatore juventino in Coppa UEFA).

A lungo favorita anche nella corsa allo scudetto, la squadra bianconera finì per fallire l'obiettivo tricolore all'ultima giornata. Già apparsa in flessione nelle giornate conclusive del campionato rispetto alla più vivace Lazio, negli ultimi 90' la Juventus cadde in trasferta per mano del Perugia di Carlo Mazzone, su un campo allagato da un violento nubifragio abbattutosi sul capoluogo umbro nell'intervallo tra il primo e il secondo tempo; tale sospensione durò più di quanto consentito dal regolamento FIFA, ma l'arbitro Pierluigi Collina decise ugualmente per il prosieguo.[3] Nella seconda frazione di gioco una rete del capitano biancorosso Alessandro Calori condannò i torinesi al sorpasso da parte dell'undici di Sven-Göran Eriksson, campione d'Italia per un punto.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico per la stagione 1999-2000 fu Kappa, mentre lo sponsor ufficiale fu D+. Nelle partite di Coppa Intertoto e Coppa UEFA lo sponsor fu Sony.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Paesi Bassi P Edwin van der Sar
2 Italia D Ciro Ferrara
3 Serbia e Montenegro D Zoran Mirković
4 Uruguay D Paolo Montero
5 Nigeria C Sunday Oliseh
6 Francia A Thierry Henry[4]
7 Italia D Gianluca Pessotto
8 Italia C Antonio Conte (C)
9 Italia A Filippo Inzaghi
10 Italia A Alessandro Del Piero
11 Uruguay A Daniel Fonseca
12 Italia P Michelangelo Rampulla
13 Italia D Mark Iuliano
14 Italia C Jonathan Bachini
15 Italia D Alessandro Birindelli
16 Italia A Nicola Amoruso[4]
17 Irlanda C Ronnie O'Brien[4]
18 Serbia e Montenegro A Darko Kovačević
N. Ruolo Giocatore
19 Argentina A Juan Esnáider
20 Italia C Alessio Tacchinardi
21 Francia C Zinédine Zidane
22 Svezia P Andreas Isaksson
23 Italia C Gianluca Zambrotta
24 Italia C Raffaele Ametrano[4]
24 Italia C Enzo Maresca[5]
25 Italia C Simone Perrotta[4]
26 Paesi Bassi C Edgar Davids
27 Italia C Marco Rigoni[6]
28 Croazia D Igor Tudor
29 Italia A Giuseppe Sculli[6]
30 Italia D Francesco Scardina[6]
31 Italia C Luigi Lavecchia[6]
32 Italia C Vito Redavid[6]
33 Italia C Andrea Gasbarroni[6]
34 Italia P Andrea D'Amico[6]

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Andreas Isaksson Trelleborg definitivo
P Edwin van der Sar Ajax definitivo
D Marco Zamboni Lecce fine prestito
C Raffaele Ametrano Salernitana fine prestito
C Jonathan Bachini Udinese definitivo
C Ronnie O'Brien Middlesbrough definitivo
C Sunday Oliseh Ajax definitivo
C Fabio Pecchia Sampdoria fine prestito
C Gianluca Zambrotta Bari definitivo
A Darko Kovačević Real Sociedad definitivo
A Marcelo Zalayeta Empoli fine prestito
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Morgan De Sanctis Udinese compartecipazione
P Angelo Peruzzi Inter definitivo
D Angelo Di Livio Fiorentina definitivo
D Marco Zamboni Udinese compartecipazione
C Raffaele Ametrano Cagliari prestito
C Jocelyn Blanchard Lens definitivo
C Didier Deschamps Chelsea definitivo
C Ronnie O'Brien Lugano prestito
C Fabio Pecchia Torino compartecipazione
C Simone Perrotta Bari prestito
A Nicola Amoruso Perugia prestito
A Thierry Henry Arsenal definitivo
A Marcelo Zalayeta Siviglia prestito

Sessione invernale[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
C Enzo Maresca West Bromwich definitivo

