Unione Sportiva Città di Palermo 2000-2001

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
U.S. Città di Palermo
Stagione 2000-2001
AllenatoreItalia Giuliano Sonzogni, poi
Italia Ezio Sella
PresidenteItalia Sergio D'Antoni
Serie C11º posto nel girone B (promosso in Serie B)
Coppa Italia Serie COttavi di finale
Supercoppa di Lega di Serie CFinalista
Maggiori presenzeCampionato: Brienza, Cappioli, Di Donato (32)
Miglior marcatoreCampionato: Cappioli (15)

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Unione Sportiva Città di Palermo nelle competizioni ufficiali della stagione 2000-2001.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Il ritiro precampionato della società, iniziato dopo il raduno del 9 luglio, è stato fatto a San Pellegrino Terme, mentre la seconda parte è stata fatta a Caltanissetta.[1]

Ad agosto si sono giocate due amichevoli in casa a Palermo: contro il Napoli di Zdeněk Zeman il 12 e contro la Roma di Fabio Capello e di Gabriel Batistuta il 27, terminate, nell'ordine, 1-2 e 0-3.

Al termine della stagione il Palermo riesce a conquistare la promozione in Serie B, ritornandoci a distanza di quattro anni: dopo un girone B del campionato condotto in testa alla classifica, i rosanero subirono una rimonta da parte del rivale corregionale Messina, neopromosso, capace di recuperare otto punti in cinque giornate, dalla 28ª alla 32ª. In seguito all'avvicendamento in panchina da Giuliano Sonzogni a Ezio Sella, il salto di categoria con il primo posto nei cadetti fu favorito dalla vittoria dell'Avellino contro i giallorossi all'ultima giornata: sullo 0-0 l'attaccante messinese Torino sbagliò un rigore al 90' e nei successivi minuti di recupero gli irpini trovarono anche il gol del definitivo 1-0.[2]

Il 20 e 24 maggio la squadra disputa, contro il Modena, rispettivamente vincitore dell'altro girone A, la finale della Supercoppa di Lega di Serie C 2001, seconda edizione di Supercoppa di Serie C dopo quella precedente alla sua inaugurazione e istituzione[3]: la gara di andata, in casa allo stadio La Favorita, termina 1-2 per gli ospiti due minuti prima la fine dei minuti di recupero del secondo tempo dei tempi regolamentari, per invasione di campo da parte dei tifosi casalinghi, con il risultato trasformato 0-2 a tavolino su delibera del Giudice Sportivo,[4] mentre la gara di ritorno, in trasferta allo stadio Alberto Braglia di Modena, finisce 3-0 per gli avversari.[5]

Il 1º novembre della medesima stagione, in occasione della gara di andata valevole per i sedicesimi di finale della Coppa Italia di Serie C, vinta in trasferta per 0-1 contro il Campobasso, il Palermo festeggiò il centenario della società. Si era pensato per tale evento di organizzare, a maggio dopo la fine della stagione precedente, un torneo amichevole con Milan, Barcellona, Espanyol, Lazio e Juventus per festeggiare, di fatto, i 100 anni.[6]

Per quanto riguarda il cammino nella Coppa Italia di Serie C, il club esce agli ottavi di finale a gennaio, dopo aver perso contro il Catania la doppia sfida nel derby, pareggiando all'andata a Palermo a fine novembre per 1-1 e perdendo al ritorno a Catania per 2-1.

A livello giovanile, nella stessa annata, ha vinto il suo primo Campionato nazionale Dante Berretti, battendo il Como: dopo aver pareggiato all'andata in casa 2-2 e aver concluso col medesimo risultato anche la partita di ritorno in trasferta allo stadio Giuseppe Sinigaglia di Como, i siciliani, allenati dall'ex calciatore Francesco "Franco" Sampino (giocatore del Palermo nel 1987-1988), hanno avuto la meglio ai tiri di rigore (7-5).[7]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

La maglia era rosanero.[8]

Lo sponsor ufficiale della squadra diventa Alitalia, mentre quello tecnico diviene Lotto Sport Italia, conosciuto semplicemente come Lotto: quest'ultimo sarà quello che durerà più a lungo nella storia del Palermo, ovvero per dieci stagioni consecutive, da questa sino a quella 2009-2010.

