Mauro Zironelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mauro Zironelli
Mauro Zironelli - AC Venezia 1997-98.jpg
Zironelli al Venezia nella stagione 1997-1998
Nazionalità Italia Italia
Altezza 183 cm
Peso 77 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Modena
Ritirato 2004 - giocatore
Carriera
Giovanili
19??-19??Lanerossi Vicenza
Squadre di club1
1986-1989Lanerossi Vicenza38 (2)
1989-1990Fiorentina8 (0)
1990-1991Pescara26 (0)
1991-1992Vicenza14 (3)
1992Fiorentina0 (0)
1992-1993Pescara10 (0)
1993-1994Fiorentina21 (1)
1994-1995Chievo17 (1)
1995-1999Venezia81 (8)
1999-2001Chievo29 (1)
2001-2002Modena24 (3)
2002-2003Thiene21 (1)
2003-2004Montecchio24 (1)
Nazionale
1990Italia Italia U-213 (1)
Carriera da allenatore
2006-2009VicenzaGiovanili
2009-2012BassanoGiovanili
2012-2013Abano
2013-2015Sacilese
2015-2016AltoVicentino
2016-2018Mestre
2018Bari
2018-2019Juventus U23
2019-Modena
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 24 maggio 2019

Mauro Zironelli (Thiene, 21 gennaio 1970) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista, tecnico del Modena.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

La sua prima squadra professionistica è stata il Lanerossi Vicenza dove gioca in Serie C1, bagnando l'esordio in biancorosso con un gol contro il Rimini l'11 ottobre 1987. Rimane in veneto fino al 1989, quando viene acquistato dalla Fiorentina che gli fa disputare diverse partite in Serie A e in Coppa UEFA, giocando in maglia viola anche uno spezzone nella finale persa contro la Juventus nel maggio 1990.

In seguito gioca una stagione al Pescara, in Serie B, e poi una ancora a Vicenza in Serie C1. Nel 1992 torna di nuovo a Pescara collezionando 10 partite in Serie A, mentre nella stagione successiva fa ritorno a Firenze, stavolta in cadetteria dove gioca 20 incontri segnando 1 gol.

Nella Serie B 1994-1995 gioca nel Chievo, mentre l'anno seguente viene venduto al Venezia, dove dopo tre stagioni di cadetteria conquista nuovamente la promozione in Serie A (in massima serie scenderà in campo 6 volte).

Nel 1999 fa poi ritorno a Chievo dove milita per due stagioni di Serie B.

Nel 2001 è nel Modena che domina il campionato di Serie C1 e vince pure la Supercoppa di Serie C. L'anno seguente vince il suo quinto campionato in carriera, che arriva a conclusione nella sua Thiene, in Serie C2, e nel Montecchio.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Appese le scarpette al chiodo, inizia a lavorare nei settori giovanili dapprima del Vicenza e poi del Bassano.

Nel novembre 2012 diventa l'allenatore dell'Abano, nel campionato veneto di Eccellenza, subentrando a Filippo Maniero.[1] Al termine del campionato passa ad allenare la Sacilese, terminando la prima stagione in Serie D al terzo posto. Nel febbraio 2015, all'indomani della sconfitta casalinga contro il Montebelluna (1-2), rassegnato le dimissioni da tecnico dei friulani.[2]

Nell'estate seguente diventa l'allenatore dell'AltoVicentino, subentrando a Diego Zanin,[3] e piazzandosi secondo al termine della stagione. L'anno successivo diviene l'allenatore del Mestre che il 23 aprile 2017, con due giornate di anticipo, conduce alla promozione in Serie C.[4]

Nell'estate 2018 è inizialmente chiamato ad allenare il Bari, militante in Serie B. Tuttavia dopo pochi giorni dall'inizio del ritiro precampionato, e senza aver ancora ratificato un contratto con la società presieduta da Cosmo Giancaspro, il sopraggiunto fallimento del club lascia libero Zironelli;[5] sicché il successivo 15 agosto il tecnico si accorda con la Juventus per allenare la neonata Juventus U23, la seconda squadra bianconera militante nel campionato di Serie C,[6] guidandola alla salvezza nella stagione 2018-2019.[7]

Frattanto il 3 ottobre 2018 ottiene inoltre l'abilitazione ad allenatore di Prima Categoria.[8]

Il 18 giugno 2019 dopo essersi svincolato dalla Juventus U-23, si accorda con il Modena (club dove ha militato tra il 2001 e il 2002), facendo così ritorno in quarta serie.[9]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 19 giugno 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale % Vittorie Piazzamento
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
2012-2013 Italia Abano Ecc. 30 10 8 12 CI-Ecc 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 32 11 8 13 34,38 11°
2013-2014 Italia Sacilese D 34 19 9 6 CI-D 4 3 0 1 - - - - - - - - - - 38 22 9 7 57,89
2014-2015 D 34 18 8 8 CI-D 4 3 1 0 - - - - - - - - - - 38 21 9 8 55,26
Totale Sacilese 68 37 17 14 8 6 1 1 76 43 18 15 56,58
2015-2016 Italia AltoVicentino D 38 23 8 7 CI-D 3 2 1 0 - - - - - - - - - - 41 25 9 7 60,98
2016-2017 Italia Mestre D 34 25 5 4 CI-D 3 2 0 1 - - - - - PS 2 1 0 1 39 28 5 6 71,79 1°, promosso
2017-2018 C 34+1 12 10+1 12 CI-C 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 37 13 11 13 35,14 10°
Totale Mestre 68+1 37 15+1 16 5 3 0 2 2 1 0 1 76 41 16 19 53,95
lug. 2018 Italia Bari B - - - - CI - - - - - - - - - - - - - - 0 0 0 0 !
ago. 2018-2019 Italia Juventus U23 C 37 12 6 19 CI-C 2 1 1 0 - - - - - - - - - - 39 13 7 19 33,33 11º
2019-2020 Italia Modena D 0 0 0 0 CI-D 0 0 0 0 - - - - - - - - - - 0 0 0 0 !
Totale carriera 241+1 119 54+1 68 20 13 3 4 2 1 0 1 264 133 58 73 50,38

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Mestre: 2016-2017 (girone C)

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior allenatore della Serie D: 1
2016-2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gianni Biasetto, Zironelli: «Il mio Abano? A tre punte», su mattinopadova.gelocal.it, 9 novembre 2012. URL consultato il 19 novembre 2012.
  2. ^ Comunicato Ufficiale: dimissioni di mister Zironelli, su sacilesecalcio.it, 24 febbraio 2015. URL consultato il 2 marzo 2015.
  3. ^ Ufficiale Zironelli nuovo tecnico, su fcdaltovicentino.com, 29 giugno 2015. URL consultato il 30 giugno 2015.
  4. ^ Zironelli: «Forse sono l’unico promosso con Mestre e Venezia», su nuovavenezia.gelocal.it, 25 aprile 2017.
  5. ^ Bari, i rimpianti di Zironelli: "Che squadra che avevo! Ho voluto il Bari, nonostante tutto", su tuttocalciopuglia.com, 18 luglio 2018.
  6. ^ Juventus U23: lo staff tecnico, su juventus.com, 15 agosto 2018.
  7. ^ La Juventus saluta Mauro Zironelli, su juventus.com, 24 maggio 2019.
  8. ^ Ufficializzati i nuovi allenatori professionisti di prima categoria, su figc.it, 3 ottobre 2018.
  9. ^ Modena Fc, è ufficiale: Mauro Zironelli allenatore e Fabrizio Salvatori direttore sportivo, su parlandodisport.it, 18 giugno 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]