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1999-2000.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Torino
29 agosto 1999, ore 20:30
1ª giornata
Juventus 1 – 1
(1 – 0)
referto
Reggina Stadio delle Alpi
Arbitro Racalbuto (Gallarate)

Cagliari
12 settembre 1999, ore 15:00
2ª giornata
Cagliari 0 – 1
(0 – 0)
referto
Juventus Stadio Sant'Elia
Arbitro Borriello (Mantova)

Torino
19 settembre 1999, ore 15:00
3ª giornata
Juventus 4 – 1
(2 – 0)
referto
Udinese Stadio delle Alpi
Arbitro Tombolini (Ancona)

Lecce
25 settembre 1999, ore 15:00
4ª giornata
Lecce 2 – 0
(1 – 0)
referto
Juventus Stadio Via del Mare
Arbitro Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Torino
3 ottobre 1999, ore 15:00
5ª giornata
Juventus 1 – 0
(0 – 0)
referto
Venezia Stadio delle Alpi
Arbitro De Santis (Roma 1)

Roma
17 ottobre 1999, ore 20:30
6ª giornata
Roma 0 – 1
(0 – 0)
referto
Juventus Stadio Olimpico
Arbitro Treossi (Forlì)

Bari
24 ottobre 1999, ore 15:00
7ª giornata
Bari 1 – 1
(0 – 1)
referto
Juventus Stadio San Nicola
Arbitro Bolognino (Milano)

Torino
31 ottobre 1999, ore 15:00
8ª giornata
Juventus 1 – 0
(0 – 0)
referto
Piacenza Stadio delle Alpi
Arbitro Rodomonti (Teramo)

Torino
7 novembre 1999, ore 20:30
9ª giornata
Torino 0 – 0
referto
Juventus Stadio delle Alpi
Arbitro Bazzoli (Merano)

Torino
21 novembre 1999, ore 20:30
10ª giornata
Juventus 3 – 1
(1 – 1)
referto
Milan Stadio delle Alpi
Arbitro De Santis (Roma 1)

Roma
28 novembre 1999, ore 20:30
11ª giornata
Lazio 0 – 0
referto
Juventus Stadio Olimpico
Arbitro Braschi (Prato)

Torino
4 dicembre 1999, ore 15:00
12ª giornata
Juventus 2 – 0
(0 – 0)
referto
Bologna Stadio delle Alpi
Arbitro Cesari (Genova)

Torino
12 dicembre 1999, ore 20:30
13ª giornata
Juventus 1 – 0
(1 – 0)
referto
Inter Stadio delle Alpi
Arbitro Tombolini (Ancona)

Firenze
19 dicembre 1999, ore 20:30
14ª giornata
Fiorentina 1 – 1
(1 – 1)
referto
Juventus Stadio Artemio Franchi
Arbitro Messina (Bergamo)

Torino
6 gennaio 2000, ore 15:00
15ª giornata
Juventus 1 – 0
(0 – 0)
referto
Verona Stadio delle Alpi
Arbitro Bonfrisco (Monza)

Parma
9 gennaio 2000, ore 13:00
16ª giornata
Parma 1 – 1
(0 – 0)
referto
Juventus Stadio Ennio Tardini
Arbitro Farina (Novi Ligure)

Torino
16 gennaio 2000, ore 15:00
17ª giornata
Juventus 3 – 0
(1 – 0)
referto
Perugia Stadio delle Alpi
Arbitro Borriello (Mantova)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Reggio Calabria
23 gennaio 2000, ore 15:00
18ª giornata
Reggina 0 – 2
(0 – 1)
referto
Juventus Stadio Oreste Granillo
Arbitro Serena (Bassano del Grappa)

Torino
30 gennaio 2000, ore 15:00
19ª giornata
Juventus 1 – 1
(1 – 1)
referto
Cagliari Stadio delle Alpi
Arbitro Treossi (Forlì)