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

  • Azionista di maggioranza: Franco Sensi
  • Presidente: Sergio D'Antoni
  • Vice Presidente: Giuseppe D'Antoni
  • Direttore Generale: Carmine Longo

Area organizzativa

  • Segretario: Salvatore Francofonte
  • Dirigente accompagnatore e consulente legale: Avv. Giuseppe Conti

Area comunicazione

  • Addetto stampa: Alessandro Amato

Area tecnica

Area sanitaria

  • Medico sociale: Roberto Matracia
  • Massaggiatore: Giuseppe Bonadonna

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Sebastiano Luca Aprile
Italia P Giuseppe Di Masi[9]
Italia P Vincenzo Sicignano
Italia P Carlo Zotti
Italia D Pietro Accardi
Italia D Simone Altobelli
Italia D Espedito Chionna
Italia D Paolo Cotroneo
Italia D Andrea Ferrante
Italia D Luca Ferri
Italia D Silvio Vittorio Giampietro
Italia D Andrea Lisuzzo[10]
Italia D Tiziano Maggiolini
Italia D Vincenzo Montalbano
Italia D Walter Paruta
Italia D Armando Perna
Italia D Marco Quadrini
Italia D Leandro Rinaudo
Italia D Pietro Vassallo
Italia C Antonino Barraco[10]
Italia C Davide Bombardini
Italia C Massimiliano Cappioli
Italia C Carlo Cardascio
N. Ruolo Giocatore
Italia C Maurizio Ciaramitaro
Italia C Daniele De Vezze[11]
Italia C Daniele Di Donato
Italia C Filippo Furiani
Italia C Fabrizio Grillo
Italia C Fabio Marino
Italia C Attilio Nicodemo[10]
Italia C Carmine Passalacqua[11]
Italia C Michele Scaringella[9]
Italia C Pasquale Suppa
Italia A Ciro Auricchio
Italia A Emilio Belmonte
Italia A Franco Brienza
Italia A Angelo Corona
Italia A Antonino Di Vincenzo
Italia A Firmino Elia
Italia A Vincenzo Giannusa
Argentina A Diego Gastón Herrera
Argentina A Cristian La Grottería
Italia A Gaetano Mancino
Italia A Vincenzo Palumbo[9]
Italia A Michele Trionfante

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
A Cristian La Grottería Ancona definitivo
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Andrea Lisuzzo Foggia
C Antonino Barraco Sciacca
C Attilio Nicodemo Nizza

Sessione invernale[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Giuseppe Di Masi Roma
C Michele Scaringella Messina
A Vincenzo Palumbo Pescara
Cessioni
R. Nome a Modalità
C Daniele De Vezze Roma
C Carmine Passalacqua Nardò

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie C1[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie C1 2000-2001.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Castel di Sangro
3 settembre 2000, ore 16:00
1ª giornata
Castel di Sangro1 – 1
referto
PalermoStadio Teofilo Patini (898 spett.)
Arbitro:  Romeo (Verona)

Palermo
10 settembre 2000, ore 16:00
2ª giornata
Palermo2 – 0
referto
GiulianovaStadio La Favorita (10.010 spett.)
Arbitro:  Cenni (Imola)

Pesaro
17 settembre 2000, ore 16:00
3ª giornata
Vis Pesaro0 – 1
referto
PalermoStadio Tonino Benelli
Arbitro:  Carducci (Molfetta)

Palermo
24 settembre 2000, ore 16:00
4ª giornata
Palermo1 – 0
referto
AvellinoStadio La Favorita (12.987 spett.)
Arbitro:  Cruciani (Pesaro)

Roma
1º ottobre 2000, ore 15:30
5ª giornata
Lodigiani1 – 2
referto
PalermoStadio Flaminio
Arbitro:  De Marco (Chiavari)

Palermo
8 ottobre 2000, ore 15:30
6ª giornata
Palermo2 – 0
referto
BeneventoStadio La Favorita (14.493 spett.)
Arbitro:  Cutitto (Alessandria)

