Michele Mignani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Michele Mignani
Nazionalità Italia Italia
Altezza 181 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 2009 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1990-1991 Sampdoria 1 (0)
1991-1993 SPAL 42 (1)
1993-1994 Monza 16 (0)
1994-1995 Pistoiese 31 (2)
1995-1996 Lucchese 26 (0)
1996-1998 Siena 34 (2)
1998 Castel di Sangro 12 (0)
1998-2006 Siena 240 (4)
2006-2007 Triestina 35 (2)
2007-2008 Grosseto 28 (0)
2008-2009 Poggibonsi 27 (0)
Nazionale
1992-1993 Italia Italia U-21 6 (0)
Carriera da allenatore
2009-2010SienaAllievi naz.
2010-2014SienaPrimavera
2014LatinaColl. tecnico
2016-2017Olbia
2017-2019Robur Siena
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 20 maggio 2019

Michele Mignani (Genova, 30 aprile 1972) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Ha esordito in Serie A il 13 gennaio 1991 nella partita Lecce-Sampdoria terminata col risultato di 1-0, vincendo quindi lo scudetto con i blucerchiati anche se ha giocato in solo quell'occasione con la maglia blucerchiata.

Siena[modifica | modifica wikitesto]

Il giovane Mignani, quindi, dopo qualche anno di girovagare prima a Ferrara nella SPAL (con cui arriva a meritare l'ingresso nel giro della Nazionale Under 21 dove totalizzerà 6 gettoni) e quindi in Toscana in diverse città, approda a Siena dove con il passare degli anni ne diviene il capitano. Intanto sposa una ragazza senese e si stabilisce definitivamente nella città toscana.

Nel 1999-2000 il Siena, che l'anno prima si era salvato dalla retrocessione in serie C2 ai playout, con Antonio Sala in panchina, ottiene una promozione vincendo campionato e poi supercoppa di serie C contro il Crotone.

Tre anni dopo, in seguito a un'altra salvezza ottenuta dopo aver recuperato 30 punti in 20 partite, il Siena vince nuovamente il torneo successivo, stavolta di Serie B: Mignani segna due gol, di cui uno risulta decisivo, perché vale vittoria e sorpasso sulla Triestina, che perde la testa della classifica e mancherà poi la promozione. Per il Siena si è trattata della prima promozione in Serie A dopo cent'anni di storia.

Anche in serie A Siena si affida spesso all'esperienza del suo capitano, che in Bologna-Siena (3-1) firma anche il suo primo e unico gol in Serie A. Infine, dopo 10 anni, lascia Siena calcisticamente, nonostante sia oramai diventata, nella vita quotidiana, la sua città. La società decide di onorarlo ritirando la sua maglia numero 4[1] il 1º febbraio 2006 con un comunicato sul suo sito ufficiale.

Il dopo-Siena[modifica | modifica wikitesto]

Si trasferisce quindi a Trieste, dove dopo un solo anno di militanza diviene capitano.

Ciononostante, per riavvicinarsi a Siena dove ha lasciato la sua casa e la sua famiglia, si trasferisce a Grosseto, sempre in Serie B. Quindi nel 2008, essendo svincolato, decide di andare a chiudere la carriera in Seconda Divisione pur di tornare a Siena: accetta così di trasferirsi a Poggibonsi, comune senese che dista appena venti chilometri dalla città.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

A giugno 2009 si ritira dal calcio professionistico e successivamente intraprende la carriera di allenatore, allenando gli allievi nazionali del Siena e successivamente la formazione primavera.

Il 5 luglio 2012 acquisisce a Coverciano il titolo di allenatore di Prima Categoria UEFA Pro e quindi il diritto di ricoprire il ruolo di tecnico in una squadra della massima serie.[2]

Dopo il fallimento del Siena, si trasferisce al Latina nello staff tecnico di Mario Beretta, restando nel club laziale anche dopo l'esonero di quest'ultimo, prendendo quindi a lavorare con Roberto Breda[3].

Olbia[modifica | modifica wikitesto]

L'8 gennaio 2016 viene ingaggiato come tecnico dell'Olbia, militante in Serie D, in sostituzione dell'esonerato Oberdan Biagioni. Arrivato con la squadra al decimo posto, nel girone di ritorno risale le posizioni e si qualifica ai play-off da quinta classificata. In semifinale affronta quindi il Grosseto, seconda classificata, vincendo in Toscana per 2-1. In finale, nel derby sardo contro la Torres, vince a Sassari per 1-0 conquistando l'accesso alle graduatorie per i ripescaggi in Lega Pro.

La squadra viene poi ripescata e Mignani è confermato alla guida tecnica dei sardi anche per la stagione successiva. Il 5 marzo 2017, dopo 6 sconfitte consecutive, è esonerato e sostituito da Simone Tiribocchi.[4]

Siena[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º giugno 2017 diventa il nuovo allenatore della Robur Siena, facendo così ritorno nella squadra toscana anche da allenatore della prima squadra.[5]. La prima stagione termina con il secondo posto del girone e la finale dei playoff.La seconda termina col sesto posto e l'eliminazione al secondo turno prelimnare dei playoff. Il 20 maggio 2019 viene comunicato l'interruzione del rapporto con la società toscana

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 19 maggio 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale % Vittorie
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
gen.-mag. 2016 Italia Olbia D 16+2 9+2 6 1 - - - - - - - - - - - - - - 18 11 6 1 61,11
2016-mar. 2017 LP 28 9 4 15 CI-LP 2 1 1 0 - - - - - - - - - - 30 10 5 15 33,33
Totale Olbia 46 20 10 16 2 1 1 0 48 21 11 16 43,75
2017-2018 Italia Robur Siena C 36+5 20+2 7 9+3 CI-C 2 0 2 0 - - - - - - - - - 43 22 9 12 51,16
2018-2019 C 37+1 16 15 6+1 CI+CI-C 2+1 1+0 0+1 1+0 - - - - - - - - - 41 17 16 8 41,46
Totale Robur Siena 79 38 22 19 5 1 3 1 84 39 25 20 46,43
Totale carriera 125 58 32 35 7 2 4 1 132 60 36 36 45,45

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Sampdoria: 1990-1991
SPAL: 1991-1992(girone A)
Siena: 1999-2000 (girone A)
Pistoiese: 1994-1995 (2º girone A)
Siena: 2000
Siena: 2002-2003

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ INTERVISTA A MICHELE MIGNANI, SCUDETTATO CON LA SAMP E BANDIERA DEL SIENA., Cuorebianconero.it (archiviato dall'url originale il 23 maggio 2012).
  2. ^ Coverciano, Roby Baggio tra i nuovi allenatori, tuttomercatoweb.com, 5 luglio 2012.
  3. ^ Mignani resta a Latina, sienaclubfedelissimi.it
  4. ^ UFFICIALE: Olbia, esonerato Mignani. Al suo posto Tiribocchi, in TUTTOmercatoWEB.com, 5 marzo 2017. URL consultato il 6 marzo 2017.
  5. ^ UFFICIALE: Robur Siena, ecco il nuovo tecnico e il suo vice Archiviato il 9 giugno 2017 in Internet Archive. tuttolegapro.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]