Udine
5 febbraio 2000, ore 15:00
20ª giornata
Udinese 1 – 1
(1 – 0)
referto
Juventus Stadio Friuli
Arbitro Messina (Bergamo)

Torino
13 febbraio 2000, ore 15:00
21ª giornata
Juventus 1 – 0
(1 – 0)
referto
Lecce Stadio delle Alpi
Arbitro Bolognino (Milano)

Venezia
20 febbraio 2000, ore 15:00
22ª giornata
Venezia 0 – 4
(0 – 1)
referto
Juventus Stadio Pierluigi Penzo
Arbitro Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Torino
27 febbraio 2000, ore 20:30
23ª giornata
Juventus 2 – 1
(1 – 1)
referto
Roma Stadio delle Alpi
Arbitro Braschi (Prato)

Torino
5 marzo 2000, ore 15:00
24ª giornata
Juventus 2 – 0
(1 – 0)
referto
Bari Stadio delle Alpi
Arbitro Bonfrisco (Monza)

Piacenza
12 marzo 2000, ore 15:00
25ª giornata
Piacenza 0 – 2
(0 – 0)
referto
Juventus Stadio Leonardo Garilli
Arbitro Ayroldi (Molfetta)

Torino
19 marzo 2000, ore 15:00
26ª giornata
Juventus 3 – 2
(1 – 1)
referto
Torino Stadio delle Alpi
Arbitro Collina (Viareggio)

Milano
24 marzo 2000, ore 20:30
27ª giornata
Milan 2 – 0
(1 – 0)
referto
Juventus Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Paparesta (Bari)

Torino
1º aprile 2000, ore 20:30
28ª giornata
Juventus 0 – 1
(0 – 0)
referto
Lazio Stadio delle Alpi
Arbitro Farina (Novi Ligure)

Bologna
9 aprile 2000, ore 15:00
29ª giornata
Bologna 0 – 2
(0 – 0)
referto
Juventus Stadio Renato Dall'Ara
Arbitro De Santis (Roma 1)

Milano
16 aprile 2000, ore 20:30
30ª giornata
Inter 1 – 2
(0 – 0)
referto
Juventus Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Treossi (Forlì)

Torino
22 aprile 2000, ore 15:00
31ª giornata
Juventus 1 – 0
(1 – 0)
referto
Fiorentina Stadio delle Alpi
Arbitro Paparesta (Bari)

Verona
30 aprile 2000, ore 15:00
32ª giornata
Verona 2 – 0
(1 – 0)
referto
Juventus Stadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro Braschi (Prato)

Torino
7 maggio 2000, ore 15:00
33ª giornata
Juventus 1 – 0
(0 – 0)
referto
Parma Stadio delle Alpi
Arbitro De Santis (Roma 1)

Perugia
14 maggio 2000, ore 15:00
34ª giornata
Perugia 1 – 0
(0 – 0)
referto
Juventus Stadio Renato Curi
Arbitro Collina (Viareggio)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1999-2000.
Napoli
1º dicembre 1999, ore 20:45
Ottavi di finale - Andata
Napoli 1 – 3
(1 – 2)
Juventus Stadio San Paolo
Arbitri Collina (Viareggio)
Tombolini (Ancona)

Torino
16 dicembre 1999, ore 20:45
Ottavi di finale - Ritorno
Juventus 1 – 0
(1 – 0)
Napoli Stadio delle Alpi
Arbitri Racalbuto (Gallarate)
Guiducci (Arezzo)

Torino
13 gennaio 2000, ore 20:45
Quarti di finale - Andata
Juventus 3 – 2
(3 – 0)
Lazio Stadio delle Alpi
Arbitri Messina (Bergamo)
Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Roma
26 gennaio 2000, ore 20:45
Quarti di finale - Ritorno
Lazio 2 – 1
(0 – 0)
Juventus Stadio Olimpico
Arbitri Collina (Viareggio)
Braschi (Prato)