Viterbo
15 ottobre 2000, ore 15:30
7ª giornata
Viterbese1 – 1
referto
PalermoStadio Enrico Rocchi (1.758 spett.)
Arbitro:  Bergonzi (Genova)

Palermo
23 ottobre 2000, ore 20:30
8ª giornata
Palermo5 – 1
referto
CataniaStadio La Favorita (31.878 spett.)
Arbitro:  Dattilo (Locri)

Torre Annunziata
29 ottobre 2000, ore 14:30
9ª giornata
Savoia5 – 1
referto
PalermoStadio Alfredo Giraud
Arbitro:  Ioseffi (Siena)

L'Aquila
5 novembre 2000, ore 14:30
10ª giornata
L'Aquila1 – 0
referto
PalermoStadio Tommaso Fattori (5.425 spett.)
Arbitro:  Rizzoli (Bologna)

Palermo
19 novembre 2000, ore 14:30
11ª giornata
Palermo1 – 1
referto
TorresStadio La Favorita (6.903 spett.)
Arbitro:  Cenni (Imola)

Catania
26 novembre 2000, ore 14:30
12ª giornata
Atletico Catania0 – 1
referto
PalermoStadio Cibali
Arbitro:  Ardito (Bari)

Palermo
3 dicembre 2000, ore 14:30
13ª giornata
Palermo1 – 0
referto
FermanaStadio La Favorita (7.265 spett.)
Arbitro:  Girardi (San Donà di Piave)

Palermo
10 dicembre 2000, ore 14:30
14ª giornata
Palermo1 – 2
referto
MessinaStadio La Favorita (14.739 spett.)
Arbitro:  Cruciani (Pesaro)

Andria
17 dicembre 2000, ore 14:30
15ª giornata
Fidelis Andria1 – 0
referto
PalermoStadio Degli Ulivi
Arbitro:  Ambrosino (Torre del Greco)

Palermo
23 dicembre 2000, ore 14:30
16ª giornata
Palermo1 – 0
referto
NocerinaStadio La Favorita (6.995 spett.)
Arbitro:  Cuttica (Alessandria)

Ascoli Piceno
7 gennaio 2001, ore 14:30
17ª giornata
Ascoli3 – 3
referto
PalermoStadio Cino e Lillo Del Duca
Arbitro:  Rizzoli (Bologna)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Palermo
14 gennaio 2001, ore 14:30
18ª giornata
Palermo1 – 0
referto
Castel di SangroStadio La Favorita (3.332 spett.)
Arbitro:  Ponzalli (Firenze)

Giulianova
21 gennaio 2001, ore 14:30
19ª giornata
Giulianova2 – 2
referto
PalermoStadio Rubens Fadini
Arbitro:  Mazzoleni (Bergamo)

Palermo
28 gennaio 2001, ore 14:30
20ª giornata
Palermo2 – 0
referto
Vis PesaroStadio La Favorita
Arbitro:  Ardito (Bari)

Avellino
4 febbraio 2001, ore 14:30
21ª giornata
Avellino0 – 0
referto
PalermoStadio Partenio
Arbitro:  Girardi (San Donà di Piave)

Palermo
11 febbraio 2001, ore 15:30
22ª giornata
Palermo2 – 1
referto
LodigianiStadio La Favorita
Arbitro:  Niccolai (Livorno)

Benevento
18 febbraio 2001, ore 15:30
23ª giornata
Benevento0 – 1
referto
PalermoStadio Santa Colomba (3.154 spett.)
Arbitro:  Brighi (Cesena)

Palermo
25 febbraio 2001, ore 15:30
24ª giornata
Palermo3 – 0
referto
ViterbeseStadio La Favorita (9.286 spett.)
Arbitro:  Romeo (Verona)

Catania
4 marzo 2001, ore 15:30
25ª giornata
Catania1 – 1
referto
PalermoStadio Cibali (20.123 spett.)
Arbitro:  Cruciani (Pesaro)

Palermo
11 marzo 2001, ore 15:30
26ª giornata
Palermo1 – 0
referto
SavoiaStadio La Favorita (29.546 spett.)
Arbitro:  Dattilo (Locri)