Coppa Intertoto[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Intertoto 1999.
Piatra Neamț
18 luglio 1999, ore 17:00 CET
Quarti di finale - Andata
Ceahlăul 1 – 1
referto
Juventus Stadio Ceahlăul (ca 12.000 spett.)
Arbitro Inghilterra Gallagher

Cesena
24 luglio 1999, ore 20:45 CET
Quarti di finale - Ritorno
Juventus 0 – 0
referto
Ceahlăul Stadio Dino Manuzzi (9.638 spett.)
Arbitro Norvegia Olsen

Rostov sul Don
28 luglio 1999, ore 16:00 CET
Semifinali - Andata
Rostov 0 – 4
referto
Juventus Rostselmash Stadium (ca 15.000 spett.)
Arbitro Spagna Ibáñez

Cesena
4 agosto 1999, ore 20:45 CET
Semifinali - Ritorno
Juventus 5 – 1
referto
Rostov Stadio Dino Manuzzi (11.035 spett.)
Arbitro Belgio Romain

Cesena
10 agosto 1999, ore 20:45 CET
Finali - Andata
Juventus 2 – 0
referto
Rennes Stadio Dino Manuzzi (23.609 spett.)
Arbitro Norvegia Pedersen

Rennes
24 agosto 1999, ore 20:45 CET
Finali - Ritorno
Rennes 2 – 2
referto
Juventus Stade de la Route de Lorient (11.427 spett.)
Arbitro Portogallo Melo Pereira

Coppa UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa UEFA 1999-2000.
Nicosia
16 settembre 1999, ore 18:30
Primo turno eliminatorio - Andata
Omonia 2 – 5
(0 – 4)
Juventus Stadio Neo GSP
Arbitro Bielorussia Šmolik

Palermo
30 settembre 1999, ore 20:45
Primo turno eliminatorio - Ritorno
Juventus 5 – 0
(1 – 0)
Omonia Stadio Renzo Barbera
Arbitro Romania Corpodean

Sofia
21 ottobre 1999, ore 17:30
Secondo turno eliminatorio - Andata
Levski Sofia 1 – 3
(0 – 1)
Juventus Stadio Georgi Asparuhov
Arbitro Portogallo Monteiro Coroado

Torino
4 novembre 1999, ore 20:45
Secondo turno eliminatorio - Ritorno
Juventus 1 – 1
(0 – 1)
Levski Sofia Stadio delle Alpi
Arbitro Belgio De Bleeckere

Atene
25 novembre 1999, ore 18:00
Terzo turno eliminatorio - Andata
Olympiakos 1 – 3
(1 – 1)
Juventus Stadio Karaiskákis
Arbitro Norvegia Pedersen

Palermo
7 dicembre 1999, ore 20:45
Terzo turno eliminatorio - Ritorno
Juventus 1 – 2
(1 – 1)
Olympiakos Stadio Renzo Barbera
Arbitro Spagna Muñiz Fernández

Torino
2 marzo 2000, ore 20:45
Ottavi di finale - Andata
Juventus 1 – 0
(0 – 0)
Celta Vigo Stadio delle Alpi
Arbitro Germania Krug

Vigo
9 marzo 2000, ore 20:45
Ottavi di finale - Ritorno
Celta Vigo 4 – 0
(2 – 0)
Juventus Stadio Balaídos
Arbitro Norvegia Pedersen

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 71 17 14 2 1 28 8 17 7 6 4 18 12 34 21 8 5 46 20 +26
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 2 2 0 0 4 2 2 1 0 1 4 3 4 3 0 1 8 5 +3
Coppa Intertoto.svg Intertoto - 3 2 1 0 7 1 3 1 2 0 7 3 6 3 3 0 14 4 +10
Coppauefa.png Coppa UEFA - 4 2 1 1 8 3 4 3 0 1 11 8 8 5 1 2 19 11 +8
Totale - 26 20 4 2 47 14 26 12 8 6 40 26 52 32 12 8 87 40 +47

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie A Coppa Italia Coppa UEFA Intertoto Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Amoruso, N. N. Amoruso 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 2 0 0 0 2 0 0 0
Bachini, J. J. Bachini 6 0 0 0 4 0 0 0 6 0 2 1 4 0 0 0 20 0 2 1
Birindelli, A. A. Birindelli 22 0 1 0 4 0 1 0 8 0 0 0 4 0 0 0 38 0 2 0
Conte, A. A. Conte 28 4 4 0 2 1 0 0 4 1 0 1 4 1 2 0 38 7 6 1
D'Amico, A. A. D'Amico 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0
Davids, E. E. Davids 27 1 10 1 3 0 0 0 5 0 2 0 3 0 0 0 38 1 12 1
Del Piero, A. A. Del Piero 34 9 3 0 2 1 0 0 6 1 0 0 3 1 0 0 45 12 3 0
Esnáider, J. J. Esnáider 6 0 0 0 2 1 1 0 4 1 0 0 1 0 0 0 13 2 1 0
Ferrara, C. C. Ferrara 31 1 9 1 1 0 0 0 3 0 0 0 6 0 0 0 41 1 9 1
Fonseca, D. D. Fonseca 0 0 0 0 1 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 2 0 0 0
Henry, T. T. Henry 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 1 0 0 0
Inzaghi, F. F. Inzaghi 33 15 2 0 2 1 0 0 4 3 0 0 4 7 0 0 43 26 2 0
Iuliano, M. M. Iuliano 32 0 8 0 2 0 0 0 3 0 0 0 5 0 2 0 42 0 10 0
Kovačević, D. D. Kovačević 26 6 2 1 4 3 0 0 8 10 3 0 6 1 0 0 44 20 5 1
Maresca, E. E. Maresca 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0
Mirković, Z. Z. Mirković 8 0 0 0 4 0 0 0 6 0 0 0 4 0 0 0 22 0 0 0
Montero, P. P. Montero 28 0 5 1 2 0 0 0 7 0 2 1 3 0 2 1 40 0 9 3
O'Brien, R. R. O'Brien 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 1 0 0 0
Oliseh, S. S. Oliseh 8 0 2 0 1 0 0 0 5 1 0 0 5 0 1 0 19 1 3 0
Perrotta, S. S. Perrotta 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 1 0 1 0 1 0
Pessotto, G. G. Pessotto 30 1 1 0 4 0 0 0 6 0 0 0 4 0 0 0 44 1 1 0
Rampulla, M. M. Rampulla 3 -1 0 0 1 -1 0 0 3 -3 0 0 0 0 0 0 7 -5 0 0
Rigoni, M. M. Rigoni 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0
Tacchinardi, A. A. Tacchinardi 30 0 9 1 3 0 0 0 7 1 1 0 5 2 1 0 45 3 11 1
Tudor, I. I. Tudor 17 1 6 1 2 0 0 0 7 1 3 0 2 0 0 0 28 2 9 1
van der Sar, E. E. van der Sar 32 -19 4 1 3 -4 0 0 5 -8 0 0 6 -4 0 0 46 -35 4 1
Zambrotta, G. G. Zambrotta 32 1 6 1 2 0 0 0 7 0 1 0 5 2 0 0 46 3 7 1
Zidane, Z. Z. Zidane 32 4 5 1 3 1 0 0 4 0 0 0 2 0 0 0 41 5 5 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marco Ansaldo, Conte fa la Juve europea, in La Stampa, 25 agosto 1999, p. 25.
  2. ^ Pablo Arziliani, La Juventus è l'unica squadra al mondo ad aver vinto tutte le competizioni UEFA, su zonajuve.it, 19 febbraio 2014.
  3. ^ Giancarlo Padovan, Lo scudetto della Juve finisce sott'acqua, in Corriere della Sera, 15 maggio 2000, p. 38. (archiviato dall'url originale il ).
  4. ^ a b c d e Ceduto a stagione iniziata.
  5. ^ Acquistato durante la sessione invernale di calciomercato.
  6. ^ a b c d e f g Aggregato alla prima squadra dalla formazione Primavera

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]