Palermo
18 marzo 2001, ore 15:30
27ª giornata
Palermo3 – 1
referto
L'AquilaStadio La Favorita (20.749 spett.)
Arbitro:  Brighi (Cesena)

Sassari
25 marzo 2001, ore 16:00
28ª giornata
Torres3 – 0
referto
PalermoStadio Acquedotto
Arbitro:  De Marco (Chiavari)

Palermo
8 aprile 2001, ore 16:00
29ª giornata
Palermo0 – 0
referto
Atletico Catania 3000Stadio La Favorita
Arbitro:  Ioseffi (Siena)

Fermo
14 aprile 2001, ore 16:00
30ª giornata
Fermana2 – 2
referto
PalermoStadio Bruno Recchioni
Arbitro:  Niccolai (Livorno)

Messina
22 aprile 2001, ore 16:00
31ª giornata
Messina1 – 0
referto
PalermoStadio Giovanni Celeste
Arbitro:  Palanca (Roma)

Palermo
29 aprile 2001, ore 16:00
32ª giornata
Palermo2 – 2
referto
Fidelis AndriaStadio La Favorita (15.203 spett.)
Arbitro:  Belolli (Bergamo)

Nocera Inferiore
6 maggio 2001, ore 16:00
33ª giornata
Nocerina1 – 2
referto
PalermoStadio San Francesco d'Assisi
Arbitro:  Dattilo (Locri)

Palermo
13 maggio 2001, ore 16:00
34ª giornata
Palermo1 – 0
referto
AscoliStadio La Favorita
Arbitro:  Carlucci (Molfetta)

Coppa Italia Serie C[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia Serie C 2000-2001.
Palermo
17 agosto 2000, ore 20:30
Fase a gironi - 1ª giornata
Palermo3 – 0
referto
Igea VirtusStadio La Favorita (2.357 spett.)
Arbitro:  Santucci (Reggio Calabria)

Messina
20 agosto 2000, ore 20:30
Fase a gironi - 2ª giornata
Messina3 – 0
referto
PalermoStadio Giovanni Celeste
Arbitro:  Dattilo (Locri)

Palermo
23 agosto 2000, ore 20:30
Fase a gironi - 3ª giornata
Palermo4 – 0
referto
GelaStadio La Favorita (785 spett.)
Arbitro:  Rubino (Salerno)

Acireale
30 agosto 2000, ore 20:30
Fase a gironi - 4ª giornata
Acireale1 – 1
referto
PalermoStadio Tupparello (745 spett.)
Arbitro:  Squillace (Catanzaro)

Campobasso
1º novembre 2000, ore 14:30
Sedicesimi di finale - Andata
Campobasso0 – 1
referto
PalermoStadio Nuovo Romagnoli
Arbitro:  Ambrosino (Torre del Greco)

Palermo
8 novembre 2000, ore 14:30
Sedicesimi di finale -Ritorno
Palermo1 – 1
(d.t.s.)
referto
CampobassoStadio La Favorita
Arbitro:  Santucci (Reggio Calabria)

Palermo
29 novembre 2000, ore 14:30
Ottavi di finale - Andata
Palermo1 – 1
referto
CataniaStadio La Favorita
Arbitro:  Benedetto (Messina)

Catania
10 gennaio 2001, ore 14:30
Ottavi di finale - Ritorno
Catania2 – 1
referto
PalermoStadio Cibali
Arbitro:  Palanca (Roma)

Supercoppa di Lega di Serie C[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Supercoppa di Lega di Serie C 2001.
Palermo
20 maggio 2001, ore 20:30
Andata
Palermo1 – 2[12]
referto
ModenaStadio La Favorita
Arbitro:  Giannoccaro (Lecce)

Modena
24 maggio 2001, ore 20:30
Ritorno
Modena3 – 0
referto
PalermoStadio Alberto Braglia
Arbitro:  Bergonzi (Genova)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie C1 64 17 13 3 1 29 9 17 5 7 5 18 22 34 18 10 6 47 31 +16
Coccarda Coppa Italia LegaPro.svg Coppa Italia Serie C 4 2 2 0 9 2 4 1 1 2 3 6 8 3 3 2 12 8 +4
Supercoppa di Lega di Serie C 1 0 0 1 0 2 1 0 0 1 0 3 2 0 0 2 0 5 -5
Totale 22 15 5 2 38 13 22 6 8 8 21 31 44 21 13 10 59 44 +15

Statistiche dei giocatori[13][modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie C1 Coppa Italia Serie C Supercoppa di Lega di Serie C Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Accardi, P. P. Accardi 0000200000002000
Altobelli, S. S. Altobelli 171404000100022140
Aprile, S. L. S. L. Aprile 9-0014-3002-50015-801
Barraco, A. A. Barraco 0000000000000000
Belmonte, E. E. Belmonte 254315310200032741
Bombardini, D. D. Bombardini 306713200100034871
Brienza, F. F. Brienza 322201000200035220
Cappioli, M. M. Cappioli 32155041200000361670
Cardascio, C. C. Cardascio 160003010200021010
Chionna, E. E. Chionna 270112000000029011
Ciaramitaro, M. M. Ciaramitaro 0000400000004000
Corona, A. A. Corona 0000100000001000
De Vezze, D. D. De Vezze 3000300000006000
Di Donato, D. D. Di Donato 320314010200038041
Di Masi, G. G. Di Masi 2000000000002000
Di Vincenzo, A. A. Di Vincenzo 0000310000003100
Elia, F. F. Elia 30111040101000351120
Ferri, L. L. Ferri 260505000100032050
Furiani, F. F. Furiani 160308000100025030
Giampietro, S. V. S. V. Giampietro 280414000100033041
Grillo, F. F. Grillo 0000100000001000
Giannusa, V. V. Giannusa 0000200000002000
Herrera, D. G. D. G. Herrera 2000000010003000
La Grottería, C. C. La Grottería 274506100200035550
Lisuzzo, A. A. Lisuzzo 0000000000000000
Maggiolini, T. T. Maggiolini 121314100200018231
Mancino, G. G. Mancino 3000400000007000
Marino, F. F. Marino 1000100000002000
Montalbano, V. V. Montalbano 301305020200037150
Nicodemo, A. A. Nicodemo 0000200000002000
Palumbo, V. V. Palumbo 7100000000007100
Paruta, W. W. Paruta 0000401000004010
Passalacqua, C. C. Passalacqua 0000000000000000
Perna, A. A. Perna 5001301010009011
Quadrini, M. M. Quadrini 4000401010009010
Scaringella, M. M. Scaringella 7030000010008030
Sicignano, V. V. Sicignano 24-31804-2000-00028-3380
Suppa, P. P. Suppa 120105000200019010
Trionfante, M. M. Trionfante 0000200000002000
Zotti, C. C. Zotti 0-0001-0000-0001-000

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il ritiro giorno per giorno, Ballor.net.
  2. ^ Il ritorno del Palermo in B, ma il finale è da film giallo, ricerca.repubblica.it.
  3. ^ Palermo, l'investimento sicuro, su archiviostorico.gazzetta.it.
  4. ^ Avellino Catania fa il pieno, su archiviostorico.gazzetta.it.
  5. ^ Il Modena chiude in bellezza, su archiviostorico.gazzetta.it.
  6. ^ Il Palermo alla riscossa, Repubblica.it, 31 dicembre 2000. URL consultato il 30 agosto 2018.
  7. ^ Integratori inquinati da nandrolone La Federmedici rilancia l'allarme, su archiviostorico.gazzetta.it.
  8. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 17 (2000-2001), Panini, 27 agosto 2012, p. 134.
  9. ^ a b c Acquistato durante la sessione invernale di calciomercato
  10. ^ a b c Ceduto a stagione iniziata
  11. ^ a b Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato
  12. ^ Partita sospesa all'88º minuto per invasione di campo da parte dei tifosi casalinghi. Risultato trasformato 0-2 a tavolino su delibera del giudice sportivo.
  13. ^ Rosanero ai raggi X, Ballor.net.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]